Il picconatore Kabobo, clandestino ghanese uscito di galera per decorrenza dei termini

Arrestato a febbraio e scarcerato per decorrenza dei termini. Fermato ad aprile, non si è potuto avviare la procedura di espulsione perché aveva richiesto l'asilo politico

A Milano Mada Kabobo assale i passanti a picconate

La domanda è semplice e getta un'ombra sul sistema giudiziario italiano: cosa ci faceva un clandestino con una fedina penale lunga un chilometro in libertà? Cosa ci faceva un immigrato irregolare in giro per MIlano armato di un piccone? E ancora: perché in Italia le leggi sull'immigrazioni non vengono mai fatte rispettare? Mentre il ministro all'Integrazione Cècile Kyenge porta in parlamento l'abolizione della legge Bossi-Fini e dell'approvazione dello ius soli, la carneficina avvenuta ieri mattina nel capoluogo lombardo getta nel panico l'intero Paese.

Adam Mada Kabobo, 31enne protagonista dei 45 minuti di follia omicida alla periferia Nord di Milano, era già noto alle forze dell’ordine: immigrato irregolare aveva parecchi precedenti penali. Il ghanese era stato fermato lo scorso 15 aprile in viale Monza, sempre nel capoluogo lombardo, per un controllo. Pur essendo privo di documenti, le forze forze dell’ordine, che in quella occasione lo schedarono prendendogli le impronte digitali grazie alle quali è stato possibile identificarlo rapidamente ieri pomeriggio, non hanno potuto avviare la procedura di espulsione perché Kabobo risultava aver fatto richiesta di asilo politico non appena giunto in Italia, nel luglio del 2011 a Bari. Richiesta esaminata e poi rigettata dalla Commissione territoriale. Kabobo non si è, comunque, dato per vinto e ha presentato ricorso, ancora in attesa di giudizio, al tribunale di Bari. In seguito alla richiesta di asilo politico, Kabobo è stato trasferito al Centro di accoglienza per i richiedenti asilo (Cara) di Bari dove ha subito avuto occasione di mettersi in mostra. Ad agosto, infatti, all'interno del centro scoppia una rivolta: Kabobo, insieme ad altri 200 immigrati, viene arrestato per furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e interruzione di pubblico servizio. Da qui in avanti il percorso criminale e giudiziario di Kabobo si fa confuso e gli inquirenti, infatti, sono al lavoro per chiarire alcuni passaggi. Una volta scarcerato per la rivolta del Cara, Kabobo si sarebbe trasferito a Foggia dove viene costretto ad obbligo di dimora per una rapina. Kabobo disattende la misura restrittiva e per questo viene nuovamente arrestato e trasferito nel carcere di Lecce. Qui a gennaio 2012 si fa nuovamente notare rompendo un televisore, ma il 17 febbraio viene scarcerato. Come spiega Libero (leggi l'articolo), il motivo del rilascio è a dir poco disarmante: decorrenza dei termini di custodia. Da quel momento, Kabobo è uno dei tanti clandestini in giro per l'Italia fino a quando, il 15 aprile di quest’anno, viene appunto fermato in viale Monza a Milano. Il ghanese, però, non risulta avere una dimora fissa e non è uno degli immigrati censiti e aiutati dal Comune di Milano, anche se non si esclude che possa essersi avvalso dei servizi umanitari di altre organizzazioni o associazioni che danno sostegno agli extracomunitari o ai senzatetto.

La vicenda riaccende lo scontro politico sull’immigrazione. Per il segretario della Lega Lombarda Matteo Salvini, infatti, le aperture della Kyenge sono un cattivo segnale, un’istigazione a delinquere. Una presa di posizione che provoca la reazione indignata del Pd e dello stesso presidente del Consiglio Enrico Letta. Ma è la Lega Nord nel suo insieme a lanciare al governo l’offensiva sull’immigrazione, con la richiesta al ministro dell'Interno Angelino Alfano di prendere le distanze dalle politiche annunciate dal ministro dell’Integrazione sul riconoscimento dello ius soli e sull’abolizione del reato di clandestinità oltre bloccare i nuovi arrivi con azioni preventive sulla scorta di quanto fatto da Roberto Maroni quando era titolare del Viminale.

Commenti

nonnoaldo

Dom, 12/05/2013 - 12:47

Scarcerato per decorrenza dei termini di carcerazione preventiva. E' senz'altro colpa di Berlusconi, è lui che impegna tutte le risorse delle nostre procure che, poverine, non avanzano tempo per gestire i processi contro i delinquenti. Mi meraviglia che l'ANM non lo abbia ancora detto.

J.S.Mill

Dom, 12/05/2013 - 12:48

Questi sono i delinquenti che scorazzano in Italia grazie all'egemonia culturale della sinistra. Saranno il futuro serbatoio di voti della sinistra grazie a "ius soli".

altair1956

Dom, 12/05/2013 - 12:55

Cosa aspettiamo che ci ammazzino tutti ? Ripristinare subito la pena di morte. Per questi fatti mi sembra appropriata.

Efesto

Dom, 12/05/2013 - 12:55

Discriminare tra il buono ed il cattivo (separazione del grano dal loglio come dice anche il vangelo) non è fascismo o razzismo. Con una fedina penale come quella di Kabobo i veri colpevoli del morto e dei feriti sono tutti quanti non hanno il coraggio civile di mantenere sotto chiave e rimandare i clandestini alla loro terra. In altri paesi europei la serietà e la fermezza dei servizi di polizia non consente ai Kabobo di essere violenti. Non ha importanza lo ius soli, è il buonismi cretino e pericoloso che rovina gli uomini e la società. Kabobo dovrebbe avere paura preventiva prima di fare quello che ha fatto prendendo in giro leggi norme e tutele. Se non sarà mai così avremo altri Kabobo!!

Sauron51it

Dom, 12/05/2013 - 12:57

Vabbè, abbiate pazienza. La procura di Milano non può fare tutto, è troppo occupata a perseguitare Berlusconi.

arnaldo40

Dom, 12/05/2013 - 13:00

Ecco a chi la "compaesana" Kyenge vuol dare la cittadinanza italilana. Nei loro paesi questi delitti non fanno impressione, ma noi in Italia non ne abbiamo bisogno. Spero che il governo Letta cada al piú presto e si porti via queste persone che non ci rappresentano.

Giacinto49

Dom, 12/05/2013 - 13:01

Cari sostenitori di carità e integrazione pelose, fra un pò avrete extracomunitari di ogni razza a stuprare le vostre figlie e nipoti. Allora vedremo se sarà meglio abrogare la Bossi-fini o ritornare alle punizioni medievali.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Dom, 12/05/2013 - 13:02

Chi risponderà per la morte di un italiano e il ferimento di altre persone? Chi effettivamente è l'assassino? Il negro o chi, ben conoscendolo e potendo, non l'ha lasciato in carcere o buttato fuori dall'Italia? Ce la dobbiamo prendere con le forze dell'ordine o con i magistrati che non hanno applicato le leggi, dando, invece, libero sfogo all'interpretazione di queste?

altair1956

Dom, 12/05/2013 - 13:03

Ma che razza di sistema di controllo e di giudizio abbiamo in Italia, vedo ora dal fotogramma che alle ore 9,52 se la girava tranquillo per le strade, quattro ore dopo aver iniziato il suo tour di terrore. Se è vero non funziona più nulla; povera Italia.

nonnoaldo

Dom, 12/05/2013 - 13:05

Efesto se la prende con le forze dell'ordine, dimenticando che sono assoggettate ai pm ed ai giudici, solerti nel rimettere in libertà questa marmaglia, o negandone l'arresto o, come nel caso, lasciando trascorrere i termini. La piaga sta nella magistratura, troppo occupata nel non fare il proprio dovere.

Ritratto di romy

romy

Dom, 12/05/2013 - 13:09

Ma in questo Paese,i clandestini sono semi-dei,sbagliano ma non pagano mai?nessuno paga per nulla?,tranne se sei Italiano Doc.....,infatti solo tra i poveracci Italiaci subito si individua il colpevole e lo si costringe a pagare i danni fatti.Adesso 1 morto e 4 feriti,il bilancio poteva essere ben più grave,cosa vogliamo fare?i buonisti sulla pelle degli indifesi,a favore di un immigrato criminale e delinquente armato di piccone,non di temperino si bada bene,ma per favore........,hai voglia di cercare di fermare l'acqua con le mani.........

bruno49

Dom, 12/05/2013 - 13:11

Spero che questo delinquente infame la paghi come deve, ma dico a tutti quelli che sparano sciocchezze su questo forum contro i Magistrati, che devono prendersela non con i Giudici ma con le leggi varate dai politici (Berlusconi compreso) fatte apposta per tutelare il più possibile i cosiddetti "colletti bianchi" che delinquono anch'essi, e come!

fabianope

Dom, 12/05/2013 - 13:12

bell'articolo, veramente :=)) Prima di tutto la mia Solidarieta' Sincera non solo alle Vittime di questa incredibile aggressione ma anche a chi vive purtroppo in una realta' in cui questi pericoli sono costanti (vivendo io in un piccolo paesino in cui tutti ci si conosce, ho da questo punto di vista una enorme fortuna...) la chiave di lettura, mia modesta opinione, sta in "Da qui in avanti il percorso criminale e giudiziario di Kabobo si fa confuso e gli inquirenti, infatti, sono al lavoro per chiarire alcuni passaggi." sara' una mia impressione, ma a mio parere "giurisprudenza" ed "informatica" non vanno molto d'accordo. il mio mestiere e' l'informatco, ma le (fortunatamente) poche volte in cui ho avuto a che fare con "Giuristi" ho notato non solo una disarmante impreparazione informatica anche sulle cose piu' semplci, ma anche dei "flussi di lavoro" estremamente lenti e complicati che potrebbero essere enormemente sveltiti anche con pochi interventi (ad es. database aggiornati comuni e di facile consultazione, et similia). Come vedete, qui non c'entra tanto ius o non ius, ma la voglia di intervenire seriamente a svecchiare degli inutili bizantinismi della nostra giustizia. Qualcosina pero' mi dice che c'e' un sacco di gente (politici compresi, a 360 gradi) che e' interessata a mantenerli, al di la' delle apparenze. non dimentichiamoci che al dicastero della giustizia ci sono passati di "tutti i colori", da Diliberto in la' (andando in senso orario...) e nulla e' mai cambiato.

achina

Dom, 12/05/2013 - 13:15

Questo E' una dei tanti perchè si dovrebbe DA SUBITO riformare la giustizia per farla diventare GIUSTIZIA! Giorni fa un uomo reo confesso di aver ucciso e bruciato una donna è stato scarcerato per decorrenza dei termini. E quelle stronze delle femministe parlano di "femminicidio e di braccialetti elettronici". Perchè non dicono che la giustizia è finita!

Ritratto di romy

romy

Dom, 12/05/2013 - 13:15

Cacciare via gli immigrati clandestini e pericolosi,prima che sia troppo tardi,non raccattiamo l'immondizia del mondo,ma solo immigrati lavoratori onesti e per bene,inutile fare i buonisti con le scorte e sulla pelle dei poveri indifesi,prima o poi sbagliano sempre,chi li difende per vari motivi,se ne assume la responsabilità e dovrà,quindi,pagare i danni che commettono in Italia,una legge subito.

aben

Dom, 12/05/2013 - 13:16

Basta con questi strumenti di salva delinquenti, altro che asilo politico per un delinquente che venga spedito nel suo paese dove sanno come trattarlo. Cosi dovrebbe essere trattato ogni clandestino senza fissa dimora, lavoro e o mezzo disostentamento lecito dimostrabile. Oltre ai nostri problemi ci dobbiamo sorbire anche i problemi che ci creano i clandestini. BASTA!!!!!con i difensori ufficiali e non che sfruttano questa gentaglia.

Boccato

Dom, 12/05/2013 - 13:27

OGGI, I VERI PERSEGUITATI, LA VERA MINORANZA, SIAM NOI, BIANCHI, CRISTIANI ED ITALIANI ! L´ITALIA É DISTRUTTA A CAUSA DELLA SINISTRA, DELLA STAMPA INQUINATA E IDEOLOGIZATA ,DEI MODERNI BENESTANTI, DALLA MANCANZA DEI NAZIONALISTI PATRIOTI, ETC . FUORA DELLA DESTRA PATRIOTICA, NAZIONALISTA, CONSERVATORA, CRISTIANA, NON HA FUTURO PER LA PATRIA !

ney37

Dom, 12/05/2013 - 13:33

altro che riconoscimento dello ius soli e abolizione del reato di clandestinità, qui bisognerebbe prendere misure più drastiche contro questi criminali clandestini (rispetto per quelli integrati e che rispettano le ns tradizioni).

bruno49

Dom, 12/05/2013 - 13:38

altair1956: che tipo di pena di morte?

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 12/05/2013 - 13:40

è UNA OPINIONE VIOLENTA se dico che al suo posto in galera metterei anche i giudici?Se lo evessero messo in galeraforse si sarebbero salvate queste persone e se lo avessero rimandato al paese era certo, QUESTI MORTI E QUESTI FERITI ,VANNO SUL CONTO DEI GIUDICI

J.S.Mill

Dom, 12/05/2013 - 13:49

Ma questo caso dimostra molto, ma molto di più. Le leggi permissive che consentono il ricorso al TAR e gli avvocati dei centri sociali che si fanno beffe della gente perbene. Questi avvocati li vediamo all'opera tutti i giorni, per proteggere degli occupatori abusivi o per tutelare i ROM.

fiducioso

Dom, 12/05/2013 - 13:53

Bruno49. Delirio di una mezza cartuccia paranoica!!

Ritratto di ersola

ersola

Dom, 12/05/2013 - 13:56

forza silvio forza balotelli.

Raoul Pontalti

Dom, 12/05/2013 - 13:57

Le leggi che si criticano le ha fatte la Banda Berluscotti: quell'obbrobrio di legge chiamata volgarmente Bossi-Fini per l'appunto denuncia dal nome a quale maggioranza di governo fare riferimento per chiedere poi il conto politico. Ad applicare la legge provvedono poi i funzionari e nella fattispecie si tratta del Ministro dell'interno e le forze dell'ordine, ossia coloro i quali non hanno mai saputo garantire un minimo di ordine in Italia nell'ultimo quarantennio e nonostante ciò (o forse proprio per questo...) osannati dai bananas. La normativa riguardante la richiesta d'asilo (molto discutibile nelle procedure e negli esiti) è invece un regalo del centrosinistra (dl 251/2007 e dl 25/2008) Se corrisponde al vero quanto riportato qui e da Libero, ossia che il buon Adam Mada (nome che pare cristiano) ne aveva già combinate quante Carlo in Francia, allora i dipendenti pubblici (funzionari e poliziotti, carabinieri, etc.) non hanno fatto il loro dovere, hanno cioè dormito, come ormai sono soliti fare e non vale la scusa che poi c'è il magistrato di turno che rovina il loro lavoro, il magistrato caso mai rimedia a bestialità continue di questi signori che lavorano con i piedi. Kabobo doveva essere già stato espulso da un pezzo, altro che ricorso che non può essere presentato nel caso in cui il ricorrente si è reso responsabile di certi misfatti (furto, rapina, devastazione, etc.). In ogni caso non si sarebbe dovuto trovare a Milano, bensì eventualmente in Puglia in attesa degli esiti del ricorso. Si legge poi che gli inquirenti sarebbero al lavoro per ricostruire le avventure italiane del delinquente della Costa d'oro: l'informatizzazione ovviamente non si sa cos'è e quindi anziché due minuti si impiegheranno due mesi per venirne a capo. E chi doveva far rispettare l'obbligo di dimora? il mio parroco? O certi dimendenti pubblici indossanti una divisa e non una tonaca?

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 12/05/2013 - 13:57

Poi il sig napolitano fa notRE CHE LA VIOLENZA VERBALE è DA CONDANNAREM, MA SI DIMENTICA DI DIRE CHE è ben piu grave dopo anni che questi stranieri uccidono italiani ,che la loro violenza è permessa grazie alle leggi permissive che abbiamo e che lui come presidente e capo della magistratura nulla ha fatto per cambiarle.S e avessimo politici seri, avremmo anche una legge che possa parificare al delitto commesso il concorso morale di chi l' ha permesso, e in questo caso se lui era libero e mandato fuori dalle carceri è colpa dei giudici che lo hanno permesso

gigi0000

Dom, 12/05/2013 - 14:02

20 anni fa, un ispettore di polizia mi raccontava l'inutilità del fermo dei clandestini, anche se colti in flagranza di reato, poiché il mattino seguente il magistrato li scarcerava. Vigeva la legge Turco-Napolitano, poi fu emanata la Bossi-Fini, un po' più restrittiva, ma non abbastanza. Il resto lo conosciamo. Più di un lustro orsono inviavo ad alcuni giornali uno studio, mio e di qualche collega, che mostrava d'esser ormai arrivati al punto di non ritorno e la necessità di porre immediatamente un freno totale all'immigrazione, per evitare di essere annullati nei prossimi decenni, nei quali prevarrà il numero degli stranieri rispetto a noi. Oggi è tardi, senza una guerra reale, il fenomeno è inarrestabile. I buonisti, le associazioni, le leggi, la magistratura, fanno solo danni. I giudici sono pronti ad indagare l'orefice napoletano che ha sparato al rapinatore e, magari a condannarlo, ma lasciano a piede libero i delinquenti stranieri, liberi di continuare a compiere delitti. La discrezionalità dei magistrati non è più ammissibile, né la possibilità di permanere sul suolo italiano, in attesa della discussione del ricorso all'espulsione.

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 12/05/2013 - 14:05

SUBITO DIMISSIONI per la ghanese kienge che difende i clandestini.Gli elettori si ricordino bene chi sostiene questo governo che ha messo la ghanese che vuole togliere il reato di clandestinita'.Non devono avere un voto dagli italiani.

elio2

Dom, 12/05/2013 - 14:07

Mi sembra anche normale che sia tornato in libertà per decorrenza dei termini,i magistrati mica possono perdere tempo dietro a questi qua, gli ordini del direttivo del partito, sono categorici e impegnativi per tutti; non si può più tollerare che Berlusconi ci rottami tutti i segretari e i direttivi del partito e che lui sia più pimpante di prima.

lamiaterra

Dom, 12/05/2013 - 14:09

LA MASSICCIA INVASIONE DI FECCIA STRANIERA DA TUTTO IL MONDO, STA TRASFORMANDO IL NOSTRO BEL PAESE IN UNA FOGNA A CIELO APERTO. ----- BASTA VEDERE IN TUTTA L' ITALIA, DAL NORD AL SUD, PER TOCCARE CON MANO COME GLI STRANIERI STANNO DISTRUGGENDO IL NOSTRO BEL PAESE. QUESTA E’ UNA GUERRA PORTATA NELLA NOSTRA ITALIA, DI QUESTO PASSO, PRIMA O POI GLI ITALIANI COMINCERANNO A DIFENDERLA CON LE LORO MANI.

Ritratto di scriba

scriba

Dom, 12/05/2013 - 14:14

MANUALE DEL CLANDESTINO. E' il primo documento non scritto di cui si dotano i clandestini che sbarcano nel paese dei balocchi. Da esso apprendono tutti i trucchi e le furbate per delinquere e restare liberi di farlo. Asilo politico quando sono solo delinquenti, rimpatrio evitato se si feriscono a un dito, nomi falsi per bloccare l' espulsione. Indovinate chi è l'editore del manuale? Senza fare nomi basta andare in fondo a sinistra.

primula

Dom, 12/05/2013 - 14:15

gigi0000, se ti legge la komunista miliardaria booldrini o la ministra nera, ti segnalerebbero subito a qualche pm loro kompagno. e ti processerebbero per oltraggio e crudeltà razziale.Pena? 10 nanni di galera .

Ritratto di simpatizzante

simpatizzante

Dom, 12/05/2013 - 14:19

Mai di un'erba un fascio. Ma questa ulteriore macchia che certifica come chi preposto non applichi la Legge ma l'interpreti dovrebbe se si volesse ambire ad una Giustizia giusta.La politica non dovrebbe vestire i Giudici che accantonando l'Etica si prestano a manovre di bottega.I Cittadini Italiani hanno il diritto di essere ugualmente giudicati e la Legge espressa dal Legislatore và applicata e non interpretata solo in tal modo potrà essere un deterrente per i delinquenti Italiani e/o Stranieri. Il "buonismo" peloso in atto và mortificando giorno dopo giorno le persone che vivono l'onestà quotidiana.E quanto avvenuto a Milano non è altro che la punta del gigantesco iceberg che non si vuole vedere, un veleno che sarà lesivo per la nostra Nazione.

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 12/05/2013 - 14:24

Non abbiamo sentito nessun commento dalla ministra congolese. Come rappresentante delle Stato Italiano aspettaimo spiegazioni su un tale fatto medioevale! Solidarietà ai malcapitati e alle loro famiglie.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Dom, 12/05/2013 - 14:33

"bloccare i nuovi arrivi con azioni preventive sulla scorta di quanto fatto da Roberto Maroni quando era titolare del Viminale." Sì, del tipo: aumentare le accise sulla benzina.

Ritratto di Reinhard

Reinhard

Dom, 12/05/2013 - 14:36

Ma chi se ne frega del Kabobo picconatore... La priorità per le forze dell'ordine è censurare Twitter, perché la gente che posta fotomontaggi della Boldrini è eversiva.

bruno49

Dom, 12/05/2013 - 14:37

Questo tizio se ne è andato in giro per ore con il piccone. E le Forze dell'ordine? Nessuno lo ha visto? Non ci sono le Forze dell'ordine in giro perché i nostri politici hanno tagliato tutto il possibile alle Forze dell'ordine, anche la benzina per far camminare le volanti. Avete capito di chi è la colpa? Non dei Magistrati che devono applicare le leggi che i nostri politici hanno varato. Ma che cosa vuoi che importi ai politici della nostra sicurezza? Loro hanno la scorta pagata da noi. Quella non la tagliano.

Ritratto di miladicodro

miladicodro

Dom, 12/05/2013 - 14:38

Ma chissà perche queste cose accadono solo in Italia,questo non parla Inglese,figurarsi l'Italiano,rapina,distrugge e viene espulso,ma trova chi le fa le carte per fare ricorso,dopo ore di follia uccide e se ne esce con " ho fame". A partire dalla lagrimevole turco alla boldrini e ora alla congolese,eletta da un partito di rottamati siamo arrivati a questo punto.Durante i lavori della Fiera redarguii degli operai che non lavoravano,mi presi del razzista. Povera Italia. Chissa cosa ne pensa il Sindaco arancione meneghino.Aspettiamo un suo commento.

Ritratto di Dr.Dux 87

Dr.Dux 87

Dom, 12/05/2013 - 14:42

Ma inviate qualche giornalista delle Iene per esempio a chiedere alla signora Kyenge se è al corrente di quanto accaduto dato che i normali giornalisti in tv non lo fanno...ricordo comunque che chi ha lasciato decorrere i termini di custodia per questo nero delinquente adesso ha un morto sulla coscienza!

bruno49

Dom, 12/05/2013 - 14:42

fiducioso: perché "mezza cartuccia"? Ma che vuoi! Ma che cerchi!Ma vai a studiare, va! Ma spera di non incontrarmi! Ma vatti a nascondere!

bruno49

Dom, 12/05/2013 - 14:53

Reinhard: lei confonde le Forze dell'Ordine (Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri) che devono perseguire chi commette delitti nell'ambito del mondo reale, con la Polizia Postale, che è tutta un'altra cosa, perché agisce nel mondo virtuale.

Guglielmo M

Dom, 12/05/2013 - 15:10

E' in atto da molto tempo un piano della magistratura per la cancellazione totale dei politici di destra e udite udite..dei suoi elettori (i cittadini italiani), lo sanno benissimo i servizi segreti e anche i giornalisti di alto rango, queste cose le dicevano i magistrati nelle loro riunioni...e mi fermo qui.

nino47

Dom, 12/05/2013 - 15:20

I magistrati sono troppo oberati di lavoro per correre dietro a Berlusconi! C'è da capirli.....tra un fascicolo e l'altro, ogni tanto ci scappa una "decorrenza"!

Ritratto di stegalas

stegalas

Dom, 12/05/2013 - 15:37

Era in attesa di appello avverso il decreto di espulsione. Ora ditemi voi... Mi fermano per strada, verificano che non ho l'RC auto, anzi la mia auto non è mai stata assicurata. Io però ho facoltà di appello. APPELLO? Contro cosa? Contro il rilevamento, oggettivo ed inequivocabile, di uno STATO in essere? Ci si può appellare anche contro i certificati di morte, per caso? Gli eredi possono farlo? Ecco perché, nella Repubblica delle Banane, alla fine è stato necessario un "tecnico"...

Ritratto di ADM

ADM

Dom, 12/05/2013 - 15:40

Ma guarda un po'...cosa si inventano...questi delinquenti...razzisti!!! Perché lo sono...eccome!!! Basta vedere la...congolese!!!!!

Ritratto di mambo

mambo

Dom, 12/05/2013 - 15:42

Come finirà questa storia? I maggiori quotidiani e Rai,La7, ecc... fra qualche giorno cominceranno a santificare Kabobo. Sarà descritto come vittima del nostro sistema di accoglienza. Lui, poverino, aveva bisogno di aiuto e comprensione, invece e stato discriminato rispetto ai milioni di immigrati presenti nel nostro paese del ben-godi con tutti i privilegi e sostegni che la sinistra sparge a piene mani ed ai quali noi dobbiamo provvedere. Altro che esenzione dell'IMU.

franco@Trier -DE

Dom, 12/05/2013 - 17:00

colpa vostra!A quando la prossima picconata?Al suo paese lo avrebbero già impiccato ma voi italiani siete dei buoni democratici siatene fieri bravi.

Ritratto di sitten

sitten

Dom, 12/05/2013 - 17:19

Da cattolico sono contro la pena di morte. Ma condannerei quei magistrati a una lunga detenzione, per averlo messo in libertà.

Ritratto di alejob

alejob

Dom, 12/05/2013 - 17:21

ci sono parecchi commenti più o meno accetabili ed altri non hanno capito il lavoro della magistratura. Per un magistrato, perdere del tempo in sedute con un immigrato, è un atto di basso livello, quasi di emarginazione e non porta nelle casse dello stato un centesimo. Fare centinaia di sedute con un cittadino come Berlusconi, oltre ad acquistare fama, porta molti soldini. Il giuramento dei magistrati è uguale a quello degli avvocati : Difendere (Giudicare) al meglio per il bene del cittadino e (DELLA NAZIONE). Meditate gente

Ritratto di genovasempre

genovasempre

Dom, 12/05/2013 - 17:33

Berlusconi si svegli e stacchi la spina a questo governo, e faccia prima approvare la legge che le tre cariche del partito alle prossime elezioni , spero fra pochissimi mesi, siano votate da noi italiani e non da compromessi fra partiti o non ci leveremo piu, sia napolitano sia la boldrini

paomoto

Dom, 12/05/2013 - 17:34

Bell'articolo su Libero on line di M.G. Maglie, consigliato.

HeyJo99

Dom, 12/05/2013 - 17:42

Ma vogliamo scherzare? è assolutamente indispensabile per il bene del paese che dal tribunale di Milano ci facciano sapere quante ne ha trombate Berlusconi, vuoi mettere tale priorità con quella di processare deliquenti vari e assassini, anzi per questi è meglio far decorrere i termini di carcerazione cosi si liberano un po' le carceri superaffolate dove questi poverini non si trovano a proprio agio.

silvano45

Dom, 12/05/2013 - 17:57

ringraziamo la boldrini i pisapia la kyenge i magistrati nelle loro torri dorate. Per tutto questo unica speranza che in un futuro non molto lontano tocchi a loro e alle loro famiglie ciò che succede purtroppo alla maggior parte dei cittadini italiani tutti i giorni...............

skinny

Dom, 12/05/2013 - 17:57

Per Bruno49: potremmo appenderlo per i coglioni sotto un cavalcavia con la speranza che il primo tir che passa lo faccia in mille pezzetti. Potrebbe essere un'idea !

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Dom, 12/05/2013 - 18:03

Non capite niente. Un extra nero col piccone che gira per Milano è senz'altro una preziosa risorsa che gira per lavorare. Una foto ripresa all'alba, prima dei fatti di sangue, sarebbe stata una perfetta testimonianza da utilizzarsi per le verità della Kyenge. E' il raptus alternante ad averlo fatto agire, come diranno i buonoidi.

Michele620

Dom, 12/05/2013 - 18:28

chi sa che dirà pisapippino immagino che non dirà un casso e un suo fratello che iddio li stramaledica sti figli di puttana ancora 3 anni poi vedi se i milanesi abboccano ancora tante che e vero che alle regionali si son guardati bene dal votarli sti comunisti di merdaaaaaaaaaaaaaa.el'hanno preso dove non batte il sole.

Ritratto di Gio47

Gio47

Dom, 12/05/2013 - 18:29

12-05-2013 18:29mandiamo in galera o peggio, dente per dente, chi lo ha aiutato a rimanere in Italia, perchè non credo che il ricorso lo abbia fatto lui, il kabobo, ma sicuramente un ufficio della cgil o comunque sindacato, quelli che incassano soldi e non pagano tasse.

Michele620

Dom, 12/05/2013 - 18:34

skinny concordo in pieno e se ci mettiamo pure il pisapippa con la boldrini ela kienge con vendolino faremmo poker sinistroide

Ritratto di Baliano

Baliano

Dom, 12/05/2013 - 18:43

Ma non l'hai ancora capita, egregio -- francoT -- transfugo tedesco, che in Italia i veri padroni incontrastati sono i magistrati, che il loro Potere è totale, fa bello, o grandina a seconda di come s'alzano la mattina? Un potere vero, non come quello farlocco, della Politica che deve passare sotto le loro forche caudine, fatte esattamente, su misura, per chi ci passa. -- Uno Stra-Potere, il loro, da riconsiderare completamente, con una Riforma della Giustizia. Volenti o nolenti, ma questa gente deve mettere giù le mani dall'Italia, volenti o nolenti! E' ora di stabilire la linea netta di demarcazione tra l'aggredito e l'aggressore, tra la vittima e il carnefice, tra Caino ed Abele. -- E' ora di piantarla col "buonismo" dei buonisti, sempre a senso unico: Ipocrita e Criminale! --------------

Silviovimangiatutti

Dom, 12/05/2013 - 18:52

Dunque secondo la legge "Bossi - Fini" chiunque può richiedere lo status di rifugiato politico, se si fa ricorso ... anche se il Ghana è una normalissima democrazia. DUE DEFICIENTI: ECCO CHI SONO BOSSI & FINI. Viene da chiedersi anche perché la decorrenza dei termini per un potenziale assassino debba essere lasciata passare senza che questo soggetto sia stato nel frattempo giudicato .... come se 6 mesi non fossero sufficienti. Intanto la Bocassini è tutta impegnata a fare in modo che i processi di Silvio procedano alla velocità della luce. IL PRINCIPIO CHE LA LEGGE E' UGUALE PER TUTTI è stato completamente capovolto: se prima il ricco e potente finiva per avere un trattamento di favore e per essere trattato in maniera diversa rispetto al povero cristo, ora invece con un certo tipo di magistratura politicizzata si fa in modo che il trattamento sia perfino peggiore rispetto a quello riservato al poveraccio, velocizzando il processo per non fare decorrere i termini (per un personaggio qualsiasi non si sarebbe fatto tutto in maniera così spedita). In effetti ora LA LEGGE NON E' UGUALE PER TUTTI (COME PRIMA) solo che ora lo svantaggio deriva dall'essere l'avversario politico odiato che dev'essere punito a tutti i costi. Solo da questo comportamento si palesa la natura ideologica di certa magistratura che è capace di vedere solo nella disonestà la ragione del successo di chi lo ha avuto. Che Dio ci salvi dai magistrati in stile Bocassini e Fabio De Pasquale. Che sono molto più numerosi di quello che si è portati a credere.

BAT 21

Dom, 12/05/2013 - 18:58

E adesso ci toccherà pure mantenerlo per anni e magari comperargli un piccone nuovo...un sentito grazie a questa magistratura

Ritratto di venividi

venividi

Dom, 12/05/2013 - 18:59

Stavo per dire la stessa cosa di nonnoaldo : la magistratura è troppo occupata a correre dietro a Berlusconi per occuparsi di un delinquente violento.

LAMBRO

Dom, 12/05/2013 - 19:08

Cosa vi aspettavate ? A milano sono impegnatissimi a seguire le pene di Silvio e se muore qualcuno pazienza!! Pisapia poi segue la linea del silenzio perché altrimenti dovrebbe parlare dei suoi a Brescia.

Ritratto di Luigi.Morettini

Luigi.Morettini

Dom, 12/05/2013 - 19:11

Come non prendere a picconate in fronte il magistrato che ha mandato libero questo sporco maiale assassino? Quì non si tratta di delegittimare la magistratura ma di mettere al muro dei bastardi con la toga che la usano per sovvertire la volontà dei cittadini Italiani, che già da molto tempo si sono pronunciati a favore della responsabilità civile dei magistrati. Per questo caso,invece, e per molti altri già accaduti, si dovrebbe procedere ad incriminarli penalmente, perchè da equiparare a veri e propri mandanti di omicido. Altro che continuare a sopportare le fesserie che continua reiterare Vietti che dovrebbe, se avesse un minimo di dignità, dimettersi subito e andare a nascondersi.

Magnum500

Dom, 12/05/2013 - 19:34

Ma vi redente conto se succedeva il contrario sarebbe stato lutto nazionale? ci sarebbero stati centinaia di cortei di solidarietà,i soliti buffoni che avrebbero chiest il massimo della pena e altro ancora è questa l'Italia che vogliamo? l'italiano destinato ad essere ucciso in silenzio e qualunque straniero vittima nazionale? ma finiamola,il vero razzismo è proprio quello che stanno subendo gli italiani da certi personaggi e NESSUNO si lamenta veramente,o ci svegliamo o saremo un popolo di sottomessi.

BeppeZak

Dom, 12/05/2013 - 20:26

Per Efesto. Le Forze dell'Ordine nonc'entrano nulla. Sai che se per caso, e ti garantisco che è' vero se, prendono iniziative proprie di controllo a persone dedite a delinquere possono essere incriminati di persecuzione giudiziaria, cosa però che non vale per la Magistratura. Vietati CSM oggi ha detto che la Magistratura e' un baluardo contro la criminalità. Sono d'accordo con lui. Non si contesta la Magistratura nel suo insieme. Si contesta il modo di agire di pochi Magistrati faziosi. La maggior parte della Magistratura e' composta da persone coscienti che lavorano in silenzio e certamente non guardano il colore politico dell'inquisito. Questi sono eroi. Poi spiegatemi perché debba esistere l'associazione Nazionale Magistrati o Magistratura Democratica? Allora creiamo Carabinieri Poliziotti, Finanzieri Democratici. E chi non è' iscritto come dovrà chiamarsi? Carabiniere, Poliziotto, Finanziere antidemocratico? Secondo me chi dei Magistrati non si iscrive a M.D. È discriminato e se commette un errore e' fottuto.

BeppeZak

Dom, 12/05/2013 - 20:29

P.scriptum perché non organizzare un referendum per la responsabilità civile dei Magistrati per dolo o colpa grave?

aredo

Dom, 12/05/2013 - 20:40

La magistratura di sinistra che tanto vuole bene ai "poveri immigrati" ed ai "poveri clandestini". L'immigrato africano con piccone o con macete "è un fratello compagno che sbaglia" "bisogna capirlo" "bisogna integrarlo"... eh! Mai punire gli assassini, i drogati, gli spacciatori, gli stupratori.. Tutta bravissima gente per la sinistra..

fedele50

Dom, 12/05/2013 - 20:46

E pensare che li andiamo a raccogliere in mezzo al mare e ci costano milioni di euro, maledetti tutti i politicacci che ci stanno portando verso il baratro, pensate se un ferito si fosse ribellato e lo picconava a morte, .......salvati cielo , LUIGGI SCHIFO E ACCOZZAGLIA VARIA AVREBBERO POSTATO VAGONATE DI MINCHIATE

killkoms

Dom, 12/05/2013 - 20:50

@magnum500,concordo!come accadde a firenze,quando un balordo,poi suicidatosi,ucccise 2 senegalesi!allora i vari svendola, pisapippa,eccetera,quelli che ora tacciono,tutti ad urlare in coro contro il razzismo!ed i colpevoli erano sempre i soliti!

blackbird

Dom, 12/05/2013 - 21:40

Un altro "punto"per la Presidente Boldrini. Un poveraccio, clandestino per forza, in cerca di una speranza di vita nell'opulenta società occidentale è finito ai margini, criminalizzato per il suo stesso "stato sociale", impossibilitato ad emanciparsi, vittima della indifferenza generale, è stato "epurato" dal mondo nel quale sperava di poter sopravvivere nel peggiore dei modi: trasformato in carnefice. Esempio del male assoluto che i disperati rappresentano per una società opulenta, affidatasi al mercato che non riesce ad inglobare i deboli, ma li espelle come dei paria relegandoli ai margini. Esibendo continuamente le ricchezze e l'agio che i più astuti, fortunati o privi di scrupoli, riescono a rapinare.

il gotico

Dom, 12/05/2013 - 22:03

complimenti a chi ha lasciato incustodito il piccone e gli altri attrezzi, indubbiamente il pazzo avrebbe trovato altre armi o avrebbe agito a mani nude, ma forse oggi avremmo meno vittime... ironia della sorte, lasci incustodita la bici un minuto sparisce... e il piccone è rimasto lì tutta notte

il gotico

Dom, 12/05/2013 - 22:09

morti a causa di picconate, stupri, acido sul viso, femminicidi, truffe, politici corrotti, delinquenti che scontano 3 anni al posto di 30, furbetti del badge, ne sentiamo minimo tre al giorno di queste notizie, forse di più... ma in che paese viviamo ? Ma cosa è diventata l'italia ?

vogliadicambiamento

Dom, 12/05/2013 - 22:24

Ho l'impressione che l'unica persona che in Italia i giudici non farebbero mai uscire dal carcere è il Presidente Berlusconi ... per il resto piu' sono criminali e piu' li lasciano liberi di delinquere abbondonando i cittadini a se stessi e facendoli vivere in uno stato di ingiustizia e illegalità e insicurezza , io penso e se in quella strada si fosse trovato a passare mio figlia ? e poi vorrei fare un appunto ai giornalisti e cronisti di telegiornali : date sempre risalto alle vicissitudini dei criminali e dei possibili motivi che li avrebbero spinti a compiere gesti malsani ... ma scusate i veri danneggiatti , le vere vittime sono proprio le vittime delle cui tragedie e vicissitudini non parlate mai , perche' non parlate degli uomini feriti mentre passeggiavano e delle tragedie che ora si trovano a vivere i familiari ? invece parlate quasi discolpandolo solo ed unicamente del criminale . E' semplicemente assurdo

vogliadicambiamento

Dom, 12/05/2013 - 22:24

Ho l'impressione che l'unica persona che in Italia i giudici non farebbero mai uscire dal carcere è il Presidente Berlusconi ... per il resto piu' sono criminali e piu' li lasciano liberi di delinquere abbondonando i cittadini a se stessi e facendoli vivere in uno stato di ingiustizia e illegalità e insicurezza , io penso e se in quella strada si fosse trovato a passare mio figlia ? e poi vorrei fare un appunto ai giornalisti e cronisti di telegiornali : date sempre risalto alle vicissitudini dei criminali e dei possibili motivi che li avrebbero spinti a compiere gesti malsani ... ma scusate i veri danneggiatti , le vere vittime sono proprio le vittime delle cui tragedie e vicissitudini non parlate mai , perche' non parlate degli uomini feriti mentre passeggiavano e delle tragedie che ora si trovano a vivere i familiari ? invece parlate quasi discolpandolo solo ed unicamente del criminale . E' semplicemente assurdo

vogliadicambiamento

Dom, 12/05/2013 - 22:24

Ho l'impressione che l'unica persona che in Italia i giudici non farebbero mai uscire dal carcere è il Presidente Berlusconi ... per il resto piu' sono criminali e piu' li lasciano liberi di delinquere abbondonando i cittadini a se stessi e facendoli vivere in uno stato di ingiustizia e illegalità e insicurezza , io penso e se in quella strada si fosse trovato a passare mio figlia ? e poi vorrei fare un appunto ai giornalisti e cronisti di telegiornali : date sempre risalto alle vicissitudini dei criminali e dei possibili motivi che li avrebbero spinti a compiere gesti malsani ... ma scusate i veri danneggiatti , le vere vittime sono proprio le vittime delle cui tragedie e vicissitudini non parlate mai , perche' non parlate degli uomini feriti mentre passeggiavano e delle tragedie che ora si trovano a vivere i familiari ? invece parlate quasi discolpandolo solo ed unicamente del criminale . E' semplicemente assurdo

vogliadicambiamento

Dom, 12/05/2013 - 22:24

Ho l'impressione che l'unica persona che in Italia i giudici non farebbero mai uscire dal carcere è il Presidente Berlusconi ... per il resto piu' sono criminali e piu' li lasciano liberi di delinquere abbondonando i cittadini a se stessi e facendoli vivere in uno stato di ingiustizia e illegalità e insicurezza , io penso e se in quella strada si fosse trovato a passare mio figlia ? e poi vorrei fare un appunto ai giornalisti e cronisti di telegiornali : date sempre risalto alle vicissitudini dei criminali e dei possibili motivi che li avrebbero spinti a compiere gesti malsani ... ma scusate i veri danneggiatti , le vere vittime sono proprio le vittime delle cui tragedie e vicissitudini non parlate mai , perche' non parlate degli uomini feriti mentre passeggiavano e delle tragedie che ora si trovano a vivere i familiari ? invece parlate quasi discolpandolo solo ed unicamente del criminale . E' semplicemente assurdo

vogliadicambiamento

Dom, 12/05/2013 - 22:24

Ho l'impressione che l'unica persona che in Italia i giudici non farebbero mai uscire dal carcere è il Presidente Berlusconi ... per il resto piu' sono criminali e piu' li lasciano liberi di delinquere abbondonando i cittadini a se stessi e facendoli vivere in uno stato di ingiustizia e illegalità e insicurezza , io penso e se in quella strada si fosse trovato a passare mio figlia ? e poi vorrei fare un appunto ai giornalisti e cronisti di telegiornali : date sempre risalto alle vicissitudini dei criminali e dei possibili motivi che li avrebbero spinti a compiere gesti malsani ... ma scusate i veri danneggiatti , le vere vittime sono proprio le vittime delle cui tragedie e vicissitudini non parlate mai , perche' non parlate degli uomini feriti mentre passeggiavano e delle tragedie che ora si trovano a vivere i familiari ? invece parlate quasi discolpandolo solo ed unicamente del criminale . E' semplicemente assurdo

vogliadicambiamento

Dom, 12/05/2013 - 22:24

Ho l'impressione che l'unica persona che in Italia i giudici non farebbero mai uscire dal carcere è il Presidente Berlusconi ... per il resto piu' sono criminali e piu' li lasciano liberi di delinquere abbondonando i cittadini a se stessi e facendoli vivere in uno stato di ingiustizia e illegalità e insicurezza , io penso e se in quella strada si fosse trovato a passare mio figlia ? e poi vorrei fare un appunto ai giornalisti e cronisti di telegiornali : date sempre risalto alle vicissitudini dei criminali e dei possibili motivi che li avrebbero spinti a compiere gesti malsani ... ma scusate i veri danneggiatti , le vere vittime sono proprio le vittime delle cui tragedie e vicissitudini non parlate mai , perche' non parlate degli uomini feriti mentre passeggiavano e delle tragedie che ora si trovano a vivere i familiari ? invece parlate quasi discolpandolo solo ed unicamente del criminale . E' semplicemente assurdo

vogliadicambiamento

Dom, 12/05/2013 - 22:24

Ho l'impressione che l'unica persona che in Italia i giudici non farebbero mai uscire dal carcere è il Presidente Berlusconi ... per il resto piu' sono criminali e piu' li lasciano liberi di delinquere abbondonando i cittadini a se stessi e facendoli vivere in uno stato di ingiustizia e illegalità e insicurezza , io penso e se in quella strada si fosse trovato a passare mio figlia ? e poi vorrei fare un appunto ai giornalisti e cronisti di telegiornali : date sempre risalto alle vicissitudini dei criminali e dei possibili motivi che li avrebbero spinti a compiere gesti malsani ... ma scusate i veri danneggiatti , le vere vittime sono proprio le vittime delle cui tragedie e vicissitudini non parlate mai , perche' non parlate degli uomini feriti mentre passeggiavano e delle tragedie che ora si trovano a vivere i familiari ? invece parlate quasi discolpandolo solo ed unicamente del criminale . E' semplicemente assurdo

Roberto Alfano

Dom, 12/05/2013 - 22:27

Caso auto-evidente di responsabilita' del GIUDICE. E' il GIUDICE che si fa garante della non-pericolosita' sociale di chiunque scarceri. Parlando poi di extracomunitari, ossia categorie 7-8 volte statisticamente piu' propoensi al crimine, era quasi ovvio che andasse a finire male. Male per chi ? Per il Giudice ? No. Per gli italiani, fra cui queste belve vengono liberate a maggior gloria della signora Boldrini, che la sua figlia saggiamente tiene intanto all'estero.

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 12/05/2013 - 22:39

Insegnante espulso dall'Eritrea perché è un omosessuale. Cosa mi dicono la boldrini e la ministra di colore ?

Ritratto di ohm

ohm

Dom, 12/05/2013 - 22:40

Insegnante espulso dall'Eritrea perché è un omosessuale. Cosa mi dicono la boldrini e la ministra di colore ?

Guglielmo M

Dom, 12/05/2013 - 22:42

@blackbird: Esatto, un punto e basta per la Presidente Boldrini. Un poveraccio? Sono miliardi! Clandestino per forza? e già, il suo stato lo ha espulso nel nostro paese. Vittima della indifferenza generale? Certo, l'indifferenza generale dei giudici e responsabili che non lo hanno cacciato a calci nel culo.

Ritratto di nero60

nero60

Lun, 13/05/2013 - 00:16

se scrivo quello che penso ,mi censurate. sicche' ........

Gaby

Lun, 13/05/2013 - 00:43

Pena di morte. Impiccato ad un palo della luce come esempio. E poi fuori dall'Italia negri e arabi.

solidale01

Lun, 13/05/2013 - 00:53

andrebbe semplicemente eliminato con il giusto rispetto e con molta piu considerazione di quanta ne abbia data lui a quello che ha brutalmente ammazzato e ferito, ma è giusto che la sofferenza che ha causato a quelle persone sia placata.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Lun, 13/05/2013 - 01:21

Come fa uno che non conosce la nostra lingua a fare ricorsi in tribunale contro diverse sentenze di espulsione? Perché in Italia abbondano gli avvocati rossi (TESTE DI C...O) che si prestano NEI CENTRI ASOCIALI a difendere qualsiasi farabutto di qualsiasi colore.

Ritratto di abj14

abj14

Lun, 13/05/2013 - 01:58

Raoul Pontalti 12/05 13:57 - - - Dunque riassumendo, secondo lei : 1) Le leggi esistenti sono il frutto dei deficienti della Banda Berluscotti. – 2) la normativa sulla richiesta d'asilo, molto discutibile nelle procedure, è un regalo del CSN. – 3) Polizia e Carabinieri lavorano con i piedi e dormono. Questo perché, tra l'altro, avrebbero dovuto obbligare il delinquente dal nome che pare cristiano (anche se non si capisce cosa c'entri questa eventualità) a rispettare l'obbligo di dimora (magari ammanettandosi al citato delinquente) impedendogli così di andarsene in gita a Milano per la sua mattanza. Tale compito infatti, non spetta al suo di lei parroco. – 4) I magistrati invece, ringraziando Iddio, rimediano alle bestialità dei summenzionati funzionari/poliziotti che lavorano con i piedi. - - - Complimenti Sior Pontalotti, tutto chiaro. Senza i suoi reiterati lumi, vivremmo tutti nelle tenebre.

Ritratto di Alberto43

Alberto43

Lun, 13/05/2013 - 02:18

Quanti clandestini disperati troviamo lungo le strade, nei parchi, nei posteggi, nelle stazioni che chiedono soldi: chi si ostina a soffiare in una tromba o si affanna a strimbellare un organetto, chi con uno straccio tenta di (sporcare) il parabrezza, chi controlla il traffico dei carrelli della spesa nei supermercati, chi cerca di rifilarti l'ennesima rosa appassita, chi ti chiede soldi perchè ha fame,ma se gli offri un panino te lo tira dietro, chi,da ultimo, gira con un piccone sulle spalle e te lo rifila in testa con l'aggravante che si tratta di un delinquente già identificato lasciato libero grazie all'indulgenza e all'incapacità di chi era addetto alla sua espulsione! Altro che Ius sola della ministressa Kabobo o i deliri della papessa Boldrini, qui bisogna rimettere in acqua le carrette del mare per rimpatriare i clandestini e in presenza di reati gravi processarli e rispedirli nel loro paese dopo avergli fatto espiare la pena,inoltre sospendere chi non ha trovato il tempo di processare un potenziale assassino che, oltre al piccone gravava, sulle sue spalle, anche il peso di molti reati!

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Lun, 13/05/2013 - 06:51

Ancora un grazie ai giudici: Cosa si aspetta a rifiutare tutta questa marmaglia? La sinistra li difende, cose da pazzi.

gpl_srl@yahoo.it

Lun, 13/05/2013 - 06:58

purtroppo, per decorrenza dei termini, di prigione esce di tutto: i giudici oramai trovano solo il tempo per inseguire i processi a Berlusconi ma non trovano il tempo per colpire mafiosi, banditi e psicopatici

-cavecanem-

Lun, 13/05/2013 - 07:28

Quando in America mi chiedono perche' la legge in Italia non funziona. Gli faccio un semplice esempio di "scadenza di termini" una piaga per l'innocente, una fortuna per il criminale...e cosi' va avanti l'Italia.

scott

Lun, 13/05/2013 - 08:01

Ma se tolleriamo perfino i delinquenti in parlamento, ma di cosa ci lamentiamo? Ma dico: chi di noi affiderebbe un figlio ad un condannato in primo grado per pedofilia? Dovremmo aspettare l'ultimo grado e nel frattempo, per presunzione d'innocenza, lasciarlo con il bimbo mentre noi si va a teatro?