Il Papa replica alle accuse di eresia: "La teologia dell'Amoris Laetitia non è lontana da tradizione"

Bergoglio respinge le accuse di eresia: "La morale dell'Amoris laetitia è tomista". E ammonisce: "Commenti rispettabili ma sbagliati"

Il Papa replica alle accuse di eresia: "La teologia dell'Amoris Laetitia non è lontana da tradizione"

Papa Francesco replica a chi lo attacca. Lo fa parlando ai gesuiti della Colombia e respingeno in toto le sette accuse di eresia. "Alcuni sostengono che sotto l'Amoris laetitia non c'è una morale cattolica o, quantomeno, non è una morale sicura - spiega Bergoglio - su questo voglio ribadire con chiarezza che la morale dell'Amoris laetitia è tomista, quella del grande Tommaso". Fa così carta straccia della "correzione formale" che gli era stata consegnata l'11 agosto scorso con la richiesta di correggere i presunti errori contenuti nell'esortazione post-sinodale.

Lo scorso 10 settembre papa Francesco ha parlato ai gesuiti della Colombia durante un incontro a porte chiuse che si era tenuto a Cartagena. Al centro del discorso la stroncatura del documento, sottoscritto da monsignor Bernard Fellay, superiore della Fraternità san Pio X, e da teologi come monsignor Antonio Livi e padre Serafino Lanzetta. "Sento - ha detto il Papa secondo quanto riporta Civiltà Cattolica - molti commenti, rispettabili, perché detti da figli di Dio, ma sbagliati, sull'Esortazione apostolica post-sinodale. Per capire l'Amoris laetitia bisogna leggerla da cima a fondo. A cominciare dal primo capitolo, per continuare con il secondo e così via... e riflettere. E leggere che cosa si è detto nel Sinodo". Di tutto ciò, Bergoglio ha suggerito ai confratelli di "parlarne con un grande teologo, tra i migliori di oggi e tra i più maturi, il cardinal Schonborn". "Questo - ha concluso il Papa - voglio dirlo perché aiutiate le persone che credono che la morale sia pura casistica. Aiutatele a rendersi conto che il grande Tommaso possiede una grandissima ricchezza, capace ancora oggi di ispirarci. Ma in ginocchio, sempre in ginocchio".

In Vaticano stanno montando le tensioni. Dopo i dubia di quattro cardinali emeriti, l'Amoris laetitia ha sollevato l'accusa di eresia al Papa da parte di un gruppo di studiosi cattolici da tutto il mondo. "Per capirla bisogna leggerla da cima a fondo...", replica però Bergoglio invitando a studiare l'esortazione apostolica sulla famiglia e "leggere cosa si è detto nel Sinodo".

Commenti

Grazie per il tuo commento