Il Papa replica alle accuse di eresia: "La teologia dell'Amoris Laetitia non è lontana da tradizione"

Bergoglio respinge le accuse di eresia: "La morale dell'Amoris laetitia è tomista". E ammonisce: "Commenti rispettabili ma sbagliati"

Papa Francesco replica a chi lo attacca. Lo fa parlando ai gesuiti della Colombia e respingeno in toto le sette accuse di eresia. "Alcuni sostengono che sotto l'Amoris laetitia non c'è una morale cattolica o, quantomeno, non è una morale sicura - spiega Bergoglio - su questo voglio ribadire con chiarezza che la morale dell'Amoris laetitia è tomista, quella del grande Tommaso". Fa così carta straccia della "correzione formale" che gli era stata consegnata l'11 agosto scorso con la richiesta di correggere i presunti errori contenuti nell'esortazione post-sinodale.

Lo scorso 10 settembre papa Francesco ha parlato ai gesuiti della Colombia durante un incontro a porte chiuse che si era tenuto a Cartagena. Al centro del discorso la stroncatura del documento, sottoscritto da monsignor Bernard Fellay, superiore della Fraternità san Pio X, e da teologi come monsignor Antonio Livi e padre Serafino Lanzetta. "Sento - ha detto il Papa secondo quanto riporta Civiltà Cattolica - molti commenti, rispettabili, perché detti da figli di Dio, ma sbagliati, sull'Esortazione apostolica post-sinodale. Per capire l'Amoris laetitia bisogna leggerla da cima a fondo. A cominciare dal primo capitolo, per continuare con il secondo e così via... e riflettere. E leggere che cosa si è detto nel Sinodo". Di tutto ciò, Bergoglio ha suggerito ai confratelli di "parlarne con un grande teologo, tra i migliori di oggi e tra i più maturi, il cardinal Schonborn". "Questo - ha concluso il Papa - voglio dirlo perché aiutiate le persone che credono che la morale sia pura casistica. Aiutatele a rendersi conto che il grande Tommaso possiede una grandissima ricchezza, capace ancora oggi di ispirarci. Ma in ginocchio, sempre in ginocchio".

In Vaticano stanno montando le tensioni. Dopo i dubia di quattro cardinali emeriti, l'Amoris laetitia ha sollevato l'accusa di eresia al Papa da parte di un gruppo di studiosi cattolici da tutto il mondo. "Per capirla bisogna leggerla da cima a fondo...", replica però Bergoglio invitando a studiare l'esortazione apostolica sulla famiglia e "leggere cosa si è detto nel Sinodo".

Commenti
Ritratto di rapax

rapax

Ven, 29/09/2017 - 11:40

è irrecuperabilmente superbo, cioè che pecca di superbia, apostolo della zona grigia dei valori indelebili e della divisione, un gesuita insomma

Ritratto di BenFrank

BenFrank

Ven, 29/09/2017 - 11:46

No, ha ragione, non è lontano dalla tradizione: quella komunista e quella luterana. Señor Bergoglio, si ripassi Vecchio Testamento e Vangelo e magari, invece di leggere le castronerie di "Repubblica", anche qualche testo dei padri della chiesa, invece di usarli come zeppe per tavolini traballanti...

Fossil

Ven, 29/09/2017 - 11:50

Lui non ascolta nessuno è nessuno ascolta lui.

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 29/09/2017 - 11:50

il massone non incanta che gli allocchi

Ritratto di mbferno

mbferno

Ven, 29/09/2017 - 12:06

Respingere.Respingere,Respingere. Negare negare negare. Ecco i verbi preferiti dai komunisti,ed ora anche dal clero. Che schifo

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 29/09/2017 - 12:07

"Diggiamo" che non ce potebbe fregar de meno di quello che farnetica questo panzone.

Ritratto di alfredido2

alfredido2

Ven, 29/09/2017 - 12:12

Penso che la storia sulle eresie sia un sistema per condizionare il Papa.Bergoglio ,certo in perfetta buona fede , sta svolgendo una politica sul tema migranti che colpisce gli Italiani nel loro quotidiano.La sinistra politica accoglie tutti ,ma questo è puro business e calcolo politico. Il timore di questi prelati,penso, è che l'atteggiamento del Papa sul tema migrazione potrebbe allontanare la gente dalla Chiesa Cattolica . Certo ,penso,nessuno dei "credenti" lascerà il Cristianesimo fondamento della cultura e della filosofia del nostro Continente ma alcuni potrebbero lasciare il Cattolicesimo che da qualche anno è travolto da scandali di ogni genere.

parmenide

Ven, 29/09/2017 - 12:17

questo perito chimico nega l' evidenza. non c'è alcun continuum con la tradizione dottrinale cattolica su quanto espresso in amoris laetitia . Non si tratta neanche di ermeneutica , di interpretazione secondo canoni differenti della sacra scrittura . deve andare via per il bene della vigna di cristo.

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Ven, 29/09/2017 - 12:18

E' pure ignorante, presuntuoso ed arrogante. Una persona piccola piccola e squallida. Il Clero tutto si pentirà di sostenere questo demente.

Carlo36

Ven, 29/09/2017 - 12:18

Chi può credere che questo papocchio sia il vero rappresentate di Cristo sulla terra? Solo gli allocchi. Lui sta facendo tabula rasa del Cristianesimo e deve dimettersi. La sua arroganza è un indice molto valido e dimostra la sua pochezza.

ginobernard

Ven, 29/09/2017 - 12:19

rischia il rogo ?

parmenide

Ven, 29/09/2017 - 12:19

benfrank ; bravo!!!

tosco1

Ven, 29/09/2017 - 12:27

A questo punto, mi viene un atroce dubbio.Ma lui l'ha letta l'Amoris Laetizia?

Pierluigi64

Ven, 29/09/2017 - 12:29

Il documento con le richieste di correzione è puntuale e argomentato. Le risposte del pontefice (non di questo o quel cardinale) dovrebbero essere altrettanto puntuali e argomentate. Risposte generiche e "delegate" non sono ricevibili giacché in primo luogo in questioni di importanza capitale la coda del diavolo si può nascondere nei dettagli e, soprattutto, perché l'esercizio del ministero petrino è PERSONALISSIMO e NON DELEGABILE.

agosvac

Ven, 29/09/2017 - 12:37

La colpa di Papa Francesco non è "amor laetitia", le sue colpe sono ben più gravi. La più grave di tutte è che non si comporta come un Papa Cristiano ma come un imam islamico!!! Un Papa che supporta l'invasione islamica( più del 90% dei migranti fasulli sono di religione islamica) dimostra di non riuscire a capire che l'Islam è ben lungi dall'essere amico del Cristianesimo. O, se lo capisce, dimostra di non amare il Cristianesimo!!! L'Islam è un pericolo per tutti quelli che non sono islamici. Nessun islamico potrebbe accettare i dettami del Cristianesimo. Glielo impedisce il Corano e la legge islamica contenuta nella "sharia". Questo Papa sta mettendo a rischio ciò che tutti i Papi del Medio Evo hanno fatto per difendere i Cristiani dall'Islam.

kayak65

Ven, 29/09/2017 - 12:40

oramai e' costretto a parlare alla sua congregazione perche' a parte qualche suo scagnozzo porporato non lo fila piu' nessuno. una vergogna per la cristianita'

Marcello.508

Ven, 29/09/2017 - 12:47

Sarà stato anche in linea con la tradizione quando, nel giorno della madonna di Fatima il 13 ottobre 2016, fatto oscurare la statua della madonna, abbia fatto entrare in Vaticano la statua di Martin Lutero, il più grande eretico del cristianesimo, come fosse un santo? Il premio Carlo Magno 2016 (altrimenti detto Premio Kalergi) forse ha una visione un pò troppo personale del suo mandato "pastorale" e delle sacre scritture. Risposta, dunque, la sua molto sbrigativa che non mancherà di suscitare perplessità. Lui non è la fede perchè non ha parlato ex cathedra (in questo tema non può farlo); la fede è altra materia che si trova nelle sacree scritture e non mutabile, tanto meno negoziabile. La fede è un dogma per un cattolico, altrimenti fede non sarebbe. Lui invece ama "modellarla".. Non va bene caro Papa, non va bene.

Cheyenne

Ven, 29/09/2017 - 12:48

BASTA BUFFONE

Cheyenne

Ven, 29/09/2017 - 12:50

RIPRISTINARE URGENTEMENTE L'INQUISIZIONE PER IL PAPOCCHIO ISLAMICO

Ritratto di alex274

alex274

Ven, 29/09/2017 - 12:54

Inutile, i gesuiti hanno una o due marce in più. Il confronto con gli altri è impietoso.

Ritratto di alex274

alex274

Ven, 29/09/2017 - 12:56

Il Papa non ha nessuna necessità di dover rispondere in dettaglio. E' il Papa-

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 29/09/2017 - 12:57

La superbia e l'invidia sono scongiurate dalla Divina Parola di non desiderare la roba oppure la donna degli altri, che istituisce la proprietà muliebre e ogni altra forma di proprietà privata, in spregio ai superbi e invidiosi peccatori comunisti.

paolo1944

Ven, 29/09/2017 - 12:57

Papa politicante, stai distruggendo la chiesa e la fede di milioni di persone. Non ti riconosco come papa ma come usurpatore, traditore dei valori cristiani e alleato dei nostri nemici. Taci di fronte ai quotidiani massacri di cristiani in Africa e altrove, ma sei prono ai musulmani e a chi ci odia. Un vergogna per la chiesa, rimarrai un esempio negativo per secoli. Spero che riescano a buttarti fuori per eresia.

risorgimento2015

Ven, 29/09/2017 - 13:04

Strano ! In quella sala non vedo abusivi vu` cumpra` che vendono I bruscolini .(e tutto il resto della mondezza)

kitar01

Ven, 29/09/2017 - 13:07

Molta parte del mondo cattolico ormai vede Bergoglio come un distruttore del cristianesimo, un demolitore dei principi sacri, che andrebbero piegati alla logica del mondo. Ovvio che il solco tra lui e il suo popolo si allarga ogni giorno di più.

massimo trevia

Ven, 29/09/2017 - 13:11

non concordo col Papa!il peccato(6comandamento)e' lo stesso per gli sposati e i non sposati!e nell'8vo capitolo del documento si afferma ce in certi casi si potrebbe prevedere l'aiuto dei sacramenti(confessione ed eucarestia).ora,io non sono sposato,ma se faccio lo stesso peccato devo riconoscerlo e impegnarmi ad uscirne.poi,se nonostante il mio impegno,ricasco,(ovviamente se non ho preso in giro Dio e davvero mi sono impegnato,chiedendogli la grazia e"sfuggendo le occasioni prossime di peccato"),mi riconfessero'!questo vale anche per due che,tradendo il loro matrimonio ma impegnandosi in un cammino di continenza(come fratello e sorella),ricascassero!ma se non lo vogliono fare qs. cammino,allora facendo la comunione,che e' legata alla promessa di Cristo verso di loro(di essere con loro finche'"morte non li separi", quando si sposarono,compiono un sacrilegio,vivendo un'unione fuori da quella promessa!e medesime sono le caratteristiche(se lo e' o meno)del peccato mortale o veniale!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 29/09/2017 - 13:13

Io di "grande Tommaso" conosco l'apostolo che mise la mano nel costato di nostro Signore. Carneade, chi era costui? Forse un altro Tamarro del "Va' dove ti porta il cuore"? Allora la deprecabile "Amoris laetitia" deve essere un illeggibile romanzo d'appendice onde ballare il tango, farsi psicanalizzare e mandare i democ a svaligiare le banche per amore del denaro. Ora, invece, l'albero si riconosce dai frutti, ma i frutti del Bergoglio fanno schifo: lo jus-soli.

parmenide

Ven, 29/09/2017 - 13:13

Sottigliezze gesuitiche: il gesuita dice che non fuma pregando ma prega fumando . Fidarse di costoro !!!

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 29/09/2017 - 13:21

L'Amoris Laetitia è un guazzabuglio di inutili elucubrazioni. Invece la legge di Dio Padre, sottolineo Padre, è perfetta. L'uomo non deve desiderare la donna d'altri e la donna non deve commettere adulterio. Cioè non deve andare oltre, ad ultras, al suo uomo, ovvero come dice san Paolo, deve starsene bella sottomessa. La Giurisprudenza cristiana indica ad esempio la Sacra Famiglia, per cui la sempre Vergine Maria, quando Giuseppe si è sognato di notte di lasciare la Palestina per l'Egitto, non lo ha contestato, bensì ha obbedito sommessamente.

27Adriano

Ven, 29/09/2017 - 13:22

Quando un kattokomunista sbaglia?? Mai. Saranno le eresie, sbagliate.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 29/09/2017 - 13:24

Caro Alex274, evidentemente non è il Papa, ma solo un antipapa. Uno dei tanti cialtroni...

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Ven, 29/09/2017 - 13:25

E più facile che un cammello passi per la cruna di un ago che Bergoglio sia un vero Papa.

Trinky

Ven, 29/09/2017 - 13:27

@risorgimento2015........come non li vedi, sono tutti con quell'affare fucsia in testa!

dakia

Ven, 29/09/2017 - 13:30

Ma ai tempi dell'aquinate esisteva già il divorzio? Lui ha visitato qualche volta la comunità S.Pio X? Che invece di sgomberare dai senza tetto la piazza contigua alla sua vivienda, perché non fa sgomberare la basilica SS Apostoli? Non è un cattolico apostolico romano, e i credenti lasceranno la chiesa perché costretti a lasciare il paese natio.

Pierluigi64

Ven, 29/09/2017 - 13:31

per alex274 ore 12:56: quello che asserisce non corrisponde alla realtà. Infatti il papa non è il padrone della Dottrina e della Parola ma, in questo quadro, è solo il servo dei servi di Dio. Secondo Gesù il ministero petrino che caratterizza la figura del papa si estrinseca in due missioni: 1) confermare i propri fratelli nella Fede; 2) pascere i suoi agnelli (non del papa ma di Gesù, giacché noi siamo primariamente salvati dal Suo Sangue e non da altri). Papa Francesco, non rispondendo alle Richieste di Correzione in modo altrettanto argomentato commette una grave ommisione ad entrambi i suddetti DOVERI del MINISTERO PETRINO, stabiliti da Gesù e non da questo o quel papa. Tali DOVERI, inoltre, sono INDELEGABILI perché gli autori del documento si sono rivolti a lui quale pontefice.

Mirandina

Ven, 29/09/2017 - 13:31

Io sono cattolica e, anche se il Santo Padre divide la chiesa, io continuo cattolica anche perché la mia fede é in Gesù Christo. Solo Lui é il mio Signoe e il mio Dio, nella Santa Trinità. Il papa é tansolo un povero uomo, fatto in argila, che a il compito di tenere insieme le pecore del greggie. Questa é la sua missione, e dentro questa vocazione, dovrebbe accettare la correzione fraterna, in questo caso, filialle con molta umiltà. Potrebbe anche diventare Santo, e in più porterebbe tante grazie sulla Cristianità e, a questo mondo idolatra. Agli suscritori della Correzione, continuate a difendere la dottrina e la Verità di Gesù. Lo Santo Spirito vi aiute a rimanere saldi nella fede in Gesù, solo Lui Vale.

BENNY1936

Ven, 29/09/2017 - 13:35

La tradizione...come no. Ma son 2.000 anni che è risorto (Cristo) mentre noi -Papi compresi -- continuiamo a morire. Eppure pochi glielo fanno notare che il Salvatore non ha salvato nessuno!

Ritratto di ..vaaciapairatt..

..vaaciapairatt..

Ven, 29/09/2017 - 13:47

lasci perdere il corano e allà, subito a ripetizione di catechismo

HappyFuture

Ven, 29/09/2017 - 13:48

Non le ho lette tutte le sette eresie che attribuiscono al Papa. S. Paolo dice: "19 È stato Dio infatti a riconciliare a sé il mondo in Cristo, non imputando agli uomini le loro colpe e affidando a noi la parola della riconciliazione." Quindi noi non ci possiamo salvare, se non per merito della Grazia che ci viene da Cristo. Questi Signori che hanno "contestato" il Papa non hanno messo in conto la "fragilità" umana. Per cui tutti abbiamo bisogno della giustificazione di Cristo. Nessuno andrà mai a prendere la Comunione senza un peccato... magari dimenticato! La preghiera allo Spirito Santo dice: "Senza la tua Forza nulla è nell'uomo, nulla è senza colpa!" Altro che eresie. Anche sto Papa è Santo.

parmenide

Ven, 29/09/2017 - 13:52

La religione cristiana , in modo particolare quella cattolica oggi si trova ad essere la più perseguitata nel mondo e spesso il massacro dei suoi fedeli si verifica nei paesi islamici. Il nostro perito gaucho in un intervista tempo fa si è così espresso in merito: " so molte cose sulla persecuzione ( non dice cristiana ) che non mmi sembra opportuno raccontare qui per non offendere nessuno " (sic).

bobots1

Ven, 29/09/2017 - 13:54

Ma c'è ancora qualcuno a cui interessano queste sottigliezze teologiche? Se uno crede che creda a suo modo...non c'è bisogno di una chiesa o una religione che gli dica come credere e come comportarsi. Anche perchè ce ne sono a centinaia...quale quella giusta? Ma finiamola...

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 29/09/2017 - 14:07

Il papocchio dixit. Ma se davvero tornasse il "capo" (Gesù), allora sto pampero ne vedrebbe delle belle e, come minimo, verrebbe cacciato dal tempio a frustate (Vangelo secondo Matteo).

greg

Ven, 29/09/2017 - 14:11

L'ipocrisia e la superbia di questo prete non sono certamente cristiane, ma personali e pro domo sua, cioè l'imperio del suo pensiero unico che lui vuole la chiesa accetti senza discutere. Ha ben detto che lui ha scelto Francesco perchè si sente simile al Santo dei poveri e degli indifesi, e a detto che avrebbe anche potuto sciegliere di chiamarsi papa Gesù II, e non avrebbe fatto scandalo, ma tutto questo prova unicamente che non è certo un aquila del pensiero, cristiamo poi proprio per nulla, e che è solo di una superbia che di cristiano non ha nulla, anzi è una bestemmia detta in chiesa. Prima muore e prima il cattolicesimo torna nelle chiese

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Ven, 29/09/2017 - 14:20

Questo papa crede di convertire i mussulmani,ma non ha ancora capito che sono molto più furbi di lui.Danneggia gli italiani per importare gente che non ci vuole vedere,che non vuole vedere il vaticano.Svegliati e lascia il posto a chi di dovere,Papa Ratzinger.

APPARENZINGANNA

Ven, 29/09/2017 - 14:23

Ripeto: si crede Gesù, non c'è nulla da fare! Sa tutto lui! E' "A FIDE DEVIUS", ma fa finta di non accorgersene. Quando dice che non esiste un Dio cattolico, come disse al suo amico Scalfari, intende deviare dalla fede cattolica verso il protestantesimo luterano, senza contare il suo amore per la religione islamica. Altro che eresia solo nell'Amoris Laetitia!

parmenide

Ven, 29/09/2017 - 14:33

La morale dell'Amoris laetitia è tomista". Purtroppo non sono unpensatore strutturato adeguatamente e di san tommaso conosco troppo poco per parlare in extenso della sua filosofia. So però che l' aquinate afferma che la legge morale che la coscienza deve applicare deve conformarsi alla legge divina cioè alla volontà di dio resa manifesta dalla rivelazione che è la forza motrice della fede. Non so quanto espresso in amoris laetitia rientri nella teologia di tommaso come invece afferma il nostro perito chimico che non so se abbia letto la summa teologica per davvero

dakia

Ven, 29/09/2017 - 14:42

Happy Future. fra te e la Mirandolina dimenticate il testamento e le regole che Gesù lasciò in esso con gli atti, Paolo fu colui che pose le basi e regole per la chiesa, cristo era morto e lui si rifece sui racconti degli apostoli una comunità abbisogna di regole e il primo a rispettarle deve essere colui che la dirige, ma questo non conosce altre regole che le sue e ciò non fa santo nessuno.

Pierluigi64

Ven, 29/09/2017 - 14:50

per HappyFuture (1): Cristo giustifica l'uomo (e la donna) pentiti e che hanno dato la loro promessa di non peccare più nella Confessione. Gesù giustifica il peccatore, non il peccato. Gli impenitenti che ricevono il Corpo di Cristo in peccato mortale commettono sacrilegio. Visto, inoltre, che lei cita san Paolo, a conferma di ciò che le ho scritto si rilegga attentamente i due brani seguenti, tratti dalla Prima Lettera ai Corinzi.

Pierluigi64

Ven, 29/09/2017 - 14:51

per HappyFuture (2): "O non sapete che gli ingiusti non erediteranno il regno di Dio? Non illudetevi: né immorali, né idolàtri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, né ladri, né avari, né ubriaconi, né maldicenti, né rapaci erediteranno il regno di Dio" (1Cor 6, 9-10). "Perciò chiunque in modo indegno mangia il pane o beve il calice del Signore, sarà reo del corpo e del sangue del Signore. Ciascuno, pertanto, esamini sé stesso e poi mangi di questo pane e beva di questo calice; perché chi mangia e beve senza riconoscere il corpo del Signore, mangia e beve la propria condanna" (1Cor 3, 27-29).

giannide

Ven, 29/09/2017 - 14:54

Quando vuol fare il figo populista, rompe con la tradizione, quando vuole proteggere il suo infallibile fondoschiena, si aggrappa alla Tradizione...

Ritratto di r.peddis

r.peddis

Ven, 29/09/2017 - 15:05

irrimediabilmente testardo ... questo è il papa nero , questo non è il mio papa

tosco1

Ven, 29/09/2017 - 15:28

Ma forse ha ragione lui. Rileggiamo il punto 5 delle contestate eresie.Io descrivo quello che lui ha scritto:(forse): " un cristiano puo' averela conoscenza di una legge divina e VOLONTARIAMENTE puo' scegliere di violarla in una MANIERA GRAVE, ma NON puo' essere in stato di peccato mortale , come risultato di quell'azione."- Lui dice che e' in linea con la tradizione cristina.No,No, la ribalta completamente, anzi la azzera. La mia opinione e' che sia una eresia assoluta, oppure se vogliamo metterla soltanto sul piano dei soli contenuti, e' una vera e propria corbelleria. Bergoglio deve essere fatto decadere in base alle norme della Chiesa.

Celcap

Ven, 29/09/2017 - 15:31

Aggiunge alle eresie la superbia. Lui è il Papa e non puó sbagliare. Le sue sono le uniche veritá possibili. Gravissimo!! I credenti veri stanno rimpiangendo gli altri papi. D'altra parte se é vero ció che dicono e cioé che Benedetto é stato spodestato da pressioni di Obama che ancora, dicono, che ha influito anche sulla nomina di un Papa a lui gradito non c'é da meravigliarsi di niente visto che sicuramente cristiano Obama non é.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Ven, 29/09/2017 - 15:46

QUESTO! PAPA HA RESPINTO ANCHE GESÚ CRISTO!.

Accademico

Ven, 29/09/2017 - 16:11

In questo mondo che cambia alla velocità della luce, Francesco dimostra ogni giorno di più, di essere veramente un Grande. Ed è proprio questa sua Grandezza infinita a consentirgli di ignorare gli oppositori di défault che vorrebbero invano contrastarlo, chi è ottusamente arroccato su posizioni obsolete, chi pronuncia critiche avventate al suo operato e perfino chi lo insulta. Francesco è consapevole di essere vicario di Cristo in Anno Domini MMXVII e in questa funzione live - che ricopre con bontà infinita ma sostenuta dal rigore assoluto della ragione - conferma di non modificare di un millimetro i contenuti di Amoris Laetitia. E procede diritto sulla strada della Verità, con la ferma intenzione di salvare la Chiesa. Lunga vita a Papa Bergoglio. God bless Him!

GMfederal

Ven, 29/09/2017 - 16:18

SENZA DIBBIO L'UOMO PIU DISASTROSO E PERICOLOSO DEL NUOVO MILLENNIO. CHE DIO LO PERDONI! ...SEMPRE CHE ABBIA INFINITA MISERICORDIA S'INTENDE...

Pitocco

Ven, 29/09/2017 - 16:29

Quel che dice questo uomo è vero, è in linea con le direttrici massonico-giudaiche e non con i principi cattolici cristiani. Forse sarebbe da mandare a studiare catechismo.

tosco1

Ven, 29/09/2017 - 16:37

Scusa, Accademico, io non mi sento tanto obsoleto.Mettiamola in un altro modo:Ad esempio: La legge base italiana condanna l'omicio,e ne prevede le pene.Arriva un altro capo del governo e fa la seguente legge:Un cittadino italiano puo' essere a conoscenza di una legge dello Stato,e volontariamente puo' scegliere di violarla in maniera grave,ma non puo' essere per questo punibile." Cosa si deve dire?Mettersi a ridere o a piangere?Scelga lei una delle due. Poi, vorrei dire che Bergoglio non e' assolutamente consapevole di essere il vicario di Cristo, poiche', ogni volta che apre bocca, ne stravolge il verbo.(Vedasi le osservazioni allucinanti sul Vangelo di Matteo ecc.) La teologia non mi pare il suo forte. L'infallibilita' del Papa, appare veramente compromessa. Se c'e' qualcuno obsoleto in questa storia , a mio parere, e' proprio Bergoglio.

hornblower

Ven, 29/09/2017 - 17:02

Aria fritta, non ha detto niente, perché invece di invitare a rileggere Amoris Laetitia non ne ha spiegato meglio il suo significato??? Conferma una volta di più di essere arrogante e presuntuoso, non per niente, esibendo autoironia sull'ego degli argentini (“Sa qual è l’affare migliore? Comprare un argentino per il suo valore e rivenderlo per il valore che lui crede di avere”), ha fatto outing. Bergoglio sembra voler “rifondare” la Chiesa e quasi proporsi davvero come un “papa Gesù II”, cosa che però significa in qualche modo scalzare il Fondatore vero, Cristo, il quale – conoscendo i suoi polli – aveva avvertito che le sue parole e i suoi comandi restano per sempre e non cambiano col tempo (Mt 24,35). segue

hornblower

Ven, 29/09/2017 - 17:03

Gesù arrivò a fulminare il primo papa chiamandolo “Satana” quando Pietro si mise a ragionare “secondo gli uomini e non secondo Dio” (Mc 8, 33). Il rischio c’è sempre. Oggi assistiamo alla rifondazione bergogliana che “corregge” Gesù stesso adeguandolo ai tempi e agli uomini. Nell’Amoris laetitia pretende infatti di essere più misericordioso di Cristo (che era un rigorista, al contrario dei farisei che erano “bergogliani”). segue

demetrio_tirinnante

Ven, 29/09/2017 - 17:05

Come volevasi dimostrare e come ho già scritto in altra parte del Giornale, Sua Santità - anche questa mattina - ha usato la "correzione formale" che gli era stata consegnata l'11 agosto, come dieci piani di morbidezza. Non corporis voce, quae cum strepitu verberati aeris promitur, sed voce cordis, quae hominibus silet, Deo autem sicut clamor sonat. (Sant'Agostino - Le Confessioni En. in ps. 3, 4)

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Ven, 29/09/2017 - 17:10

Don Francesco non mi pare si sente il vicario né di Cristo né di qualcun altro e il "buonasera" di apertura del suo mandato appariva già come a dire: "stiamo terra terra, voliamo basso". Figuriamoci se accetterà la correctio filialis uno che dice: chi sono io per giudicare? tanto l'enciclica gliel'avrà scritta probabilmente qualche saggetto del suo entourage rivoluzionario.

hornblower

Ven, 29/09/2017 - 17:11

Una frase che può avere un’interpretazione molto rivoluzionaria ed eterodossa per la Chiesa. Infatti la Chiesa appartiene a Gesù Cristo, non al papa. I papi ne sono solo dei custodi temporanei, non i proprietari: non hanno un potere che si estende nei secoli dei secoli come Gesù Cristo. Per definizione “irreversibile” è solo la Legge di Dio che è nella Sacra Scrittura e nel magistero costante della Chiesa. I papi sono sottoposti a quella legge, non ne sono padroni. Essi devono essere come gli autisti della macchina che porta la Sposa (la Chiesa appunto) all’incontro con lo Sposo (Cristo stesso). Se un autista si appropriasse della Sposa cambiandone il destino e i connotati in modo irreversibile, vorrebbe dire che si sostituisce allo Sposo vero. Come se fosse un “Gesù II”.

Ritratto di Tutankhamon

Tutankhamon

Ven, 29/09/2017 - 17:13

"Questa guerra [Civile Americana del 1861-1865] non sarebbe mai stata possibile senza la sinistra influenza dei Gesuiti. Lo dobbiamo al papato se ora vediamo la nostra terra arrossata dal sangue dei suoi figli più nobili. Anche se ci sono state grandi differenze di opinione tra il Sud e il Nord sulla questione della schiavitù, ne Jeff Davis [Presidente della Confederazione], ne nessuno degli uomini di punta della Confederazione, avrebbero osato attaccare il Nord, se non avessero contato sulle promesse dei Gesuiti, che sotto la maschera della democrazia, erano a disposizione, se ci avessero attaccato, il denaro e le armi della Chiesa Cattolica Romana e anche della Francia.” ABRAMO LINCOLN, citato da Samuel Morse, (1791-1872), inventore americano del telegrafo, autore del libro “Conspiracy Against the Liberties of the United States”( “Cospirazione straniera contro le libertà degli Stati Uniti”)

Ritratto di UnoNessunoCentomila

UnoNessunoCentomila

Ven, 29/09/2017 - 17:13

Il sette volte eretico è settanta volte sette traditore

hornblower

Ven, 29/09/2017 - 17:19

Il mandato che Gesù ha dato a Pietro e ai successori non è quello di “cambiare” la Chiesa (in modo “irreversibile”), ma al contrario di “custodirla”. Il papa per definizione può essere solo “conservatore”, altrimenti non è più papa. Il suo ministero è custodire integra la fede della Chiesa. Non farne una donna di strada alla mercé del mondo. . Il più vistoso dei cambiamenti “irreversibili” del bergoglismo è la trasformazione della Chiesa, agli occhi della gente, da realtà soprannaturale che conduce alla salvezza eterna ad agenzia umanitaria che professa una religione tutta sociale e politica incentrata sulle migrazioni di massa come Sommo Bene, sull’ecologismo catastrofista e sull’abbraccio acritico con l’Islam.

clod46

Ven, 29/09/2017 - 17:46

Mah.. io mi reputo un buon cristiano, ma devo ammettere che il comportamento di questo papa mi ha lasciato un po' frastornato, non mi ritengo in grado di fare apprezzamenti e osservazioni, però sono rimasto perplesso riguardo l'apertura ai musulmani sapendo che quella è una religione statalista contraria a come una religione dovrebbe essere. Forse ce qualcosa del genere in questo papa, così si spiegherebbe la sua continua intromissione nella politica italiana.

Ritratto di RaffaeleTuttoNero

RaffaeleTuttoNero

Ven, 29/09/2017 - 18:18

La Storia bi-millenaria della Chiesa è piena di papi ammazzati per i più svariati motivi: è tempo di riprendere tale simpatica usanza...

rudyger

Ven, 29/09/2017 - 18:38

Tutankamen, il sig. Lincoln era una massone e doveva dire quanto ha detto sulla Chiesa la quale in questi tempi è oggetto di persecuzioni su tutti i fronti . L'accanimento feroce di quanta gente comune si scopre laureata in teologia mi puzza di massoneria. non credo neanche che si sentano tutti ferventi cattolici defraudati della fede. Certo, il Papa può anche sbagliare e le encicliche non sono dogmi di fede. Non c'entrano niente con l'infallibilità del Papa del diritto canonico.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 29/09/2017 - 19:04

Forse non si rende conto.

Ritratto di gino5730

gino5730

Ven, 29/09/2017 - 19:07

Ha ragione non è lontano dalla tradizione ma di quella komunista dato che da quella cattolica è agli antipodi.I suoi i tanto logorroici ,spocchiosi e invadenti componenti della CEI lo invitino a rileggere le Sacre Scritture e faccia una corretta autocritica sul suo essere presuntuoso e scenda da cavallo.

@ollel63

Ven, 29/09/2017 - 19:09

prertaccio assolutamente insopportabile. Eletto papocchio da una mandria incartapecorita di imbecilli.

Ritratto di ANGELO POLI

ANGELO POLI

Ven, 29/09/2017 - 19:27

Non faccio commenti sull'argomento semplicemente perché non ho ancora letto questa benedetta "Amoris Laetitia". Sarebbe opportuno che anche altri qui che non l'hanno letta si astenessero da commenti e critiche frutto di sentito dire.

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 29/09/2017 - 19:34

Mi sembra offensivo, direi molto arrogante la risposta di Papa Francesco, che con quel suo: "Bisogna leggerla da cima a fondo" che, se detta veramente in questa maniera, accusa ingiustamente e preconcettualmente chi ha scritto la correzione filiale. Se fosse vero è come se ci avesse dato del somaro o peggio. Questo è inaccettabile e prego Dio che illumini il papa facendogli capire la sua posizione e la Nostra devozione. Siamo Chiesa e Shalòm.

moshe

Ven, 29/09/2017 - 20:22

'Sono in linea con la tradizione' ... ... ... evidentemente per il pulcinella di bianco vestito conta di più la tradizione che l'insegnamento del suo Gesù. E se per caso la "tradizione" insegnasse ad uccidere, lui cosa farebbe ?

lawless

Ven, 29/09/2017 - 21:05

questa mattina mentre ero in macchina involontariamente mi sono sintonizzato su radio radicale. Ho sentito un personaggio di spicco di questo partito elogiare il papa come politico esemplare, se tanto mi da tanto è proprio il caso di dire "non c'è più religione"!

guido.blarzino

Ven, 29/09/2017 - 21:39

Tutti dicono di rappresentare Dio e di parlare sempre a suo nome per il ns bene. Però non vanno d'accordo fra di loro. Miserabili !!!

il nazionalista

Ven, 29/09/2017 - 21:42

Sì con la tradizione di camillo torres e di che guevara!! Di certo non con la Tradizione cattolica!!!

@ollel63

Ven, 29/09/2017 - 21:43

papocchio al centro con tanti inutili papocchioni intorno. Ma che bella ammucchiata d'inservibili cialtroni!

lonesomewolf

Sab, 30/09/2017 - 00:15

MENTE SAPENDO DI MENTIRE. GRAVISSIMO.

giancristi

Sab, 30/09/2017 - 08:22

Bergoglio non è un eretico, ma solo un ciarlatano che parla a vanvera. Dipende dalla quantità di "vino della messa" che ha bevuto!

@ollel63

Sab, 30/09/2017 - 08:25

un cialtrone in bianco al centro e un corollario d'imbecilli all'ascolto: ma che ammucchiata desolante!

diesonne

Sab, 30/09/2017 - 08:26

dieaonne si risponde a papa francesco CON QUELLO CHE DICE IL VANGELO DI MATTEO AL CAP.18,15.18-E TUTTO è CHIARO

paladin

Sab, 30/09/2017 - 09:35

quod gratis affirmatur gratis negatur. Non basta affermare una cosa bisogna provarla. Che lo faccia... se ci riesce.

pier1960

Sab, 30/09/2017 - 09:54

guerra tra bande per il potere

Ritratto di Giano

Giano

Sab, 30/09/2017 - 10:16

Bergoglio, il Papa comunista; è lui l'eresia vivente.

greg

Sab, 30/09/2017 - 11:01

UNHAPPY FUTURE - leggere di Unhappy Future che fa il teologo è sinceramente meglio che non l'umorismo surreale di Groucho Marx. Tu, povero infelice dal futuro incerto, di tutto potrai disertare, ma non certo di teologia che ad un sinistro come te è materia estranea. E' sufficiente leggere il tono letterario della media dei suoi interventi per capire che lo strambottino che hai scritto non è farina del tuo sacco ma copia incollato. Primo perchè tu non sai neppure cosa sia la Summa Teologica di San Tommaso d'Aquino, il tuo cervello si arenerebbe già alla prima riga laddove dice 1. L‘uomo, ci avverte la Scrittura [Sir 3, 21], non si deve spingere verso ciò che supera la sua ragione: «Non cercare le cose troppo difficili per te». Secondo perchè San Tommaso ha scritto "Le Cinque Vie" la cui prima, che si titola "Dal Mutamento" spiega del perchè l'uomo si muove verso Dio che è il primo motore del pensiero, quindi escludendo te che copi/incolli

paladin

Sab, 30/09/2017 - 11:47

quod gratis affirmatur gratis negatur. Non basta affermare una cosa bisogna provarla. che lo faccia... se ci riesce.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/09/2017 - 16:41

L'Amoris laetitia è certamente eretic. Infatti il Bergoglio afferma che la madre e suo figlio avrebbero la stessa dignità. Ciò é ingiusto e peccaminoso perché Dio comanda di onorare il padre e la madre. Dunque il figlio deve obbedire a sua mamma.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/09/2017 - 16:54

Bergoglio è malato di mete perché si ribella a Dio padre.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/09/2017 - 17:07

La tradizione tratta di Dio padre e di padreterno, sottolineo padre, quale attore della creazione. Inoltre il padre di famiglia é attore della procreazione. I bambini sono creature. Dunque Bergoglio è fuori da Cristianesimo, Islam ed Ebraismo che condividono il decalogo mosaico. Ma da dove é saltato fuori un personaggio tanto rozzo e ignorante?

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/09/2017 - 17:13

Il Bergoglio ha inventato la Diavologia.

Ritratto di Gianfranco Robert Porelli

Gianfranco Robe...

Sab, 30/09/2017 - 17:21

Lo jus-soli, o diritto del suolo, è una faccenda per i vermi. L'uomo ha diritto allo jus-sanguinis giacché il DNA lo distingue dalle bestie. Lo stesso Cristo vero Dio e vero uomo, ha redento umanità col suo sangue e non con le proprietà terriere.

greg

Sab, 30/09/2017 - 21:30

Questo Papocchio di prete argentino che tira in ballo San Tommaso D'Aquino. Il Papocchio è un gesuita, un ordine che fu addirittura soppresso con bolla papale della metà del XVII secolo, causa l'eccessivo potere economico e politico che aveva assunto, in contrasto con le regole della chiesa. A quanto pare cicli e ricicli che si ripetono. In questa epoca sconsiderata, dove anche la libertà di parola viene messa in dubbio, il papocchio argentino ci sta riprovando, con la smania di esercitare il potere supremo, travalicando i confini della sua posizione d’essere solo il capo del Vaticano, non il capo d'Italia. Fra Bergoglio e la teologia esiste la stessa differenza che esiste fra una zanzara anofele e un corpo in salute. Fra l'irrazionalità dei suoi discorsi a braccio e la razionalità della prova empirica: io credo in Dio perchè lo sento in me, non perchè qualcuno, un papocchio a nome Bergoglio, mi obbliga a credere che lui ha ragione e si chiama Papa Gesù II