Grattacielo in fiamme a Londra, i testimoni: "L'allarme non funzionò"

I racconti drammatici dei testimoni: "Il sistema anti incendio non ha funzionato, in molti si sono salvati solo una volta che hanno sentito le grida dei vicini"

Sono testimonianze drammatiche, quelle dei sopravvissuti all'incendio del grattacielo Grenfell Tower a Londra, dove ancora adesso sono intrappolate molte persone e dove altre, purtroppo, hanno perso la vita.

Secondo i resoconti raccolti dal quotidiano londinese The Guardian, i residenti si sarebbero resi conto delle prime avvisaglie del rogo intorno alle prime ore della notte. "Sono tornato verso le 1.45 del mattino - racconta Siar Naqshabandi, che vive al terzo piano del palazzo - E ho visto l'edificio in preda alle fiamme. Ho suonato all'appartamento di mio fratello e gli ho detto di uscire subito." Ma Naqshabandi lancia anche un'accusa molto pesante: "Ci hanno detto di non abbandonare l'edificio. Ho detto ai miei parenti di scendere e uscire. Ma mi hanno risposto che non era permesso loro di farlo".

In molti, inoltre, puntano il dito contro presunti malfunzionamenti del sistema anti incendio: "Non c'è un sistema di allarme unico integrato - racconta un altro residente, che abita al diciassettesimo piano - Ogni appartamento ha il proprio."

Altri testimoni interpellati dall'emittente pubblica britannica BBC raccontano invece che l'allarme anti incendio "non ha funzionato" e che in molti sono riusciti a salvarsi solo grazie alle grida dei vicini.

Commenti
Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 14/06/2017 - 10:47

Leggo su un altro articolo dei soliti "fenomeni" i quali brindano all'ennesima tragedia senza nemmeno curarsi delle cause, ma con l'evidente speranza che possa trattarsi di un attentato terroristico di matrice islamica. Sono gli stessi che si reputano portavoce di una cultura superiore...

Ritratto di Zvallid

Zvallid

Mer, 14/06/2017 - 11:38

I musulmani hanno già trovato i l modo di dare la colpa a qualcun altro: presto cominceranno i processi ai pompieri colpevoli di non essere arrivati in 180 secondi, al comune che non gli ha pulito la casa, a chi gli ha giustamente detto di non fare le scale perchè potevano crollare da un momento all'altro, all'allarme che non è stato aggiustato dopo che i loro bambini ci avevano giocato per anni insomma niente di nuovo sotto il sole. Inutile dire che gli unici responsabili sono loro, poco abituati a vivere in case normali

mariolino50

Mer, 14/06/2017 - 11:39

Dreamer_66 Negli impianti moderni è molto strano un incendio del genere, doloso è molto più facile che avvenga, comunque tutto è possibile, ma le probabilità no.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 14/06/2017 - 11:57

mariolino50: infatti nessuno può escludere a priori che si tratti di un attentato. Quello che mi lascia perplesso (ma non sorpreso) è il tifo che taluni lettori fanno per questa ipotesi.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 14/06/2017 - 14:39

@Dreamer66 - la stessa che fai tu ogni volta che c'è un vero attentato. Dici sempre: ma siete sicuri che siano musulmani? Purtroppo si. E abbiamo sempre avuto ragione. Noi qui non stiamo dicendo niente e ci dispiace per i morti, chiunque siano. Noi piangiamo per i morti, non inneggiamo e difendiamo gli attentatori come fate voi, sempre. In questo caso penso (e spero) solo sia negligenza e mancanza di norme sulla sicurezza, dovuto probabilmente ad ignoranza o trascuratezza.

Tarantasio

Mer, 14/06/2017 - 14:43

dreamer,i fatti sono che la zona dove sorgeva era degradata abitata in gran parte da etnie diverse, su twitter i muslim esultano, i morti sono più di quelli annunciati e la possibilità di un atto doloso è francamente da non escludere - finora abbiamo visto all'opera attentatori di provata fede musulmana e questo ci porta a supporre il loro coinvolgimento ma non è detto che sarà sempre così...

Angelo664

Mer, 14/06/2017 - 14:50

Sarebbe utile sapere come si viveva ed in quali condizioni li dentro. La civiltà non la importi da certi paesi, dovresti assorbirla e farla tua. Come mi par i capire in quella palazzina abitava marmaglia proveniente da svariati paesi civilizzati. Immagino sporcizia ovunque e tutti che se ne fregano di tutto. Anche in certe palazzine Italiane se divampa un incendio fai fatica a salvarti. Però non divampa anche perché la gente non accende il falò in soggiorno o fa la griglia sul balcone. Visto che era la fine del Ramadan posso intuire che stessero facendo di tutto a di più in quel palazzo a quell'ora.

mariolino50

Mer, 14/06/2017 - 16:11

Dreamer_66 Dopo aver visto il telegiornale mi correggo un pò, quello era una ciofeca di palazzo, abitato da buzzurri di ogni tipo, molto possibile incidente dovuto all'incuria, ma anche un autoattentato, visto che i muslim se li fanno anche trà di loro, forse più che a noi. Di sicuro non tutti i muslim sono terroristi, ma attualmente tutti i terroristi sono muslim, ha smesso anche l'Ira e i baschi in Spagna, e da noi sono decenni.