Mense, vigili e informazione Giro di valzer in Comune

Una poltrona per dodici, e se l'è aggiudicata Fabrizio De Fabritiis: già presidente dell'Organo di Vigilanza di Milano Ristorazione dal 2014 (e prima consulente), ha battuto gli altri candidati e da ieri è il nuovo presidente di Milano Ristorazione. Il sindaco Beppe Sala lo ha nominato al posto di Gabriella Iacono, dimissionaria da inizio settembre. De Fabritiis sarà amministratore unico (incarico che viene retribuito fino ad un massimo di 90mila euro all'anno se vengono raggiunti gli obiettivi che fanno scattare il premio), ma sembra esclusa l'ipotesi di affidargli anche il ruolo di dg, con annesso stipendio. «Data l'importanza del servizio svolto quotidianamente da Milano Ristorazione - è scritto nella nota del Comune che ufficializza l'incarico -, nei prossimi mesi l'amministrazione comunale nominerà un direttore generale per coadiuvare De Fabritiis nello svolgimento del suo incarico». La nomina del manager è stata già formalizzata nel corso del cda convocato ieri mattina. «Gli auguro buon lavoro - ha dichiarato il sindaco -, sono sicuro che saprà condurre con professionalità ed impegno un'azienda importante come Milano Ristorazione, che ogni giorno assicura a migliaia di cittadini milanesi un servizio di qualità, su cui il Comune continuerà ad investire affinché non si fermi il processo di miglioramento avviato in questi anni». Un servizio che, aveva ammesso nelle scorse settimane Sala, ha bisogno di un salto di qualità: «Deve migliorare». De Fabritiis ha lavorato in diverse società di ristorazione collettiva, come Settimopero Welfood e Gemeaz Cusine spa e ha collaborato con le Università di Pisa, Siena e Palermo, e gli ospedali San Carlo, Fatebenefratelli ed Istituti Clinici Riuniti.

Bisognerà attendere qualche settimana invece per il nome del comandante dei vigili. In realtà c'è già aria di conferma per Antonio Barbato, intanto il suo contratto in scadenza oggi è stato prorogato di un mese in attesa che il sindaco esamini le numerose candidature arrivate, almeno una trentina.

Cambio della guardia anche alla guida dell'ufficio stampa del Comune. Il nuovo capo è una donna, Anna Gallo, 40 anni ma già tra i nomi storici dello staff visto che era entrata nell'ufficio della comunicazione istituzionale di Palazzo Marino durante la giunta Moratti (è stata portavoce dell'ex vicesindaco Riccardo De COrato), è stata riconfermata nel 2011 con l'elezione di Pisapia (diventando vicecapo nel 2915) e dopo il rinnovo del contratto da parte della giunta Sala, ieri è arrivata anche la promozione.

ChiCa