Gli uomini di Trump si muovono per nuove sanzioni contro l'Iran

Il team al lavoro per capire quali iniziative avrebbero l'appoggio del parlamento

Che l'accordo raggiunto con l'Iran sul nucelare non sia di gradimento della nuova amministrazione americana non è una notizia di oggi. Non sorprenderebbe se con Donald Trump alla Casa Bianca qualcosa dovesse cambiare nei rapporti con Teheran. E dunque non stupisce troppo neppure una rivelazione del Financial Times, secondo cui membri del "team di transizione" sono gi al lavoro in questo senso.

Se per ora non si parla di un congelamento dell'accordo raggiunto - o comunque non lo si fa in maniera esplicita - di certo si sta inziando a tastare il polso ai membri repubblicani del Congresso, per arrivare a mettere in campo nuove mosse, che potrebbe ndare da sanzioni per il programma di missili balistici iraniano ad altre legate al rispetto dei diritti umani nel Paese degli ayatollah.

Trump ha descritto come "il peggior accordo mai negoziato" quello raggiunto tra Washington e Teheran. E se ora - dice Ft - si è ancora lontani dal capire come il nuovo presidente si muoverà, però fonti del Congresso dicono che "stanno già guardando da vicino alle loro opzioni".

La partita con l'Iran non è però un match in cui gli Stati Uniti si trovino da soli contro (o a favore di) Teheran. Eventuali mosse contro l'Iran potrebbero non essere apprezzate dall'Unione Europea, che è parte integrante dell'accordo.

Commenti

alberto_his

Ven, 02/12/2016 - 17:40

C'è da chiedersi quanto valga la parola di gente che si rimangia gli accordi presi alla prima occasione; che credibilità possono mai avere in campo internazionale? Sua Santità, la Guida Suprema, ci aveva messo in guardia sulla loro lingua biforcuta

paolonardi

Ven, 02/12/2016 - 22:35

Finalmente qualcuno con gli attributi che non cede al politicamente corretto ma tratta gli islamici cone si meritano e cioe' a pesci in faccia; alberto_his fattene una ragione: i tuoi amici cenciosi non si merita altro.