Milano, ivoriano spezza la gamba ad un agente durante le fasi di fermo

Il giovane straniero è stato colto sul fatto mentre stava danneggiando una cabina telefonica dagli agenti del reparto Nibbio. Alla richiesta di esibire i documenti, si è scagliato contro i poliziotti, rompendo la gamba ad uno dei due

Arriva dalla città di Milano la notizia dell'ennesima violenta aggressione commessa da un cittadino straniero ai danni di un rappresentante delle forze dell'ordine impegnato nell'esercizio delle proprie funzioni. Stavolta a farne le spese è stato un agente del reparto Nibbio della polizia di Stato, che ha riportato la frattura di una gamba in seguito allo scatto d'ira dell'extracomunitario che stava cercando di immobilizzare a seguito di un atto di vandalismo.

I fatti, secondo quanto riferito dai quotidiani locali che hanno riportato alcuni dettagli della vicenda, si sono verificati durante il primo pomeriggio di lunedì 13 gennaio. Sono all'incirca le ore 13:20 quando due agenti in motocicletta, che si trovavano impegnati in un'ordinaria operazione di pattugliamento del territorio, notano un ragazzo di colore intento a trafficare intorno ad una cabina telefonica in largo Claudio Treves.

Insospettiti dall'atteggiamento del giovane, pertanto, i poliziotti hanno deciso di avvicinarsi a lui per comprendere che cosa stesse facendo. Dopo averlo raggiunto, sono smontati dalla sella delle moto e lo hanno colto in flagranza di reato mentre danneggiava la postazione telefonica.

A questo punto gli agenti hanno ordinato al ragazzo di fermarsi e di fornire le proprie generalità, scatenando così la sua violenta reazione. Alla richiesta di esibire i documenti identificativi, infatti, lo straniero ha dato letteralmente in escandescenze, scagliandosi come una furia contro di loro. Ne è dunque nata una colluttazione, durante la quale il facinoroso ha più volte colpito con forti calci e pugni i poliziotti che cercavano in ogni modo di contenerlo. Travolto dall'extracomunitario, uno degli uomini in divisa è caduto rovinosamente a terra, riportando la frattura di una gamba.

Necessaria, dunque, la richiesta alla centrale operativa dell'invio di rinforzi sul posto. Grazie all'arrivo di una seconda pattuglia, il giovane è stato finalmente immobilizzato e ridotto in manette. Caricato su una vettura di servizio e tradotto negli uffici della questura di Milano, il soggetto è risultato essere un 21enne proveniente dalla Costa d'Avorio. Dai controlli è emerso che l'ivoriano è titolare di un regolare permesso di soggiorno, ma ha alle spalle diversi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio e resistenza a pubblico ufficiale. Accusato ancora una volta di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, l'africano è stato dichiarato in arresto.

Quanto all'agente rimasto ferito, è stato caricato su un'ambulanza giunta sul posto ed accompagnato in pronto soccorso, dove ha ricevuto le cure del caso. I medici hanno riscontrato la frattura del perone e provveduto ad ingessare la gamba.

Commenti
Ritratto di PollaroliTarcisio

PollaroliTarcisio

Mer, 15/01/2020 - 13:19

Il facinoroso ivoriano se l'è cercata: niente ormai potrà salvarlo dal terrificante Decreto di espulsione.

Ritratto di bandog

bandog

Mer, 15/01/2020 - 14:15

togliere la cittadinanza e spedire in africa..chi gli ha dato il permesso!!!

Ritratto di giordano

giordano

Mer, 15/01/2020 - 14:46

Migrante regolare.

Ritratto di 98NARE

98NARE

Mer, 15/01/2020 - 14:48

ma siete sicuri che erano Poliziotti ??? E uno "si è fatto spezzare una gamba" dite...? Ma che razza di Poliziotti abbiamo.,...??

mannix1960

Mer, 15/01/2020 - 15:03

Speriamo che incappi in un magistrato severo, che gli applichi il temuto Protocollo D.E.L. = DOMANI E' LIBERO

27Adriano

Mer, 15/01/2020 - 15:14

Il Giuddige del Tribbunale gli darà la terribile...denuncia a piede libbero!!

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Mer, 15/01/2020 - 15:21

Il "salvato" ha reagito all'aggressione fassista distribuendo superiore Cultura. Una bella denuncia a piede libero e ovviamente sussidi e mantenimento perenne. E' probabile la sua candidatura come rappresentante di lista contro il rassismo in una qualsiasi formazione della galassia Pidiota.

Ritratto di navajo

navajo

Mer, 15/01/2020 - 16:25

Solo nel paese di Pulcinella ad un delinquente straniero con precedenti per reati e resistenza alle forze dell'ordine non viene ritirato il permesso di soggiorno.

Ritratto di Walhall

Walhall

Mer, 15/01/2020 - 17:03

Ormai è casa sua, è inutile fargli qualcosa. Tra 10 anni non avrà più senso parlare di esercito o polizia italiana, saranno pochi e vecchi, basterà rivolgersi agli imam o ai capi villaggio per denunciare comportamenti non conformi al Corano o alla legge della nuova tribù.

salvietta

Mer, 15/01/2020 - 17:35

e l'ivoriano continuerà a stare in italia e a rompere altre gambe e altre teste ??

Anticomunista75

Mer, 15/01/2020 - 23:55

un ivoriano che fuggiva dalla famosa guerra della Costa d'Avorio. Per il mantenimento di questa risorsa quanti soldi hanno estorto agli italiani, i rossi? per poi sbatterlo in strada a delinquere una volta che non serviva più? comunsiti, dire che fate letteralmente vomitare è farvi un gran complimento.

Ritratto di frank60

frank60

Gio, 16/01/2020 - 08:08

Questa volta si prende la giusta pena... denuncia con obbligo di firma.