Merkel e sinistra pro migranti perdono consensi in Germania

I partiti tradizionali sia di destra che di sinistra stanno vivendo un'emorragia di voti. A favore dei movimenti populisti e euroscettici, soprattutto conservatori

La coalizione di Angela Merkel sta perdendo consensi. A renderlo noto è la Bild-Zeitung, che riprende un sondaggio promosso dalla Insa, un istituto che si occupa di sondaggistica. I dati emersi mostrano come la Union (Unione di dei partiti Cdu e Csu presieduta dalla Cancelliera) vanti del consenso del 30per cento dei tedeschi; la Spd, il partito di Centrosinistra che è in coalizione con la Union, si ferma a 19,5. Alla Grande Coalizione di governo viene quindi attribuito il 50per cento dei consensi totali.

Questi numeri mostrano come la maggioranza stia vivendo una profonda emorragia di voti. Alle ultime elezioni nazionali la Grande Coalizione aveva raccolto il 67per cento dei voti. Il 17per cento dei consensi perduti sembrerebbe essere finito principalmente a favore di Alternative fuer Deutschland, partito euroscettico che nel 2013 era appena nato e al quale oggi vengono attribuiti il 15per cento dei consensi, classificandosi come terzo partito nazionale subito sopra ai Verdi (13per cento). Ulteriori partiti non superano il 4per cento a livello nazionale.

La perdita di consensi della maggioranza era ampiamente prevedibile. Un forte indicatore in tal senso erano state le elezioni regionali, che avevano mostrato un forte calo ei partiti storici.

Commenti

Clericus

Mar, 10/05/2016 - 16:17

Interessante ma non basta. Union (Unione di dei partiti Cdu e Csu presieduta dalla Cancelliera) al 30% più Spd al 19,5% più Verdi am 13% rappresentano ancora una solida maggioranza pro-immigrazione. E comunque anche se questa politica potesse avere un senso in Germania con una disoccupazione bassa certamente non lo ha in Italia, dove ci sono 7 milioni di disoccupati, "scoraggiati", cassintegrati e lavoratori a part-time involontario.