Domani si accendono sette autovelox

Gli impianti entrano in funzione: limiti da 50 a 70 chilometri orari e multe da 41 a 3.287 euro. Sicurezza o tassa occulta?

Occhio all'acceleratore, da domani si accendono sette nuovi autovelox fissi in città. Si aggiungono alle uniche (fino ad oggi) postazioni fisse sul cavalcavia Monte Ceneri, che «macinano» circa 30mila infrazioni all'anno, più di ottanta al giorno. Dove si accendono le nuove telecamere: in via Parri, via Palmanova, cavalcavia del Ghisallo e via Fermi non perdoneranno chi supera il limite dei 70 chilometri all'ora, ancora più attenzione bisognerà prestare in viale Famagosta, via dei Missaglia e via Chiesa Rossa dove il limite è di 50 chilometri all'ora. Per effettuare i collaudi il Comune ha acceso i nuovi autovelox già da un paio di settimane, ma senza multare moto e automobilisti. Da domani, entreranno in funzione e si rischiano multe da 41 euro (per chi supera di 10 chilometri il limite) fino a 3.287 euro (oltre i 60 km orari) oltre alle pene accessorie, da tre a dieci punti della patente di guida fino alla sospensione per un anno. Viaggiare ad alta velocità tra le 22 e le 7 del mattino comporta l'aumento di un terzo della sanzione. Si ha diritto invece alla riduzione del 30% se si paga entro 5 giorni.

I 7 nuovi autovelox, fa presente Palazzo Marino, sono un tassello del piano per rendere più sicure le strade. Il numero di incidenti con feriti in città è in calo del 60% rispetto ai grandi numeri del 2001, e rispetto a tredici anni fa sono diminuiti del 66,6% i casi di mortalità. Nel 2001 erano stati 90 i morti sulle strade a causa di incidenti e nel 2013 se ne sono registrati trenta. L'autovelox in via Missaglia era stato chiesto a ripetizione negli anni e l'sos era tornato alla ribalta dopo il tragico investimento di una donna egiziana e dei suoi due bambini lo scorso ottobre, sebbene in quel caso la vittima avesse attraversato la carreggiata senza utilizzare il sottopassaggio.

Sarà un inizio «soft». Da domani a mercoledì poco prima delle sette postazioni fisse sarà presente una pattuglia della polizia locale con i lampeggianti accesi per segnalare agli automobilisti la presenza delle telecamere. E da giorni è in corso la distribuzione di trentamila volantini agli incroci e attraverso i consigli di zona coinvolti, per avvertire i residenti della novità. Da mercoledì scorso la presenza degli impianti è segnalata sui pannelli luminosi in tutta la città e sono stati piazzati i cartelli che indicano la presenza delle telecamere, specie in viale Famagosta (direzione piazza Maggi), via dei Missaglia (direzione periferia) e Chiesa Rossa (direzione centro) dove il limite è più basso. In via Parri, via Palmanova e via Fermi le telecamere sono installate in direzione periferia, sul Cavalcavia del Ghisallo in direzione centro.

Milano dunque con Monte Ceneri sale a otto postazioni fisse ma l'assessorato alla Sicurezza e la polizia locale ricordano che altre strade a rischio sono monitorate con i tradizionali autovelox mobili, soprattutto in alcune ore del giorno. Nella mappa dei controlli figurano via Bazzi, via Aldo Moro, la carreggiata centrale di viale Certosa, viale De Gasperi, viale Olivieri, via Caterina da Forlì, viale Caprilli e il tratto del raccordo dell'Autosole di piazzale Corvetto. Gli autovelox, ca va sans dire, aumenteranno la sicurezza ma anche gli incassi del Comune. Il primo bilancio dei flash riserverà sorprese.


Commenti
Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Dom, 09/03/2014 - 10:40

CAMMINATE A PIEDI OGNI SCUSA E' BUONA PER DERUBARVI ITALIANI, PAGATE PAGATE E ANCORA PAGATE COME SI PUO' CONCEPIRE UNA MULTA DI 3.200 EURO PER 10 KM ORARI IN + POVERI STOLTI CHE NON VI RIBELLATE MAI

Ritratto di stenos

stenos

Dom, 09/03/2014 - 10:46

In via dei Missaglia, per chi non lo sapesse a tripla corsia, 50 all'ora significa un massacro, una truffa legalizzata. Qui di sicurezza stradale nemmeno l'ombra. Solo metodi per drenare soldi. Si vede che pisapippa non ha più soldi per pagare luce e gas ai nomadi.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Dom, 09/03/2014 - 11:10

Dragon_Lord: multe da 41 euro (per chi supera di 10 chilometri il limite) fino a 3.287 euro (oltre i 60 km orari). Ribellati pure se vuoi ma prima leggi bene l'articolo.

libertyfighter2

Dom, 09/03/2014 - 11:13

Io ho buttato l'automobile per essere al sicuro dai picciotti delle multe, quindi figuratevi se penso sia una tassa occulta o una questione di "sicurezza".

ANTONIO1956

Dom, 09/03/2014 - 12:40

Siete dei criminali e dei ladri!! Non dico altro ...

max.cerri.79

Dom, 09/03/2014 - 15:26

Fosse x la sicurezza multerebbero chi non rispetta la distanza e va a zigzag, no chi non rispetta i 50, limite inserito quando le macchine avevano freni a tamburo. ...

alberto_his

Dom, 09/03/2014 - 15:32

@ANTONIO1956: criminale e ladro è chi non rispetta le leggi, che in questo caso ci sono e sono chiare. Chi non ha la cultura del rispetto delle regole (e in senso automobilistico mi ci metto anch'io) troverà persecutorio il provvedimento, dietro il quale si cela certo l'intenzione di rimpinguare le casse comunali.

roberto.morici

Dom, 09/03/2014 - 15:45

Se l'autovelox fosse tarato in modo tale da segnalare, per esempio, 60 km/h invece dei regolamentari 50 km/h sarebbe senza alcun dubbio una "truffa". Rimangono tre possibilità: 1-eliminare ogni limite di velocità, 2-rispettare il limite di velocità; 3-fregarsene sperando di farla franca e mugugnare alla ricezione dell'avviso della multa da pagare. Abolire le regole o rispettarle.

Ritratto di TizianoDaMilano

TizianoDaMilano

Dom, 09/03/2014 - 17:13

Mettere il limite di 50 su una super strada a tre corsie per poi colpire i trasgressori è banditesco quantunque legale. Il senso civico dei cittadini e la cultura delle regole non c'entrano niente. Sono sgherri e ladri.. Questo è!

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 09/03/2014 - 17:14

Ogni volta che leggo notizie come questa, mi convinco sempre piu di quanto ho fatto bene quindici anni fa a decidermi di andarmene dal BELPAESE. Belpaese dove chi lavora,produce e paga le tasse viene sempre piu MASSACRATO, mentre chi ruba o fa il parassita viene protetto!!!!! Saludos

carpa1

Dom, 09/03/2014 - 17:23

Tutte regole semplicemente demenziali fatte da chi ha più interesse a drenare quattrini per far quadrare i bilanci di amministrazioni insulse ed incapaci che far utilizzare il cervelloo alla gente. Ora non si guarda più la strada, gli occhi devono essere incollati sul tachimetro: assolutamente demenziale. Regole che hanno ormai portato all'ammasso i cervelli bacati di amministratori che anzichè promuovere l'uso del buon senso lo hanno definitvamente fatto a pezzi (basti dire che vorrebbero la legalizzaizone delle drogh, visto che non sono capaci di combatterne lo spaccio. Che a farne maggior uso siano proprio loro? C'è da crederci!).

diegom13

Dom, 09/03/2014 - 17:42

C'è un solo modo in cui - tipicamente, in molti Paesi d'Europa - sindaci in calo tentano di far risalire la propria popolarità in tempo per le elezioni: investimenti in infrastrutture e servizi finanziati dai non residenti. Si fa di tutto per non colpire i residenti, avvertimenti, campagne di informazione... Che naturalmente non hanno effetto sugli ignari automobilisti che vengono da fuori, e che mai potranno sconfessare elettoralmente il sindaco. Motivo per cui, per i pendolari la via crucis del lavoro è costellata di trappole, di comune in comune... Soprattutto per chi ha orari tali da non poter prendere i mezzi, e magari, stanco del lavoro notturno e rientrando a casa alle 6, a vialone sgombero, ha un po' meno d'attenzione per i cartelli semi-nascosti che indicano un limite fattosi assurdo e si vede recapitare una multa triplicata per l'orario notturno... Perché di notte, si sa, in via dei Missaglia saltan fuori pedoni da investire ovunque...

VYGA54

Dom, 09/03/2014 - 19:00

alberto-his: Che intervento da perfettino il suo, proprio da cittadino modello! Non so cosa faccia nella vita ma sicuramente lei deve essere un tipo che viaggia pochissimo ( e se mi dice che non è così non ci credo!) altrimenti di certo non parlerebbe così. D'accordo che si sono automobilisti che andrebbero "sparati" per la loro maleducazione stradale ma le posso assicurare che parecchi autovelox sono messi solo con lo scopo di fare cassa e risanare le finanze dei vari comuni e tralascio il particolare che parecchi limiti di velocità, spessissimo messi in strade in discesa!!!, sono semplicemente anacronistici.

NON RASSEGNATO

Dom, 09/03/2014 - 20:19

E' il solito modo di taglieggiare gli italiani. Gli extra tanto non pagano

carpa1

Dom, 09/03/2014 - 20:25

Tutte regole semplicemente demenziali fatte da chi ha più interesse a drenare quattrini per far quadrare i bilanci di amministrazioni insulse ed incapaci che far utilizzare il cervelloo alla gente. Ora non si guarda più la strada, gli occhi devono essere incollati sul tachimetro: assolutamente demenziale. Regole che hanno ormai portato all'ammasso i cervelli bacati di amministratori che anzichè promuovere l'uso del buon senso lo hanno definitvamente fatto a pezzi (basti dire che vorrebbero la legalizzaizone delle drogh, visto che non sono capaci di combatterne lo spaccio. Che a farne maggior uso siano proprio loro? C'è da crederci!).

Ritratto di abraxasso

abraxasso

Dom, 09/03/2014 - 21:38

Come fanno a mantenersi le amministrazioni? Anche con i proventi delle infrazioni al codice della strada (è una voce di bilancio). Volete mettere in difficoltà la vostra città? Smettetela di commettere infrazioni! Rovesciamo il ragionamento. Se i proventi delle infrazioni al codice della strada sono una voce importante del bilancio di una città, cosa dobbiamo pensare? Che chi commette infrazioni e quindi collabora alla prosperità del bilancio cittadino è da considerarsi un benefattore?

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Lun, 10/03/2014 - 02:24

perché non mettono anche il limite minimo di velocità ? Sotto i 40 chilometri orari non si dovrebbe camminare , invece , c'è tanti rincoglioniti che formano lunghe fila di macchine proprio per questo motivo , inducendo chi sta dietro a sorpassarli e quindi ad accelerare per poter fare il sorpasso , nel frattempo trova l'autovelox ed ecco che è fregato soltanto per aver fatto 50 metri sopra il limite di velocità .

levy

Lun, 10/03/2014 - 04:57

Ma quale sicurezza? É un modo efficace per derubare i cittadini.

Ritratto di emarco54

emarco54

Lun, 10/03/2014 - 15:10

continua la guerra dichiarata da questa Giunta comunale agli automobilisti di Milano. Una guerra in nome del profitto e null'altro. Nell'ordine: Area C, Eliminazione parcheggi liberi, Righe Gialle e Blu a pagamento su quasi tutto il territorio comunale, Piste ciclabili inutili che impediscono anche veloci fermate (carico e scarico) da parte dei residenti ( la piu' furba quella sulla cerchia dei navigli , numeri pari, in presenza di corsia preferenziale sul lato opposto!!), inutili domeniche a piedi, Autovelox con limiti grotteschi. Pisapia è il nemico numero uno di noi poveri automobilisti.

Anonimo (non verificato)

fedele50

Lun, 10/03/2014 - 19:41

MILANESI , SIETE ANDATI AL MARE , E ORA VI RITROVATE IL PEGGIOR COMUNISTA DELLA STORIA, LA PROSSIMA VOLTA ANDATE A VOTARE, CONSIGLIO DELLA SERA, ABBATTETE QUESTO SISTEMA TRUFFALDINO IDEATO DAI COMUNISTI , W L'ITALIA, PATRIA PERSA.