Canditi o cioccolato, ma artigianali

È già partita la corsa al dolce della tradizione: ecco gli indirizzi per i prodotti doc

Partendo dalla tradizione milanese, il taglio del panettone è identificato come uno dei momenti che più accendono l'atmosfera natalizia in tutta Italia per il 48% dei giovani tra i 18 e i 35 anni e per il 55% della fascia d'età dai 35 ai 54 anni, Natale ormai alle porte; prima ancora che le decorazioni e luminarie secondo il recente rapporto dell'Osservatorio Lorien. Tradizioni ben salde perché il 67% degli italiani passerà in famiglia il cenone del 24 dicembre o il pranzo di Natale.

Vergani, che produce il panettone a Milano dal 1944, ha deciso di dedicare alla città una limited edition ai simboli più iconici ma talvolta anche meno noti e a volte dimenticati, far rivivere la storia meneghina attraverso le Capsule Collection: la prima edizione sarà dedicata al Gamba de Legn', il mitico tram a vapore che dal 1878 al 1957 collegava Milano con la sua provincia.

Pochi giorni fa un nuovo riconoscimento, in occasione dell'evento di presentazione del libro Sottosopra di Davide Faraone (Sottosegretario di Stato del Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca), svoltosi nella sede del Circolo della Stampa, è stato consegnato al Maestro Pasticcere Nicola Fiasconaro dall'Associazione «La Tua Milano», simboleggiato da un'immagine su legno dell'antica sede dello stabilimento Alemagna, l'azienda che a partire dagli anni 20, sotto la guida di Gioacchino Alemagna, ha fatto la storia del settore dolciario italiano.

Per chi cerca un panettone che non perda le caratteristiche che lo rendono goloso, cercando di conservare, persino a Natale, la linea, alla storica enoteca Sorelle Ronchi di Via S. Vincenzo al 12 di trova la focaccia di Tabiano del pasticcere Claudio Gatti, con un contenuto di grassi dell'11,3% (tale per cui non può essere definita formalmente panettone) rispetto alla quantità di materia grassa non inferiore al 16% prevista dal disciplinare.

Infine per i più golosi, che volessero farcire il proprio panettone con quattro peccaminose varianti (crema pasticciera realizzata con latte biologico, ricotta di pecora, cioccolato di Modica e pistacchio) o con il gelato, l'indirizzo da tenere a mente è quello di Tasta, gelateria modicana in Corso Garibaldi 111.