Al Foro Italico di Palermo appare una targa dedica a Lorenzo Orsetti

Il collettivo Fare Ala colpisce ancora nella notte di ieri, al Foro Italico di Palermo è apparsa una targa dedicata alla memoria di Lorenzo Orsetti, il giovane fiorentino morto a Bāghūz il 18 marzo scorso mentre combatteva al fianco dei ribelli curdi per cacciare l'ISIS dal Rojava

Apparsa nella notte di ieri, al Foro Italico di Palermo una targa dedicata a Lorenzo Orsetti, il giovane fiorentino morto a Bāghūz il 18 marzo scorso mentre combatteva al fianco dei ribelli curdi per cacciare l'ISIS dal Rojava. La targa è l'ennesima provocazione odonomastica, simile a quella comparsa a Castellammare del Golfo su Almirante, e vuole lanciare un messaggio in supporto alla popolazione curda che in questi giorni è sotto attacco da parte delle forze militari turche. L'intervento è stato rivendicato dai collettivi artistici Fare Ala e Bendicò, neonata formazione siciliane in azione sulla guerriglia odonomastica, la targa vuole commemorare il giovane italiano che ha perso la vita per mano dell'Isis.

Il collettivo Fare Ala non è nuovo a interventi nello spazio urbano che hanno riportato alla luce le strade, le piazze i monumenti legati al passato coloniale e fascista italiano, come i recenti discussi interventi a Castellammare del Golfo contro l'intitolazione di una Piazza a Giorgio Almirante. Queste operazioni di "guerriglia odonomastica" si pongono in continuità con quelle portate avanti insieme a Wu Ming 2 per il progetto "Viva Menilicchi!" a Palermo, nell'ambito di Manifesta 12.

In questa ultima azione il collettivo, in collaborazione con Bendicò, ha rinominato una parte del Foro Italico come "Giardino Lorenzo Orsetti". Inoltre recentemente il padre di Lorenzo, ha dichiarato che il figlio temeva che l'esercito statunitense avrebbe lasciato a sé stesso il popolo curdo una volta sconfitto l'Isis e ha inoltre espresso la volontà di trovare al più presto una soluzione pacifica al conflitto in corso.

Secondo il portavoce dei collettivi l'intervento risulta particolarmente significativo in questo momento storico in cui la Turchia ha dichiarato guerra ai curdi ed invaso il nord est della Siria. Nei giorni scorsi a Roma, per via istituzionale, è stata dedicata una zona del Parco Nomentano alla memoria di Lorenzo Orsetti, mentre Firenze, città natale di Lorenzo, ha approvato la mozione per intitolare uno spazio pubblico nei prossimi mesi.