Bologna, la piazza negata a Salvini: in mano a drogati e antagonisti

Piazza Verdi a Bologna è stata negata al centrodestra come luogo per la chiusura della campagna elettorale. Ma da anni è abbandonata nel degrado

Piazza Verdi a Bologna è questa. È quella che sono costretti a sopportare abitanti e commercianti, studenti, turisti e cittadini. Piazza Verdi è da anni sinonimo di degrado, abbandono, occupazioni dei centri sociali, manifestazioni non autorizzate, scontri con la polizia. E poi ancora droga, barboni accampati sotto i portici. Abusivismo, furti e violenze (guarda il video). Ma il questore e il sindaco hanno pensato che invece di "ripulire" la piazza, sarebbe stato meglio negare al centrodestra e a Matteo Salvini di utilizzarla come luogo per chiudere l'infuocata campagna elettorale di Bologna. Così da ieri i centri sociali l'hanno occupata e oggi saranno schierati 200 agenti delle forze dell'ordine per evitare scontri tra antagonisti e sostenitori del leader leghista.

La piazza del degrado tolta a Salvini

Chi vive a Bologna lo sa. E chi non lo ammette fa finta o è ideologico: Piazza Verdi è una zona franca. La polizia fatica a far rispettare la legge, quella legge che gli stessi centri sociali hanno definito "illegale". Sì: a Bologna è la "legge ad essere illegale". Non chi abbandona migliaia di bottiglie in terra ogni sera, nonostante i tre grossi bidoni a nemmeno cinque metri di distanza. Non chi bivacca all'ingresso del teatro comunale, che fa provar vergogna ad una città che si definisce "la dotta". Non chi aggredisce la ragazze, non chi vende coaina, eroina e marijuana. Non chi si accoltella, chi provoca risse, chi vende bottiglie di birra illegalmente e a un prezzo che manda in rovina gli affari dei commercianti della zona. "Illegale è la legge", in Piazza Verdi. "Illegale" è Matteo Salvini, che - dice a ilGiornale.it il rappresentante dei Collettivi - "ha provocato un attacco a questa zona, antifascita, meticcia e antirazzista".

I centri sociali spalleggiati dal Pd

In realtà, tra via Zamboni e Piazza Verdi, qualcuno che comanda c'è. Sono i collettivi universitari. Per anni hanno avuto possesso di intere sale delle Facoltà, quella di Lettere viene occupata per qualsiasi motivo. Tanto da non fare più notizia. Quando nel maggio del 2013 la polizia tentò di impedire un'assemblea non autorizzata, gli antagonisti li "cacciarono" dalla piazza, costringendo la celere a nascondersi dietro i blindati. Da quel giorno è stata rinominata "piazza liberata". Piantarono anche un olivo per ricordare l'evento. Pianta che dopo pochi giorni morì d'incuria. Intanto a pochi metri, alle tre del pomeriggio, un drogato si iniettava in vena la sua dose quotidiana.

Le reazioni di commercianti e centrodestra

Ed è proprio l'incuria a procurare le reazioni di chi lavora nella zona universitaria. "Ormai - afferma Lorenzo Vrenna, commerciante - viviamo nell'insicurezza". "Sono 17 anni che lavoro qui - dice Giuseppe, che gestisce un negozio - e ormai la situazione è insostenibile". Lo stesso vale per Massimo Ebreo, che nel suo locale ha visto accoltellarsi due persone. Ha chiamato la polizia che, per ringraziarlo, gli ha fatto chiudere per 10 giorni, mentre l'accoltellatore è denunciato a piede libero. "L'area universitaria deve tornare a essere di tutti - conclude Mattia Mayol, Fratelli d'Italia - non possiamo essere ostaggio dei centri sociali".

Ma si sa: in piazza Verdi non governa la legge. Ma chi la infrange.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Gio, 02/06/2016 - 09:39

Niente di nuovo sotto il sole....BOLOGNA la ROSSA ama degrado, insicurezza,drogati e centri sociali.....beh che se li tenga,fino a voto contrario......

venco

Gio, 02/06/2016 - 09:44

I drogati sono amici protetti dal Pd, da sempre promotori della liberalizzazione delle droghe.

ortensia

Gio, 02/06/2016 - 09:51

E chi osa piu'avventurarsi lungo la via Zamboni verso Piazza Giuseppe Vxxxi? Sono anni che non mi azzardo piu' a passare per di la': l"ultima volta che lo feci davanti al "Comunale", il teatro piu'prestigioso di questa citta' degradata, erano accampati,tra la puzza di mxxxa e di piscio, alcuni punka bestia con i loro cani.

Giacinto49

Gio, 02/06/2016 - 10:12

Ecco, bravo: meticcio. Come il mio gatto. Tanto le "gattaie" non vi mancano!!

honhil

Gio, 02/06/2016 - 10:27

Se c’è un luogo in Italia che in modo plastico sta a magnificare la decrescita felice, quello è Piazza Verdi a Bologna. Lì dove i figli del PCI hanno da sempre governato, a parte l’intervallo Guazzaloca: giugno 1999 – giugno 2004. Ma ai bolognesi, evidentemente, va bene così. E in massa si apprestano a riconfermare il sindaco uscente. Pieni d’oppio ideologico.

Ritratto di marco piccardi

marco piccardi

Gio, 02/06/2016 - 11:13

purtroppo la X Legio non c'e' piu'.

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Gio, 02/06/2016 - 11:22

QUESTA SECONDO MATTARELLA E' L'ITALIA MIGLIORE, CONTENTO LUI.

Anonimo (non verificato)

Cheyenne

Gio, 02/06/2016 - 11:30

e comunuqe non ci sarebbe bisogno di fare assaggiare stalin a questi delinquenti, basterebbe un comune togliatti

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Gio, 02/06/2016 - 11:42

Visto il servizio, effettivamente a Bologna ci sono i migliori votanti di centri sociali e di personaggi senza cervello che vomitano parole ovviamente senza senso, per farsi credere intelligenti e democratici. Un bravo al loro sindaco (sindaco? mah, si fa per dire!) Merola che si cura tanto amorevolmente di questa piazza, pulita e ordinata (sic!).

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Gio, 02/06/2016 - 11:44

Confermo. Piazza Verdi è esattamente così. Una zona franca all'interno del centro città, a pochi passi dalle due torri, tollerabile di giorno, quando c'è vario passaggio universitario, impressionante di notte. Tranne le sere con concerti o spettacoli al Comunale, quando viene praticamente transennata e lavata con getti di idranti per nascondere la reale situazione ai concertisti, agli artisti e a chiunque venga da fuori.

steluc

Gio, 02/06/2016 - 11:44

Ai bolognesi sta bene che zone della loro città siano fogne, del resto anche agli italiani van bene i clandestini negli alberghi mntre fra i nostri c'è chi rimesta nei cassonetti o dorme in macchina. Nonostante schifezze decennali il pd veleggia tranquillamente sopra il 30 , fossero solo le piazze...

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 02/06/2016 - 12:12

Bolognesi, se rivotate pidioti e comunistardi, non lamentatevi quando,zingari e risorse boldriniane entreranno a casa vostra ed oltre a privarvi di tutto vi faranno il ..mazzo a panaro!!!

Ritratto di bandog

bandog

Gio, 02/06/2016 - 12:12

Bolognesi, se rivotate pidioti e comunistardi, non lamentatevi quando,zingari e risorse boldriniane entreranno a casa vostra ed oltre a privarvi di tutto vi faranno il ..mazzo a panaro!!!

Una-mattina-mi-...

Gio, 02/06/2016 - 12:14

LA MEGLIO GIOVENTU', che ci fa precipitare giù

Ritratto di viotte17121957

viotte17121957

Gio, 02/06/2016 - 12:40

Bologna:LA DOTTA (per l'universita')LA GRASSA (per la cucina) LA ROSSA(per la potenza dei motori, Ducati,Ferrari,Lamborghini,Maserati) ma oggi, ahime'.......!!! la rossa comunista!!!

freevoice3

Gio, 02/06/2016 - 12:49

La delinquenza e la criminalità di Bologna è giunta a livelli esasperati. Io spero che l'intelligenza di molti bolognesi, con il voto possa cambiare il governo di questa disgraziata città, dove fino ad oggi la criminalità ha avuto la meglio. Per la male gestione e gli investimenti fatti lasciamo perdere che è meglio. Grazie Merola.

Anonimo (non verificato)

Ritratto di stenos

stenos

Gio, 02/06/2016 - 13:13

Se il pd continuera' a governare ridurra' tutta l'italia cosi'. Peggio dei lanzichenecchi. Ma visto che i bolognsi votano ideologizzati all'alba del terzo millennio, si godano e vivano in mezzo a sta merd.....

Ritratto di Leon2015

Anonimo (non verificato)

Ritratto di sitten

sitten

Gio, 02/06/2016 - 13:35

Dove ci sono stracci rossi, c'è violenza, droga, illegalità, furti. Ma un giorno tutto questo squallore finirà, e le galere si riempiranno di omuncoli dei centri delinquenziali, dei nuovi partigiani, e dei loro protettori.

Anonimo (non verificato)

Villanaccio

Gio, 02/06/2016 - 14:12

Ma non fate controinformazione per favore..... "I centri sociali spalleggiati dal Pd"... ma se questi sono proprio quelli che hanno contestato sempre Renzi che è il segretario del PD ?

tersicore

Gio, 02/06/2016 - 14:48

E' ormai chiaro ed evidente che la più grande tragedia dell'Italia è l'esistenza del Pd, e del Vaticano CHE ORMAI HA PRESO IL POTERE. iL BUONISMO è SEGNO DI INFIACCHIMENTO E DEBOLEZZA MENTALE, E SEGNERà LA FINE DELLA NOSTRA NAZIONE COSì COME IL CRISTIANESIMO DISTRUSSE L'IMPERO ROMANO.

INGVDI

Gio, 02/06/2016 - 15:00

Feccia della società alimentata dalla cultura dominante di PD e M5S.

Tipperary

Gio, 02/06/2016 - 15:03

Boicottiamo tutti bologna finché tutti i bolognesi non si sveglino.

luigi.muzzi

Gio, 02/06/2016 - 15:26

se ai bolognesi vanno bene le fogne...

Ritratto di carla fantuzzi

carla fantuzzi

Gio, 02/06/2016 - 15:40

Dai miei tempi, il famigerato 68, piazza verdi è sempre stat un covodi disgraziati, in tutti i sensi. Anche nelle ore di lezione il passaggio era poco piacevole, e ciò che più meraviglia è la contiguità col Teatro: come si può trascurare un'area davvero vocata alla cultura e lasciarla in balia di teppisti di ogni risma? Altro che Bo la dotta, ormai è...decotta. Dimenticavo: alcuni anni fa, proprio davanti all'Arena del Sole in via Indipendenza, un tossico mi si è parato davanti con una siringa esigendo denaro in quanto "ammalato"; ho tribolato a convincerlo che anch'io avevo qualche problema e non potevo aiutarlo, mentre si era formato un capannello di curiosi (ma nessuna forza dell'ordine in vista).

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Gio, 02/06/2016 - 16:23

Il comunistaio emiliano e toscano ha ricevuto per anni tonnellate di quattrini nostri dai governi democristiani. In cambio di una stenta governabilità. Nessun Don di nessun'altra mafia al mondo avrebbe saputo escogitare truffa tanto gigantesca.

Ritratto di rapax

rapax

Gio, 02/06/2016 - 16:37

firenze torino genova bologna diventate un cesso grazie alla fissazione dei propri abitanti a votare il cesso pd..vuol dire che vogliono essere cesso, cosi come chi si ostina a votare pd e sel

terzino

Gio, 02/06/2016 - 17:09

Quei tipi dovrebbero essere l'Italia del futuro: dalla padella alla brace.

sparviero51

Gio, 02/06/2016 - 17:21

BOLOGNA,LABORATORIO SPERIMENTALE COMUNISTA,E' DIVENTATA LO ZIMBELLO D'ITALIA !!!

Ritratto di tomari

tomari

Gio, 02/06/2016 - 17:40

La si smetta,una buona volta, di chiamarlo PD...sono sempre rimasti comunisti, ergo, chiamateli PCI (Partito Con Ignoranti).

routier

Gio, 02/06/2016 - 18:10

Ogni città ha l'amministrazione che i cittadini hanno votato. Se Bologna è ridotta così vuol dire che ai felsinei stà bene. Contenti loro......!

Ritratto di Tanzus

Tanzus

Gio, 02/06/2016 - 18:44

Abito a Bologna e confermo, l' unica soluzione è radere al suolo questa città di comunisti ....e con lei Livorno, non c'è niente da fare, ci sono piccoli presidi di polizia municipale che hanno più paura ( e le mani legate ) dei cittadini.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 02/06/2016 - 19:32

Tabula rasa

Gianluca_Pozzoli

Mar, 23/08/2016 - 15:56

I BOLOGNESI IMPARINO A VOTARE...tenetevi sti figli di papa' e figlia di padoan contestatrice....con il loro sederino "bello al caldo"