Milano, è caccia a un evaso ad alto rischio radicalizzazione

Evade un detenuto dal carcere di Opera a Milano: scatta la caccia all'uomo in tutta Italia. "È ad alto rischio radicalizzazione"

È caccia all'uomo in tutta Italia dopo che un detenuto a rischio radicalizzazione è evaso a Milano, dopo esere stato accompagnato in ospedale perché aveva accompagnato una lametta da barba.

L'uomo - il tunisino 43enne Ben Mohamed Ayari Borhane - era recluso nel carcere di Opera, dove stava scontando una condanna per traffico internazionale di stupefacenti (con fine pena oltre il 20130), ma era stato "attenzionato" ad per il rischio di radicalizzazione islamica. Gli era stato assegnato il "livello 1", il più basso, assegnato ai soggetti che pregano e invitano alla preghiera altri detenuti. Nelle scorse ore era stato però ricoverato in un ospedale di Milano, dove sarebbe riuscito ad eludere la sorveglianza di tre agenti e a fuggire attraverso una finestra basculante, facendo perdere le sue tracce.

Sono immediatamente scattate le ricerche da parte del Nucleo investigativo centrale della polizia penitenziaria, a livello nazionale, per individuarlo. Il dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (Dap) ha anche diffuso la sua foto e messo a disposizione il numero 06 66529302 del Nucleo investigativo centrale della Polizia penitenziaria da chiamare in caso di avvistamenti dell'evaso.

Commenti

istituto

Ven, 18/05/2018 - 10:46

" è ad alto rischio radicalizzazione......" ma va ? Chissà quanti già radicalizzati ne circolano in italia e non sono conosciuti né dalle forze dell'ordine, né dai servizi segreti né dal comune cittadino. Questo è il risultato per aver permesso ad 1.600.000 islamici di entrare nel nostro paese.

Ritratto di Loudness

Loudness

Ven, 18/05/2018 - 10:48

Anzichè ricoverarlo, al primo segno di malore lo si sarebbe dovuto trasferire all'inceneritore di Figino... una volta uscito dal camino si sarebbe data comunicazione dell'evasione e che dello scimmione colorato si erano perse le tracce.

paco51

Ven, 18/05/2018 - 11:27

Mi chiedo come sia possibile evadere senza complicità! se la traduzione la faccio io non evadi, sparo solo se starnutisci! Avvisato! prediligo i metodi tedeschi IIW! tre agenti? ne basta uno che sia vigile la faccenda "puzza".

Ritratto di Pajasu75

Pajasu75

Ven, 18/05/2018 - 11:36

Mi raccomando che nessuno diffonda la foto e le generalità... Poverino sta solo scappando dalla guerra ed è venuto qui per pagarci la pensione.

ilpassatore

Ven, 18/05/2018 - 11:37

Per fortuna che i PD e moribondo e piu' si avvicina alla fine piu' e' abbandonato - ma i danni restano sulla schiena degli italiani.

machete883

Ven, 18/05/2018 - 11:43

se non li liberano i giudici rossi ..si liberano da soli ! fate schifo! è tutta una nazione allo sfascio ! fateci commissariare da 10 tedeschi !! se ancora ci sono i tedeschi..........

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 18/05/2018 - 11:49

voi non capite. dovete ampliare i vostri orizzonti come vogliono i sinistri. è evaso perchè non vedeva l'ora di tornare a pagarci la pensione

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 18/05/2018 - 11:55

quando le schifezze succedono in patania, il problema è dell'italia, quando succede al sud il problema è solo del sud! bravi patani anche questo è un sintomo di prossima estinzione.

Ritratto di Leon2015

Leon2015

Ven, 18/05/2018 - 11:55

mettete i tre agendi a posto suo, incapaci e non dico altro.

ossipossi

Ven, 18/05/2018 - 12:18

Aveva ingoiato una lametta. Dal bilama in poi il rischio di lesioni interne è praticamente nullo. Non era autolesionismo, ma furbizia. Sveglia, cavolo!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 18/05/2018 - 12:56

La risorsa continuerà a dispensarci della sua cultura, anche da latitante. Notare che Opera a Milano è un carcere modello sperimentale, per detenuti a basso rischio ovviamente, e curiosamente anche il prezioso talentuoso dono islamico ha goduto del privilegio. Evasione a parte (dall'ospedale), che stranezza. Si vede che la sua cultura è per noi davvero importante.

ziobeppe1951

Ven, 18/05/2018 - 14:32

giovinguappo..il fatto è che i problemi del sud vengono “spalmati” al nord..non succede mai il contrario..sctattebbbbuono

Ritratto di stufo

stufo

Ven, 18/05/2018 - 14:54

I tre. agenti avranno ricevuto minacce alla famiglia. Ormai i seguaci dell' Islam sono diffusi talmente tanto che ti possono seguire dappertutto con i loro seguaci di una religione di pace. Salam.

Angelo664

Ven, 18/05/2018 - 14:55

Caccia aperta spero con armi giuste ! Quelle che servono per l'abbattimento preventivo. Radicalizzato ? Sradichiamolo .. deve essere il motto !

Angelo664

Ven, 18/05/2018 - 15:06

Bravo istituto. Quanto dici non fa un grinza. Perche' devono stare qua ??? A che titolo ? Andate a vedere le repubbliche baltiche o l'Ungheria se hanno in casa questi barba del cavolo. Ripeto, va messo fuori legge l'Islam come la religione cattolica e' nei loro vunci paesi d'origine. E la devono ritornare se vogliono professare il loro credo in questa religione anti stato e sovversiva per eccellenza. Altro che Brigate Rosse, questi sono molto ma molto piu' pericolosi. E chi non si adegua abiurando l'islam, se ne deve andare entro 30 giorni, chiaramente all'istante va marchiato per essere riconsoscibile. Dopo i 30 gg scatta la soppressione per impalatura.

Ritratto di giangol

giangol

Ven, 18/05/2018 - 16:00

dalla foto direi norvegese o finlandese. pampero non hai iente da dire sulla tua preziosa risorsa???