Gli azzurri studiano la mobilitazione di Ferragosto

In settimana primo incontro dei quadrumviri. Poi le iniziative per presidiare il territorio

Roma - Superato il tornante del dl Sicurezza Bis, Forza Italia si prepara a riannodare i fili delle divisioni interne e a battere un colpo dopo la tempesta della scorsa settimana. L'incendio della scissione annunciata da Giovanni Toti non è ancora spento, così come il malumore di Mara Carfagna, delusa per lo stop al suo tentativo di rinnovare il partito. Questa settimana, però, il quadrumvirato a cui è stato passato il testimone e l'incarico di preparare le regole della nuova governance azzurra tornerà a riunirsi. Il primo incontro tra Antonio Tajani, Mariastella Gelmini, Anna Maria Bernini e Sestino Giacomoni è previsto per domani, ma già oggi le due capogruppo inizieranno a stilare un elenco di cose concrete fatte in questo inizio di legislatura.

Partendo da questo manifesto di contenuti tutti i parlamentari e consiglieri regionali saranno chiamati subito dopo Ferragosto a mettersi in moto per una azione di presenza capillare sul territorio, per presentare quanto fatto e dimostrare che Forza Italia ha conseguito risultarti concreti in questi mesi di battaglie alla Camera e al Senato. Non mancheranno aperture per favorire una partecipazione dal basso e aggiornare l'identità presidenzialista del partito. Sull'elezione dei coordinatori regionali attraverso i congressi, ad esempio, non ci sarà alcun passo indietro.

Sulle scelte e sul posizionamento politico, lo sforzo è sempre quello di far capire che Forza Italia è saldamente ancorata nel centrodestra. «Sgombro subito il campo da ipotesi di alleanze tra Forza Italia e il Pd. Questo lo racconta qualche volta Giorgia Meloni quando ci vuole attaccare, piuttosto che chi non vuole bene a Forza Italia» dice a SkyTg24 Pomeriggio Mariastella Gelmini. «Siamo il partito di Silvio Berlusconi che ha inventato, pensato e disegnato il centrodestra. Oggi i rapporti di Forza sono sicuramente diversi dal passato, ma la collocazione di Forza Italia è sempre all'interno di questa coalizione. Il Nazareno è lontano e non è un'ipotesi in campo».

Giovanni Toti, intanto, fa sapere di ritenere la nascita del movimento Cambiamo! «decisamente compatibile con la candidatura alle regionali del prossimo anno perché essendo un movimento ritengo di non essere l'unico che ne farà parte: quindi ci divideremo giustamente i ruoli. Tra l'altro è un movimento che nasce sulla scorta proprio di quanto di buono abbiamo costruito in questa regione. Quindi noi da qua partiamo».

Commenti

Duka

Mar, 06/08/2019 - 08:44

Ecco l'idea stratosferica: Il giorno di FERRAGOSTO facciamo scendere in piazza gli italiani. Di sicuro ci saranno tutti e 60Mln.

ex d.c.

Mar, 06/08/2019 - 09:17

FI è è rimane l'unico partito di centro. Toti può solo continuare a fare da supporto alla Lega, come da tempo sta facendo

Ritratto di 02121940

02121940

Mar, 06/08/2019 - 09:17

La “mobilitazione di Ferragosto”!? Si, tutti al mare.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Mar, 06/08/2019 - 09:36

Facciamo che il termine dell'epopea del centrismo - già discoltosi con la fine della Democrazia Cristiana - terminerà il prossimo 15 agosto. In Italia non c'è più spazio per il centrismo opportunista, pavido e ignavo. La linea di demarcazione è o a destra o a sinistra. I tempi lo richiedono.

Giorgio1952

Mar, 06/08/2019 - 16:36

La mobilitazione degli azzurri chi? Oltre ai quadrunviri sarà presente tutta la famiglia Berlusconi!

scurzone

Mar, 06/08/2019 - 18:38

Bene e i 5 stelle dove stanno a destra o sinistra? Quante sciocchezze riuscite a scrivere. Meglio estremisti che cxxxxxxi? Ma fatemi il piacere. Comunque a Ferragosto la gente è al mare e non va a manifestazioni.

rigampi1951

Mar, 06/08/2019 - 18:53

Ecco il Quartetto Cetra, ma fate ridere proprio

Ritratto di bandog

bandog

Mar, 06/08/2019 - 18:59

02121940Mar, 06/08/2019 - 09:17. a mostrar le chiappe chiare...XD