Il morso choc dell'immigrato. Così l'agente ha perso un pezzo di dito

Ecco il poliziotto che ha subito l'aggressione a Milano. Lo scatto dall'ospedale. La Lega: "Rischiano per noi la vita"

Il sangue raggrumato sulla garza che ora gli copre quel dito senza più una falange. Il sorriso di chi, nonostante le ferite e l'operazione in ospedale, è sicuro di aver fatto il suo dovere. È lui il poliziotto vittima tre giorni fa della folle aggressione a Milano da parte di un immigrato, che dopo aver opposto resistenza al fermo si è avventato su di lui e gli ha staccato a morso un polpastrello.

I fatti sono ormai noti. È tarda sera quando i cittadini chiamano la polizia dopo aver visto un uomo in forte stato di agitazione rompere i vetri delle auto in sosta e le pensiline della Stazione Certosa. È armato con un martello, dunque pericoloso. Sul posto si fiondano cinque volanti della polizia, provano a farlo ragionare, poi provvedono al fermo. L'uomo però non intende farsi catturare e reagisce con violenza. Quando uno degli agenti si avvicina per disarmarlo, il 34enne gli stacca a morsi un pezzo di dito della mano sinistra. Solo l'utilizzo secondo le procedure del taser (per la prima volta in Italia) ha impedito che la situazione degenerasse in peggio.

L'egiziano di 34 anni viene arrestato, portato all'ospedale Luigi Sacco e accusato di resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale. Ma è sul collega sanguinante che si concentrano le attenzioni dei poliziotti: il giovane agente viene immediatamente portato d'urgenza al nosocomio di Sesto San Giovanni dove i medici tentano di riattaccargli la parte di dito strappata. Ma non ci riescono e alla fine sono costretti ad amputare.

Non ha però perso il sorriso il poliziotto, ritratto in due scatti pubblicati sulla sua pagina Facebook dal sottosegretario leghista, Massimo Bitonci: "Amici, facciamo un grosso in bocca al lupo, e un caloroso augurio di pronta guarigione, al giovane agente della polizia di stato che l'altra notte a Milano ha subito una violenta aggressione, mediante un morso alla mano da parte di un immigrato di nazionalità egiziana", scrive l'ex sindaco di Padova. "Gli è costato il distacco dell'ultima falange del dito medio! I nostri operatori di polizia, ogni giorno, in mezzo a mille difficoltà, rischiano la loro incolumità e la loro vita, per garantire la nostra sicurezza!".

Commenti
Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 25/11/2018 - 15:30

Menomale che non è stato l'indice destro, altrimenti con che dito sparava, con il medio? Ma quello serve per altro!

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Dom, 25/11/2018 - 15:44

Un altro antropofago a casa nostra? E' una "risorsa". In fondo, "presto il loro stile di vita sarà il nostro". Così parlò la rossa "zaratustra" dei tempi migliori. E chi se la scorda Boldrini!? Manco il mio cane!

paolo1944

Dom, 25/11/2018 - 15:47

Altro che razzismo tra questa gente ci sono dei sub-umani, che chiamare animali sarebbe un complimento. Gente per cui la vita umana vale zero, capaci di qualsiasi cosa per un euro. E ce ne siamo messi in casa centinaia di migliaia. La storia ricorderà il PD,la chiesa e la sinistra per questo scempio.

paolo1944

Dom, 25/11/2018 - 15:51

Altro che razzismo tra questa gente ci sono dei sub-umani, che chiamare animali sarebbe un complimento. Gente per cui la vita umana vale zero, capaci di qualsiasi cosa per un euro. E ce ne siamo messi in casa centinaia di migliaia. La storia ricorderà il PD,la chiesa e la sinistra per questo scempio.

Ritratto di mailaico

mailaico

Dom, 25/11/2018 - 16:03

non una di meno: i pm donna gongolano. Ora le festeggiano pure (i leoncini). Mi fate schifo!!

Alessio2012

Dom, 25/11/2018 - 16:26

RISCHIANO LA VITA PER NOI, PERO' APPENA ARRIVA LA SORELLA DELLO SPACCIATORE, FORSE PERCHE' HA GLI OCCHI AZZURRI, VENGONO CONDANNATI SENZA PROVE DI MALTRATTAMENTO.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 25/11/2018 - 16:27

Ci stiamo stufando di questi amici dei comunisti, trattati coi guanti dai giudici.

Cheyenne

Dom, 25/11/2018 - 16:41

LA POLIZIA DEVE SOLO SPARARE A CHI RESISTE ALL'ARRESTO

paco51

Dom, 25/11/2018 - 16:43

mah! dicono in molti , e sempre di più, che gli immigrati vanno fermati con qualunque mezzo e ad ogni costo! se li vuoi battere dicono: adotta il loro stesso principio sul valore della vita umana! zero!

DemetraAtenaAngerona

Dom, 25/11/2018 - 16:52

Un sincero augurio di guarigione e serenità al poliziotto.

DemetraAtenaAngerona

Dom, 25/11/2018 - 21:44

Eh noi italiane/i??? Omar e Erika due italianissimi ragazzini a Novi Ligure pochi anni fa...a Erba Olindo e Rosa lombardissimimi lombardi sterminarono un intera famiglia bimbo compreso e appiccarono il fuoco, “O animale” in carcere mangio il cuore vivo di Turatello, non mi ricordo quale mafioso sciolse nell’acido un bimbo, Jara Gambirasi, Cosimo Iannece bruciò il suo dipendente romeno perché chiedeva di essere regolarizzato, a Wall Street un nostro connazionale negli anni ‘20 mise una bomba che fece decine di morti, sorvolo sulla Risiera di San Saba...i nostri avi hanno crocifisso a testa in giù San Pietro, bruciato vivo Giordano Bruno, “streghe” arse vive ecc ecc ecc

DemetraAtenaAngerona

Dom, 25/11/2018 - 21:55

@hernando45 non ho mai scritto di volere gli emigranti tanto più quelli irregolari... 1° per il loro bene, muoiono vengono schiavizzati torturati ecc nel viaggio e rifiutati qui...2° per noi....ho sempre scritto che sono favorevole agli incontri culturali e che la mia umanista cultura italiana mi piace tantissimo e piace anche ai migranti...credo che lo soluzione stia in un BUON Piano Marshall Africa poi ho scritto sempre che sono contro la xenofobia e per i diritti umani...e per un miglioramento delle regole dei visti, tese cioè a permettere di non avere dubbi su quale opzione scegliere per tentare una vita migliore...aereo con visto o barcone con annegamento possibile.

killkoms

Dom, 25/11/2018 - 22:51

e se magari gli dava un pugno per liberarsi veniva anche accusato di tortura!i morsi e gli sputi andrebbero sanzionati come le aggressioni con armi da taglio,per non parlare del rischio infettivo!

seccatissimo

Lun, 26/11/2018 - 01:17

Perché questo agente di polizia prima di avvicinarsi al criminale egiziano subumano cannibale, non ha usato il taser ? Ora non gli mancherebbe una falange ! E' ora che le nostre forze dell'ordine seguano finalmente l'esempio della polizia USA !

CesareGiulio

Lun, 26/11/2018 - 09:00

Ma così reagiscono gli animali.... cani volpi iene lupi.. Questa integrazione la vedo lontana senza un adeguato uso di museruola.... Per i più mordaci....

LOUITALY

Lun, 26/11/2018 - 10:31

Unica forza di polizia al mondo (unico paese, UNO solo) che si fa staccare una falange da un dito, pestare, circondare, accerchiare, inseguire, ferire, sputare, insultare, menare, accoltellare, fratturare lo zigomo, sbeffeggiare, minacciare, prendere a botte, mordere... senza reagire, senza usare la forza, senza sparare con le armi in dotazione pagate da tutti noi, senza difendere la Patria e la divisa che indossano! Tutti a cuccia zitti e succubi. Paese spacciato finito putrefatto

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Lun, 26/11/2018 - 10:50

@Leonida55-Dom, 25/11/2018 - 16:27. Sarebbe ora di dire che ci stiamo stufando anche dei giudici!

Ritratto di elkid

elkid

Lun, 26/11/2018 - 11:16

---e continuate pure con le menzogne---i fatti non sono andati come racconta la stampa zerbino---è vero che l'uomo fosse agitato--ma non c'era nessun martello--5 volanti 5 sul posto---10 sbirri in uniforme contro un esagitato--incapaci di avere la meglio a mani nude(probabilmente tutti panzoni da scrivania)-- gli sparano col taser--a quel punto uno sbirro si avvicina per vedere quale pericolosa arma avesse in mano---un accendino per sigarette--e rimedia un morso che è comunque post-taser --dunque reazione giustificata--gli esami medici daranno ulteriore conferma--lo straniero era completamente pulito da droghe o alcool---quindi la sua agitazione era un fatto psichico--un evidente paziente da tso è sempre vittima ---e 10 energumeni in divisa non sono stati capaci di assicurarlo al 118 senza fargli male e senza farsi del male--

Mobius

Lun, 26/11/2018 - 11:36

elkid (11:16), ci puoi gentilmente segnalare le tue fonti circa questa notizia?

routier

Lun, 26/11/2018 - 11:40

L'antrpofagia di alcuni afro/italiani potrebbe avere origini ancestrali e pertanto fare parte della loro cultura. Bisogna capirli ed offrire loro l'altra guancia. (pardon, volevo dire: l'altro dito). POVERA ITALIA!