Milano, la notte di follia dei due nordafricani: arrestati mentre facevano colazione

Una vera e propria notte di follia a Milano. I due nordafricani arrestati dai carabinieri, hanno colpito in quattro diverse zone della città e dell'hinterland milanese

Una vera e propria notte di follia a Milano. I due nordafricani arrestati dai carabinieri, hanno colpito in quattro diverse zone della città e dell'hinterland milanese. Tutto comincia alle 23:40 in via Lincoln a Cinisello Balsamo dove feriscono un 31enne italiano per rapinarlo del cellulare. Poco dopo, dieci minuti dopo, alle 23:50, un altro raid contro un peruviano di 36 anni. Volevano rapinarlo. L'uomo è stato picchiato e ferito.

A questo punto i due uomini si spostano a Milano. Alle 2:30 in via Settembrini colpiscono con una coltellata mortale un bengalese di 23 anni. L'omicidio si è consumato all'altezza del civico 73 e l'obiettivo è sempre lo stesso: rapinarlo del cellulare. Infine alle 3:40 del mattino, un'ora dopo l'omicidio aggrediscono sempre con una coltellata una studentessa inglese di 21 anni in via franchino Gaffurio in zona Caiazzo, a pochi passi dalla Stazione Centrale. Dopo aver seminato il terrore di fatto i due nordafricani di 30 e 28 anni si sono recati al McDonald di via Vitruvio a pochi passi dalla stazione. Lì hanno fatto colazione. E proprio mentre si trovavano nei pressi del locale sono stati arrestati. Con loro avevano ancora i cellulari delle tre vittime. E proprio grazie alle analisi delle celle telefoniche agganciate dal telefono del bengalese è stato possibile localizzarli per l'arresto.