Un sondaggio rivela: "La maggioranza dei Tedeschi è ostile ai migranti"

Il fatto che la maggioranza dei Tedeschi sia ostile ai migranti rappresenta, spiegano i ricercatori, una bocciatura della linea dell’accoglienza promossa finora dalla cancelliera Merkel

Un recente sondaggio realizzato in Germania ha segnalato la forte ostilità dei Tedeschi verso i migranti presenti nel Paese.

Una ricerca condotta dall’ente Friedrich Ebert Foundation ha infatti evidenziato che la maggioranza dei connazionali della Merkel giudica negativamente gli arrivi di stranieri nel territorio nazionale, favoriti dalle politiche pro-accoglienza varate dalla cancelliera nel 2015. Nel dettaglio, il 54,1% dei cittadini ha dichiarato di essere ostile ai richiedenti asilo stanziatisi finora in Germania e gli autori dell’indagine demoscopica hanno fatto contestualmente notare che tale percentuale ha sperimentato un aumento notevole rispetto ai livelli attestati nel 2016 e nel 2014. Tre anni fa, infatti, coloro che avversavano la presenza di rifugiati in territorio tedesco erano il 49,5%, mentre erano il 44% nel 2014.

La crescita dell’ostilità popolare verso i migranti, spiegano i ricercatori della Friedrich Ebert Foundation, simboleggerebbe una “sonora bocciatura” dei Tedeschi verso le politiche sviluppate finora dall’esecutivo Merkel in ambito migratorio. L’insofferenza dei cittadini verso gli arrivi di profughi sarebbe infatti espressione della convinzione che le autorità di Berlino stiano gestendo i flussi di stranieri “in maniera disordinata e lassista” e stiano esponendo a seri pericoli la sicurezza interna della nazione teutonica.

Il fatto che la maggioranza dei cittadini giudichi in maniera negativa la presenza di migranti in Germania sarebbe, prosegue il rapporto stilato dagli autori dell’indagine, una diretta conseguenza dei numerosi episodi di cronaca in cui sono risultati coinvolti dei richiedenti asilo. Nel Paese Ue, infatti, con l’avvio, nel 2015, della linea dell’accoglienza promossa dalla cancelliera si sono susseguiti fatti di sangue e reati a sfondo sessuale perpetrati da cittadini stranieri giunti in territorio tedesco proprio grazie alle politiche tolleranti sviluppate dalla Merkel.

Un altro dato emerso dal sondaggio effettuato dalla Friedrich Ebert Foundation è quello relativo ai soggetti inclini a credere nelle “teorie della cospirazione”. Secondo i ricercatori, il 46% dei Tedeschi sarebbe convinto che le decisioni politiche non vengano prese autonomamente dal parlamento e dal governo nazionali, bensì da potenti “organizzazioni segrete” in grado di influenzare pesantemente i rappresentanti delle istituzioni.

Commenti
Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 26/04/2019 - 10:46

Anche i Tedeschi,"a parole",nelle "interviste" dicono di essere CONTRO,poi quando vanno a votare continuano a votare partiti "accoglienti"(come in Italia del resto)!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 26/04/2019 - 11:11

Strano che quasi la metà sia ancora comunista.

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 26/04/2019 - 11:17

È vero è proprio chock, dovrebbero essere il 90%.

bruco52

Ven, 26/04/2019 - 11:22

una canzone di qualche anno fa diceva "come si cambia per non morire...", ecco quello che pensano, non solo i tedeschi, ma anche altri popoli europei...di fronte alla dura realtà è facile cambiare opinione, anche nei buonisti a volte si insinua il dubbio, non tutti portano il cervello all'ammasso...

acam

Ven, 26/04/2019 - 11:29

sarebbe infatti espressione della convinzione che le autorità di Berlino stiano gestendo i flussi di stranieri “in maniera disordinata e lassista” e stiano esponendo a seri pericoli la sicurezza interna della nazione teutonica. precisamente quello che sta succedendo in italia. ma la merkel ha capito che ha fatto il suo corso

Giorgio Rubiu

Ven, 26/04/2019 - 11:43

Doveva succedere e sta succedendo. I segni sono chiari, non solo quelli dei tedeschi. Nessuno vuole ospitare più migranti e molti vogliono rimandare a casa quelli già presenti sul territorio. Gli accoglienti ad oltranza sono ormai pochi e lo sono più con le parole che con i fatti anche quando si tratta della redistribuzione di poche decine di soggetti.

jenab

Ven, 26/04/2019 - 11:50

nulla di strano, mi sembrano ancora pochi..

giancristi

Ven, 26/04/2019 - 11:53

Non capisco cosa ci sia da stupirsi! I "migranti" sono incivili, ignoranti e prepotenti! E fannulloni. Quando li si conosce si scoprono tutti i loro difetti" Un poco di anni di convivenza ha aperto gli occhi ai tedeschi.

Ritratto di pinox

pinox

Ven, 26/04/2019 - 12:25

anche i tedeschi contrari?....ma va????.....chissà perchè??

Ritratto di Flex

Flex

Ven, 26/04/2019 - 12:49

Ma la Merkel ne è a conoscenza?.

Reip

Ven, 26/04/2019 - 13:49

...Perche’ gli italiani invece?!?

yorkshire22

Ven, 26/04/2019 - 14:55

Gli immigrati esistono in Germania da più di un secolo (gastarbeitern). Dopo aver dato il loro lavoro e non essere costati nulla, molti sono tornati al loro paese - Greci,Italiani, Portoghesi, ecc) altri si sono stabiliti in Germania e i loro figli non si distinguono dai tedeschi. Qualche problema resta nell'ex-DDR. Chiaro che dover ora mantenere una massa di mantenuti musulmani, la cosa è diversa. Però continuano a votare Merkel-Schulz e i psicopatici Verdi.

acam

Ven, 26/04/2019 - 17:45

a me dopo dieci anni di lavoro qualificato mi danno 270 euro di pensione viva la svizzera

ziobeppe1951

Ven, 26/04/2019 - 18:03

Non ci sono più le anime belle ad accoglierli con caramelle,pasticcini e cotillon

rawlivic

Ven, 26/04/2019 - 20:14

e magari si svegliano quando diventeranno la minoranza Bianca...