Da Martino V a Ratzinger passando da Wojtyla: solo tre pontefici in visita

Il primo caso risale al 1418. Giovanni Paolo II passò nel 1983 e 1984. Nel 2012 fu Benedetto

Correva l'anno 1418 quando Papa Martino V fece tappa a Milano per partecipare al Concilio di Costanza. Prima che un altro pontefice toccasse il suolo milanese sono dovuti passare oltre 500 anni. Papa Giovanni Paolo II in compenso concesse per due visite pastorali a distanza di un anno. La prima si tenne il 20-22 maggio del 1983, a conclusione del XX Congresso eucaristico nazionale. Karol Wojtya arrivò a Linate, fece il primo incontro con la città in piazza 5 Giornate e poi tenne l'adorazione eucaristica in piazza Duomo. Il giorno successivo incontrò i lavoratori a Sesto San Giovanni, i giovani all'Autodromo di Monza e poi ammirò la «Corona ferrea» nel Duomo di San Giovanni Battista a Monza. Un programma fitto, che proseguì con l'università Cattolica, Palasport, Venegono, Fiera e in serata il concerto in suo onore alla Scala. Poi la visita a Desio e a Seregno e - fuori programma - un saluto nella Casa generalizia delle Suore Orsoline di San Carlo. Una folla immensa si raduno in piazza Duomo per la recita del «Regina coeli» dalla balconata. Per finire, la celebrazione al Congresso eucaristico al quartiere Gallaratese.

A distanza di un anno, Papa Giovanni tornò sotto la Madonnina dal 2 al 4 novembre, in occasione del quarto centenario della morte di San Carlo. Una visita pastorale che toccò il collegio Borromeo di Pavia, il Duomo di Milano e i sacri monti di Varese e Varallo.

E sono trascorsi altri 28 anni prima che Milano potesse accogliere un altro pontefice. Il primo giugno del 2012 Papa Benedetto XVI è atterrato a Linate per partecipare al VII Incontro mondiale delle famiglie. Una visita dell'1 al 3 giugno, aperta dal discorso alla città in piazza Duomo. Anche Ratzinger come Wojtyla ha varcato le porte della Scala per partecipare ad un concerto organizzato in suo onore nel tempio della lirica. E durante la tre giorni ha fatto tappa in un altro «tempio», quello del calcio: un incontro con i giovani allo stadio di San Siro. Il clou della visita: l'Angelus all'aeroporto di Bresso dove si è tenuto il Forum mondiale delle famiglie.

Papa Francesco ha dato «buca» ai milanesi che lo aspettavano ad Expo durante i 6 mesi di evento e poi il 7 maggio 2016 ( visita fissata e poi rinviata). Nessuna sorpresa (si spera) per il prossimo 25 marzo.

ChiCa