Via Vigevano senz'auto, il no dei negozi

Su 71 attività presenti nel quartiere, soltanto una è a favore della chiusura

Se l'esito del referendum costituzionale si giocherà forse all'ultima scheda, un'altra consultazione si è chiusa invece quasi con un plebiscito assoluto. La raccolta firme contro l'ipotesi di pedonalizzazione di via Vigevano avanzata nelle scorse settimane dal vicepresidente di Confesercenti Ferruccio Patti è stata sonoramente bocciata dai commercianti dell'area. Un «no» pieno e in sintonia con quello già espresso da Confcommercio Milano e da Epam. In due giorni, il 28 e 29 novembre, l'associazione commercianti via Vigevano-La Darsena-Distretto Navigli ha raccolto le opinioni delle attività presenti in via Vigevano e via Corsico. Risultato: su 71 titolari contattati, 62 hanno espresso parere contrario alla chiusura al traffico della via che collega Porta Genova alla Darsena, sette risultavano «nei ripetuti tentativi di contatto e quindi siamo stati impossibilitati a porre il quesito e a chiedere un opinione» riferisce il presidente Roberto Galli, un'attività si è astenuta e una sola ha votato a favore.

E «totalmente contrari a qualsiasi ipotesi di area pedonale in via Vigevano spiega Galli - sono anche i residenti della strada. Abbiamo infatti contattato l'Associazione di abitanti Salviamo Via Vigevano che ha espresso il proprio assoluto parere negativo». Nessuno peraltro «sapeva dell'esistenza di un tavolo di studio che avrebbe coinvolto l'Associazione Naviglio Grande, l'Associazione Negozi Amici dell'Aria e La Ciclobby sul tema della pedonalizzazione della nostra via. Insomma, per farla breve, siamo stati esclusi completamente dal dibattito sia come singole attività della via interessata sia come Associazione via Vigevano La Darsena. Abbiamo raccolto le opinioni di tutti e nessuno si sente rappresentato da Patti nè si riconosce nelle sue idee di pedonalizzazione».

L'associazione dei commercianti ha fatto peraltro notare che «impedire alle mamme e ai papà di portare in auto i bambini fin di fronte al portone della scuola al numero 19 di via Vigevano, avrebbe creato forti disagi ad almeno 150 famiglie delle 350 che hanno figli iscritti in quest'Istituto. In caso di impossibilità dei genitori di poterli accompagnare a piedi, non si può pensare di lasciar camminare da soli bambini da 6 a 10 anni dalla Darsena o da Porta Genova fino alla scuola alle 8 del mattino, così come nel pomeriggio per il ritorno a casa». E per negozi e pubblici esercizi della zona Navigli «il carico e scarico delle merci è già difficoltoso a causa della specifica zona pedonale, figuriamoci se dovessero fermare i mezzi in viale Gorizia o nel piazzale di Porta Genova. Avvisiamo la giunta Comunale di essere categoricamente contrari e contrasteremo con tutte le forze quest'idea mobilitandoci».

ChiCa