Fondazione Fiera Milano: cresce il patrimonio, indebitamento in calo

Approvato il bilancio 2017. Giovanni Gorno Tempini: “Con l’attuazione del piano Industriale 2017-2019 affrontiamo nuove importanti sfide".

Il Consiglio Generale di Fondazione Fiera Milano, presieduto da Giovanni Gorno Tempini, ha approvato, come da Statuto, il bilancio chiuso al 31 dicembre 2017 e il bilancio consolidato di Fondazione Fiera Milano.

Il bilancio dell’esercizio 2017 presenta una crescita del Patrimonio netto a 658,3 milioni di euro dai 656,5 milioni di euro del 2016, consentendo un miglioramento della struttura finanziaria di Fondazione. In ukteriore diminuzione l’indebitamento finanziario a lungo termine, comprensivo della quota a breve, da 142,020 milioni di euro del 2016 agli attuali 115,880 milioni. In crescita anche il Mol, Margine operativo lordo, che passa da 37,5 a 41,7 milioni di euro.

Nel 2017 la Fondazione ha conseguito positivi risultati economici e finanziari, facendo leva sul rafforzamento del patrimonio e sul nuovo orientamento strategico delineato con il Piano Industriale 2017-2019, approvato dagli organi sociali in carica da settembre 2016 che punta a una maggiore competitività del polo fieristico - congressuale e alla nuova governance del Gruppo. Sotto il profilo interno, inoltre, il piano ha contribuito al miglioramento del sistema aziendale con nuove regole e procedure, ad una nuova policy sponsorizzazioni e liberalità, al rafforzamento delle competenze.

Il Bilancio 2017 ha rappresentato un esercizio importante per l’attuazione del nuovo Piano Industriale, caratterizzato dal duplice ruolo della Fondazione Fiera Milano come azionista propositivo della controllata Fiera Milano e come investitore di lungo termine. L’implementazione del Piano si è manifestata principalmente attraverso la ristrutturazione degli assetti di Governance a livello di Gruppo e un rafforzamento della struttura patrimoniale con una nuova strategia finanziaria per l’acquisizione di nuove risorse a lungo termine, il potenziamento delle strutture espositive, l’avvio del progetto fotovoltaico, gli interventi per la mobilità e i parcheggi: un piano di investimenti complessivi per circa 100 milioni di euro.

“Con l’attuazione del Piano Industriale 2017-2019 – ha sottolineato il presidente Giovanni Gorno Tempini - Fondazione Fiera Milano affronta nuove importanti sfide. L’impegno è quello di realizzare gli ambiziosi obiettivi del nuovo Piano, in linea con le finalità statutarie ed al servizio della crescita del sistema fieristico milanese, verso un posizionamento sempre più attrattivo e competitivo del sito espositivo come polo di eccellenza funzionale a livello internazionale. Contemporaneamente Fondazione aspira ad assumere il ruolo strategico di fondazione d’impresa sul terreno della cultura, della ricerca e dell’innovazione, del sociale, attore importante per lo sviluppo del territorio in coerenza con lo Statuto".