La lista dei doni di Natale si fa in libreria

Ognuno compila il catalogo dei volumi desiderati. Chi li regala ha uno sconto sulle consumazioni

È a metà strada tra la lista di nozze e la vecchia letterina a Babbo Natale. Solo che questa è aperta a tutti: anche a single di lungo corso e scapoli incalliti. E senza limiti di età: dai bambini agli ultra ottantenni.

È la lista dei regali di Natale della «Libreria del mondo offeso», in via Cesare Cesariano 7. Funziona così: chiunque voglia ricevere in dono dei libri può andare in libreria, spulciare tra i volumi, scegliere quelli che gli interessano e inserirli con il proprio nome in una lista, un elenco dei titoli desiderati. Poi basta spargere la voce tra parenti e amici, indirizzandoli lì. Diciamolo pure: molti saranno sollevati, non dovranno scervellarsi nel tentativo di individuare un regalo non banale, non si troveranno costretti a girare tra mercatini affollati e negozi presi d'assalto per poi ripiegare, stanchi e arresi, sul solito paio di guanti, l'ennesimo profumo floreale, la consueta candela profumata. Potranno curiosare nella vostra lista, e da lì scegliere direttamente, in base alle proprie tasche, sicuri - per una volta - di fare cosa gradita. In cambio riceveranno anche uno sconto del 10 per cento sulla consumazione nella caffetteria della libreria. Senza stress, magari divertendosi anche. L'idea è l'ultima trovata della fantasiosa titolare Laura Ligresti, ed è la naturale evoluzione, in chiave natalizia, dei compleanni in libreria, altra chicca del «Mondo Offeso»: chi vuole festeggiare con gli amici gli anni che passano può usare come location la caffetteria, e anche in questo caso può fare una lista dei libri che desidera. Un'iniziativa che Laura ha lanciato da circa un anno, quando si è trasferita dalla vecchia sede di via Garibaldi - portando con sé anche molti clienti - a quella attuale di via Cesariano, zona Sarpi.

La lista di Natale in libreria è partita dall'inizio di dicembre, andrà avanti fino al giorno di Natale, «ma anche oltre, anche per l'Epifania se i clienti saranno interessati», spiega la titolare. Che oltre alla lista ha previsto anche i classici buoni regalo, «ma non con taglio fisso, predeterminato da 20 o 50 euro», ma a scelta libera: ognuno può regalare il buono del valore che desidera. Una bella scelta «book friendly» anche in questi tempi di crisi.