Compagnie in scena sulle colline della Brianza

Al via la 20sima edizione de "L'ultima luna d'estate", spettacoli e degustazioni nei borghi

La Brianza è un luogo per fare teatro, di ricerca e non. Lo dimostrano Campsirago Residenza, gruppo di teatro sperimentale nato 13 anni orsono nei borghi e le campagne su e intorno al Monte Brianza, e Teatro Invito, compagnia che proprio nel 2017 ha festeggiato 30 anni di attività. Le due realtà, seppur portavoce di due diversi modi intendere il teatro, si conoscono e collaborano. L'8 settembre infatti, ore 21, al Castello di Bellucci sarà ospite il «Moby Dick» di Michele Losi, la nuova produzione di Campsirago, a l'Ultima Luna d'estate, il Festival di teatro popolare e di ricerca ideato e diretto da Luca Redaelli organizzato da Teatro Invito e che si svolge in luoghi vari nel Parco del Curone e le colline della Brianza. Un anno speciale questo per l'Ultima Luna, che partirà il 30 agosto fino al 10 settembre: si tratta infatti della XX edizione, e per l'occasione saranno presenti molti ospiti e spettacoli che hanno fatto la storia di questo Festival. Tema sarà, non a caso la vita che scorre, il confronto tra generazioni, il portare arte in luoghi dove «il tempo sembra essersi fermato». Tra agriturismi, ville storiche, luoghi naturali e borghi di interesse, si concluderà l'estate con un Festival riconosciuto anche dal Ministero dei Beni Culturali e che, tra spettacoli di rilievo, porterà in 16 comuni brianzoli collinari anche appuntamenti paralleli di degustazione di prodotti tipici, incontri, musica, passeggiate letterarie e un programma preciso di laboratori e teatro anche per i più piccoli. Si parte il 30 alle 21 a Lesmo con «Promessi! Ovvero i Promessi Sposi in scena», spettacolo che due decadi fa aprì la prima edizione de L'Ultima Luna . Se il 31, ore 21, a Sirone, Michele Sambin firma la regia di Picablo, un viaggio per immagini per scoprire lo studio di Picasso, il 1 settembre alle 23 a Monticello Brianza la serata si chiude con «L'orchestrina delle ore», una giovane banda esperta di cantautori italiani dagli Skiantos a Vinicio Capossela. Sabato 2 è dedicato ai più piccoli, e inizia alle 16.30 a Lesmo con Instabile Quick e Le case del bosco. Per chi riesce a stare sveglio tra bambini e adulti, alle 23 il Teatro degli Acerbi accompagna gli spettatori in una passeggiata notturna tra le colline del Parco a Monte di Rovagnate con Pinin e le maschere, la storia di un solitario abitatore dei boschi. Il 3 settembre, ore 21.30, grande ritorno a L'Ultima Luna di Lella Costa e la band Yo Yo Mundi/ArtUpArt con il loro Cesare Pavese And America, storia in musica del rapporto tra lo scrittore e il nuovo continente. Se il 4 settembre Luca Redaelli porta la sua Tempesta a Usmate Velate nel parco di Villa Borgia, ore 19, con gli attori di Teatro Invito, è da non perdere il 7, ore 21 a Missaglia, il Magnificat di Alda Merini messo in scena da Arianna Scommegna con la fisarmonica di Giulia Bertasi.