Milano, asili invasi da stranieri: i bimbi italiani sono minoranza

Nelle scuole dell’infanzia meneghine cresce verticalmente il numero degli scolari stranieri, con punte anche oltre il 90% nelle periferie

Milano è città sempre più multietnica. Al primo gennaio 2018 gli stranieri che risiedono all’ombra della Madonnina sono oltre 260mila – 262.521 per l’esattezza – e rappresentano il 19,2% della popolazione totale della metropoli. Dieci anni fa, nel 2008, erano 175.997 (13,5%). I numeri li dà Tuttitalia (elaborandoli su dati Istat), che specifica anche come la comunità più numerosa sia quella filippina (15,6%), seguita da quella egiziana (14,3%) e cinese (11%). A livello di provenienza, l’Asia vale il 40% degli immigrati, l’Africa il 22%, il resto dell’Europa il 20% e le Americhe il 18%.

Bene, fatta la doverosa premessa, c’è qualcosa che non va in alcune scuole dell’infanzia della città. Per esempio, negli asili di certe zone periferiche – Mompiani, Monte Velino, Bruzzano-Affori, via Padova e Gorla –, dove la percentuale di bimbi stranieri si avvicina al 100%, le maestre faticano a farsi capire, anche dagli stessi genitori, che masticano poco e male la lingua italiana. E l’amministrazione Sala (questo luglio) ha pensato bene di programmare il taglio di ben dodici unità educative, traduttori e mediatori culturali compresi, fondamentali per la comunicazione e per l'educazione. In altre scuole dell’infanzia, invece, i figli di non madrelingua non sono l’80% o il 90% del totale, ma oscillano comunque tra il 30% e il 70%.

Le scuole multietniche di Milano

Una situazione che siamo andati allora a toccare con mano, facendo un salto all’asilo di via Paravia, appena dentro via Novara. Un quartiere non così periferico dove vivono italiani e stranieri. Alle nove il via vai di genitori e nonni è continuo e fermando qualche mamma e papà capiamo che in quelle classi il rapporto italiani-stranieri è circa 50 e 50. Dunque, avviciniamo anche qualche madre straniera. Due donne arabe con il velo, però, declinano dicendoci che non capiscono e non sanno bene l’italiano, e altre non vogliono proprio parlare. Un’altra donna araba, invece, ci spiega di un bel mix nella classa della figlioletta. (Guarda il video)

"Gli arabi qui sono tanti, ma non solo: ci sono altre etnie. E nella classe di mio nipote, occhio e croce, direi che sono più gli stranieri", precisa un’altra signora, mentre una mamma italiana aggiunge: "Non è più come una volta: rispetto al mio primogenito gli stranieri adesso sono molti di più".

Un papà: "C’è un’incidenza altissima di stranieri. La classe di mio figlio, comunque, è per il 30% composta da stranieri, ma ci sono altre classi che sono 50 e 50. Però se si va alle elementari sempre qui in Paravia, quasi in piazzale Segesta, la proporzione si inverte e diventa 80-20 in favore degli stranieri. Detto ciò, sono solo bambini e giocano tra di loro; ecco alle medie, forse, la cosa può dare un po’ più di problemi".

A proposito di medie, due mamme sempre italiane ci raccontano la loro esperienza diretta, visto che hanno figli più grandi alle elementari e alle medie (una di loro nella scuola di piazzale Axum): "Qui in questo asilo la proporzione è 50 e 50, forse qualcosa di più in favore degli stranieri. Ma alle secondarie è anche di più. Mia figlia, infatti, va alle medie di Axum è lì è almeno 70-30 il rapporto nelle aule, perché raccoglie tutto il bacino di via Paravia, compreso il popoloso quartiere popolare attorno a Segesta e Selinunte. Mia figlia, per esempio, è in una classe di venti scolari in cui gli italiani sono due o tre, lei compresa…". Continuano dunque in tandem: "Le nostre perplessità grosse sono sulla scelta delle scuole medie: molte persone si rivolgono alle private, perché c’è proprio sproporzione".

Poi, una di loro ci racconta un particolare: "Parlando con un dirigente scolastico ho saputo che i figli degli immigrati, anche dei clandestini, possono arrivare a scuola a qualsiasi mese dell’anno, perché è riconosciuto sempre il diritto all'istruzione. Quindi, magari, può essere che in una classe in cui ci sono due o tre italiani e più di quindici stranieri, a metà anno – o quando capita, fine ottobre, gennaio, febbraio o marzo che sia – arrivano altri stranieri, che non sanno la lingua visto che sono appena arrivati qui". Il rischio di tutto ciò lo dicono loro: "Succede che il livello della classe si abbassa e soprattutto succede che poi la gente scappa via. E così il quartiere, pian piano, muore".

Commenti

Totonno58

Ven, 19/10/2018 - 09:32

E....quindi?

cabass

Ven, 19/10/2018 - 09:42

Ma il problema qual è? Davvero la lingua? Oppure altro che "non si può dire"?... Me lo chiedo perché a Milano anche gli asili privati, come quello che frequenta mia figlia, sono pieni di stranieri; ma in questo caso si tratta di figli di expat francesi, australiani, britannici o tedeschi, nessuno di loro è di madrelingua italiana, ma nessuno ha da ridire, anzi...

Altoviti

Ven, 19/10/2018 - 10:00

E...quindi vanno rimandati i migranti a casa loro urgentemente!

Ritratto di giovinap

giovinap

Ven, 19/10/2018 - 10:14

ora ve ne siete accorti? è lo stesso fenomeno degli anni 50/60, solo che questi sono leggermente più scuri e vengono da più lontano, e con loro non hanno portato la valigia legata con lo spago piena di buon cibo(per non dover mangiare polenta)i nuovi patani portano solo l'iphone, il resto se lo procurano in italia senza lavorare.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 19/10/2018 - 10:48

La stragrande maggioranza dei "milanesi" non ha votato(o non votato,per cui "chi tace acconsente"),per questa "evoluzione da DECENNI?Bene,ora il "sogno multietnico" si è avverato,con annessi e connessi!

titina

Ven, 19/10/2018 - 10:50

x Totonno58 Gli italiani vanno riconosciuti una specie protetta dal wwf

antonioarezzo

Ven, 19/10/2018 - 10:56

giovinap Ven, 19/10/2018 - 10:14 tutto tristemente vero.....

antonioarezzo

Ven, 19/10/2018 - 10:58

a scuola in Italia devono entrarci DOPO aver imparato un italiano almeno decente, i bambini e soprattutto i genitori.

Rossana Rossi

Ven, 19/10/2018 - 11:13

E' così che le nazioni muoiono, mandando a ramengo la propria cultura e le proprie tradizioni vendendosi a stranieri che nemmeno hanno diritto ad essere quì, lasciando che i propri figli rimangano ignoranti per stare al passo di chi non sa nulla in nome di una multietnicità che non fa altro che livellare tutto in basso. Bravi italiani, siete proprio furbi............

Alessio2012

Ven, 19/10/2018 - 11:15

TRA UN PO' RESTERANNO SOLO DUE CATEGORIE: I "MIGRANTI" E GLI ITALIANI VOLONTARI CHE AIUTANO I MIGRANTI.

TitoPullo

Ven, 19/10/2018 - 11:18

"SINISTRATI" BEOTI CON IL CERVELLO LIQUEFATTO DALLE IDEOLOGIA DEMENTI KATTOKOMUNISTE GUARDATE CIO' CHE SUCCEDE IN FRANCIA CON L'IMMIGRAZIONE FUORI CONTROLLO ED ASCOLTATE CIO' CHE HA DETTO IL MINISTRO DELL'INTERNO NEL SUO DISCORSO ALL'ATTO DELLE DIMISSIONI!!!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 19/10/2018 - 11:45

-all'estero le scuole multietniche-che sono una manna dal cielo ed io le ho frequentate-funzionano a meraviglia-nella italia balorda e provinciale invece spaventano e sono degli obbrobri burocratici-abbiamo visto che a milano il 20 per cento circa della popolazione è straniera-un quinto praticamente-come fanno dunque i figli di un quinto della popolazione della città a generare classi a maggioranza straniera?-mistero della fede-la realtà è diversa-il provveditorato agli studi sulla carta ha fatto una distribuzione equa ed armonica di questi bimbi-in modo da creare sempre sulla carta classi a netta maggioranza italiota-ma i genitori italioti vigliacchi-appena vedono un ragazzino con la faccia da straniero -prendono i loro figli e li spostano di scuola-accollandosi anche spostamenti chilometrici e non rispettando il comprensorio di residenza-col risultato di classi enormemente sperequate-il comune fa il resto-non prevedendo più professori per classe-che siano di sostegno e di lingua

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 19/10/2018 - 11:59

@TitoPullo 11:18...l'ho letto.Cose che si stanno verificando in TUTTA europa(Svezia: "number one"),e si verificheranno anche in Italia,ammesso che si sia ancora in tempo a fermarle,se per bontà loro,il 55-60% degli Italiani votanti,ed i non votanti("chi tace acconsente"),cambieranno idea dopo DECENNI di "accoglienta"!@Alessio2012...Anche gli ultimi,se ne andranno.."aiuteranno" a "distanza"!@Rossana Rossi:...certo proprio furbi,visto che ante 4 Marzo,il 70% degli "italiani",per decenni ha votato per questo tragico destino!

antonio54

Ven, 19/10/2018 - 12:27

Intanto la maggioranza dei milanesi alle ultime elezioni amministrative, ha confermato la sinistra. Sapevano bene che quei signori, da sempre per sono per la multietnicità, non è una novità. Adesso, purtroppo per loro, raccolgono i frutti. Chi è causa del suo mal pianga se stesso... come si suol dire.

antonioarezzo

Ven, 19/10/2018 - 12:34

elkid Ven, 19/10/2018 - 11:45 forse perché figliano come conigli ????? e la manna dal cielo che se la tengano in africa...

Ritratto di TreeOfLife

TreeOfLife

Ven, 19/10/2018 - 12:54

@Zagovian: io posso pronunciare parole per Sverige perché è come lei giustamente scrivere ma per motivi che ha descritto Elkid. L'integrazione è un processo difficile perché non si riesce å gestire causa troppi arrivi di famiglie stranieri e gli Stati del Nord come da voi Süd sono impreparati a gestire una situazione così complessa e veloce. La gente autoctoni non può digerire migliaia di arrivi nel fragile equilibrio dei flussi migratorio. Ma se pensare diverso da mainstream ti dire razzista quando invece pensare welfare, cultura, sicurezza futuro propri figli e sovranità proprio Patria. Da noi military service è obbligatorio ma se non fare figli chi difende Patria? Certo non Muslims e loro cultura religiosa! Ha det godt!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 19/10/2018 - 12:56

---antonioarezzo--le solite frasi fatte che consentono di dare le solite risposte senza documentarsi mai---gli stranieri in occidente non "figliano come conigli"---ma si adeguano agli indici di natalità del paese ospitante--queste sono verità statistiche incontrovertibili---in altri termini--gli stranieri non sono decerebrati al par suo--ma ben consci che per fare più figli occorrono pure più dindi---

il corsaro nero

Ven, 19/10/2018 - 13:20

@elkid: 12,56: Ci mostri le tabelle statistiche "incontrovertibili"?

Anticomunista75

Ven, 19/10/2018 - 13:24

Di questo passo le insegnanti per 'insegnare' agli alunni dovranno comunicare coi gesti, come nel cenozoico. Povera ex Italia.

Malacappa

Ven, 19/10/2018 - 13:48

Grazie ai pdioti

carpa1

Ven, 19/10/2018 - 13:51

Messaggio alle maestre: vedrete che non manca poi molto che verrete licenziate perchè non in grado di interloquire con i bambini stranieri e i loro genitori; il vostro posto verrà dato a "maestre" (si fa per dire) straniere le quali, certamente avranno già conseguito pure la "laurea" (sempre si fa per dire) come prescritto dalle leggi vigenti.

scorpione2

Ven, 19/10/2018 - 14:04

vi ricordate gli anni 60 quando vigeva il motto veite su' che vi diamo casa e lavoro, vi ricordate la breda,la falk,la marelli,innocenti che fine hanno fatto? finiti con la cassa integrazione hanno venduto agli stranieri,incassati una marea di soldi e zac tutti all'estero a fare i nababbi.quelle casse integrazioni che l'inps pagava alle aziende li stiamo pagando ancora, ho quasi 70 anni,mi dispiace per i figli e nipoti per questo fardello che avranno. noi nel bene e nel male abbiamo lavorato e ottenuto la pensione,ma per loro la vedo nera come la vedo va nera.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 19/10/2018 - 14:11

cabass Ven, 19/10/2018 - 09:42,mandali negli asili pubblici con afro-magrebini e vedrai che bella differenza!

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 19/10/2018 - 14:14

--il corsaro nero--google è pieno di notizie ma non mi passano i linke -vediamo se passano titoli di articoli--ti basta fare il copia ed incolla-"In Italia anche immigrati fanno meno figli"---"Crollano le nascite in Italia anche tra gli immigrati: meno di due figli a coppia"---e così via -swag

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Ven, 19/10/2018 - 14:40

Ne abbiamo già parlato mille volte, inutile insistere. Quando TUTTO è GRATIS per gli stranieri, si fanno figli a profusione e si incassano gli assegni familiari. Tutto qui. Punto. E sarà sempre così finché sarà così. Punto e non a capo.

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Ven, 19/10/2018 - 15:25

Si intravede il futuro dell'Italia: via la democrazia e via il cristianesimo. Povera Italia e povera Europa, crollo di una storia e cultura millenarie. Che brutta fine....

pastello

Ven, 19/10/2018 - 15:26

Anche negli asili e scuole private dei preti?

Ritratto di Jiusmel

Jiusmel

Ven, 19/10/2018 - 15:26

Si intravede il futuro dell'Italia: via la democrazia e via il cristianesimo. Povera Italia e povera Europa, crollo di una storia e cultura millenarie. Che brutta fine...

carlottacharlie

Ven, 19/10/2018 - 16:22

Il guaio non è lo straniero perchè tale, il problema viene creato da quelli che provengono da paesi oscurantisti che mal si conciliano con l'occidente e non solo su asilo e scuola. I quartieri che sono diventati paese per gli stranieri inconciliabili sono già morti e prima possano risorgere ci vorranno secoli, tanti secoli se riusciremo noi ad essere moltitudine, altrimenti sarà condanna a morte per l'Italia che diverrà succursale africanmuslim con oscurantismo al seguito. Continuare dar credito a chi sfrutta solo i nostri aiuti e benefit senza volere integrazione con le civili nostre leggi, è cosa da mentecatti irragionevoli ed, alla fine, farabutti.

Rossana Rossi

Ven, 19/10/2018 - 16:37

Fin che c'è gente che sragiona come il solito elkid cosa pretendete che succeda, questa povera italietta può solo andare a ramengo come sta facendo...........

Divoll

Ven, 19/10/2018 - 16:43

Potremmo escludere Milano dall'Italia e donarla alla Francia, magari in cambio di Nizza.

Divoll

Ven, 19/10/2018 - 16:45

@ antonioarezzo si fa prima (e con minor spesa) a rimandarli a casa loro, tanto vengono quasi tutti da paesi non in guerra e sono migranti economici, in altre parole, locuste.

Divoll

Ven, 19/10/2018 - 16:48

@ Rossana Rossi - Per fortuna, quelli che ragionano come Elkid stanno diventando la minoranza degli italiani, una specie in via di estinzione.

Mi5tral

Ven, 19/10/2018 - 17:00

Sono un genitore (italiano) di bimba che frequenta la scuola in questione. L'articolo, riporta un PROBLEMA INESISTENTE. Marianna Di Piazza Fabio Franchini cosa volete dimostrare? C'è qualche evidenza che dimostra che nella scuola in questione le attività didattiche sono ostacolate a causa della presenza di bimbi di passaporto non italiano? Avete parlato almeno anche con insegnanti e direttore scolastico? Nella scuola in questione tutti i bambini, quale che sia il passaporto, parlano italiano perché per la maggior parte sono nati e cresciuti qui. Parlano tutti con accento milanese... Se volevate riportare semplicemente numeri statistici relativi alla nazionalità potevate forse domandare direttamente i dati in Comune senza intervistare nessuno. Piuttosto riportate casi specifici in cui l’eventuale presenza di tanti bimbi che non parlano italiano perché arrivati in Italia da poco creano problemi organizzativi e didattici. Con tutto il rispetto VOTO AL SERVIZIO: 4

dedalokal

Ven, 19/10/2018 - 17:56

Queste sproporzioni a sfavore degli italiani fanno la felicità dei sinistri catto-comunisti pdoti, boldrineschi, bergoglioni..li fa andare al settimo cielo, che bello...

Ritratto di hurricane

hurricane

Ven, 19/10/2018 - 18:01

Il popolo italiano non si farà sottomettere dallo straniero: verrà presto il giorno in cui chi non è nato da lombi italiani dovrà fare le valigie e tornare da dove era venuto, insalutato ospite mai gradito perchè non invitato. Ma anche altri dovranno lasciare il suolo italiano, come la boldrina & kompagnucci vari, espulsi per indegnità dal popolo-sovrano.

mariolino50

Ven, 19/10/2018 - 18:26

elkid Il problema più grosso non sono gli immigrati in genere, ma i muslim, che sono molto poco compatibili e integrabili. Se i verdi tedeschi li amano non capiscono un cacchio, non hanno letto il corano e la storia delle conquiste islamiche, per vedere cosa può succedere basta guardare i serbi in Kossovo, diventati minoranza in casa propria e cacciati o uccisi, pure con il nostro aiuto idiota. Bisogna studiare la storia.

Gianx

Ven, 19/10/2018 - 18:43

Bene...sarà contanta la chiesa cattolica ed i pdioti. Città in decadimento totale!!!!

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Ven, 19/10/2018 - 18:55

Mi raccomando, quando sarete in Europa, minimo 4 figli a famiglia. Dobbiamo raddoppiare gli europei nel giro di un ventennio. Dobbiamo demolirli questi infedeli. Intanto loro ci ospitano e ci danno da vivere con l'assistenza.

stefano_

Ven, 19/10/2018 - 20:31

@elkid ma è stato mai chiesto a qualche italiano se era d'accordo a far venire tutti questi immigrati irregolari in italia? Il fatto che le mamme portano via i loro figli dalle scuole dove si presentano i figli di queti immigrati, è la prova migliore che gli italiani non li vogliono ma voi volete imporli, piaccia o non piaccia! Ma voi siete democratici e multietnici !...io penso che siete dei multicojones

stefano_

Ven, 19/10/2018 - 21:02

@elkid -Crollano le nascite in Italia anche tra gli immigrati: meno di due figli a coppia" Questo è quello che vuoi far credere tu e la Stampa! Istat:"Tra le cause del decremento (dei figli nati in italia da stranieri) , la diminuzione dei flussi femminili in entrata nel nostro Paese, nonché l’acquisizione della cittadinanza italiana da parte di molte donne straniere." Hai capito ? i figli nati da donne straniere che hanno acquisito cittadinanza italiana non sono conteggiati tra gli stranieri nati in italia ma sono considerati come figli di italiani!

stefano_

Ven, 19/10/2018 - 21:05

@elkid ma è stato mai chiesto a qualche italiano se era d'accordo a far venire tutti questi immigrati irregolari in italia? Il fatto che le mamme portano via i loro figli dalle scuole dove si presentano i figli di queti immigrati, è la prova migliore che gli italiani non li vogliono ma voi volete imporli, piaccia o non piaccia! Ma voi siete democratici e multietnici !...io penso che siete dei multicojones

Ritratto di Omar El Mukhtar

Omar El Mukhtar

Ven, 19/10/2018 - 21:22

do-ut-des: poi scopri che la comunità straniera più numerosa di Milano è quella filippina che è cattolica e, a stretto giro, quella cinese che di sicuro non è islamica. E siamo già al 26% + 20% quelli provenienti dall'Europa che sono cristiani, e siamo al 46%, + 18% i sudamericani cattolici. E siamo al 64%. Poi c'è una buona fetta di africani cristiani e come minimo arriviamo al 70%. Per capirlo basta leggere l'articolo. Troppa fatica?

ManiloTravaglini

Ven, 19/10/2018 - 23:00

vai google traslate

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 19/10/2018 - 23:22

Se tutti si rispettano e rispettano le regole reciproche non dovrebbe esserci noie semmai le noie le creano chi vuole imporsi su tutti gli altri.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Sab, 20/10/2018 - 00:40

@El Mukhtar, nossignori, poichè tutti i giorni vedo donne con il velo, ma anche quelle che coprono tutto fino ai piedi con passeggino e due o tre che la seguono ( ma ci arrivano a 4 di sicuro). Se sono con il velo non mi pare che siano cattolici. Poi ne conosco dove abito io che vivono in un appartamentino di 70metri quadri ed hanno 4 figli. Peccato che non si può mettere le foto qui nei commenti altrimenti te ne fotografavo una valanga per farti vedere che non racconto storie. Ma sai quanto costa all'inps 4 figli più la moglie e se ci sono pure i genitori che percepiscono la pensione? Venite perchè c'è il welfare, altrimenti perchè affrontate questo viaggio? Intanto dall'alto chiedono solo di invadere l'Europa. Andate moltiplicatevi tanto avete l'assistenza e poi......

eolo121

Sab, 20/10/2018 - 08:52

Sarà sempre peggio fanno figli a nastro.. e ci manderanno nei ghetti.. case popolari quasi tutte a loro .. bonus vari e contributi gratis e fra poco l infame reddito di cittadinanza .. schifo!Non mi riconosco piu' in questo paese ..

TitoPullo

Sab, 20/10/2018 - 13:04

L'ISLAM NON SI E' SECOLARIZZATO QUINDI E' INCOMPATIBILE CON IL NOSTRO MODO DI VIVERE E CON LE NOSTRE LEGGI.ERGO, DEBBONO RIMANERE A CASA LORO.E VIVREMO TUTTI PIU' FELICI E TRANQUILLI.PUNTO!!!