Il G7 non isola Putin: evitate nuove sanzioni. Divisioni sul futuro di Assad

Londra e Washington chiedono nuove sanzioni contro Putin. Ma prevale la linea di non isolamento della Russia. Scontro sulla Siria. La Francia: "Nessuna soluzione politica se resta Assad"

A Lucca va in scena l'ennesima divisione del G7. Sono i falchi ad accendere uno scontro che non porta a nulla di buono. Alla vigilia del vertice era ventilata la possibilità di nuove sanzioni contro Bashar al Assad e i militari russi coinvolti nel conflitto in Siria. Inghilterra e Stati Uniti premevano per una soluzione in questa direzione. Alla fine, però, ha prevalso il buon senso. E si è evitato un nuovo braccio di ferro con Vladimir Putin. Contro il presidente siriano, invece, la posizione si sta facendo sempre più netta. Parigi e Washington guidano, infatti, la fronda di quelli che vogliono la cacciata di Assad.

L'avvio del dialogo con la Russia crea le premesse per chiudere una guerra commerciale che ha provocato una perdita complessiva stimata ormai in oltre 10 miliardi per il made in Italy in termini di esportazioni. Mentre a Lucca era in corso la riunione dei ministri degli Esteri del G7 il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è andato in missione a Mosca. Una mossa che di fatto aiuta a distendere i rapporti tra il Cremlino e Roma. Ma la strada è tutta in salita. Perché, e due anni e otto mesi dall'embargo totale deciso nei confronti di importanti prodotti agroalimentari in risposta alle sanzioni statunitensi ed europee, il G7 ha rinunciato (solo per un soffio) a comminare nuove sanzioni contro la Russia anche se ieri lo aveva chiesti a gran voce il ministro britannico Boris Johnson. A caldeggiarle erano stati anche gli Stati Uniti. "Questa - ha messo in chiaro oggi il titolare della Farnesina Angelino Alfano - non è una sede deliberante".

"La Russia non va isolata - ha annunciato Alfano in conferenza stampa - anzi nei limiti del possibile va coinvolta nel processo di transizione politica sulla Siria". Su questo punto, dopo una riunione allargata ai Paesi del Golfo e Turchia, il G7 la penserebbe "in modo significativamente unito". Anche perché la Russia risulta fondamentale nella lotta al fondamentalismo islamico e nella guerra al Califfato. "Ognuno ha espresso la propria opinione - ha tagliato corto il titolare della Farnesina - ma mi pare prevalente la linea di coinvolgimento della Russia, al fine di una concreta collaborazione che eviti un conflitto militare e avvii un processo politico". Il negoziato con la Russia resta complesso, ma la visita del segretario di Stato americano Rex Tillerson in Russia dimostra che qualcosa si sta muovendo.

Per la Siria resta la volontà di trovare una soluzione politica. Che per molti, però, passa dalla destituzione di Assad. "Dopo l'intervento americano si è aperta una finestra di opportunità per costruire una nuova condizione positiva per il processo politico in Siria, che riteniamo essere l'unica soluzione". Il futuro del presidente siriano resta un punto fortemente divisivo. Per Alfano questo aspetto fa parte di una "discussione molto più ampia e generale". "La posizione italiana - ha continuato - è sempre stata quella di lasciare ai siriani il compito di decidere quale debba essere il proprio destino". Per la Francia e gli Stati Uniti, però, con Assad al potere non può esserci alcuna soluzione politica. "Spero in una Siria senza Assad", ha detto senza mezzi termini Tillerson. Non solo. I Paesi del G7 diranno alla Russia di fermare questa "ipocrisia" in Siria e lavorare con altri Paesi per porre fine alla guerra civile.

Capitolo Libia. Il G7 ribadisce il "forte sostegno al Consiglio di presidenza e al governo di accordo nazionale, guidato dal primo ministro Fayez Al Serraj, quali legittime autorità esecutive, in linea con la risoluzione 2259 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite" e riaffermano la "forte opposizione a qualsiasi tentativo di minare il processo di stabilizzazione". Per il ministro Alfano c'è il "pieno consenso attorno ad un messaggio univoco da inviare alle parti in conflitto. E cioè che non ci può essere una soluzione militare ma anche che non si possono lasciare situazioni di vuoto che possano essere riempiti da altri".

I sette Grandi hanno infine parlato della minaccia di Pyongyang: "Il programma nucleare e balistico della Corea del Nord rappresenta una grave e crescente minaccia alla pace e
alla sicurezza internazionale e della regione e costituisce una palese violazione del regime di non proliferazione". I capi delle diplomazie del G7 "condannano nei termini più forti tutti i test
nucleari e il lancio di missili balistici condotti dalla Corea del Nord" in violazione degli obblighi imposti dalle risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'Onu.

Commenti

Keplero17

Mar, 11/04/2017 - 13:22

Assad è la spina nel fianco di Israele, legato agli hezbollah libanesi e all'Iran. L'isis era il golym per rovesciarlo e avere campo libero nel sud del Libano dove già vi sono in una valle 13 fattorie di coloni.

glasnost

Mar, 11/04/2017 - 13:32

Organizzazioni inutili e costose che campano sulle nostre spalle, facendo i buonisti a discapito dei poveretti. Andrebbero tutte abolite, almeno risparmieremmo in tasse. Io la penso così.

manfredog

Mar, 11/04/2017 - 13:33

Guardate nella foto..Alfano è il più in alto..!!..ma solo in centimetri di altezza..eh..!! mg.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 11/04/2017 - 13:35

nON HANNO ANCORA CAPITO NULLA!!

ANGE962

Mar, 11/04/2017 - 13:49

Questi signori, noti per le numerose gite fuoriporta con annessi pranzi e foto di gruppo pomposamente chiamati summit, continuano nella falsa, retorica e meschina recita dello scaricabarile di colpe chiaramente proprie: creazione di Isis ed Al Qaeda, tragica destabilizzazione del Medio Oriente, totale menefreghismo verso il popolo siriano e le sue volontà. Il futuro della Siria è dei siriani, nessuno, né a Washington, né a Londra né a Ryadh, deve arrogarsi un diritto che non è il proprio. Soprattutto dopo i disastri combinati in Libia e Iraq. Che la piantino.

Ritratto di rapax

rapax

Mar, 11/04/2017 - 13:54

la Francia e gli usa ripropongono la fesseria Sarkosy/Obama su Gheddafi...idiozia, sopratutto per la Francia

petra

Mar, 11/04/2017 - 13:54

Bravi! Via Assad largo ai fratelli musulmani. Ma questi ce l'hanno una testa? Cos'è questa smania. La maggioranza dei Siriani vorrebbe comunque Assad. C'è da aspettarsi un attacco unilaterale degli Stati Uniti alla Siria. Trump fuori di testa, manipolazione in atto in famiglia.

giampiroma

Mar, 11/04/2017 - 13:56

che tristezza guardare in faccia sti sette. patetici.

frabelli1

Mar, 11/04/2017 - 13:59

G7, G8, anche G10. Ma quanti sono i G? G che dovrebbe stare per Grandi, ma se mancano gli Usa, la Russia e la Cina i "Grandi" saremmo noi? L'Italia? Ma per piacere!!!

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Mar, 11/04/2017 - 14:03

queste periodiche riunioni servono a due cose: mangiare e bere a spese dei contribuenti e rafforzare, nel'opinione pubblica il fatto che loro rappresentano il potere

venco

Mar, 11/04/2017 - 14:10

Governi succubi dei sauditi e israeliani per eliminare Assad e sanzioni alla Russia, altroché democrazia e convivenza civile.

Renee59

Mar, 11/04/2017 - 14:21

Che gente importante!!

gianrico45

Mar, 11/04/2017 - 14:22

Alfano sembra un foto montaggio. Miserere nobis.

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Mar, 11/04/2017 - 14:28

La Siria è uno stato sovrano, Assad è stato regolarmente eletto, ogni tanto lo accusano di asfissiare i suoi cittadini col sarin, anzi, stavolta secondo il Daily Mail, per nascondere le prove, avrebbe addirittura bombardato l’ospedale a cui si sarebbero rivolti i siriani colpiti dal sarin. Trump invece ha bombardato una base che sembra fosse destinata a proteggere la città cristiana di Mhardeh, continuamente oggetto di attacchi da parte dei Jihadisti, che finalmente riusciranno ad occuparla. Peter Ford ex ambasciatore britannico per la Siria, in un’intervista alla BBC si dice convinto che non esista nessuna certezza che Assad sia colpevole, anzi questa azione provocherà un incremento dell’uso di armi chimiche da parte dei Jihadisti, perché è evidente quanto sia facile provocare ampie reazioni in merito da parte dei media. La rimozione di Assad era già stata decisa,Trump in un primo momento non era d’accordo ma si è dovuto adeguare.

m.nanni

Mar, 11/04/2017 - 14:29

trump è fuori di testa.

MOSTARDELLIS

Mar, 11/04/2017 - 14:39

Americani, inglesi e francesi non hanno mai capito niente di politica estera e men che mai di Medio Oriente. Sono soltanto pericolosi guerrafondai. L'unica cosa buona di tutto il G7 è avvenuta fuori da esso, è stata la visita di Mattarella a Mosca.

Ritratto di SEXYBOMB

SEXYBOMB

Mar, 11/04/2017 - 14:45

....ha ha ha Angelino Alfango è l'unico che si mette in POSA MATRIMONIO.....ha ha ha lol

Ritratto di leoni_da

leoni_da

Mar, 11/04/2017 - 15:04

via Assad..? e allora via la regina in inghilterra,in olanda,belgio,ecc... ma per quale motivo si fanno cadere i "presidenti" solo perche' non sono simpatici.. o non consensienti..?

Ritratto di mbferno

mbferno

Mar, 11/04/2017 - 15:08

Ma perché se è un G7 sono in 8? Ce n'è uno di troppo.....ah,già. ...Algerino Afgano. PS avete notato come è impettito? Si sente importante.....

Pisslam

Mar, 11/04/2017 - 15:08

Assad è stato ELETTO dal popolo siriano con REGOLARI ELEZIONI controllate degli osservatori dell'ONU!!!! Sempre a ribaltare governi ed a creare guerre e poi USA e UK si stupiscono se li odiano tutti ed i lori cittadini sono i primi ad essere nel mirino dei terroristi.....

Crucifero

Mar, 11/04/2017 - 15:09

Il personaggio sulla "destra" della signora con l'abito rosso.. è quello con lo sguardo più intelligente...

Ritratto di DARDEGGIO

DARDEGGIO

Mar, 11/04/2017 - 15:18

Mi sono trovato davanti schierate queste facce. Ne ho provato un disgusto indicibile. Sembrerebbe che noi si sia rappresentati di quelli li. Questa situazione non può durare a lungo, dovrà inevitabilmente succedere qualche sconquasso politico.

ANACONDA

Mar, 11/04/2017 - 15:21

Mogherini Bianca Neve con i Sette nani

Ritratto di lettore57

lettore57

Mar, 11/04/2017 - 15:28

Non pare che al ns "amato" Alfano abbiano nascosto il palo della bandiera da qualche parte?

Algenor

Mar, 11/04/2017 - 15:41

Stati Uniti, Francia, Gran Bretagna, Israele: i 4 problemi del mondo.

scarface

Mar, 11/04/2017 - 16:02

Inutili vite. Lacchè. Non contate e non conterete mai nulla.

Ritratto di DASMODEL

DASMODEL

Mar, 11/04/2017 - 16:21

Pronta x postare tutto mio sdegno per soggetti in foto...ma dopo aver letto i commenti dei Sigg. SEXYBOMB e lettore57- non riesco a frenare le risate - avete entrambi ragione...grandi! :D

Yossi0

Mar, 11/04/2017 - 16:25

Ma chi credono di essere questi quattro incapaci per dettare condizioni, sono convinto che il vino e lo champagne abbondavano durante il pranzo ....... non vedo altro, basta la presenza di alfano per rendersi conto del contesto

cir

Mar, 11/04/2017 - 17:00

Assad e' un problema per israele . radere al suolo israele . Assad non sara' piu' un problema.

Ritratto di stenos

stenos

Mar, 11/04/2017 - 17:03

Tecnicamente si chiama ricatto. Ma all'europa che viene in tasca dopo la cacciata di Assad? Bo. Di sicuro la Siria fara' la fine della Libia. Covo di terroristi che spazzeranno via i cristiani e ci riempiranno di profughi. Ma i porco nella foto lavorano per gli usa e i mondialisti loro sostenitori.

donzaucker

Mar, 11/04/2017 - 17:24

Alfano é quello vestito meglio. Almeno su qualcosa noi italiani ci distinguiamo.

giampiroma

Mar, 11/04/2017 - 17:56

al peggio non c 'è mai fine. sembrava un disastro la politica occidentale con Obama,ma con Trump è peggio.Almeno Obama non era così filo giudaico come Trump che è manovrato dalla comunità ebraica (Kushner).quindi ci sarà casino in Siria cui faranno fare la fine di Geddhafi,casino in Ungheria ed est europa grazie a Soros e poi la Corea.Armageddon.

Happy1937

Mar, 11/04/2017 - 18:01

Cosa aspetta il Governo Italiano a revocare unilateralmente le sanzioni alla Russia?

cir

Mar, 11/04/2017 - 18:28

giampiroma : in europa non siamo messi meglio- Il lato sionista di Rebbekah Dorothea Kasner alias '"Angela Merkel"

ziobeppe1951

Mar, 11/04/2017 - 18:31

Concordo con DASMODEL

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/04/2017 - 18:39

E' cambiato presidente negli USA ma la zuppa non cambia. Il potere, quello vero, rimane saldamente nelle mani dei manipolatori che traggono profitto da tutti i conflitti e quanto avvenuto in Iraq, in Libia, in Egitto ecc. ecc. evidentemente non ha insegnato nulla neanche ai cugini francesi. Sarkozy ha iniziato le cxxxxxe con la Libia e le primavere arabe e hollande sta completando l'opera. Piaccia o non piaccia l'unico baluardo contro i criminali musulmani restza Assad e se deve resta

giovanni PERINCIOLO

Mar, 11/04/2017 - 18:42

E' cambiato presidente negli USA ma la zuppa non cambia. Il potere, quello vero, rimane saldamente nelle mani dei manipolatori che traggono profitto da tutti i conflitti e quanto avvenuto in Iraq, in Libia, in Egitto ecc. ecc. evidentemente non ha insegnato nulla neanche ai cugini francesi. Sarkozy ha iniziato le cxxxxxe con la Libia e le primavere arabe e hollande sta completando l'opera. Piaccia o non piaccia l'unico baluardo contro i criminali musulmani resta Assad e se deve restare o andarsene lo devono stabilire i siriani e non certo quel burattino francese di Ayroult fatto primo ministro da hollande, poi silurato e poi richiamato a fare il ministro degli esteri ... telecomandato!

Cheyenne

Mar, 11/04/2017 - 19:17

PUTIN NON SI CHIAMA BADOGLIO

Ritratto di Sniper

Sniper

Mar, 11/04/2017 - 19:21

USA e UK calano due scartine incompetenti di Briscola. L'Italia risponde con i due DUE di altro seme. (Davvero il piu` demoralizzante allineamento di Ministri degli Esteri della Storia dell'Umanita`).

Ritratto di Giano

Giano

Mar, 11/04/2017 - 19:37

Ho capito, visto che mi sono stati censurati 3 commenti, vuol dire che non si può ironizzare su Alfano. Si sta forse preparando il rientro a casa del figliuol prodigo? Al posto dei vitelli grassi comincerei a preoccuparmi.

magnum357

Mar, 11/04/2017 - 20:27

Tutte teste vuote, vogliono fare come fecero con Gheddafi !!!!!

magnum357

Mar, 11/04/2017 - 21:22

Alto alto ma........... zero cervello !!!

ammazzalupi

Mar, 11/04/2017 - 22:12

Primo invio - Gli INFAMI vogliono la testa di ASSAD. Ecco il perché:la Siria DEVE essere conquistata perché: (articolo riportato): 1 – in Siria, non c’ è nessuna banca centrale Rothschild. 2 – la Siria ha vietato gli alimenti geneticamente modificati e la coltivazione e l’importazione degli stessi. 3 – la Siria è l’ unico paese arabo che non ha debiti con il fondo monetario internazionale, né con la Banca mondiale, né con chiunque altro. 4 – la famiglia Assad appartiene all’orientamento alauita, trattasi di una corrente sciita minoritaria di Islam tollerante; gli sciiti vengono combattuti dalla morte di Maometto dalla maggioranza sunnita. 5 – le donne siriane hanno gli stessi diritti degli uomini allo studio, sanità e istruzione.

ammazzalupi

Mar, 11/04/2017 - 22:14

Secondo invio - Gli INFAMI vogliono la testa di ASSAD. prosegue: 6 – le donne siriane non sono obbligate a indossare il velo. La Sharia (legge islamica) è incostituzionale in Siria. 7 – la Siria è l’ unico paese arabo con una Costituzione laica e non tollera movimenti estremisti islamici, che vengono combattuti severamente (anche con metodi estremi). 8 – circa il 10% della popolazione siriana appartiene a uno dei molti rami cristiani, sempre presenti nella vita politica e sociale. 9 – in altri paesi arabi la popolazione cristiana non raggiunge l’ 1% a causa dei maltrattamenti subiti.

ammazzalupi

Mar, 11/04/2017 - 22:15

Terzo invio - Gli INFAMI vogliono la testa di ASSAD. prosegue e fine. - 10- la Siria è l’ unico paese del Mediterraneo interamente proprietario del suo petrolio (circa 500.000 barr/day) e che non ha privatizzato le sue aziende statali. 11- la Siria ha un’apertura verso la società e la cultura occidentale, come solo il Libano nel mondo arabo. 12- la Siria era il solo Paese pacifico in zona, senza guerre o conflitti interni. 13- la Siria è l’unico paese al mondo che ha ammesso i rifugiati iracheni, senza alcuna discriminazione sociale, politica o religiosa. 14- Bashar Al-Assad ha un’ elevata approvazione popolare. 15- la Siria ha discrete riserve di petrolio (circa 2,5 miliardi di barili), che è riservato alle imprese statali.

nunavut

Mar, 11/04/2017 - 22:16

Una semplice domanda: cosa volete VERAMENTE da Trump? facile chiedere sanzioni e azioni se non può agire secondo le sue convinzioni,berlusconi(non venitemi a dire che sono berlusconiano) ma con bossi,casini,fini e alf-ano cosa avrebbe potuto produrre di buono per il popolo? certo,li aveva scelti lui ma loro erano geneticamente degli imbroglioni e certamente non dissero la verità sulle loro opinioni,come non le disse il re napoletano a fini.Certamente Trump si trova nella palude che fu tanto declamata dal renzi nostrano.

angelovf

Mar, 11/04/2017 - 22:32

Anche noi abbiamo molti Assad, anche se non uccidono fisicamente, però hanno distrutto l'Italia è continuano, ma però vogliono dare lezioni ad altri.

ruggerobarretti

Mer, 12/04/2017 - 09:14

Complimenti ad ammazzalupi, piu' chiaro di cosi'!!!! Veramente bravo. Sottoscrivo completamente.

Ritratto di mbferno

mbferno

Mer, 12/04/2017 - 09:35

Io mi accontento di meno: mi basta la "testa" di Alfano.

m.nanni

Mer, 12/04/2017 - 14:36

ci siamo cascati in molti; gli avevamo creduto ed abbiamo apertamente tifato per lui. io credo l'abbiano narcotizzato. sta rivalutando Hilary, santa donna; lo riteneva pericoloso per l'umanità a diventare custode della famosa valigetta. credo sia stato narcotizzato con dosi massicce di filuverru. oppure è davvero un farabutto.

cir

Mer, 12/04/2017 - 16:56

ammazzalupi. sane considerazioni. valle a spiegare ai kompagni...