Droni su Gatwick: polizia arresta due persone

Nella notte la polizia ha arrestato due persone ritenute essere responsabili dei voli di droni sull’aeroporto di Gatwick. Lo scalo è stato riaperto

La scorsa notte la polizia del Sussex ha arrestato due persone considerate essere le responsabili dei voli di droni vicino all'aeroporto londinese di Gatwick.

Le autorità, però, non solo non hanno ancora diffuso le generalità dei fermati ma non hanno neanche spiegato i motivi delle azioni compiute dai due sospetti che ha messo a repentaglio la sicurezza aerea.

Secondo il quotidiano britannico The Guardian le indagini sull'accaduto stanno continuando per accertare se nella vicenda siano coinvolte altre persone. L’attenzione resta comunque alta "per rilevare ed affrontare ulteriori incursioni di droni, dispiegando una serie di tattiche".

La presenza di droni sulle piste negli ultimi giorni ha causato notevoli problemi nello scalo che hanno causato la sospensione di molti voli, a ritardi e dirottamenti. Da mercoledì sera, infatti, sono stati cancellati circa 600 voli con disagi per 120.000 passeggeri.

L’emergenza dovrebbe essere rientrata. Come si legge nel sito internet dell’aeroporto di Gatwick, infatti, è stato annunciato che le piste sono aperte e che si punta a tornare a pieno ritmo entro oggi. "I passeggeri potrebbero tuttavia trovare alcuni ritardi e cancellazioni mentre riprendiamo le nostre operazioni dopo tre giorni di interruzione e si consiglia di controllare con la loro compagnia aerea prima di recarsi all'aeroporto".

Commenti
Ritratto di Ludovicus

Ludovicus

Sab, 22/12/2018 - 11:18

Meritano l'ergastolo.