Dazi, guerra commerciale tra Trump e la Ue. Nel mirino anche il made in Italy

Gli aiuti Ue a Airbus fanno infuriare gli Usa. Trump vuole mettere dazi per 11 miliardi di dollari. Colpiti anche prodotti italiani come il prosecco e il pecorino

La guerra commerciale continua. E il livello dello scontro si alza pensantemente. Il rappresentante al Commercio americano ha, infatti, proposto di applicare tariffe su una lista di prodotti europei. Un lunghissimo elenco dal valore di 11 miliardi di dollari che va dagli aerei ai prodotti alimentari, dal formaggio roquefort all'olio d'oliva. A pagare potrebbero essere anche numerosi prodotti del made in Italy, come il Prosecco e il pecorino. Quella del presidente Donald Trump è una rappresaglia contro gli aiuti pubblici versati dall'Unione europea agli aerei Airbus. Una mossa che penalizza la compagnia statunitense Boeing alle prese con la crisi scoppiata dagli incidenti di cui è stato protagonista il jet 737 Max.

Lo scontro tra Stati Uniti e Europa

L'ultima mossa di Trump è una significativa escalation della tensione tra Washington e Bruxelles e arriva in un momento particolarmente delicato per il futuro dell'Unione europea, con le elezioni al Parlamento europeo fissate per il prossimo mese e coi vertici alle prese con un difficile negoziato sulla Brexit. I prelievi proposti dagli Stati Uniti sui prodotti europei si aggiungono alle tariffe americane già imposte sulle importazioni europee di acciaio e alluminio e alla minaccia dell'amministrazione statunitense di incrementare anche le tariffe sui prodotti automobilistici per ragioni di sicurezza nazionale. Lo scorso luglio, durante una visita a Washington, il presidente della Commissione europea, Jean-Claude Juncker, aveva stretto un accordo con il numero uno della Casa Bianca per avviare negoziati commerciali e astenersi dall'imporre ulteriori dazi. Quei negoziati non sono mai iniziati ufficialmente e le trattative preliminari non hanno fatto molti progressi. Gli Stati Uniti si sono sempre lamentati della riluttanza dell'Unione europea a includere l'agricoltura nei colloqui. Da ultimo gli aiuti alla Airbus hanno creato nuovi mal di pancia spingendo Washington a una nuova rappresaglia.

Bruxelles al contrattacco

La Commissione europea giudica "ampiamente esagerato" il livello delle contromisure minacciate da Washington in risposta all sovvenzioni accordate alla Airbus. E fa subito sapere che non rimarrà inerme dinnanzi all'aggressione commerciale di Trump. Stando a quanto fatto trapelare dal portavoce Daniel Rosario, sarebbero stati avviati "i preparativi" per misure analoghe di rappresaglia nel caso degli aiuti americani alla Boeing. "Mettere i dazi è stupido", commenta il ministro italiano alle Politiche agricole Gian Marco Centinaio. "Trump mette i dazi, e noi li metteremo sugli Stati Uniti, e di nuovo Trump li metterà su vari prodotti - continua - ci saranno problemi per tutti coloro che importano ed esportano". "Così si fa uno sgarro all'Italia che non è fatta di stupidi - conclude il leghista - se qualcuno mette i dazi sui nostri prodotti vorrà dire che andremo a cercare altri mercati. Poi, però non si lamentino...".

Il made in Italy sotto attacco

Le esportazioni negli Stati Uniti sono senza alcun dubbio il principale mercato del vino made in Italy. Un giro d'affari da 1,5 miliardi di euro che nel 2018 ha avuto un aumento record del 4%. I nuovi dazi di Trump, secondo un'analisi della Coldiretti, colpirebbero in particolar modo gli spumanti italiani e il Prosecco. Ma non solo. Nella black list sono finite anche altre etichette come il Marsala e persino i superalcolici. Poi, c'è tutto il comparto dell'agroalimentare nazionale, a partire dall'olio di oliva e dai formaggi come il pecorino. E ancora: gli agrumi, l'uva, le marmellate, i succhi di frutta e l'acqua. Il valore complessivo di queste esportazioni è pari a 4,2 miliardi e rappresenta circa il 10% del totale delle esportazioni nazionali che nel 2018 è stato di 42,4 miliardi. Per questo il presidente della Coldiretti, Ettore Prandini, spera che Trump e le istituzioni europee facciano il possibile per "evitare uno scontro dagli scenari inediti e preoccupanti che rischia di determinare un pericoloso effetto valanga sull'economia e sulle relazioni tra Paesi alleati".

Commenti

Gualfredo

Mar, 09/04/2019 - 12:29

E che bisogno c'è di sparare nel mucchio, colpendo anche l'Italia??

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 09/04/2019 - 13:03

Beh, ci avevano avvertiti di lasciar perdere i cinesi! Adesso saremo invasi da robaccia cinese, ancor più di prima, e in compenso non venderemo quasi niente a loro, visto che i prodotti preferiscono farseli in casa, non prima di aver copiato minuziosamente tutti i nostri, fregandosene allegramente dei brevetti e ignorando qualsiasi regola. Ma secondo la nostra illuminata sinistra al potere (adesso si chiamano grillini, prima pd, ma poco cambia) i cinesi sono buoni, mentre Trump è un pericoloso fascista, razzista e blablabla...

Ritratto di _alb_

_alb_

Mar, 09/04/2019 - 13:03

@ Gualfredo per esempio perchè abbiamo fatto un accordo commerciale con la Cina benché Trump ci avesse avvertiti. Soprattutto riguardo il 5G. Bell'affare...

greg

Mar, 09/04/2019 - 13:10

Sparare nel mucchio? Egregio sig. Gualfredo, questa è guerra commerciale e gli italiani si sono abituati, da decenni, a trovare nell'America la cosiddetta "America", cioè il bengodi. Trump è un pragmatico, un imprenditore, uno abituato a trattare prima di acquistare. La UE (sembra il frignare di un bambino, vero?), dove un branco di incompetenti pretendono di essere diventati grandi e esperti politici, vogliono sempre la botte piena e la moglie ubriaca, data l'esperienza in materia di Junker, e pensano di potere prendere in giro chi vogliono. Illusi, e illusi al traino anche gli italiani.

agosvac

Mar, 09/04/2019 - 13:23

Trump non ce l'ha contro l'Italia anche perché i prodotti italiani sono molto amati negli USA dove molti americani, anche importanti, sono di origine italiana. Trump ce l'ha contro i burocrati europei che stanno aiutando un'azienda, l'Airbus, che è esclusivamente franco/tedesca. Tra l'altro quello che sta facendo l'UE è anche vietato dalle regole dell'UE. Credo che i rapporti con l'Italia si normalizzeranno dopo le elezioni europee.

lorenzovan

Mar, 09/04/2019 - 13:27

ma siete sovranisti o quacquaracqua ???? non capisco..siete sovranisti con l'EU e tappetini con gli USA ???..come...?? siete italioti ??? ah beh ..allora ve' normale...

pv

Mar, 09/04/2019 - 13:44

Amerika FIRST ! Amerika FIRST !! Prima l' Amerika !!! W Trump !!!!

FreedomCarlo

Mar, 09/04/2019 - 13:45

... evviva il sovranismo!!! Povera Itaglia....

Ritratto di Mona

Mona

Mar, 09/04/2019 - 13:50

Il Giappone e la Corea del Sud, smerciano entrambi più verso la Cina che verso gli USA, più di 100 miliardi di dollari all'anno. Loro NON subiscono dazi. L'Italia vende per soli 16 miliardi di dollari l'anno alla Cina, commercia molto meno della Germania, Francia, Inglitterra e altri, e molto meno degli Stati Uniti in totale e in proporzione individuale. Allora, il mini-accordo Cina-Italia NON C'ENTRA AFFATTO ! Trump vuole affondare La Francia e la Germania che le ritiene capaci di essere indipendenti, l'Italia non c'entra, l'Italia è una vittima collaterale che non ha mezzi per difendersi né dagli USA, e né dall'asse Francia-Germania che restano ( Germania-Francia), che ci piaccia o no, i nostri più importanti partenariati commerciali. Siamo più Europei che Americani, che ci piaccia o no, e lo resteremo sempre perchè è la Geografia, la Storia e il commericio che lo impongono.

Michele Calò

Mar, 09/04/2019 - 14:01

Avessimo un governo serio e con le palle al posto di questi vomitevoli imbecilli dovremmo immediatamente por fine alle sanzioni alla Russia ed accettare subito i loro investimenti, dall'aeroporto di Rimini alle infrastrutture turistiche in Sardegna come a Roma ed implementare il gia' attivo export manifatturiero ed agroalimentare, specialmente nel settore caseario e vinicolo oltre a chiedere alla UE un immediato superdazio sul gas estratto dallo scisto USA oltre a misure fiscali sui prodotti americani ed uno stop alle spese militari NATO che non servono a nulla se non a fare arricchire il solito Deep State di Washington. Il mercato euroasiatico da solo basta ed avanza a rimpiazzare l'export verso gli USA che ci mandano prodotti agricoli tossici a causa del glisofato della Monsanto ora Bayer.

brunog

Mar, 09/04/2019 - 14:06

Deve proteggere la Boeing che dopo la caduta dell'aereo etiope a causa di un probabile problema al computer di bordo le vendite si sono quasi fermate per non parlare degli aerei venduti che sono stati fermati da diverse compagnie aeree. Da questo disatro a guadagnare e' l'Airbus. Il 737 MAX doveva essere la nuova generazione su cui la Boeing contava di contrastare l'Airbus, invece si trovano a dover rivedere i loro piani. Poi la Boeing e' anche un fornitore del Pentagono. A questo hanno anche contribuito le tensioni con la Germania.

herman48

Mar, 09/04/2019 - 14:16

Uscite dall'EU, e non sarete penalizzati dagli U.S. Con l'EU vi siete ridotti male, a cominciare dall'adozione dell'Euro e a finire con l'essere trattati da Francia e Germania come i servitorelli di Bruxelles.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mar, 09/04/2019 - 14:26

state scrivendo un sacco di sciocchezze, come fa trump a colpire il made in italy? metterà i dazi "ad prodottim" sulla pizza, sulla ferrari e sui prodotti di abbigliamento e accessori, i dazi si mettono per tipologia di prodotti e manufatti! per ciò se gli usa aumentano i dazi viene colpita l'italia come tutte le altre economie europee, che possono prendere contromisure uguali. p.s. se il made in italy è quello vero e non quello imparentato con il "made in cina" non ci sono dazi che tengono, sarà comunque acquistato in america!

GeoGio

Mar, 09/04/2019 - 14:29

Beh, logico. viene fuori chiaramente che noi in Europa non ci dovremmo mai essere entrati.

Atlantico

Mar, 09/04/2019 - 14:55

Credo proprio che stavolta persino i meno intelligenti tra i cosiddetti 'sovranisti de' noantri' capiranno quanto sia stupido mettere i dazi.

Ritratto di wilegio

wilegio

Mar, 09/04/2019 - 16:02

Dovevate pensarci prima, e non piangere adesso! Avete sabotato Trump, perché voi state con quei delinquenti dei dem americani (primi responsabili, lo ricordo, delle primavere arabe...). Avete preso posizione contro di lui e contro Putin, per sposare solo la causa persa dei cinesi, che sono degli invasori striscianti e distruttori delle altrui economie. Adesso a chi chiederete aiuto, quando vi renderete conto che i cinesi non hanno alcuna intenzione di comprare i nostri famosi prodotti di eccellenza, ma preferiscono comprare i marchi e i brevetti e produrseli in casa loro? Chi ci difenderà dall'invasione della Libia? I cinesi? State freschi!

Ritratto di Walhall

Walhall

Mar, 09/04/2019 - 16:22

Ha ragione Trump, l'UE è Germania e Francia, il resto dei servi che mangiano le briciole di questi 2 tiranni. Questa politica americana chissà che stimoli i servi a sbarazzarsi della coppia di tiranni e finalmente avviarsi verso la ricostruzione di una vera UE, quella che finora non abbiamo conosciuto se non sulla carta...a maggio si vedrà.

Ritratto di Walhall

Walhall

Mar, 09/04/2019 - 16:22

Ha ragione Trump, l'UE è Germania e Francia, il resto dei servi che mangiano le briciole di questi 2 tiranni. Questa politica americana chissà che stimoli i servi a sbarazzarsi della coppia di tiranni e finalmente avviarsi verso la ricostruzione di una vera UE, quella che finora non abbiamo conosciuto se non sulla carta...a maggio si vedrà.

EchiroloR.

Mar, 09/04/2019 - 16:57

Trump mi ha stancato con le sue minacce

greg

Mar, 09/04/2019 - 17:37

BRUNOG - le sue considerazioni sono talmente puerili che non vale neppure la pena di rispondere

Ritratto di perigo

perigo

Mar, 09/04/2019 - 17:37

Vabbè, Trumpone agisce così. Prima minaccia poi spara i dazi e poi fa marcia indietro su tutto. Lo sta facendo con la Cina, lo farà anche con l'Europa, è il suo modo. Bislacco, ma un modo per ottenere qualcosa. Se agli italoamericani che votano negli USA togli prosecco e pecorino, Trumpone si gioca il secondo mandato!

lorenzovan

Mar, 09/04/2019 - 17:46

e poi certa gente protrumpertte accusa gli altri di essere traditori...ci vuole una bella faccia tista...questi inneggiano ad un satrapo straniero guerrafondaio miliardario e gli altri sono traditori !!!!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Mar, 09/04/2019 - 18:46

Ha ragione Trump, anche perché la Pinotti e la Trenta, su ordine del Mattarella, non hanno ancora pagato gli F35, però i soldi per destabilizzare l'Italia coi "migranti" i balordi li hanno trovati...

mzee3

Mar, 09/04/2019 - 20:27

INSOMMA LE CRITICHE NON LE VOLETE PROPRIO SENTIRE...LA VERITA' FA MALE...TANTO MALE.Ma da questo "grande" conduttore della nazione america non sono andati tutte e due pildo e poldo e la servetta ad omaggiarlo? Non è stato il "popolo" ad eleggerli a difensori del "prima gli italiani"? Non c'è nulla da fare il popolino italico si fa prendere semère per il c@@o e quando il cetriolo è entrato si accorgono che hanno anche le emorroidi..ma è troppo tardi. Nel frattempo pildo poldo e la servetta si sono fatte le case, hanno fatto il futuro per i propri figli e gli italiani ...beh..si azzuffano fra poveri e il cerchio si chiude e ricomincia la sagra. Per pildo poldo e la servetta è importante che ci sia sempre una guerra tra poveri. MA MI SONO ANCHE RICORDATO QUALCHE SALVINI E LALE LEGA , CAPEGGIATA DA TREMONTI, AUSPICAVANO LA RINASCITA DEI DAZI...ALTRA GIRAVOLTA… DOPO TERRONI PUZZOLENTI ANCHE O DAZI FANNO MALE!

lorenzovan

Mar, 09/04/2019 - 21:03

mon so se per certi foristi sarebbe adeguato il cortile del poligono di Verona ..o piazzale Loreto... che si tratti di traditori del paesre npon c'e' dubbio..a favore di una potenza militaristica straniera...resta solo il dubbio sapere chi hanno tradito a parte l'Italia...se l'Italia fascista o quella repubblicana

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Mar, 09/04/2019 - 22:02

vabbè ma Trump è il presidente che vorreste avere niente paura....Via dalla Italia le basi militari americane..