Russiagate, Trump: "Se Obama sapeva perché non ha fatto nulla?"

Trump a Fox News e su Twitter: "Obama sapeva delle operazioni della Russia molto tempo prima delle elezioni ma non ha fatto nulla al riguardo"

Russiagate, nuova puntata. Stavolta si fa sentire il presidente degli Stati Uniti. Lo fa usando il suo mezzo di comunicazione preferito, Twitter. "Dato che l'amministrazione Obama sapeva molto prima delle elezioni dell'8 novembre che i russi si stavano immischiando - scrive- perché non è intervenuta?" . Donald Trump polemizza così con il suo predecessore, dopo che un articolo del Washington Post ha rivelato che Obama era stato informato nell'agosto del 2016 dei tentativi degli hacker russi di interferire con le elezioni presidenziali.

E in un secondo tweet Trump ha rincarato la dose: "Un funzionario dell'amministrazione Obama ha detto che sono 'soffocati' quando è venuto il momento di agire contro le intromissioni russe sulla elezioni. Non volevano danneggiare Hillary?".

In un estratto di un’intervista che andrà in onda oggi su Fox News, Trump chiarisce manifesta tutto il proprio sdegno: "Ho appena sentito per la prima volta che Obama sapeva delle (operazioni della) Russia molto tempo prima delle elezioni ma non ha fatto nulla al riguardo. Ma nessuno vuole parlare di quanto è accaduto" per nascondere le responsabilità dell’allora presidente. "La Cia - prosegue - gli aveva dato le informazioni molto prima del voto e per mè è difficile da capire (cosa sia successo)... In altre parole la domanda è, se (Obama) aveva le informazioni, perché non ha fatto nulla al riguardo? Avrebbe dovuto fare qualcosa ma non leggerete nulla su questa storia e questo è piuttosto triste".

Trump è abile nel prendere spunto dalle accuse, sollevate dal Washington Post, per prendere di mira Obama, che a suo dire o ha sottovalutato la minaccia dell'interferenza russa o quanto meno ha gestito male la situazione (dimostrandosi incapace). Solo dopo il voto, infatti, dalla Casa Bianca arrivarono contromisure, con l’espulsione di 35 diplomatici russi dagli Stati Uniti. Mossa tardiva, però, perché ormai i giochi erano fatti.

Commenti

Anonimo (non verificato)

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Dom, 25/06/2017 - 14:13

Non gli va proprio giù un Trump Presidente. Patetici.

agosvac

Dom, 25/06/2017 - 14:28

In effetti i democrat ed i magistrati di estrazione obama/clinton si danno la zappa sui piedi da soli. Trump ha ragione! Se lo sapevano perché non hanno agito? Il fatto reale è che non c'è mai stato intervento russo contro la clinton, lei ha fatto tutto da sola per perdere le elezioni perché era troppo scema per vincerle!!!

alox

Dom, 25/06/2017 - 15:31

E cosa doveva fare? Fermare le elezioni? Con una boccaccia come Trump? Sarebbe stato il complotto dei complotti contro la candidatura del unico e solo Trump...

alox

Dom, 25/06/2017 - 15:34

...lo sapevano ed hanno e stanno agendo...e' Trump che la chiama caccia alle streghe, perche' ha paura di perdere la poltrona, perche' e' tutto incentrato alla propria persona: chissenefrega degli Americani e del futuro dell’America, l’importante e’ essere il 45esimo presidente “in prima fila a costo di spintonare sciaguratamente gli avversari...

alox

Dom, 25/06/2017 - 15:38

Inoiltre Trump, in campagna elettorale sapeva ed invece di essere preoccupato di questi hacker li “pregava” di hackerare i Dem la Clinton, oltre e sempre parole di supporto e in difesa di Putin...le indagini vanno avanti!

alox

Dom, 25/06/2017 - 15:42

..dopo mesi e mesi di negazioni alla fine arriva anche Trump (per il dispiacere dei SUOI SOSTENITORI) ammette e riconosce il lavoro sporco dei Russi... ma la colpa e’ sempre degli altri...

alox

Dom, 25/06/2017 - 16:04

... Che sia chiaro Putin e' innocente, un leader da ammirare che fa' il Suo lavoro di spionaggio, di sabotatore: il grosso problema e' Obama, I Democratici, i Repubblicani (Comey era the FBI director) e i reduci che si fanno catturare o uccidere!

alox

Dom, 25/06/2017 - 16:15

@agosvac ti stai arrampicando sugli specchi...sei rimasto da solo, anche Trump ammette le porcate dei Russi.