Expo, il prefetto alza il livello d'allerta

Chiesti più controlli alle forze dell'ordine. Di notte il sito di Rho sarà «sigillato» come una base militare

Meno di due settimane a Expo e il prefetto Tronca ordina di intensificare «gli interventi di prevenzione generale e di controllo del territorio». Disposizione subito raccolta dai dirigenti delle varie forze di polizia che già hanno iniziato a mettere campo più pattuglie e più uomini per vigilare sulla tranquillità di milanesi e turisti. Le «prove generali» del resto sono iniziate lunedì con il «Fuori salone» durante il quale, per la prima volta, sono stati attivati non solo i ghisa ma anche poliziotti e carabinieri.

Ieri mattina riunione in Prefettura del Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico, padrone di casa Francesco Paolo Tronca. Al tavolo come sempre i responsabili delle forze di polizia, di enti pubblici e territoriali. «Nel corso dell'incontro - rende noto la Prefettura - sono state analizzate le misure di sicurezza in vista di Expo. Il Prefetto ha disposto un'intensificazione massima degli interventi di prevenzione generale e di controllo del territorio». Una risposta indiretta a Mariastella Gelmini che proprio ieri ha presentato un'interpellanza al ministro dell'Interno Angelino Alfano per sapere quali misure siano state adottate.

Dopo la triste visita per i funerali di Stato in Duomo, il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (nella foto) tornerà a breve a Milano, per presenziare alle celebrazioni dalla Liberazione. In occasione dei 70 anni dal 25 aprile è stato fissato un calendario di eventi che va dal 18 al 29 aprile e prevede anche l'apertura della Casa della memoria. «È un onore che il presidente della Repubblica abbia deciso di affiancare Milano in questa ricorrenza straordinaria – ha detto la vicesindaco Ada Lucia De Cesaris –. L'apertura della Casa della Memoria vuole essere il riconoscimento del patrimonio di valori che caratterizzano la nostra democrazia e che Milano vuole trasmettere alle generazioni future». La presenza di Mattarella è prevista il 25 aprile alle 12 al Piccolo Teatro di via Rovello dove interverranno anche il sindaco Giuliano Pisapia e il presidente dell'associazione partigiani Carlo Smuraglia. Giovedì 23 al Campo della Gloria del Cimitero Maggiore la cerimonia in onore dei Caduti della guerra della Liberazione. Sabato 25 aprile alle 14, in corso Venezia la partenza del corteo che si concluderà in piazza Duomo.

Enrico Silvestri a pagina 4

«Basta ipertrofia dei partiti o finisce come alle regionali dove il centrodestra va incontro a una tragedia. E cominciamo proprio da Milano con una sola lista civica che unisca tutti nei valori del centrodestra». Così Mario Mauro, presidente dei Popolari per l'Italia e uomo di «Cl».

«Brera? È un mix di internazionalità, edifici storici, appartamenti, cortili: luoghi che altrimenti il pubblico non avrebbe la possibilità di visitare». Parola di Luca Nichetto, superdesigner scelto dal Brera design district come ambasciatore.

Commenti

FRANZJOSEFF

Ven, 17/04/2015 - 11:05

MASSIMA ALLERTA? MA NON FARMI RIDERE