L'Ue obbliga Letta a svendere gli asset del Tesoro. Ma Germania e Francia non toccano i propri tesori

L'Ue ordina, Letta obbedisce. Il Tesoro si prepara a privatizzare. Ma Germania e Francia si tengono stretti i propri beni

Qualche giorno fa il commissario europeo agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, è tornato a tirare le orecchie al premier Enrico Letta ricordandogli che "l'Italia deve rispettare i parametri" imposti da Bruxelles. La strada per farlo deve passare, sempre stando alle ricette dell'Ue, è la privatizzazione degli asset del Tesoro. E così ieri, in vista del confronto con l'Eurogruppo di oggi al quale tocca al ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni difendere la legge di Stabilità, il Consiglio dei ministri ha messo l'acceleratore per svendere al più presto le partecipazioni del Tesoro. Si va dalle quote dell'Eni alla holding delle reti, un piano che è solo un primo passo verso un'operazione molto più complessa. "Ieri c’è stato un primo pacchetto di misure riguardo le privatizzazioni - ha assicurato Letta all’assemblea della Federcasse di Roma - continueremo nelle prossime settimane e mesi". In realtà, tra i grandi dell'Eurozona, l'Italia è l'unico Paese costretto a portare avanti una tale operazione. Germania e Francia, invece, se ne tengono alla larga.

Anziché tagliare in maniera cospicua la spesa pubblica improduttiva, i cda delle minicipalizzate e le Province, proprio come farebbe un diligente padre di famiglia quando le entrate si riducono a fine mese, il tandem Letta e Saccomanni hanno deciso di mettere mano ai gioielli del Belpaese. Più che a incidere sul moloch del debito italiano da oltre 2mila miliardi di euro, l'annuncio del premier serve infatti a fare il "compitino" che l’Ue gli ha assegnato nella speranza di riuscire a richiedere la clausola sulla flessibilità degli investimenti bocciata nei giorni scorsi da Bruxelles. Nel piano del governo, anticipato oggi dal Corriere della Sera, saranno interessate a vario titolo otto società: Eni, Stm e Enav per le partecipazioni dirette e Sace, Fincantieri, Cdp Reti, gasdotto Tag e Grandi Stazioni per quelle indirette. Nelle casse del Tesoro dovrebbe arrivare circa metà della cifra totale mentre il resto andrà a sostenere il patrimonio della Cdp, la quale peraltro aveva già programmato la cessione parziale in mani private delle società in questione. Ma i benefici per il dicastero di via XX settembre saranno comunque indiretti: la Cassa potrà così rafforzare il capitale, messo sotto pressione per via delle numerose misure avviate o da avviare a sostegno dell’economia sotto forma di impieghi alle imprese, infrastrutture e mercato immobiliare. "A Letta e Saccomanni piace vincere facile - ha commentato il capogruppo di Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta - a vendere Eni siamo tutti capaci. Ma non dicono che non ci saranno più i dividendi. Difficile vendere le caserme... lì bisogna essere più bravi".

Basta leggere il piano redatto da Letta & Co. per accorgersi che più che di privatizzazioni si dovrebbe parlare di dismissioni non tanto per far cassa appunto ma per garantire maggiore potere di negoziato in sede internazionale. L'Eni, che ha già deliberato un buy back sul 10% del capitale, cancellerà le azioni in portafoglio facendo così accrescere la quota del Tesoro del 3% che verrà poi così ceduto a privati. Si avrà una cessione parziale della quota anche per Stm dove il ministero dell’Economia è presente attraverso la holding che controlla in maniera paritetica con il fondo strategico francese. Ancora da chiarire invece le modalità di dismissione per Enav di cui verrà ceduto solo il 40%. Quanto ai gioielli in mano alla Cassa depositi e prestiti, per Fincantieri si era prospettata la quotazione su Piazza Affari di un 40% mentre è ancora incerta la modalità su Sace per la quale è prevista la cessione del 60%. Sul mercato andrà invece il 50% di Cdp Reti e Tag, mantenendo così il controllo pubblico. Certo l’apertura a soci privati garantirà alle società (e i mercati in cui operano) maggiore trasparenza ed efficienza con effetti benefici generali, ma l'operazione rischia di rivelarsi un pericoloso boomerang. Per dirla con le parole di Daniele Capezzone, presidente della commissione finanze della Camera, è come vendere "l’argenteria agli usurai".

Il diktat delle privatizzazioni non vale per tutti. Non solo Germania e Francia non hanno mai toccato i propri asset né hanno intenzione di farlo nell'immediato futuro, ma appena una società provare a comprare un gruppo che ritengono essere strategico per il Paese, si chiudono a riccio e ne vietano la vendita. Di partecipazioni i due colossi dell'Eurozona ne hanno eccome. La Francia, per esempio, possiede il 90% di Areva (multinazionale francese che opera nel campo dell'energia, specialmente quella nucleare), oltre l'84% di Électricité de France e il 15% di Renault (facendone così il primo azionista). E ancora: il 16% di AirFrance-Klm e il 27% di France Telecom sono statali. La Germania non è da meno. Il Tesoro tedesco ha il 17% di Commerzbank e il 15% di Deutsche Telekom, mentre la Bmw è in parte della regione della Baviera. Insomma, ancora una volta i vincoli, a cui l'Unione europea lega mortalmente l'Italia, non valgono per quei Paese che a tavoli di Bruxelles fanno il bello e il cattivo tempo.

Commenti
Ritratto di farsa..italia..

farsa..italia..

Ven, 22/11/2013 - 13:02

IL PIANO DEI NEUROMAFIOSI NEUROMASSONI E' COSI' CHIARO...BISOGNA ESSERE CIECHI PER NON VEDERLO, CIECHI O... LACCHE' E MERCENARI

Ritratto di mr.cavalcavia

mr.cavalcavia

Ven, 22/11/2013 - 13:03

E' del tutto ragionevole iniziare a a pensare ad un attacco militare nei confronti della Francia. Una volta le guerre si facevano così. Ci si mettava la faccia e la carne. Ora le guerre si fanno tramite banche e corruzione (dei politici asserviti al potere degli stanieri). INIZIAMO A COMBATTERE I NEMICI TEDESCHI ed I NEMICI TEDESCHI cacciando dall'italia i loro lacchè e camerieri. NO EURO! NO EURO! A maggio vi spacchiamo in due!

Massimo Bocci

Ven, 22/11/2013 - 13:09

Nella TRUFFA COMUNISTA-EURO, ognuno faccia la sua parte, i padroni Franco-Crucchi, la MINCHIA!!! E gli asserviti,svenduti!!! ITALIOTI.......L'ANO!!! Il patto lo hanno chiamato Euro ma per noi è stato una grande INCULATA!!! A matrice anti Italiana COMUNISTA!!! Chi altri è abituato a sguazzare nella merda altrui, rubando agli Italiani è una loro PREROGATIVA (TRUFFA) ISTITUZIONALE 47!!! E otre!!!

Baloo

Ven, 22/11/2013 - 13:10

Ma Letta ha le palle di acciaio. In compenso la Germania gliele sta smontando una per una... Questi Comunisti non capiscono una mazza !E sono senza dignità nazionale, e senza sovranità E siamo sempre di più colonia della Germania . Fra poco verranno i loro poliziotti a dirigere il traffico e guai a chi non conosce la lingua tedesca ! E l'accertamento fiscale ce lo faranno in tedesco ,funzionari tedeschi e saranno cazzi anche per i Comunisti! Che Dio li abbia in gloria !

Ritratto di maurofe

maurofe

Ven, 22/11/2013 - 13:11

Ma cosa aspettiamo a manca AFF...O loro e l'europa!!

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Ven, 22/11/2013 - 13:16

Per quanto sono babbei gli italiani pensate che sanno e che gli importi degli Asset ? interessa solo lo sport e il gossip, la colazione al bar

CARLINOB

Ven, 22/11/2013 - 13:18

Non è che Letta sia obbligato a svendere : è che in effetti per populismo fa azioni da ignorante qual'è e come lo è mediamente il suo consiglio dei ministri: abbiamo gente ignorante , non all'altezza !! Ma non vedete che cosa stanno facendo da qualche mese questi balordi!1

Amon

Ven, 22/11/2013 - 13:20

germani e francia nn sono stat governati da cialtroni negli ultimi 16 anni, sara' mica per questo che hanno i conti in ordine?

Ritratto di maucom

maucom

Ven, 22/11/2013 - 13:21

Noi siamo i maestri a dire di si e calarci le braghe! Abbiamo politici senza dignita' alcuna. E' ora di finirla, non se ne puo' proprio piu', il giocolliere Letta e' l'ultima espressione del nulla.

marco46

Ven, 22/11/2013 - 13:21

Anziché svendere il nostro patrimonio statale perché non si vende l'acciaio decantato delle sue pallle, così che anche all'ilva di Taranto gioverebbe per la sua ristrutturare senza traumi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Ven, 22/11/2013 - 13:23

E il grande alfano e i suoi approvano, perchè altrimenti dovrebbero staccare il culo dalla poltrona. Quando ci ribelleremo?

-cavecanem-

Ven, 22/11/2013 - 13:26

L'Italia ormai e' finita, grazie ad una classe politica inutile, corrotta e che pensa solo ai propi interessi. Bisogna farsene una ragione. Nel resto d' Europa trattano i rappresentanti Italiani come zerbino per le scarpe. Sanno bene che nonostante i politici Italiani vengano pagati piu' di loro, non hanno nessun orgolio nazionale, spina dorsale, e una tremenda paura di compromettere la loro situazione ben agevolata.

millycarlino

Ven, 22/11/2013 - 13:26

Si lo sapevamol'Europa è una bicicletta con due pedali Francia e Germania e noi la sella dove ci si posa il c..... Milly Carlino

daniele66

Ven, 22/11/2013 - 13:29

E dopo aver svenduto ( ovvero svuotato lo "scatolone" Italia ), quali saranno i prossimi ordini per Letta & C. ? Mi fa paura il solo pensarci...

Mr Blonde

Ven, 22/11/2013 - 13:30

Bene, apprendiamo ormai senza più stupore che pur di buttar merda sugli avversari politici il principale giornale (partito) liberale italiano è contro le privatizzazioni e a favore dell'intervento dello stato nell'economia. Ora chi sono i comunisti?

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 22/11/2013 - 13:31

E' stato scritto da tanti e tante volte, SIAMO LO ZERBINO DELL'EUROPA, ed allo stato attuale, Letta ne è la serva, altro che palle d'acciaio!

CALISESI MAURO

Ven, 22/11/2013 - 13:31

Via questi politici, il burocrate europeo, fa gli interessi dei grandi gruppi internazionali, dove i nostri lacche fanno la parte dei camerieri. ( compreso alfanino ) Bisogna fermare questo scempio, questa gente non ha a cuore la nostra nazione, ma chi ci vuole demolire.

agosvac

Ven, 22/11/2013 - 13:31

Qualsivoglia privatizzazione senza una drastica ed adegnata riduzione della spesa pubblica è un vera barzelletta. I soldi presi, infatti, non servirebbero a diminuire il debito pubblico ma a sovvenzionare ulteriormente le spese. Del resto è risaputo che nessun esponente della sinistra metterà mai mano alla riduzione della spesa pubblica visto che la quasi totalità di essa è per la Pubblica Amministrazione che è un serbatoio immenso di voti per la sinistra!

Amon

Ven, 22/11/2013 - 13:32

pare che tutti sappiano tutto ma continuate a votare i due partiti che han causato tutto cio'...

agosvac

Ven, 22/11/2013 - 13:34

Egregio amon, se lei si riferisce agli otto anni di Governi di sinistra, sono del tutto d'accordo con lei: sono stati veri cialtroni!!!

enzo1944

Ven, 22/11/2013 - 13:39

letta jr. è il solito pecorone replicante,agli ordini di napolitano,che obbedisce agli ordini della massoneria internazionale!.....da sempre AMICO DELLE BANCHE d'AFFARI USA E CEE,è a loro che rende conto!.....non all'Italia ed a gli Italiani!

Ritratto di ammazzalupi

ammazzalupi

Ven, 22/11/2013 - 13:41

Ma cosa si aspetta ad uscire da questa UE di Merda!!!!

marco46

Ven, 22/11/2013 - 13:43

Siamo veramente lo zerbino d'europa, tanti e tanti entrano ma tanti,tanti non si puliscono i piedi oltre che al resto. Grazie Jo Kondor palle d'acciaio &C.

PL

Ven, 22/11/2013 - 13:44

Non ci crediamo Non ci fidiamo Non ci svendiamo

Amon

Ven, 22/11/2013 - 13:47

no Agosvac sono piu realista e do la colpa sia al PD che al PDL e ovviamente ai beoti come lei che li votano pur non avendo fatto altro che danni al nostro paese.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 22/11/2013 - 13:47

dimostrate quello che siete.Però c'è da dire che siete eleganti in Italia.

fedele50

Ven, 22/11/2013 - 13:49

I soliti coglioni senza palle politicanti anti italiani, io li definisco delinquenti, traditori, popolo, a quando una sana defenestrazione di certa gentaglia???.

Ritratto di moshe

moshe

Ven, 22/11/2013 - 13:52

Bravi! svendiamo i tesori di stato, ci saranno subito società private francesi e tedesche a comprarli sottocosto ed in loro mancanza, "gli amici degli amici". USCIAMO DALL'EURO!!!!! VOGLIAMO UN REFERENDUM SUBITO!!!!! C'E' QUALCHE PARTITO CHE ABBIA A CUORE L'ITALIA CAPACE DI PROPORRE IL REFERENDUM?

bisesa dutt

Ven, 22/11/2013 - 13:56

se hai garanzie in bana ti prestano soldi e siete d'accordo! perché cittadini della UE devono prestare soldi a noi italiani e non chiedere garanzie?

egi

Ven, 22/11/2013 - 13:59

Questo dimostra la differenza delle sinistre in Europa, purtroppo la più bestialmente ignorante è toccata a noi non ci sono parole.

Starnuto

Ven, 22/11/2013 - 14:00

L'Italia è un paese ingovernabile. La corruzione, gli interessi personali, sono più importanti di tutto. Un politico, destra o sinistra che sia, sarebbe disposto a far licenziare 1000 persone per non rinunciare a 100 € di stipendio su 20000. Una volta lassù non ce n'è uno che rimane pulito.

Starnuto

Ven, 22/11/2013 - 14:05

A Il Giornale è arrivata la notizia dei 451000 euro presi da LaRussa dall'amico della Cancellieri?

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 22/11/2013 - 14:06

A 24 anni dalla sua caduta in tutto il mondo (anche nella Cina di Mao), da abbattere in Italia é il Muro dell´apparato burocratico pubblico, il suo sistema mafioso, la massa sterminata di parassiti che ci vive dentro, il suo sistema mafioso che detta la "legge della bassezza, della menzogna e della violenza" sopra la pelle dei Lavoratori e di chiunque abbia la minima intenzione di Lavorare onestamente producendo benessere per se e per gli altri.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 22/11/2013 - 14:06

Un modo per non svendere quegli asset ci sarebbe, semplice semplice. Basterebbe che quegli asset venissero comprati da privati italiani o fondi italiani, fiduciosi dei redditi di quelle società. Restando in mano ad Italiani, non perderemmo nulla come nazione. Importante è che poi quegli azionisti non svendano appena si profila qualche guadagno a stranieri. Comunque lo sbaglio enorme è stato entrare subito nell'euro a quelle condizioni da capestro accettate da Prodi e dal suo governo.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 22/11/2013 - 14:07

A 24 anni dalla sua caduta in tutto il mondo (anche nella Cina di Mao), da abbattere in Italia é il Muro dell´apparato burocratico pubblico, la massa sterminata di parassiti che ci vive dentro, il suo sistema mafioso che detta la "legge della bassezza, della menzogna e della violenza" sopra la pelle dei Lavoratori e di chiunque abbia la minima intenzione di Lavorare onestamente producendo benessere per se e per gli altri.

Ritratto di ohm

ohm

Ven, 22/11/2013 - 14:08

la UE obbliga ???????? Ma vi rendete conto dove siamo andati a cascare : la UE obbliga....? Maggio è vicino, spero solamente che gli italiani, quelli veri, quelli con le palle , anche se non sono d'acciaio basta il ferro comune, abbiano l'accortezza di mandare a monte la Ue e l'Euro....fuori dalla balle....

Ritratto di Massimo Scalfati

Massimo Scalfati

Ven, 22/11/2013 - 14:09

IL POVERO ENRICO MATTEI VIeNE ASSASSINATO UNA SECONDA VOLTA. MA SPERO IN UNA NEMESI STORICA: CHE L'ENI SIA COMPRATO DALLA SOCIETA' RUSSA GAZPROM E NON DAI FRANCESI ED INGLESI, CHE SONO I NOSTRI NEMICI STORICI. AVEVA RAGIONE BERLUSCONI (ED ANCHE PRODI NEL 2007)QUANDO PROMOSSE ACCORDI TRA ENI E GAZPROM, CONTRO LE "SORELLE" PETROLIFERE ANGLOFRANCESI. CHIEDIAMOCI: ED ORA CHE FINE FARA IL GASDOTTO SOUTH STREAM IN VIA DI REALIZZAZIONE COI RUSSI? NE DIVERRANO PROPRIETARI GLI ANGLOFRACESI DI CUI LA RUSSIA GIUSTAMENTE NON SI FIDA? POVERI ITALIANI, SUDDITI DI FRANCESI ED INGLESI. AMICI ITALIANI, EMIGRIAMO SUBITO E CHIEDIAMO LA CITTADINANZA RUSSA.

Ritratto di sberlusca

sberlusca

Ven, 22/11/2013 - 14:09

Molto probabilmente se i vari governi a guida PDL avessero dissanguato meno l'Italia ,per riempire le tasche del fratello del vostro padrone e di tutti i suoi politici corrotti, oggi Letta non avrebbe avuto bisogno di vendere gli asset per rimettere inpari la barca, cari giornalisti prezzolati che su questo giornale fate sempre più schifo per come proponete le notizie.

-cavecanem-

Ven, 22/11/2013 - 14:09

Fedele50, chi la dovrebbe fare la defenestrazione, i pensionati o i clandestini? Gl'Italiani quelli con le p**le sono in estinzione. I giovani capaci se ne son andati all'estero, quelli rimasti non son buoni a nulla.

Ritratto di _alb_

_alb_

Ven, 22/11/2013 - 14:10

MERDACCIA di Alfano: non ti rendere complice di questa ulteriore rapina agli italiani. Taglia i cordini con quei ladri del PD e fai cadere quest'ignobile governo!!!!

Starnuto

Ven, 22/11/2013 - 14:13

Gazprom... Bravissime persone quelle. Stanno bucherellando il polo nord e nessuno fa niente

steali

Ven, 22/11/2013 - 14:15

Chi firmò per anticipare il rientro del debito nel 2013? Su fate un o sforzo cari bananas....

CALISESI MAURO

Ven, 22/11/2013 - 14:20

Sberlusca, proprio ni arriva eh?? Difficile da capire siamo all'affondamento e lei pensa ancora al Berlusca... s...o

Roberto Casnati

Ven, 22/11/2013 - 14:22

Basta con quest'Europa dove ognuno tenta d'infilarlo sotto la coda dell'altro!

steali

Ven, 22/11/2013 - 14:22

x ANGELO POLI... Così queste società fanno la fine di alitalia..........

m.m.f

Ven, 22/11/2013 - 14:23

BISOGNEREBBE SPIEGARE A QUEL GENIO CHE HA SCRITTO IL TITOLO E L'ERTICOLO CHE LA GERMANIA E LA FRANCIA NON HANNO IL DEBITO ASSURDO CHE HA QUESTO PAESE,DA RIDURRE TASSATIVAMENTE,CHE HANNO UN GOVERNO DI PERSONE CAPACI DA SEMPRE E NON UNA PLETTORA DI IGNORANTI MORTI DI FAME LADRI E CORROTTI ,CHE HANNO UN SISTEMA FISCALE E SOCIALE ESATTEMENTE OPPOSTO AL NOSTRO COSI COME QUANTO LORO HANNO INVESTITO IN INNOVAZIONE TECNOLOGIA ISTRUZIONE E QUANT'ALTRO. INVECE DI SCRIVERE DEGLI ARTICOLI TRONA A SCUOLA STUDIA DOCUMENTATI E POI RIPRESENTATI...........DIMENTICAVO HANNO ANCHE UNA STAMPA SERIA.

vivaitalia

Ven, 22/11/2013 - 14:27

Ma chi lo fa`fare??? Vorrei vedere loro se noi uscissimo dall'euro??? Si saremo piu`poveri? Ma la ruota gira...vorrei vedere loro nei nostri panni... Meglio lcontare poco? Ma contiamo. E decidiamo noi!!! Il nostro destino.

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 22/11/2013 - 14:28

Per salvare il Paese é ora di iniziare a pensare e ad agire in modo nuovo e corretto, debellando la menzogna imperante e affermando la Veritá violentata. - A 24 anni dalla sua caduta in tutto il mondo (anche nella Cina di Mao) é ora di abbattere in Italia il Muro dell´apparato burocratico pubblico con la sua massa sterminata di parassiti che ci vive dentro, il suo sistema mafioso che detta la "legge della bassezza, della menzogna e della violenza" sopra la pelle dei Lavoratori e di chiunque abbia la minima intenzione di Lavorare onestamente producendo benessere per se e per gli altri.

reliforp

Ven, 22/11/2013 - 14:29

Una delle variabili della sesta tappa del ciclo di Frenkel. Comunque tranquilli, questo ci avvicina alla settima.

canaletto

Ven, 22/11/2013 - 14:31

DOPO SILVIO BERLUSCONI CHE SAPEVA FARSI VALERE, GLI ALTRI PREMIER SUCCEDUTI SONO TUTTI DEI CAGAMOLLA, COME VEDONO LA CULONA, SARKO O HOLLANDE SE LA FANNO SOTTO E OBBEDISCONO COME CAGNOLINI BASTONATI.

ex d.c.

Ven, 22/11/2013 - 14:31

Dobbiamo anche riconoscere che il nostro Paese non è in grado di gestire i beni pubblici. Bene quindi la privatizzazione. Il problema è invece che solo un masochista può investire in Italia. Quanto meno rischia di essere indagato per truffa o essere perseguito per anni dall'agenzia delle entrate.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Ven, 22/11/2013 - 14:33

@ Daniele66 - Non sia preoccupato. Letta ci venderà come nuovi servi della gleba,ma non è una prospettiva drammatica,perché almeno la forza lavoro per sopravvivere dovrà avere giornalmente la sua ciotola di cibo,il compito della distribuzione sarà affidato a qualche Caritas,il papa sarà contento perché i poveri hanno il lasciapassare garantito per il regno dei cieli, e tutti vivranno felici e contenti.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Ven, 22/11/2013 - 14:36

PRATICAMENTE è L'AVVIO VERSO LA PROVINCIALIZZAZIONE DEGLI STATI GABBATI DALLA GERMANIA ED UN POCHINO DALLA "RUFFIANA" FRANCIA(L'Italia al primo posto). Così continuando diventeremo una COLONIA della Germania E NON FRA MOLTO TEMPO. Povera ITALIA !

Ritratto di CADAQUES

CADAQUES

Ven, 22/11/2013 - 14:36

La UE chiede che si abbatta la SPESA dell´apparato burocratico mafioso "pubblico" sopra la pelle dei Lavoratori ... Le interpretazioni del governo Letta e della cultura della menzogna imperante in Italia sono semplicemente disgustose.

janry 45

Ven, 22/11/2013 - 14:36

Possibile che non ci sia un politico ,un colonnello o un caporale che lo fermi.la speculazione finanziare a suo piacimento può bruciare tutto quello che si riduce in denaro,contro i patrimoni, in questo caso dello stato, non potrà fare mai nulla,possibile che questo ........non lo capisce.

lamwolf

Ven, 22/11/2013 - 14:37

E' una vergogna, abbiamo da un paio di decenni una classe politica vergognosa e senza palle e che ha pensato solo ai propri interessi. E questo è vero, basta ogni giorno ascoltare un tg e leggere qualche quotidiano. Una ruberia colossale in ogni parte del paese. Sono almeno 2 anni che la penso nello stesso modo, lasciare l'euro, sarà un periodo di sacrifici ma andare via da un'Europa che mai è stata unita. Un'Europa dove la Germania e Francia con il patto di alleanza stretto strangolano gli altri paesi dell'alleanza. In particolare la Merkel sta conducendo la terza guerra mondiale, quella economica al fine di impadronirsi del vecchio continente in modo pacifico ma distruggendo le economie dei paesi alleati. Andiamocene via e mandiamoli i due a cagare....

Ritratto di ASPIDE 007

ASPIDE 007

Ven, 22/11/2013 - 14:40

...Letta! Ma non è forse giunta l'ora di tagliare quel cordone ombelicale che ci lega a quel corpo estraneo!

edo1969

Ven, 22/11/2013 - 14:46

mr.cavalcavia .. E' del tutto ragionevole un attacco militare nei confronti della Francia. Siamo tutti d'accordo, certo. Abbiamo le astronavi pronte. Adesso pero prendi le pastiglie e rimettiti a letto, dai. Pero' sappi che sei un grande, se ti presenti alle politiche ti voto.

ferna

Ven, 22/11/2013 - 14:50

speriamo di rispondere con un voto antieuropeista alle prossime europee, come accade in Francia e forse in qualche altro paese del Nord. il QUARTO REICH avanza, siamo un paese di furbi ma almeno sistemiamo le cose in casa nostra senza dissanguarci in modo lento e doloroso.

ro.di.mento

Ven, 22/11/2013 - 14:54

l'UE non obbliga nessuno ! siamo noi a farci OBBLIGARE: PRENDIAMOLI A CALCI E FREGHIAMOCENE DI QUELLO CHE DICONO, PROPRIO COME FANNO FRANCIA E GERMANIA QUANDO A LORO NON CONVIENE

unosolo

Ven, 22/11/2013 - 14:55

tutto questo è inutile , svendere questi gioielli produttivi e non i pesi morti , nessuna persona con un briciolo di responsabilità avrebbe svenduto oro , come sempre chi vive nel parlamento è o almeno sembra dal come agisce , un parassita , campa sullo stipendio che riceva grazie anche a quei gioielli ed ecco che invece di buttare la zavorra se la tengono vicino , l'unico motivo è che in quei pesi morti ci sono altri migliaia di parassiti infilati dentro per avere consensi elettorali , non ci sono altre spiegazioni , vogliono mantenersi il potere regalando stipendi anche altissimi ai loro elettori , abbiamo la RAI che perde soldi nonostante il canone , questo è uno delle cose che si potrebbero eliminare almeno gran parte e adoperare il canone per abbassare la pressione fiscale o per adoperarlo per migliorare i servizi , invece si svende oro , incompetenti si nasce e parassiti ci si diventa , manteniamo un popolo di incapaci e fanno certi discorsi di risanamento , questi sono demolitori della grande nazione ITALIA.

ro.di.mento

Ven, 22/11/2013 - 15:00

SACROSANTE LE PAROLE DI "AGOSVAC" DELLE 13.31 !!!! VIA GLI STATALI SUPERFLUI IN QUALSIASI ISTITUZIONE A PARTIRE DA QUIRINALE E MAGISTRATURA ! ALTRO CHE SVENDERE LE "NOSTRE" (DEL POPOLO ITALIANO) AZIENDE ANCORA (FORSE) REDDITIZIE.

edoardo55

Ven, 22/11/2013 - 15:06

Ci vorrebbe un De Gaulle italiano. Che non c'è.

Americo

Ven, 22/11/2013 - 15:09

Lo Stato Italiano é sempre stato un cattivo amministratore e questo é una delle varie cause di avere tasse alte. A parte ció esaminando il Patto di Stabilitá si vede come la "manovra" é una coperta troppo corta e solo entrate addizionali che non siano tasse potranno produrre le risorse finanziarie per la crescita. Quando parliamo di gioielli sempre dimentichiamo che vari, come per esempio le ferrovie, sono nati per opera di imprese private per essere poi nazionalizzate, come le ferrovie, con i risultati di cui siamo tutti testimoni. La crescita é di importanza capitale perché é inutile e ignorante parlare di pagare il debito pubblico, c'é un assioma in economia e é quello enunziato per primo da Adam Smith: il debito pubblico non é ripagabile e difatti c'é stata un sola eccezzione alla regola ed é quella del Venezuela che sotto il dittatore Gomez ripagó nel 1931 tutto il debito nazionale accumulato dall'epoca di Bolivar, eccezzione che fu prontamente rinnegata dai governi successivi per affondare il Venezuela in un mare di debiti. Per cui bisogna essere coscenti che solo una crescita importante, stimolata da forti investimenti, cioé da denaro, potrá ridurre la percentuale Debito/Pil e il suo peso finanziario sull'economia del paese e promuovere una riduzione delle tasse. Non vedo perché bisogna imitare Francia e Germania quando abbiamo un ese mpio di eccezzionale successo in Gran Bretagna dove dall'epoca della Thacher si ha privatizzato quasi tutti i servizi pubblici. Il caso di Genova é patetico: l'italiano pretende ancora avere servizi sussidiati dallo Stato per poi lamentarsi del livello di tassazione.

fedeverità

Ven, 22/11/2013 - 15:12

se provano a fare una cosa del genere a favore di esterni.......la pagheranno cara!!

BlackMen

Ven, 22/11/2013 - 15:14

e perchè mai la germania dovrebbe vendere i propri asset visto che non sono in crisi?

Ritratto di EdyLampadina

EdyLampadina

Ven, 22/11/2013 - 15:21

No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! No EURO! SI LIRA!!!!!!!!!!!!!!!!

Requiem sharmutta

Ven, 22/11/2013 - 15:24

Purtroppo noi abbiamo 130+% di deficit statale. Il paragone con i nostri partner europei è incommensurabile.

Libertà75

Ven, 22/11/2013 - 15:24

m.m.f. si prenda debito pubblico, incidenza su PIL, pressione fiscale di Francia e Germania e poi ripubblichi il suo pensiero alla luce della consultazione di dati oggettivi.

Pierluigi Gualandri

Ven, 22/11/2013 - 15:24

Possibile che questo governo non voglia decidere di fare le riforme che la gente vuole, quali: il dimezzamento della politica: l'eliminazione degli enti quali comunità montane, provincie, enti residui di vario genere; taglio degli stipendi ed indennità dei nostri parlamentari; eliminazione delle così dette auto blu; riduzione drastica delle così dette pensioni d' oro. Possibile che siano capaci solo di cedere quelle risorse strategiche che funzionano!!!

paolotar

Ven, 22/11/2013 - 15:26

in letta,a capo delle intese,che non si intendono,ci vedo molto quel che a briscola un conta un tubo,ossia il 2. purtroppo,in quelle affollatissime camere romane,di questi 2 sono zeppe.specializzati,molto nell'arraffare,in questo si che hanno le capacità,e come!!!c'è poco da commentare.ho abitato in svizzera,pertanto la democrazia l'ho conosciuta.la stima è perduta da vecchia data:siamo considerati,causa la stragrande maggioranza di quei disonesti,ladri e cialtroni.i reati vengono perpetrati minuto per minuto,e i malfattori non vengono puniti,anzi ce li ritroviamo ai vertici del potere.ne vedremo di belle!la sinistra sempre più divisa,i baroni: dal d'alema e company a ostacolare renzi per timore,che li getti in discarica.la destra idem:ma quali fratelli d'italia,governisti,falchi, falchetti,puri,impuri ecc.ecc!e se il popolo tira fuori le unghie,o altro?un appunto:mi farebbe piacere che ha berlusconi fosse concesso di continuar a far politica,per un semplice motivo,eccolo:è indiscutibilmente(l'ho affermano anche gli avversari)l'unico politico italiano,con grandi capacità,e non solo perchè ha i mezzi.anche all'estero si è sempre fatto valere,e questo risponde a verità:ricordarsi,quando si scontrò col tedesco sciulz:questo lo ritengo amor patrio,alla francese,o no?

paolo0187

Ven, 22/11/2013 - 15:27

Se la UE ci avesse bombardato avrebbe fatto meno danni.

Gianca59

Ven, 22/11/2013 - 15:28

Bisogna proprio essere dementi ! Svendere per poi sprecare i soldi non mi sembra una bella pensata.

AG485151

Ven, 22/11/2013 - 15:29

COSA C'ENTRA la vendita del Patrimonio con il debito pubblico lo sa solo il governo. Da cosa è originato il debito ? Dalla spesa che supera le entrate . Allora il nostro governo invece di tagliare la spesa ( basterebbe solo lo spreco ) vende le aziende . Non penso che ci sia un piano massonico ma che ci sia la completa incapacità e malafede della nostra classe politica e che chi può approfitti di questa pochezza . Ma nessuno taglia . INVITO TUTTI A MEDITARE SU QUESTO . Invece si perde l'attenzione per il gusto di insultarsi a vicenda che è quello che fa comodo ai politici : tenerci divisi . Negli ultimi 20 anni , 9 governati da dx e 11 governati da sx , nessuno ha tagliato ma solo tassato in più . E il debito è sempre in aumento . Concentratevi su questo e traetene le conclusioni alle prossime elezioni . Il resto non conta nulla .

paolo0187

Ven, 22/11/2013 - 15:35

Proprio quelli che odiano la proprietà privata(degli altri)stanno vendendosi i migliori asset dello stato. Coerenti questi compagni

Ritratto di PELOBICI

PELOBICI

Ven, 22/11/2013 - 15:40

Questi ci vogliono uccidere, mandiamoli a quel paese prima che sia tardi

nasturzio

Ven, 22/11/2013 - 15:44

ma magari venissero vendute tutte le quote statali ... almeno la finiremmo di avere manager "amici di" e le aziende private metterebbero chi ha competenza nei ruoli importanti!

nasturzio

Ven, 22/11/2013 - 15:46

e poi... che ridere! il Giornale che si lamenta per un inizio di privatizzazione! ahahahahah! incredibile. ma ce la fate?

paolotar

Ven, 22/11/2013 - 15:47

in letta,a capo delle intese,che non si intendono,ci vedo molto quel che a briscola un conta un tubo,ossia il 2. purtroppo,in quelle affollatissime camere romane,di questi 2 sono zeppe.specializzati,molto nell'arraffare,in questo si che hanno le capacità,e come!!!c'è poco da commentare.ho abitato in svizzera,pertanto la democrazia l'ho conosciuta.la stima è perduta da vecchia data:siamo considerati,causa la stragrande maggioranza di quei disonesti,ladri e cialtroni.i reati vengono perpetrati minuto per minuto,e i malfattori non vengono puniti,anzi ce li ritroviamo ai vertici del potere.ne vedremo di belle!la sinistra sempre più divisa,i baroni: dal d'alema e company a ostacolare renzi per timore,che li getti in discarica.la destra idem:ma quali fratelli d'italia,governisti,falchi, falchetti,puri,impuri ecc.ecc!e se il popolo tira fuori le unghie,o altro?un appunto:mi farebbe piacere che ha berlusconi fosse concesso di continuar a far politica,per un semplice motivo,eccolo:è indiscutibilmente(l'ho affermano anche gli avversari)l'unico politico italiano,con grandi capacità,e non solo perchè ha i mezzi.anche all'estero si è sempre fatto valere,e questo risponde a verità:ricordarsi,quando si scontrò col tedesco sciulz:questo lo ritengo amor patrio,alla francese,o no?

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 22/11/2013 - 15:51

Ogni volta che i piddini governano partono le svendite del patriomonio pubblico. IL PD DEVE ESSERE MESSO FUORI LEGGE!!! TRADITORI DELLA PATRIA!!!

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 22/11/2013 - 15:58

"steali" era proprio quello che volevo evitare quando ho scritto:"Importante è che poi quegli azionisti non svendano appena si profila qualche guadagno a stranieri". Non ho fatto riferimento diretto all'operazione Alitalia per non parlar male di certi azionisti nostrani.

nasturzio

Ven, 22/11/2013 - 15:59

mah, paolotar, sara' che io mi ricordo anche di quando ha dato della culona alla merkel, o quando ha dato dell'abbronzato a obama, o di quando ha chiamato per la nipote di mubarak... e' sicuro che parla della stesa persona?

doris39

Ven, 22/11/2013 - 16:02

Ansa BRUXELLES, 22 NOV - Bene le dismissioni annunciate dall'Italia, che sono però misure una tantum: per utilizzare il bonus investimenti resta l'esigenza di misure strutturali. Lo ha detto il portavoce del commissario europeo Olli Rehn, Imon O'Connor a Bruxelles. Le dismissioni annunciate per 12 miliardi sono una misura che "ha un impatto positivo sul debito pubblico molto alto dell'Italia" e che "può avere un impatto positivo sull'efficienza dell'economia italiana" ma resta l'esigenza di misure strutturali".Auguri,italiani

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 22/11/2013 - 16:08

Non vogliono che si parli di comunismo, perché “non esiste”, anzi non è mai esistito. Diciamo allora così: in Italia, fin dalla nascita della repubblica, esiste un partito che ha nel dna quello di servire il re di Prussica. Letta ne è un splendido esemplare. Per lui, in Germania e in Francia tappeti rossi, baci ed abbracci. Come farebbero, queste due nazioni a fare shopping low cost del meglio dei nostri beni, se prima non privatizziamo? Naturalmente le privatizzazioni dovranno essere fatte a regola d’arte, come quelle di Prodi. Si svende agli amici e questi rivendono con ampio margine di guadagno ai padroni d’Europa. Vedete come è facile “ricuperare credito e considerazione internazionale” per il nostro paese? La cinghia dei pantaloni, per questo è più comoda delle bretelle.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Ven, 22/11/2013 - 16:16

I tedeschi non hanno la compagnia petrolifera... Ma guarda un po'... Piddini schifosi collaborazionisti.

Ritratto di giorgio verona

giorgio verona

Ven, 22/11/2013 - 16:25

Ma la sinistra non era quel partito dei proletari che difendeva le privatizazioni dal capitalismo?

Triatec

Ven, 22/11/2013 - 16:27

L'UE OBBLIGA??? OBBLIGA?? Allora tutti i discorsi sulla sovranità nazionale.. L'Italia che schiava di Roma Iddio la creò.. sono tutte balle, siamo schiavi di Berlino. In Italia stiamo perdendo tempo tra cdx e csx, sondaggi, votazioni riforme... tanto dobbiamo render conto alla Merkel, quindi politici a casa!! NON SERVITE A NIENTE!!!!!!!

Ritratto di unLuca

unLuca

Ven, 22/11/2013 - 16:27

Avete visto cosa hanno inventato i francesi pur di non far entrare ENEL da loro ?

Dario40

Ven, 22/11/2013 - 16:29

Letta, Alfano e compagni devono solo vergognarsi. Dopo aver nominato un Commissario straordinario per la Spending Review, adesso vendono i tesori di Stato che producono Reddito. Che Letta e Saccomanni fossero succubi della Merkel e di Hollande non c'erano dubbi. Ma Lupi, Alfano e gli altri accettando i diktat della Merkel e di Holland, dimostrano che se ne fregano degli Italiani, perché a loro sta a cuore solo la conservazione delle loro poltrone. Mi fanno schifo !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

a.zoin

Ven, 22/11/2013 - 16:35

Allora,Francia,Germania e la maggior parte dei paesi nordici, non svendono i loro tesori.Il perchè è molto semplice; Essi sono interessati ed amano la loro patria. Ai nostri parlamentari interessano i lussi le cose facili e il loro conto in banca. Sono più di 50 anni che ci governano, Hanno fatto tantissimi SBAGLI e se la sono passata con un solo rimprovero,nessuno di loro a colpe, LE COLPE LE HANNO SOLAMENTE I SUDDITI, QUELLI CHE LAVORANO. Ai nostri parlamentari, piacciono solamente i complimenti e i ringrazziamenti, PER CIÒ CHE NON FANNO.

terzino

Ven, 22/11/2013 - 16:41

Obbedisco!

Rossana Rossi

Ven, 22/11/2013 - 16:45

E il 'bravo' letta giù a 90 gradi a prender ordini in silenzio intanto che diventiamo una colonia straniera.........

unosolo

Ven, 22/11/2013 - 16:51

guarda caso , sono solo combinazioni , ieri l'Alfano ci ha parlato ed oggi arrivano i richiami , sarà mica un tacito accordo tra i due di ieri , chissà quante se ne sono raccontate e programmate . Ecco chi frenava la nostra economia , meno male che si è rotto il cordone .

doris39

Ven, 22/11/2013 - 16:59

@Dario40 "Dopo aver nominato un Commissario straordinario per la Spending Review, adesso vendono i tesori di Stato che producono Reddito" E chi è il Commissario? Carlo Cottarelli che proviene,guarda,guarda da FMI

PL

Ven, 22/11/2013 - 17:10

TRADIMENTO?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 22/11/2013 - 17:17

ALESSANDRO DI PI..per ora accontentatevi di essere una colonia degli USA come dice la stampa russa ,poi vedremo.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 22/11/2013 - 17:26

ma ragazzi la vita è bella,importante la salute certo se non aveste i comunisti al potere stareste meglio,però siete contenti,poi avete il sole cosa pretendete dei soldi ? Il sole è vita i soldi sono carta, voi siete ricchi di spirito quello che conta, a proposito la costruzione di moschee va avanti in Italia? Chissà quel di Genova Lagaccio se la hanno terminata,fate vedere al mondo intero specialmente agli yankees che anche l'Italia non è indietro a tutti.

doris39

Ven, 22/11/2013 - 17:29

@starnuto .Che ne dice di Penati( e company )che deve restituire circa 120 milioni di euro? Così ha sentenziato la Corte dei Conti,sempre che risulti colpevole

linoalo1

Ven, 22/11/2013 - 17:52

Se così fosse,sarebbe un ottimo pretesto per uscire dall'€uro!!Lino.

ghorio

Ven, 22/11/2013 - 18:00

Debbo essere un po' polemico: non è l'Ue che impone di vendere i presunti "gioielli". Se questo debito pubblico bisogna ridurlo, qualcosa bisogna fare. Non è vendendo le caserme che si risolvono i problemi, perché non li compra più nessuno. O l'Italia cambia, su tutti i fronti, o siamo destinati a perire. Del resto le liberalizzazioni delle professioni, di là da venire, il rilancio dell'economia pure, i privilegi dei politici sono ina costante, gli sprechi dello Stato pure e così non si può andare avanti. Non difendo il duo Letta- Alfano, ma quest'Italia va rivoltata, una volta per sempre e le"menti" politiche di destra, sinistra e centro dovrebbero svegliarsi , una volta per sempre.

ghorio

Ven, 22/11/2013 - 18:00

Debbo essere un po' polemico: non è l'Ue che impone di vendere i presunti "gioielli". Se questo debito pubblico bisogna ridurlo, qualcosa bisogna fare. Non è vendendo le caserme che si risolvono i problemi, perché non li compra più nessuno. O l'Italia cambia, su tutti i fronti, o siamo destinati a perire. Del resto le liberalizzazioni delle professioni, di là da venire, il rilancio dell'economia pure, i privilegi dei politici sono ina costante, gli sprechi dello Stato pure e così non si può andare avanti. Non difendo il duo Letta- Alfano, ma quest'Italia va rivoltata, una volta per sempre e le"menti" politiche di destra, sinistra e centro dovrebbero svegliarsi , una volta per sempre.

LAMBRO

Ven, 22/11/2013 - 18:38

LO DICO E LO SCRIVO DA ANNI.... ADESSO SIAMO ALLA RESA DEI CONTI.. E SIAMO MOLLI!! INUTILE DIRE CHE DI SOLO RIGORE SI MUORE.... E FARE I LECCHINI DELLA GERMANIA E DELLA FRANCIA CHE CI DISOSSERANNO E CI COLONIZZERANNO! GRAZIE AL COLLE E AI CATTO-COMUNISTI. DIVENTEREMO I LACCHE' DELL'EUROPA ..... MENTRE UN INCAPACE FA ANCHE LA VOCE GROSSA SULLA LEGGE DI STABILITA'.

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 22/11/2013 - 18:47

A Livorno si dice "meglio un morto in casa che un Pisano sull'uscio" Sante parole sopratutto quando il Pisano è pres. del CONIGLIO (non è un errore)!!!! Saludos

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 22/11/2013 - 19:05

BALOO SE VENISSERO I TEDESCHI A GOVERNARE IN ITALIA DOPO 5 ANNI L'ITALIA SAREBBE SUBITO DIETRO ALLA GERMANIA E NON ULTIMA COME ORA.EGI LA SINISTRA TEDESCA NON è COME LA SINISTRA ITALIANA , QUA NESSUNO è COMUNISTA O SIMPATIZZANTE COMUNISTA.ALB, MA COSA VUOI CHE ALFANO TAGLI SE SIETE VOI CHE LI VOTATE QUESTI MALEDETTI ROSSI SIETE VOI CHE DOVETE TAGLIARE NON LUI,COSA VOLETE LA PAPPA GIà FATTA? NON DOVETE CRITICARE LA GERMANIA PERCHè è LABORIOSA SIETE VOI CHE DOVETE PORTARE LA ITALIA AL SUO LIVELLO O QUASI COME LEI, ALESSANDRO,,PI, CAPITOOOOOOOOOOO MI HAI?

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Ven, 22/11/2013 - 19:10

tovaric Massimo Scalfati in Russia vacci pure tu, io preferisco restare qui in Germania dai kamerati.Quando sei là chiedi a Putin quando restituirà i debiti che ha con la Germania.

mares57

Ven, 22/11/2013 - 19:44

Ma quando iniziamo a fregarcene di quel che dicono a Bruxelles e cominciamo a fare ciò che va fatto? Ci vuole un governo che sia dalla parte degli italiani suppongo. Abbastanza forte da combattere i grandi privilegi e riportare un po' di serietà in uno Stato corrotto.

acam

Ven, 22/11/2013 - 19:53

Insomma, ancora una volta i vincoli, a cui l'Unione europea lega mortalmente l'Italia, non valgono per quei Paese che a tavoli di Bruxelles fanno il bello e il cattivo tempo. mi ricordo di quando napolitano pretendeva rispetto per l'italia, dissi; ma non fu pubblicato, il rispetto si lo si ha non lo si puo pretendere. chi non si vuol rispettate lo si allontana... anche se ha Ragione, aver Ragione non sempre porta vantaggi...

Baloo

Ven, 22/11/2013 - 19:56

Attenzione a quei due stati canaglia !!! Abbiamo fatto l'Europa per evitare che le due canaglie d'Europa si scannassero fra loro per la Rhur e per la Saar, per il carbone e l'acciaio ! MA naturalmente a sinistra pensano solo a fare violenze su Roma e sulla polizia.

Ritratto di Chichi

Chichi

Ven, 22/11/2013 - 19:57

La cosa pare vada bene anche al sindacato, non comunista che “non esiste” e non e mai esistito, ma nemico dei padroni e del capitalismo. Per intenderci, il sindacato tipo “Perché, perché il padre che comanda mi vuole alla filanda ma non mi vuol con te?” Merito di Epifani, il quale, finalmente, ha smentito la legenda metropolitana della GGL cinghia di trasmissione del Partito. Ex segretario generale di quel sindacato e ora segretario generale del PD, è il simbolo vivente del detto latino “Idem velle atque idem nolle, ea demum firma amicitia est”. “Il trionfo delle soluzioni ampiamente condivise”, care al Caro Leader Presidente Eterno, Re Giorgio Primo da Napoli.

carpa1

Ven, 22/11/2013 - 20:11

Ci sono due strategie in atto e non è una novità. LA PRIMA: quella descritta nell'articolo, da parte dei paesi che comandano in europa; per questo urge uscire dall'euro, per anticipare la fregatura e fare così in modo che siano loro a subire lo smacco. LA SECONDA: attenzione, perchè se il cdx non si sveglia, questi pirla del csx ce lo mettono in quel posto per l'ennesima volta, vendendo i "gioielli di famiglia" per dimostrare che sono riusciti a fermare l'aumento del debito (ammesso e non concesso che ci riescano, perchè altrimenti non sarebbero dei pirla quando invece è supedimostrato che lo sono), quando invece avrebbero dovuto eliminare le spese inutili e gli sprechi, cosa che è dimostrato non sanno o non vogliono fare per non perdere consensi. Così il cdx, in caso di vittoria alle elezioni si troverebbe con "gioielli" mancanti all'appello e spese inuti e sprechi ancora da tagliare (come già successo in passato ppiù di una volta). Ma questa volta non ci saranno sconti per nessuno: föra di ball a tutti quelli del csx che occupano posizioni di potere e comando in istituzioni (parlamento, magistratura, presidenti vari e pure la RAI) senza più fair play o political correct che dir si voglia. Chi vince comanda e senza compromessi come ci stanno insegnando loro nella loro dall'alto della loro spocchia.

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 22/11/2013 - 20:52

dragon lord lei ha perfettamente ragione....purtroppo è così.

Ritratto di arcistufa

arcistufa

Ven, 22/11/2013 - 21:04

letta continua l'opera dell'imbecille monti

peppesono

Ven, 22/11/2013 - 21:20

Siamo destinati sempre ad essere sottomessi dalla Germania. Che vergogna, Forza Silvio, tiraci fuori dalla merda.

Ritratto di MelPas

MelPas

Sab, 23/11/2013 - 00:06

Letta può vendersi lui,Tedeschi e Francesi Bombardati perché gentaglia. MelPas.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Sab, 23/11/2013 - 00:08

ma cosa vi lamentate falsi ipocriti di Letta se lo avete votato voi, incominciate a non votare più PD e vedrete che Letta sparisce non solo dal governo ma anche dalla politica.

Gianca59

Sab, 23/11/2013 - 00:44

Ci governa, a tutti i livelli, gente senza palle.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 23/11/2013 - 00:54

E' il governo del Bilderberg questo. E quindi per il Bilderberg ossia la mafia finanziaria angloamericana ebraica lavora.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Sab, 23/11/2013 - 00:56

i criminali di Wall Street hanno spolpato l'Europa. Ma ora viene il bello. Il mondo è grande e non possono fare un c...o per fermare Russia e Cina. Hanno perso comunque. Ma sono capaci di fare la Terza Guerra mondiale come fecero le prime due. Ma stavolta le bombe le assaggeranno anche loro, criminali.

gigetto50

Sab, 23/11/2013 - 08:40

....forse mi sbaglio ma secondo me l'Italia continua ancora a pagare l'immagine dell'entrata in guerra nel '40. Considerata traditrice dai francesi subito e dai tedeschi poi, quindi inaffidabile e "furbetta" e pertanto ce la fanno sempre "pagare". Chiaro...prima vogliamo entrare nell' Euro (Prodi...) pensando di averne tanti vantaggi, poi pero' ne vogliamo uscire perché non sappiamo come gestire la nostra economia etc..etc.... A me pare il ripetersi della stessa Storia...

angelomaria

Sab, 25/10/2014 - 19:06

NON SOLO CORROTTI MA ORA CHIARO A TUTTI LADRI!!!!