Scienza, cibo e salute: una «notte bianca» con la città della ricerca

«Meet me tonight» è il titolo che gli atenei milanesi hanno scelto per la Notte dei ricercatori, che domani si svolgerà in contemporanea in 300 città europee. La Lombardia risponde con oltre 200 eventi gratuiti, e nove comuni coinvolti: Milano, Como, Lecco, Brescia, Mantova, Pavia, Lodi, Monza e Varese. Il fulcro della manifestazione è a Milano, ai Giardini «Indro Montanelli» di via Palestro e al Museo della Scienza e della Tecnologia di via san Vittore, dalle 10 alle 24. Ai giardini, la fascia oraria mattutina è dedicata alle scolaresche, che «assaggeranno» quello che sarà poi possibile vedere dal pomeriggio, quando gli stand saranno suddivisi per fasce d'età e aree tematiche: arte e creatività; energia, ambiente e sostenibilità; food; salute e medicina. Il primo pomeriggio è dedicato ai giochi scientifici per i più piccoli o per tutta la famiglia. «Astrokids» mette in gioco il cosmo: i bambini potranno vedere il modellino del sistema solare, scegliere un pianeta da colorare e costruirsi la loro costellazione. In «Missione Domani» indosseranno casco e zaino per diventare astronauti; «Faccia da toast» è un gioco basato sul cibo semplice e sano, creando toast e fantasie di frutta con un food stylist e un food writer, mente i genitori conosceranno i segreti per rendere appetitose le verdure. «L'isola che non c'è» è una caccia al tesoro a premi proposta dal San Raffaele, con la tematica del diabete come sfondo; «Se ti fiuto ti aiuto» è un gioco dedicato sia ai cani che ai loro piccoli proprietari, per sviluppare l'olfatto. Per gli adolescenti molte iniziative: «Cacciatori di particelle» trasformerà i ragazzi in avventurieri alla ricerca del bosone di Higgs; «Anche gli scienziati fanno il bucato» farà conoscere i segreti per un uso consapevole degli elettrodomestici e i partecipanti avranno la possibilità di scaricare gratuitamente una specifica app con un gioco per il loro smartphone; «Acqua in bocca» trasformerà i partecipanti in sommelier dell'acqua da rubinetto-professione esistente-già testata alla Bicocca e proveniente da tutta Italia, ma anche aromatizzata alla frutta per una sana alternativa ad altre bevande. Per gli amanti della letteratura è imperdibile «La traduzione inglese dello Zibaldone di Leopardi», realizzata dallo scrittore, giornalista e docente della Iulm, Tim Parks, che leggerà la parte inerente le passioni della monumentale opera leopardiana. La fascia serale è dedicata ai più grandi, con conferenze, dibattiti, spettacoli e concerti. Al planetario «Hoepli», «Astronomia e architettura nell'antico Egitto», una conferenza tenuta dal professor Giulio Magli del Politecnico. Sul palco il «Music Festival», presentato da Francesco Facchinetti, e lo spettacolo teatrale «Facciamo luce sulla materia» del dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi. Dalle 18 alle 24 oltre quaranta eventi saranno ospitati anche al Museo della Scienza e della Tecnologia di via San Vittore. Il genetista Edoardo Boncinelli presenterà il libro «Una sola vita non basta», raccontando momenti inediti della sua avventura di scienziato. «Alla ricerca del nanomondo» è una presentazione-show a ciclo continuo sulle nanotecnologie per un numero ristretto di partecipanti, 15 per volta; «Miti da sfatare: carta è meglio di plastica?» è sul tema dell'impatto sociale, ambientale ed economico di un prodotto. E poi il primo concerto dei due violini della collezione del museo appena restaurati e un concerto jazz. AndrAuf