Le luci sacre

Riflettori puntati su protagonisti d'eccezione, sabato 3 e domenica 4 novembre con i Dialoghi sull'amore, il primo evento della rassegna «Lucegugliavoce» che si svolgerà in Piazzetta Reale.
Saranno proprio otto delle 135 statue che ammirano la città dall'alto delle guglie del Duomo a «prendere la parola» e a dibattere d'amore; il tutto sarà reso possibile da un sistema sincronizzato di luci e di diffusione sonora che trasformerà la facciata del Duomo in un grande e spettacolare teatro illuminato da luci che inonderanno la facciata della cattedrale delle più varie gradazioni di rosso, dal cremisi all’amaranto, dal carminio allo scarlatto, a sottolineare il tipo di amore su cui il dibattito si accenderà in quel momento.
Un vero e proprio spettacolo, articolato in quattro dialoghi in cui l'amore verrà affrontato nelle sue diverse, emozionanti sfaccettature. Da Erao, l'amore-desiderio dibattuto attraverso le parole di Friedrich Nietzsche e Alberto Savinio, a Fileo l'amore-amicizia ripercorso attraverso le testimonianze di Umberto Boccioni e di Carlo Emilio Gadda, e ancora Agapao l'amore-predilezione, nelle parole di Etty Hillesum e di Pier Paolo Pasolini, e Stergo, l'amore rispetto, in Curzio Malaparte e Cesare Pavese. Non mancherà la musica, che riempirà l'aria con le note degli intermezzi tratti dal Quarto libro de’ Madrigali di Claudio Monteverdi (per l’evento sono a disposizione 1.500 biglietti gratuiti per ciascuna data, in distribuzione sino a esaurimento presso l'Urban Center, Galleria Vittorio Emanuele II, 11/12 Milano, tel. 02-795892).
L'evento, ideato e diretto dall'architetto Attilio Stocchi, e realizzato con l'apporto dell’assessorato al Turismo in collaborazione con il Duomo di Milano è parte di un articolato progetto che porta il nome di «Domus vivendi», cioè «Duomo da vivere». «Dialoghi sull'amore è certamente un risposta incompleta e riduttiva sul tema dell'amore ma può rappresentare l'inizio di un cammino di avvicinamento a quanto la Cattedrale anche oggi, con le sue guglie popolate di Santi, vuole ancora trasmettere. Non una realtà immobile, ma viva e capace di suscitare una tensione verso l'assoluto e l'eterno», commenta monsignor Luigi Manganini, arciprete del Duomo.
«Perché non far parlare quelle statue che da centinaia di anni hanno osservato e ascoltato silenziose le passioni, le voci, la vita dei passanti?»: in questa domanda Attilio Stocchi esprime il concetto di uno spettacolo che suggerisce ai milanesi di stare con il naso all'insù, a guardare, forse davvero per la prima volta, quelle statue a cui passano di fianco di fretta, magari per incontrale d'ora in poi come conoscenze a cui si rivolge uno sguardo, un sorriso, un saluto.
Lucegugliavoce - Dialoghi sull’amore
Piazzetta Reale
sabato 3 (ore 21) e domenica 4
(ore 19.30). Info: 02-795892