Riapre la Darsena: il conto è 19 milioni

Dopo 11 anni di degrado e disagi torna il porto della città. Ma le polemiche non si placano

Una giornata di festa per la nuova Darsena. Domenica dalle 10.30 a tarda sera, cittadini e turisti potranno ammirare il nuovo volto di uno dei luoghi più amati di Milano riqualificato in occasione di Expo. A fare gli inviti l'assessore comunale Franco D'Alfonso: «Sarà una grande festa popolare, una giornata storica». Mai aggettivo potrebbe essere più azzeccato visto che ci sono voluti 11 anni perché l'ex porto ritornasse alla cittadinanza. Era il 2004, infatti, quando venne aperto il cantiere per il parcheggio sotterraneo, mai realizzato. Si susseguirono cantieri con tutti i disagi connessi, stop burocratici e non solo, il degrado conseguente l'abbandono e poi la riapertura dei cantieri nel 2013, grazie a Expo. Così la riqualificazione dello specchio d'acqua nel cuore di Milano, costata 19 milioni di euro, ha suscitato non poche critiche e perplessità da ogni parte. L'incubo ora è finito.

Il programma, messo in piedi grazie alla collaborazione dei consigli di Zona 5 e 6, Duc Navigli, Navigli Lombardi Scarl, Fondazione Milano, Fondazione Triennale, Associazioni di categoria, le storiche Canottieri Olona, Milano e San Cristoforo, prende il via con il viaggio inaugurale del sindaco sul battello.