Catturato in Libia il jihadista dell'Isis che reclutava in Italia

Al-Fezzani cercava di rientrare in Tunisia. L'hanno preso le milizie di Zintan

Moez Ben Adelkader al Fezzani

Un membro chiave dell'organizzazione dello Stato islamico (Isis) in Libia sarebbe stato catturato nello scorse ore dalle milizie di Zintan, alleate dell'Esercito nazionale libico di Khalifa Haftar.

Lo scrive il quotidiano locale in lingua inglese Libya Herald, secondo cui i miliziani sarebbero riusciti a catturare il tunisino Moez Ben Abdulgader Ben Ahmed Al-Fezzani, in fuga da Sirte - fino a pochi giorni fa roccaforte jihadista - e diretto verso il suo Paese d'origine.

Noto anche con il nome di battaglia (kunya) Abu Nassim, da febbraio al-Fezzani era nella lista degli uomini più ricercati dalle auorità tunisine e si ritiene sia l'uomo che ha cercato di prendere il controllo della città di Ben Guerdane, in violenti scontri lo scorso marzo.

Secondo i servizi italiani il jihadista era legato al nostro Paese, dove agiva come reclutatore di giovani radicalizzati. Al momento della cattura c'erano con lui anche una ventina di uomini dell'Isis.

Nel 1989 era arrivato a Milano, per poi partire per l'Afghanistan, dove era stato preso dagli americani, per poi essere messo in carcere a Guantanamo. Nel 2009 fu rispedito in Italia, ma poi assolto dall'accucsa di terrorismo. In Tunisia aiutò a fondare Ansar al Sharia, gruppo che si legò poi al sedicante Califfo.

Commenti

Angiolo5924

Gio, 18/08/2016 - 11:00

Bene! Così ora la nostra intelligentissima e indipendentissima magistratura potrà richiedere l'arresto di tutti coloro che hanno partecipato alla cattura.

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 18/08/2016 - 11:16

Catturato? Bene. Il meno corrotto in Libia vende passaporti per un cartoccio di pistacchi. Ci vediamo al prossimo barcone.

Albius50

Gio, 18/08/2016 - 11:17

Bene se la notizia è CERTA ci penseranno i LIBICI ha farlo parlare speriamo che non lo rimandano in ITALIA ha scontare i 6 ANNI se no ce lo troviamo fuori di galera in un BATTIBALENO.

Ritratto di marystip

marystip

Gio, 18/08/2016 - 11:44

Ma come, appena a Ferragosto il ns. ministro dell'interno aveva assicurato che non esiste il rischio che questi terroristi rientrino coi barconi. In che mani!!!!!!!!!!

fcf

Gio, 18/08/2016 - 11:46

In galera, a vita !

momomomo

Gio, 18/08/2016 - 12:12

Come con i papi: PRESO UNO, SE NE FA UN'ALTRO.....

agosvac

Gio, 18/08/2016 - 12:12

Non cedo che cercare di reclutare qualche deficiente che vada a combattere per l'isis sia poi una cosa così grave. Temo che sia molto più grave che ci siano un bel numero di islamisti che convincono gli italiani a passare all'Islam. Cittadini italiani, non immigrati, questa è, a mio parere , la cosa più pericolosa che ci sia attualmente. Anche perché gli immigrati, visto che sono per lo più clandestini, li puoi sempre sbattere fuori, ma gli italiani no, quelli sono italiani anche se islamici e non li si può sbattere fuori tranne che non escano allo scoperto commettendo reati molto gravi.

Fjr

Gio, 18/08/2016 - 12:34

Loro li catturano noi li liberiamo equazione perfetta ,per definire un paese come il nostro,

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Gio, 18/08/2016 - 13:05

Quanta gente ha fatto fuori questo signore(?), grazie alla «migliore magistratura del mondo» che lo ha assolto. Siamo fortunati, noi italiani, ad avere le infinite sfumature di rosso della sinistra stabilmente istallate in ogni settore, poltrone e strapuntini compresi, dove amorevolmente pensano, scelgono e decidono per noi. Di sicuro non faremo la fine dell’asino di Buridano. A qualcuno darà fastidio il letto di Proc(r)uste (lo stiratore), ma non si può avere tutto in questo mondo. Almeno fino a quando non sarà sorto «il bel sol dell’avvenire».

Ritratto di il navigante

il navigante

Gio, 18/08/2016 - 13:08

Ottimo! In Libia non si sono di certo i Giudici buonisti e garantisti dei delinquenti come nella nostra Italietta. La vedo dura per questo gaglioffo.

Mefisto

Gio, 18/08/2016 - 13:08

"Nel 2009 fu rispedito in Italia, ma poi assolto dall'accucsa di terrorismo"... te pareva...i nostri giudici brigatisti non perdono un colpo.

guardiano

Gio, 18/08/2016 - 13:15

I giudici che hanno scarcerato un simile galantuomo avranno un nome, ai cittadini Italiani non hanno nulla da dire?

billyserrano

Gio, 18/08/2016 - 13:21

Un'occasione persa per risolvere definitivamente il problema di questo delinquente. Bastava che si approfittasse dell'occasione adducendo alla sua resistenza mentre lo si arrestava, ci è scappato un colpo e così........... Pensate, soldi risparmiati per trasporto, uomini impiegati per l'operazione di sicurezza, e si evitava che qualche giudice militante, e simpatizzante dei terroristi lo rimettesse in libertà, come successo. Ma, noi italiani siamo, troppo bbbuoni.

flip

Gio, 18/08/2016 - 13:24

viso già visto. non è nuovo!

Malacappa

Gio, 18/08/2016 - 13:36

Sto soggetto adesso si fa cantare poi si elimina.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Gio, 18/08/2016 - 13:49

Meglio che venga arrestato in qualche altra nazione. Da noi sarebbe nocivo, perchè nella migliore delle ipotesi continuerebbe a convertire e reclutare integralisti, anche e soprattutto nelle carceri.

Ernestinho

Gio, 18/08/2016 - 14:01

Anche in Libia ci sono persone per bene a cui ci dobbiamo appoggiare!

Luci60

Gio, 18/08/2016 - 14:18

vedendo la foto inizierei s vietare le barbe in europa

semprecontrario

Ven, 19/08/2016 - 08:02

in libia i terroristi li arrestano, in tunisia li arrestano, in italia li liberano come cazzo si fa a combattere il terrorismo in italia?

Angiolo5924

Ven, 19/08/2016 - 08:31

Dimenticavo. E non li si rimettono in libertà espellendoli (così vanno a danneggiare anche gli altri). Per poi condannarli a sei anni, quando sono già a duemila chilometri da qui. Abbiamo una magistratura di un’efficienza spaventosa. Se combattesse contro di noi, saremmo salvi. Invece sono salvi “loro”. Questo non è un paese “normale”. Troppi deficienti a decidere di cose che non comprendono.