Nozze gay, l'arcivescovo di Dublino: "La Chiesa accetti la realtà"

L’arcivescovo di Dublino, Diarmuid Martin: "La maggioranza che è emersa in quasi ogni angolo del Paese ha sorpreso anche quelli che proponevano il referendum. Il ministro della Sanità ha detto che non è stato un referendum ma una rivoluzione culturale"

"La maggioranza che è emersa in quasi ogni angolo del Paese ha sorpreso anche quelli che proponevano il referendum. Il ministro della Sanità ha detto che non è stato un referendum ma una rivoluzione culturale. La Chiesa deve chiedersi quando è cominciata questa rivoluzione culturale e perchè alcuni al suo interno si sono rifiutati di vedere questo cambiamento. È necessario anche rivedere la pastorale giovanile: il referendum è stato vinto con il voto dei giovani e il 90 per cento dei giovani che hanno votato sì ha frequentato scuole cattoliche". Lo afferma alla Stampa, l’arcivescovo di Dublino, Diarmuid Martin.

"Non si può attribuire questa maggioranza a un qualche complotto - spiega mons. Martin -, il voto riflette la situazione attuale della cultura irlandese: quanto è accaduto non è soltanto l’esito di una campagna per il sì o per il no,ma attesta un fenomeno molto più profondo. Quando andai in visita ad limina da Papa Benedetto XVI, la sua prima domanda era stata: dove sono i punti di contatto tra la Chiesa cattolica e i centri in cui si forma la cultura irlandese di oggi? Questa domanda di Papa Ratzinger è vera e bisogna trovare la risposta, perchè siamo di fronte a una rivoluzione culturale". "È un cambiamento notevole - ammette l’arcivescovo di Dublino - i cui effetti concreti sono imprevedibili. Il premier cattolico assicura che per le chiese non cambierà nulla, ma saranno i tribunali a dover applicare la legge. Il matrimonio in chiesa è anche un matrimonio civile e le coppie gay che se lo vedranno rifiutare dal parroco potrebbero ricorrere ai giudici accusandoci di discriminazione se il legislatore non mette dei limiti. Nelle scuole cattoliche - aggiunge - gli insegnanti di educazione civica saranno obbligati adire che il matrimonio è anche tra persone dello stesso sesso. Tutto questo creerà problemi".

Commenti

Ric60

Dom, 24/05/2015 - 14:13

resistere ai cambiamenti del mondo e' come fermare il mare con una forchetta....!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/05/2015 - 14:39

neanche Stalin e Mao arrivarono a tanto.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/05/2015 - 14:48

L'unica chiesa è a Mosca ormai.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/05/2015 - 14:52

Ric60 - LA FORTUNA è che l'occidente si sta estinguendo.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/05/2015 - 15:00

chiesa cattolica ormai allo sbando, finita

mutuo

Dom, 24/05/2015 - 15:05

La chiesa Cattolica Irlandese dovrebbe porsi qualche domanda, come pure il Papa. La chiesa Cattolica non ha più valori è diventata una confraternita, attenta solo a seguire le mode del momento. La chiesa da moltissimo tempo è intaccata dalla cultura cancerogena della sinistra comunista. Il Papa ne è il portabandiera. Speriamo che quanto prima lo Spirito Santo si desti dal sonno e ci invii un valido Profeta.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/05/2015 - 17:19

Questo arcivescovo è un massone sicuro. Chiesa cattolica finita comunque.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Dom, 24/05/2015 - 17:54

Non tutto l'Islam vien per nuocere ormai. Almeno non legalizzano la famiglia sodomita.

Totonno58

Dom, 24/05/2015 - 18:56

Onesto...così si può rinascere.

luca 1972

Dom, 24/05/2015 - 21:07

cambia mestiere arcivescovo bello.

labcos

Dom, 24/05/2015 - 23:17

La chiesa deve accettare la realta'ma non puo' proporla.Chi lo fa' va contro le leggi di DIO che non sono modificabili dall'uomo.Se va' incontro all'uomo,va' contro DIO.

angelomaria

Lun, 25/05/2015 - 00:58

OHH DICEVO OGGI IMPOSSIBILE VEDERE TELEGIORNALI TUTTI OSSESSIONATI CON QUESTA PER ME DISGUSTANTE NOTIZIA MA LA BOLDRINI NON PERDE L'OCCASIONE PER PRENDERE LA PALLA AL BALZO!!FERMO QUI'ILMIO COMMENTO O DOVREI CHIEDERE TROPPE SCUSE CARI LETTORI E DIREDZIONE BUONA CENASERAR=SERATA E FINESETTIMANA E NOTTE ARRIVEDERCI!

Ritratto di marioilgiornale

marioilgiornale

Lun, 25/05/2015 - 08:21

"Il 99%dei giovani che ha votato Si, ha studiato in scuole cattoliche." Allora via tutti i professori e i direttori di quelle scuole pseudo-cattoliche in cui hanno insegnato quella cultura ( non-cultura). Così si capisce come sia stata possibile questa ri- involuzione ! Grazie tante alle " scuole cattoliche" . Allora meglio far studiare i figli dai comunisti ma educarli in casa a dare la vita per il Vangelo!

Maver

Mar, 26/05/2015 - 09:07

Da quando la Chiesa è divenuta un'istituzione democratica sensibile alla volontà della maggioranza?