"Da milanese vi chiedo di farmi un favore: consideratemi un rom"

All'ex agente in pensione niente mutuo per una casa Aler: "Ma ai nomadi il Comune regala gli alloggi"

Trent'anni al servizio dello Stato, a rischiare la pelle prima a Reggio Calabria, durante i famosi moti di «Reggio capoluogo», poi in giro per l'Italia, fino all'approdo in città alla Squadra Mobile. «Dopo la pensione sono riuscito a entrare in una casa Aler a Muggiano, ma ora l'Azienda vuole metterla in vendita e io non posso riscattarla, troppo anziano perché la banca mi conceda in mutuo. In compenso nel mio quartiere ci sono i nomadi a cui il Comune vuole regalare 20 case prefabbricate spendendo 700mila euro. Per questo ora chiedo al sindaco di diventare rom anch'io, così avrò diritto a una casa gratis e senza Imu da pagare».
Pio Cafaro, ex ispettore di polizia, ha 68 anni, sposato, due figli grandi, il primo dei quali già fuori casa, ha alle spalle la solita vita errabonda. Entrato nelle allora «guardie di pubblica sicurezza» nel 1966 come prima destinazione finisce a Reggio Calabria dove poi scoppiarono i famosi “moti”. Poi Bolzano, quindi Milano, dove entra nella squadra di polizia giudiziaria, partecipando alle indagini di «Mani Pulite» con Antonio Di Pietro. Poi nel 94 la pensione e una decina di anni fa l'ingresso in un alloggio Aler a Muggiano. Ma il vero problema di Cafaro è che l'Azienda vuole ora mettere in vendita l'intera palazzina e per il suo alloggio potrebbe chiedere sui 180mila euro. «Che non ho. Così, anche se l'operazione non è imminente, ho cominciato a preoccuparmi. Sono andato in banca, ma il direttore ha subito storto il naso “Ne riparliamo quando sarà il momento” facendomi così capire che mi considera troppo anziano per un mutuo a lungo termine». E così prende carta e penna e scrive a Pisapia.
«Caro Primo Cittadino, apprendo ha stanziato 700mila euro per venti case mobili comprensive di arredi, da collocare nell'area (di proprietà del Comune), di via Martirano. Solo nel 2011, l'assessore alla sicurezza aveva promesso che il campo nomadi sarebbe stato smantellato nel giro di tre anni e le allora scandalose villette abusive demolite. E ora i residenti apprendono appunto che è stato aperto un bando pubblico per la costruzione di venti villette prefabbricate da collocare proprio nel campo di via Martirano».
Quindi ecco la richiesta di acquisire la «status» di rom e «quindi avere diritto alle abitazioni mobili (con tutti gli annessi, arredi, luce, Imu, ecc) che sono sicuro, nel frattempo, grazie alla sua politica di generosità rivolta ai bisognosi e finanziata dagli italiani tutti, si saranno moltiplicate». E infine l'invito: «Caro Primo Cittadino, la invitiamo a venire a Muggiano; la accompagneremo volentieri a vedere da vicino le famiglie rom per le quali ha aperto un bando per la formazione di venti case mobili. Le mostreremo le loro lussuose auto, le meravigliose antenne paraboliche installate sui tetti delle loro ville (in muratura e abusive) e le loro donne ingioiellate».
E alla fine, come post scriptum, un avvertimento: «Sono tra quelli che l'hanno votata, un errore che non ripeterò mai più».

Commenti

volp

Sab, 29/06/2013 - 09:01

È smettete la con questo razzismo demagogico e violento. La colpa e' delle banche che non danno mutui perché' tramite Sallusti non provate a chiedere a Mediolanum? Lui aiuta tutti con generosità' e benevolenza....

Ritratto di Feldmaresciallo

Feldmaresciallo

Sab, 29/06/2013 - 09:24

"Sono tra quelli che l'hanno votata" ..... chi è causa del suo mal....

titina

Sab, 29/06/2013 - 09:31

Che tristezza!

handy13

Sab, 29/06/2013 - 09:39

...è 20 anni che la LEGA ci fa due maroni così,..contro i rom,..e nulla è riuscita ad ottenere,..ne siamo pieni,...quindi il problema è irrisolvibile,..perchè sono cittadini europei anche loro grazie a PRODI che ha allargato la comunità europea a 26 stati,...al sig. Pio direi che ALER non sbatte fuori chi NON compera,..ci sono anche condomini zona Niguarda dove 18 hanno comperato e 18 no sono rimasti in affitto...

Mario-64

Sab, 29/06/2013 - 10:04

Solidarieta' all'ispettore ,speriamo che l'errore di votare Pisapia non lo ripetano in molti altri. D'altronde questa e' la sinistra ,la Boldrini come prima cosa accoglie i rom a Montecitorio ,Vendola dice "abbracciamo i fratelli rom" ,Pisapia e Cacciari gli danno le case gratis. Zingari ,gay e figli degli immigrati ,se nell'Italia attuale vi sembrano queste le priorita'...

Edith Frolla

Sab, 29/06/2013 - 10:27

Cioè fatemi capire ... questo a 49 anni era già in pensione ed ha pure il coraggio di parlare ????? P.s.: non è un milanese è calabrese !

Ritratto di rapax

rapax

Sab, 29/06/2013 - 10:30

i rom etnia di VERI parassiti legalizzati,che hanno assunto in questa società di merda il ruolo di "cultura"..e bè in una società di merda e deviata come questa..i valori scompaiono o si capovolgono..sono ormai privileggiati.sui cittadini..degli autntici VERMI in veste di amministratori(incredibilmente eletti) fanno carne di porco della costituzione e dei diritti del cittadino..ma verrà il giorno che la gente stanca prenderà i "forconi" e li sbatterà giù dai loro scranni, e a pedate, la Ue, i rom, i buonisti..e tutta la pletora di parassiti schifosi che pretendono diritti in maniera prevaricatrice

ZIPPITA

Sab, 29/06/2013 - 10:57

Edith Frolla: il tuo compagno Volp dice di smetterla con i razzismi demagogici (sapra' quello che dice??) ma mi sembra che i RAZZISTI siete voi!! Comunisti del cazzo. Cosa c'entra essere calabrese o milanese? Siamo Italiani e vogliamo, anzi ne abbiamo tutti i diritti, di accedere agli strumenti che una Società Civile mette a disposizione dei SUOI cittadini. Fosse anche andato in pensione a 49 anni??? 30 li ha lavorati!!!! Sti ROM del cazzo no. Ma loro hanno tutto gratis, noi no.

ferry1

Sab, 29/06/2013 - 11:05

volp la colpa non è delle banche se un'etnia scansa il lavoro e pretende tutto dalla collettività che ha lavorato e che lavora.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 29/06/2013 - 11:15

Per l'ex agente : ma come fai ad essere cosi' pirla da votare pisapippa? E per rapax : tranquillo, ancora un annetto o due di crisi, e quando il problema sara' veramente arrivare alla cena, per questi parassiti di merda e per i loro difensori saranno caxxi.

marvit

Sab, 29/06/2013 - 11:22

Edith Frolla. Quindi se il signore a 49 anni era già in pensione e forse,grave,addirittura calabrese,allora il problema che denuncia, automaticamente diventa una bufola. E noi ci crediamo: detto da te, persona obiettiva,civile e,da come scrivi, assolutamente non razzista,

mrwatson52

Sab, 29/06/2013 - 11:51

Una bella canzone di Franco Battiato recita così " Niente e come sembra, niente è come appare, perché niente è reale"

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 29/06/2013 - 11:52

@ volp scrive: "È smettete la con questo razzismo demagogico e violento. ....omissis.... Vedi caro volp, se gli italiani e i Milanesi venissero trattati ALLA PARI, non privilegiandoli, MA ALLA PARI, non ci sarebbe nessun razzismo. A me sono entrati in casa e hanno fatto un disastro: erano dell'est. Spero visitino anche la tua casa. Aspettiamo, dopo, commenti sul razzismo. Nel Torinese, una esponente del pd, dopo una "visita" di questi signori, sembra abbia dichiarato che sono delinquenti e che dovrebbero morire tutti. Saluti!

Ritratto di OraBasta

OraBasta

Sab, 29/06/2013 - 11:53

SOLIDARIETA' all'Ispettore di Polizia, Servitore fedele e onesto per trent'anni di questo stato irriconoscente e ....... !

Ritratto di indi

indi

Sab, 29/06/2013 - 12:02

L'Italia è diventato un CIRCO e in questo contesto, si sa, c'è un po di tutto!

Franco Ruggieri

Sab, 29/06/2013 - 12:08

Per Edith Frolla. Forse lei non lo sa, ma fare il poliziotto in un paese come il nostro, infarcito di manifestanti con mazze ferrate e bottiglie molotov, è un lavoro usurante e pericoloso. Non ci sono soltanto i lavori usuranti alla catena di montaggio. Calabrese o milanese, mi scusi: lei che tipo di razzismo fa? Rom sì e calabresi no? Non sarà mica una di quelle persone per le quali un poliziotto è da massacrare, per di più se è calabrese, mentre un rom, la cui dedizione al crimine è comprovata (ricordo solo che i Casamonica sono rom), va messo sugli altari?

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 29/06/2013 - 12:13

@ Edith Frolla - non spostare i termini del problema,che non è quello del suo pensionamento,inoltre te la prendi con i meridionali,che non sarebbero stati i soli ad usufruire eventualmente di leggi che permettevano il pensionamento anticipato.Comunque continua a tifare per Pisapia,perché credo sia questo il fine occulto del tuo post.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Sab, 29/06/2013 - 12:28

In Italia manca il coraggio di attribuire a chi è in difficoltà la precedenza dei diritti in base ad un principio:"Tu e la tua famiglia cosa hai fatto finora di buono per la società italiana(tasse, lavoro,..)?". In base a quello si fa la classifica.

Ritratto di Dragon_Lord

Dragon_Lord

Sab, 29/06/2013 - 12:35

tranquilli milanesi tra poco vi consolerete con i Romani he he VIVA IL COMUNISMO, VIVA LA POVERTA' DI STATO, VIVA GLI OMOSESSUALI, VIVA L'IMMIGRATO PICCONATORE PER FAME, DIVERTITEVI E GUARDATEVI IL POSTERIORE... NON SI SA MAI....

Piero53

Sab, 29/06/2013 - 12:36

A 48 gia' in pensione?!?!? Ma vergogna!!! Gente come lei ha rovinato il Paese. Parassiti sulle spalle di chi non riesce a lavorare , dei tanti giovani precari. Altro che zingari, la gente come lei la manderei volentieri a vivere in mezzo a topi ed escrementi. Vergogna vergogna.

swiller

Sab, 29/06/2013 - 13:28

Edith Frolla. Sicuramente è un dipendente statale.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 29/06/2013 - 13:41

E smettetela di dare solidarietà ai i rom con i soldi pubblici, fatemi vedere se li invitate a casa vostra. Se non ricordo male cambiate subito parere se venite toccati nelle vostre abitazioni. In ogni caso gli indigeni non chiedono trattamenti particolari ma almeno uguali a quelli riservati ai rom con i soldi pubblici. Che schifo che ipocrisia.

plaunad

Sab, 29/06/2013 - 14:11

x volp Ma lei non si vergogna? Certo, ha ragione a parlare di "razzismo", però contro noi stessi. E perché non consiglia ai suoi amici zingari di comprarsi una casa accendendo un muto?

gianni59

Sab, 29/06/2013 - 14:26

ma basta con questi articoli su Milano, siete patetici...non mi sembra che con la Moratti filasse tutto bene (a parte la casa per il figlio!).....

lamiaterra

Sab, 29/06/2013 - 14:41

VERGOGNA!!! ORA ANCHE ALFANO CALA LE BRAGHE DAVANTI AGLI IMMIGRATI INVASORI. ------ Alfano cala le braghe: “Pronti ad accogliere 8mila ‘profughi” Il ministro dell’Interno delira: “Lampedusa è il checkpoint Charlie del nuovo millennio. Aumenteremo i posti dello Sprar e le commissioni per le domande d’asilo”. ----- “Il fenomeno degli sbarchi è in evidente ripresa. Dal 10 giugno di quest’anno sono stati trentacinque gli sbarchi, che si aggiungono agli altri ottantasei registratesi dall’inizio del 2013”. Una situazione dovuta in parte alle “ migliori condizioni meteo marine”, ma soprattutto a “circostanze geopolitiche recenti”, tra le quali giocano un ruolo fondamentale “la crisi politica che sta attraversando la Libia”, ma anche la situazione nei Paesi del Corno d’Africa e dell’Africa subsahariana “interessati da conflitti interetnici o dalla assenza di istituzioni solide ed affidabili”. E quindi cosa facciamo, importiamo in Italia i loro ‘conflitti inter-etnici’? “I dati in nostro possesso – ha detto il titolare dell’Interno – evidenziano come il flusso migratorio interessi ormai in consistente quantità profughi provenienti da Paesi in condizioni di grave instabilità politica e non solo migranti economici”. Quale guerra, Angelino Jolie, quella in Libia finita due anni fa? Alfano chiede quindi “una revisione del regolamento di Dublino, che intervenga sul principio secondo il quale spetta allo Stato di primo approdo la responsabilità dell’accoglienza. Lampedusa non è solo la frontiera italiana, ma è la frontiera che segna il confine laddove finisce l’Italia e comincia l’Africa, e, per converso, laddove comincia l’Africa e comincia non solo l’Italia, ma l’Europa”. Ed “è necessario proseguire ed intensificare ogni utile sforzo sotto l’egida dell’Unione europea e degli organismi delle Nazioni Unite per pacificare quelle aree del continente africano ed assecondare i sofferti processi di stabilizzazione e di consolidamento democratico”. Le frontiere si difendono, e non sono luoghi di passaggio e di accoglienza dell’invasore.

lamiaterra

Sab, 29/06/2013 - 14:59

SVEGLIA ALFANO, E DATTI NA MOSSA!!! NON CALARE LE BRAGHE DAVANTI AGLI IMMIGRATI INVASORI. ----- Questa invasione straniera da alcuni anni può contare su una quinta colonna: la sinistra buonista che mira ai voti degli immigrati. ------ Questa sinistra ha piazzato al ministero dell’integrazione la nera Kyenge, che ha in mente una ricetta fatta di cittadinanza facile agli immigrati, compresi quelli che si trovano illegalmente in Italia d’altronde lei stessa arrivò in Italia illegalmente.

Ilgenerale

Sab, 29/06/2013 - 15:01

Presto tutto questo produrrà i suoi anticorpi, la storia ce lo insegna!

lamiaterra

Sab, 29/06/2013 - 15:17

“GRECIA, L’ORDINE DELLA UE: VENDETE LE TERMOPILI E COSTRUITE UNA MOSCHEA” ----- C’erano una volta Leonida e 300 spartani (e 700 tespiesi, sempre dimenticati) che morirono sul passo delle Termopili per difendere le loro case – e la nostra Civiltà – dall’orda orientale. Oggi la Grecia è l’epicentro dell’eurocatastrofe, con l’euro e l’austerity che ne stanno strangolando economia e società. Una depressione economica che si avvita su stessa: nuove tasse per reperire più risorse da versare a Bruxelles deprimono l’economia, diminuendo il gettito e aumentando il debito. E allora altre nuove tasse per tappare il buco che però, si fa sempre più largo in un circolo vizioso tasse-depressione. Ma la crisi dell’economia è solo l’aspetto di una crisi morale che attanaglia l’Europa e i popoli europei. E così, ecco l’idea di svendere il ‘luogo sacro’ del sacrificio greco – dove poi verrebbe costruito chissà, un McDonald’s o un bel supermercato – così da avere la somma necessaria da spendere per costruire una Moschea nel quartiere ateniese di Votanikos. I cittadini del comune di Lamia, dove riposano gli immortali di Leonida, hanno fatto ricorso al Consiglio di Stato. Non sopportano l’idea di questo sfregio. Ma il governo eurofilo va avanti. E c’è già la firma del viceministro allo sviluppo, Stavros Kaloiannis, che sblocca i fondi da destinare agli islamici per la loro Moschea. Ad opporsi, Alba Dorata.------ Svendere la propria Storia e la propria identità, che è anche la nostra identità, è questo il diktat europeo. I simboli contano, e loro vogliono sfregiarli per renderci uomini senza volto. ----- Un Mc Donald’s alle Termopili e una Moschea ad Atene è questa l’agenda dell’Unione Europea: produci, consuma, crepa. E non domandarti chi sei.----- Oggi, come allora, servono 300 eroi, e qualcuno che li guidi.

meloni.bruno@ya...

Sab, 29/06/2013 - 15:24

Non voglio essere il bastian contrario,ma purtroppo non vorrei mettere sullo stesso piano il poliziotto con i rom,loro sono dei disgraziati a prescindere,lui un pò più fortunato rispetto ad altri che è potuto andare in pensione a 49 anni,il servizio prestato e da lui ricordato è stata una scelta di vita a rischio come altri lavori,come il muratore al decimo piano sopra una impalcatura di un palazzo,comunque non per questo non deve essere presa in considerazione la sua richiesta ed aiutarlo nonostante tutto.

Piero53

Sab, 29/06/2013 - 15:31

A 49 anni già in pensione!!!!! Restituisca i soli che ha rubato allo Stato e poi potrà permettersi di parlare. Fate schifo

Ritratto di sitten

sitten

Sab, 29/06/2013 - 16:06

Qui bisogna reagire tutti insieme, siamo stufi di essere relegati sempre in fondo alle classifiche per far posto a chi non è italiano.

Ritratto di Euterpe

Euterpe

Sab, 29/06/2013 - 16:34

@ piero 53- ma quanto vi piace la guerra tra poveri,ma solo se sono Italiani.

Giulio Francia

Sab, 29/06/2013 - 16:36

Egregio Sig Cafaro,mi dispiace per lei ma chi e' causa del suo mal... Non bisogna mai , per nessun motivo votare un comunista .

Piero53

Sab, 29/06/2013 - 16:43

@euterpe Uno che si lamenta ed e' andato a 4o anni in pensione deve solo vergognarsi, per di piu calabrese (magari qualche controllino se fa parte della ndrangheta lo farei fare ).

Silvio B Parodi

Sab, 29/06/2013 - 16:51

strano che c'e' gente che difende I ladri "Rom" e offende un ex poliziotto, che ha lavorato " a rischio " per 30 anni e per difendere la legalita' forse quelle persone sono ladri anche loro??

mariolino50

Sab, 29/06/2013 - 18:15

Il poliziotto ha in parte ragione, le case agli zingari, basta con il politicamente corretto, col cacchio che le darei, ma lui è andato in pensione prima di 50 anni, forse se lavorava un pò di più una casetta se la poteva comprare come tutti o quasi i dipendenti statali, a uno della sua età col cacchio che danno un mutuo, mi fecero difficoltà e avevo 52 anni.

BTrac

Sab, 29/06/2013 - 18:18

L'unico razzismo che esiste in Italia è il razzismo contro gli Italiani.

Piero53

Sab, 29/06/2013 - 20:49

Forse chi difende un baby pensionato ha avuto anche lui una vita agiata e piena di favoritismi. Ladro e' anche chi ruba la pensione ed il futuro dei nostri ragazzi.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Dom, 30/06/2013 - 10:19

Ritengo esista un principio logico incontestabile: in una famiglia in gravissime difficoltà(Italia) prima si aiutano tra loro i componenti(consorte,figli,genitori,parenti) poi, se possibile, si aiutano gli altri(comunitari ed extra comunitari) e questo è quello che dovrebbero aspettarsi gli estranei in difficoltà da quella famiglia.

rukeli

Lun, 01/07/2013 - 12:07

La memoria corta non aiuta a ragionare. Bisogna ricordare che le "casette" di via Martirano sono un progetto approvato della Giunta Moratti e fanno parte del pacco di soldi stanziato da Maroni per l'emergenza rom nel 2008. 13 milioni di euro: ne sono stati spesi 7 dalla Moratti- non è chiaro per cosa perché nulla è cambiato - ora ne rimangono circa 6 che speriamo vengano spesi meglio.