Assessore buca quadro del Settecento con tappo di spumante

L’assessore della Provincia di Milano, Roberto Cassago, ha danneggiato la tela durante un brindisi di Natale a Palazzo Isimbardi: "Ripagherò il danno"

Un brindisi infausto. L’assessore della Provincia di Milano, Roberto Cassago, ha danneggiato un quadro del ’700 durante un brindisi di Natale a Palazzo Isimbardi, sede dell’ente milanese. Come si legge in una nota della Provincia, Roberto Cassago, "involontariamente ha causato il danno a una tela di Palazzo Isimbardi e si è reso disponibile a rifondere la cifra necessaria al ripristino". Durante un brindisi natalizio con il personale dell’ente, l’assessore ha colpito in pieno con il tappo di uno spumante il quadro settecentesco dipinto da un ignoto per Capellino Isimbardi, nobile appartenente alla famiglia che acquistò il palazzo ora sede della Provincia. "L’Ente - si legge - ha provveduto nei giorni immediatamente successivi all’evento ad avviare tutte le pratiche necessarie per il ripristino del quadro che, compatibilmente con i tempi tecnici, sarà presto restituito alla cittadinanza. La tela settecentesca, di autore ignoto e del valore di poche migliaia di euro, ha subìto un danno lieve, un taglio di pochi centimetri che è stato prontamente messo in sicurezza, in attesa del ripristino completo e definitivo".

Commenti

Raoul Pontalti

Mer, 22/01/2014 - 00:58

E' anch'esso un segno dei tempi: ai destricoli non ne va più bene una, ora si fanno prendere a rubare come ladri di polli, ora a dilapidare per insipienza il patrimonio pubblico, ora a inseguire fantasmi nazionalistici e infamie razzistiche, qui infine a danneggiare il patrimonio artistico con comportamenti da animali (anche se nel caso il danno è modesto stanti gli irrilevanti valori artistico e commerciale dell'opera pittorica). Si rassegnino a tornare nelle fogne e nelle topaie da cui provengono.

simone64

Mer, 22/01/2014 - 08:00

E con quali soldi ??? Quelli della regione,per caso ???

elalca

Mer, 22/01/2014 - 08:21

che cretino

grandeoceano

Mer, 22/01/2014 - 09:38

#Raoul# hai un nome che sembra un rutto e scrivi cose degne dell'uscita dal buco posteriore. Parogoni con fogne e topi venivano usati dai Nazisti. Vergognati!!!

woofer65

Mer, 22/01/2014 - 09:53

È incredibile l'accanimento della Destra contro il patrimonio artistico nazionale. In pensieri, parole, opere e omissioni. Voglio credere che il danno venga pagato dall'imbranato di tasca sua e non coi soldi della Provincia.

Raoul Pontalti

Mer, 22/01/2014 - 13:48

grandeoceano di letame ti informo che io militai per 25 anni nel MSI e poi in AN da Fiuggi alla sua confluenza nel Partito Dei Ladri, al quale mi rifiutai di aderire. Parlo quindi con cognizione di causa, avendo anche ricoperto nella mia città incarichi di partito e istituzionali e quindi certi personaggi li ho visti nascere politicamente e crescere delinquenzialmente. Con incredibile selezione a rovescio i destricoli (o centrodestricoli se vuoi) hanno promosso e infilato nelle istituzioni e nei consigli di amministrazione, etc. i più schifosi topi di fogna dediti al saccheggio della cosa pubblica oppure i cretinetti che ora sproloquiavano di Dio-patria-famiglia, ora di antieuropeismo, anti islamismo etc. con i più volgari toni razzistici. Hanno distrutto costoro la dignità di un mondo politico rimasto integro moralmente e politicamente fino al loro arrivo. Hanno trasformato in merda l'oro che avevano in mano rappresentato da un sano elettorato e da sinceri ed onesti militanti, hanno arraffato tutto e stuprato l'onore dei loro elettori e della Nazione. Nelle fogne devono tornare o, ma è un'illusione, in galera.