Milano, deruba un bambino e aggredisce agente: arrestato marocchino

Deciso ad evitare l'arresto, il nordafricano si è rivoltato contro gli uomini della Polmetro, riuscendo a ferirne uno. Accusato di furto aggravato e di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, il 28enne si trova ora al San Vittore

Ancora un'aggressione commessa da un cittadino straniero ai danni di un rappresentante delle forze dell'ordine a Milano. Stavolta a farne le spese è stato un agente di polizia accorso in aiuto di un bambino a cui era stato rubato il cellulare.

Secondo quanto riferito dalla stampa locale, il fatto si è verificato la scorsa domenica mattina, intorno alle 12:00. Dopo aver notato un bimbo di 10 anni, che teneva in mano il proprio smartphone all'interno di un vagone della linea M1 diretto a Sesto San Giovanni, il soggetto è scattato e con un gesto repentito ha sottratto il dispositivo al minore. L'extracomunitario è sceso alla fermata metro di Loreto ed ha cominciato a correre sulla banchina, inseguito dal piccolo e dal padre.

Le grida hanno richiamato l'attenzione di parecchi viaggiatori, ed in breve è stato diramato l'allarme. A lanciarsi all'inseguimento del ladro alcuni agenti della Polmetro, che in poco tempo sono riusciti a raggiungere lo straniero. Deciso a non lasciarsi prendere, quest'ultimo ha opposto una strenua resistenza al fermo, arrivando a scagliarsi contro gli uomini in divisa. Durante la colluttazione, uno degli agenti è rimasto ferito.

Ridotto finalmente in manette, il facinoroso è stato condotto in centrale ed identificato. Si tratta di un 28enne marocchino, ora dietro le sbarre della casa circondariale di San Vittore (Milano) con l'accusa di furto aggravato e di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Il poliziotto aggredito ha avuto invece necessità di ricorrere alle cure del pronto soccorso, dove gli sono stati riconosciuti 10 giorni di prognosi.

Segui già la pagina di Milano de ilGiornale.it?

Commenti

dagoleo

Mar, 24/09/2019 - 17:35

mi sembra giusto. quel mocciosetto itagliano non lo sapeva che lui è venuto qui per pagare in futuro la sua pensione e che per farlo ha bisogno di un cellulare? come fà altrimenti a tenere i contatti con spacciatori e furfanti vari? avrebbe dovuto sentire lui il dovere di consegnarglielo spontaneamente. liberatelo immediatamente e con tante scuse.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 24/09/2019 - 17:57

In Marocco non ci sono guerre. Ri-catapultatelo nelle sue sabbie natie.

lappola

Mar, 24/09/2019 - 18:14

Arrestarlo ??? Una risorsa così importante ??? Prendete un giudice a caso, rosso (gli altri non ci sono più), e vedrete che lo encomia perché il cellulare fa male alla salute specialmente quella dei ragazzi e il nordafricano ha fatto solo nell'interesse del giovane. Bravo, fai venire anche parenti ed amici, i porti sono aperti.

polonio210

Mar, 24/09/2019 - 18:17

Questo è una bieca dimostrazione del FASCIONAZILEGARAZZISMO imperante in Italia.In quattro contro una povera risorsa:padre,figlio e 2 agenti in armi all'inseguimento,come fosse un animale nella savana inseguito dai leoni che vogliono sbranarlo,di un immigrato a cui tanto dobbiamo in fatto di cultura civiltà e usanze.In fondo la povera vittima,di tanta ferocia bestiale,ha solo cercato di applicare,la famosa "decrescita felice" tanto sbandierata dalla sinistra,privando il bambino del suo cellulare che lo stava rendendo schiavo dei social.Sarebbe da arrestare il padre insieme tutta la famiglia che gli stavano inculcando l'uso smodato di oggetti satanici che producono i "cambiamenti climatici,tanto cari alla giovane "gretina".In galera il padre e gli agenti che hanno dimostrato di essere dei razzisti.

Ritratto di giangol

giangol

Mar, 24/09/2019 - 18:33

Scappa dalla guerra in Marocco. Forse è anche bisognoso di ammore

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 24/09/2019 - 19:07

Onefirsttwo(alias Tutankhamon da Hokkaido(JAPAN)) : Hi !!! STOP Sembrano le scene di Ladri di _Biciclette !!! STOP E ricordate : una volta c'era Dracula , oggi c'è Conte !!! STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhh

Tommaso_ve

Mar, 24/09/2019 - 19:21

Arrestato? Ho letto bene? Il mio primo commento è questo: se ci fosse stato Salvini come ministro degli interni adesso il marocchino sarebbe in libertà e i due della Polmetro sospesi dal servizio e sotto inchiesta. Ma siccome adesso il pericolo "fascista" è svanito ed arrestare i marocchini non è più un atto fascista nazista razzista colonialista, questi se ne vanno in gatta buia e zitti. No?

Adespota

Mar, 24/09/2019 - 20:05

Leggo commenti al vetriolo. Perchè mai ? Se fossi il magistrato nostrano lo assolverei motivando che evidentemente il magrebino stava agendo in in stato di necessità: gli scappava una telefonata urgente...

19gig50

Mar, 24/09/2019 - 20:18

Ma cosa arrestate, ammazzateli sul posto perchè domani saranno di nuovo a delinquere.

maryforever

Mar, 24/09/2019 - 21:06

LASCIATELO LIBERO, E' UNA RISORSA.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mar, 24/09/2019 - 23:11

Ma i comunisti sono contenti sdi questo scempio che tanto vogliono?

titina

Mer, 25/09/2019 - 09:20

Quando gli stranieri commettono reati vanno espulsi per sempre dall'Italia. Finirebbe il razzismo. Purtoppo gli italiani delinquenti non si possono espellere.