Bersani contro Poletti: "I voucher? Mostruosi"

Bersani attacca il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti: "Il sistema dei voucher, soprattutto per i giovani, è umiliante e ingiusto"

"Il Jobs act e il referendum? Non so che voterò, ditemelo voi, ma i voucher non vanno bene. E sui licenziamenti, non sono per rimettere l'art. 18 ma un 17 sì, abbiamo meno contratti indeterminati ora di quando non c'era incentivazione e c'era ancora l'art. 18". Così Pierluigi Bersani, intervistato da 'CorriereTv'. "Nel Jobs act ci sono cose buone, ma la cosa dei voucher va corretta, vediamo la condizione reale dei giovani oggi", ha affermato Bersani.

E ancora: "Il sistema dei voucher, soprattutto per i giovani, è umiliante e ingiusto. Poletti dica quel che vuole ma adesso il governo Gentiloni deve mettere rimedio a questo sconcio", ha affermato Bersani, ospite di Corriere.tv. Per l’ex segretario del Pd, inoltre, bisognerebbe intervenire "anche sul tema dei sub-appalti e poi qualcosa bisogna fare sul fronte dei licenziamenti, io non sono per rimettere l’articolo 18 ma un 17, un qualcosa bisogna rimettere".

Commenti

guido.blarzino

Mar, 20/12/2016 - 23:52

L'esplosione dei voucher è la conseguenza, non la causa del problema. Come si possono pagare i contributi più alti del mondo in concorrenza agli immigrati che lavorano a 3 € all'ora in nero e lasciati viveri come animali nelle campagne ? Il problema dello sfruttamento degli immigrati è noto da tanti anni ma tutto continua. Se si vuole combattere l'evasione si deve combattere a 360 gradi e non i voucher che, in momenti di crisi, bene o male creano condizioni di lavoro che altrimenti andrebbero perse a danno degli Italiani in particolare. Altro problema grave poi è rappresentato dagli immigrati che 3 € all'ora certamente non s'integreranno ma coveranno la vendetta.

Popi46

Mer, 21/12/2016 - 06:41

Ma questo poveruomo,che non ne ha mai azzeccata una, ancora parla?

gpl_srl@yahoo.it

Mer, 21/12/2016 - 07:36

Credo che Bersani abbia ragione se pensa ad una legge che obblighi gli taliani ad assumere giovani: e quando parla di italiani non allude solo ad aziende ufficialmente registrate , ma anche a cittadini normali , famiglie e pensionati: ognuno dovra assumere un giovane e dovra anche mantenerlo : esenti da t5ale obbligo saranno solo i tesserati del partito democratico dotati di seconda tessera di simpatizzanti SEL e Rifonrazione Comunista, con esclusione naturalmente dei pensionati che potranno cedere liberamente le loro case ai migranti: ecco finalmente una ottima legge degna di quel monti che in fatto di leggi rovinose ne sapeva tantissimo ed ancora ne sa.

il sorpasso

Mer, 21/12/2016 - 07:59

E' bellissimo questo amore fra kompagni ah ah ah

nonsonointelligente

Mer, 21/12/2016 - 08:10

Altro "laureato" alla CGIL in fila con Fedeli a dispensare veleno sui lavoratori! che gli pagassero la pensione con i Vaucher e la liquidazione con i Bot da riscuotere fra 20 anni! Bravo Bersani hai fatto una cosa di sinistra! Daje