Il volley in rosa cerca l'oro a Milano

Grande attesa per la finale del torneo mondiale. E nel 2015 si pensa alla pallavolo da spiaggia

Per una settimana Milano sarà l'ombelico del mondo, non quello cantato da Jovanotti, ma il centro del volley femminile che al Forum di Assago celebra il rito della finale iridata. E tra le magnifiche sei ci sarà anche l'Italia di Marco Bonitta che, come testa di serie, se la vedrà nel girone di semifinale con Stati Uniti e Russia (nell'altro Brasile, Cina e la sorprendente Repubblica Dominicana) ed è all'inseguimento di quel titolo conquistato nel 2002.

La presentazione della fase finale si è svolta ieri nell'avveniristica piazza Città di Lombardia, all'ombra della nuova sede della Regione, con il governatore Roberto Maroni che si è preso il lusso di dare lezioni di volley, palleggiando con l'azzurrina Vittoria Prandi del Club Italia. «A noi piace la concretezza e non le chiacchiere - ha dichiarato Maroni - e quindi voglio sottolineare che la Regione ha stanziato un contributo di 400mila euro per questa manifestazione e saremo tutti in prima fila al Forum a tifare per le nostre ragazze, certi che Milano porterà fortuna ai colori azzurri». Continuando poi con una divertente provocazione: «Visto il tutto esaurito, se risparmiate qualcosa ridatemelo indietro» e una promessa: «Nel periodo Expo, questa piazza ospiterà un torneo di beach volley».

Ci ha pensato poi l'assessore allo sport regionale Antonio Rossi a «dare i numeri» del volley lombardo: «In Italia il numero dei praticanti supera i tre milioni e in regione le società sono 840 per un totale di 79.154 tesserati tra atleti, tecnici e dirigenti, un movimento che ormai fa concorrenza al calcio. E questa fase finale a Milano è il primo di una serie di eventi di grossa caratura. Organizzare poi per la prima volta la fase finale a Milano era per noi doveroso, visto l'incredibile seguito mediatico, come dimostra lo share delle partite delle azzurre».

Con la squadra ancora a Bari per riprendersi dopo aver abbattuto la muraglia cinese, successo che ha consegnato a Piccinini e bella compagnia la 15° vittoria e il primo posto nel girone, non è mancato all'appuntamento il ct Marco Bonitta: «Un team può fare anche questo, andare oltre le proprie possibilità. Rispetto ai mondiali vinti nel 2002 è tutto diverso, dal gruppo all'ambiente. La squadra è molto felice dell'obiettivo raggiunto, ma adesso viene il bello». Con i biglietti già esauriti per semifinali e finali (Forum strapieno con 12mila spettatori), pensate che domenica per un parterre i bagarini chiedono 1200 euro, un appello ai tifosi è arrivato da Adriano Pucci Mossotti, direttore esecutivo del Comitato organizzatore: «Imitate quello che hanno fatto i tifosi in Polonia, venite tutti in maglia azzurra. Il Forum dev'essere una sola macchia azzurra».

Ad allietare la presentazione, su un mini campo di volley, anche le esibizioni degli ex mondiali Sara Anzanello, Andrea Zorzi, del ginnasta Igor Cassina e delle scuole che hanno vinto gli studenteschi: l'istituto comprensivo Bellusco-Mezzago, il liceo Legnani di Saronno e il Tommaso Grossi in rappresentanza delle scuole milanesi. L'appuntamento per tutti è domani alle 20 al Forum.