Pereira pronto a rubare la scena nell'Elisir

La stagione sinfonica della Scala apre quest'oggi (repliche domani e giovedì, sempre alle ore 20) con un tocco americano. Alla testa della Filarmonica scaligera è infatti atteso Alan Gilbert, il direttore della New York Philharmonic, al suo debutto milanese e comunque assai di rado in Italia. In programma, un classico come la Sesta di Beethoven e Il castello del duca Barbablù di Béla Bartók, naturalmente in forma di concerto. Con Gilbert si dà il via a una stagione dominata dalla figura di Riccardo Chailly, direttore che recenti classifiche (in giuria solo critici stranieri, nessun italiano) danno come numero uno al mondo. Così, come sappiamo che sarà sempre più scaligero, il prossimo giugno lascia infatti Lipsia. Alla Scala torneranno Zubin Mehta e Daniele Gatti, mentre debuttano direttori di lungo corso, inspiegabilmente assenti a Milano, il caso di Herbert Blomstedt e Bernard Haitink. E' una settimana di fuoco per la Scala che il 17 porta L'Elisir d'amore, opera di Gaetano Donizetti, nell'aeroporto di Malpensa. Una produzione ripresa dalle telecamere di Rai5 che, con la tv svizzera, la manderanno in onda in diretta, alle 19. Curiosità. Il sovrintendente Alexander Pereira si ritaglia un cammeo. Passerà dalla sala dei bottoni, o meglio degli stucchi del Piermarini, alla pista aeroportuale. Sarà un aviatore, e con tanto di divisa d'ufficiale darà il benvenuto al sedicente farmacista Dulcamara (fra i personaggi chiave dell'opera) a sua volta giunto su un aereo. Una sequenza già registrata in questi giorni e che si inserisce in una produzione unica nel suo genere destinata a raccogliere grandi entusiasmi e irrigidimenti. Dipende dalla prospettiva da cui la si osserva. Perché per la prima volta, la lirica fa il suo ingresso in un aeroporto, con cantanti che si esibiscono in ristoranti, fra check in ed aree di controllo sicurezza. Frammenti di opera saranno fruibili dai passeggeri che giovedì, in prima serata, si ritroveranno a transitare a Malpensa. Non è la prima volta che Pereira irrompe sulla scena, lo ha fatto con una certa regolarità a Zurigo dove - tra l'altro - portò Traviata fra i binari della stazione. E anche lì, nel cast c'era Vittorio Grigolo, che a Malpensa vestirà i panni di Nemorino, mentre Eleonora Buratto sarà Adina. Per chi preferisse evitare gli avventurosi flash mob aeroportuali, sappia che l'opera di Donizetti andrà in scena alla Scala da lunedì 21.