Mantova e i suoi mille formaggi tra cultura e suggestioni storiche

Gastronomia, cultura, trekking urbano: Mantova, città d'arte ricca di storia, recentemente dichiarata Patrimonio Mondiale dell'Umanità, è sempre una destinazione affascinante, ma sa ingolosire ancor di più quando apre il suo caleidoscopico ventaglio di proposte. Un motivo per visitarla proprio questo fine settimana è l'ottava edizione di Mille e 2 formaggi, info 0376.225757, mantovaexpo.it, mostra-mercato ospitata già da questa mattina nella bella città abbracciata dal Mincio.
Tre antiche piazze del centro storico, Sordello, Erbe e Broletto, in questi tre giorni sono animate dalle 10 alle 20, con ingresso libero, da una rassegna che vuole privilegiare qualità, origine e naturalità di una produzione rigorosamente made in Italy: degustazioni guidate, caseificazioni, laboratori didattici tra gli stand di espositori provenienti da tutta Italia, mentre la delegazione mantovana dell'Associazione Italiana Sommelier suggerisce abbinamenti tra formaggi e vini. In programma anche giochi e spettacoli e un concorso, Formaggi in rosa, riservato alle donne protagoniste della tradizione e produzione casearia.
Sempre seguendo il filo conduttore del cibo, una passeggiata sul Lungo Rio conduce tra le bancarelle del Mercato contadino che tutti i sabati, dalle 8 alle 13, porta in città prodotti di stagione e sapori delle fattorie mantovane (info 0376.324889, agriturismomantova.it): dal produttore al consumatore, a ricordare che Mantova è terra ricca di gustose specialità gastronomiche.
Dal percorso goloso a quello didattico di domani e domenica a Palazzo Ducale, con la manifestazione Gonzagando che accompagna i ragazzi all'interno di una vera città-palazzo, alla scoperta della storia dei Gonzaga attraverso i ritratti, gli ambienti segreti del Castello di San Giorgio, le erbe magiche del Giardino dei Semplici, info e prenotazioni 0376. 352152. Domenica, appuntamento per grandi e piccini nei giardini di Palazzo Te, dove si ripropone uno degli svaghi più amati delle corti rinascimentali: un maestro falconiere e i suoi assistenti offrono l'esibizione di falchi, aquile e altri rapaci addestrati.
La Settimana della Cultura prevede aperture gratuite e straordinarie anche a Mantova: un'opportunità da non perdere per poter visitare l'appartamento vedovile di Isabella d'Este in Corte Vecchia a Palazzo Ducale, la Basilica Palatina di Santa Barbara, l'ex Chiesa della Madonna della Vittoria con i recenti restauri degli affreschi e della Cappella degli Stucchi, il Palazzo di San Sebastiano. Tesori di una città raccolta, da visitare con calma, passeggiando col naso all'insù tra monumenti che raccontano la storia. Questa domenica alle 9 Cammina Mantova propone un itinerario guidato di tre ore alla scoperta della città romana e medioevale, preceduto da un percorso lungo la sponda del Lago di Mezzo, dal ponte dei Mulini al ponte di San Giorgio, info e prenotazioni al numero 0376.288208, e-mail info@infopointmantova.it.