Articolo 18, Civati a Renzi: "Il Pd rischia la scissione"

La Camusso minaccia lo sciopero generale contro il Jobs Act: "Via a stagione di mobilitazione". Anche Civati all'attacco: "Se Renzi non fa marcia indietro, il Pd rischia la scissione". E Bagnasco: "L'articolo 18 va tolto solo se crea lavoro"

Sindacati, vescovi e minoranza del Pd sono pronti alle barricate. E alla rottura definitiva con Matteo Renzi. Qualora il governo dovesse insistere con la riforma del lavoro, la leader della Cgil Susanna Camusso è pronta alle misure estreme. "Se si decidesse di procedere con il decreto, bisognerà proclamare lo sciopero generale", ha scandito intervenendo all'assemblea nazionale della Fiom nella speranza che anche gli altri sindacati decidano di unire le proprie forze contro il premier Matteo Renzi. Sulla stessa linea anche il "ribelle" piddino Pippo Civati che paventa la scissione nel partito: "E' un rischio se Renzi non si rende conto di essere anche il segretario di un partito che può avere legittime differenze al proprio interno e che è stato eletto per difendere l'articolo 18 così non certo per abolirlo".

La Cgil minaccia lo sciopero generale

"Bisogna insistere sul fatto che dobbiamo incrociare Cisl e Uil perché la divisione, oggi, è uno straordinario argomento in mano al governo". All'assemblea nazionale della Fiom, la Camusso ha chiamato alle armi tutti i sindacati. "Non possiamo offrire l’idea di libertà del lavoro dando un messaggio che il sindacato non è unito nel rivendicare queste cose", ha incalzato il segretario della Cgil nella cui ottica la manifestazione del 25 ottobre sarà "l'inizio di una stagione di mobilitazione che si articolerà in tutti i territori". In quella che è una battaglia unicamente ideologica per difendere lo status quo e il moloch dell'articolo 18, la Camusso ha detto di non volere "una stagione che è solo contro" ma anche "una stagione di proposta in cui diciamo come vogliamo il mondo del lavoro". Peccato che dalla Cgil non fanno che arrivare niet a qualsiasi tipo di riforma tesa a snellire il sistema Italia e renderlo più competitivo nel mondo. "Bisogna riabituare il Paese al fatto che non c’è solo il 'sì' o il 'no' ma anche un’altra proposta in campo - ha continuato la Camusso - dobbiamo rivendicare un diritto alla pluralità delle proposte e costruire un confronto che non è concertazione".

Civati a Renzi: "Pd a rischio scissione"

Anche all'interno del Pd non mancano le pressioni su Renzi affinché faccia un passo indietro sull'abolizione dell'articolo18. Le critiche più dure sono, ancora una volta, arrivate dalla minoranza di via del Nazareno che ha presentato gli emendamenti per modificare il Jobs Act. ln una intervista a Radio Montecarlo, Civati ha addirittura paventato la scissione del Pd. "Ho l'impressione che Renzi voglia scissione è un rischio realè - ha detto - e' un rischio se Renzi non si rende conto di essere anche il segretario di un partito che può avere legittime differenze al proprio interno e che è stato eletto per difendere l'articolo 18 così non certo per abolirlo".

Bagnasco: "L'articolo 18 non è un dogma"

All'indomani dell'invito della Cei a cambiare l'agenda del governo, il cardinale Angelo Bagnasco ha lanciato un nuovo monito a Renzi per invitarlo a non ostinarsi nel braccio di ferro con le parti sociali. "L'articolo 18 non è un dogma di fede - ha spiegato il presidente della Cei in un incontro con i sindacati - e la sua eventuale abolizione serve solo se crea posti di lavoro altrimenti non serve a niente".

Commenti
Ritratto di Nanuq

Nanuq

Sab, 27/09/2014 - 13:01

Infame bugiarda, tu difendi solo la tua associazione a delinquere. Fai schifo.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Sab, 27/09/2014 - 13:06

Solo questo sa fare il sindacato. Ma quando nei Palazzi portinai, uscieri, cuochi, barbieri, parrucchieri, e chi più ne ha, più ne metta, prendevano e prendono tuttora quei bei quattrini, dove stavano i sindacati per scioperare?

Gianca59

Sab, 27/09/2014 - 13:11

C' è la coda alle frontiere di aziende che non vedono l' ora che venga abolito l' art.18 per poter venire in Italia a farsi tassare più che da altre parti del mondo, passare più tempo a seguire le pratiche della burocrazia italiana anziché il proprio business, ad avere una decisione della giustizia chissà dopo quanti anni, a non trovare persone con la necessaria formazione nel mondo del lavoro, a pagare per avere servizi d' anteguerra, e vai avanti te che mi vien da ridere.

agosvac

Sab, 27/09/2014 - 13:20

E dalli con la solita minaccia di sciopero generale!!!!!Ma è mai possibile che questa scema non si renda conto del danno enorme che fa uno sciopero generale in un periodo di crisi??? Ma non solo alle aziende, il danno lo subiscono i lavoratori che non percepiscono la giornata, ovviamente la segretaria della Cgil questo problema non ce l'ha, lei non ha mai lavorato un solo giorno, lei non avrà alcuna trattenuta sullo stipendio, lei ha un appannaggio milionario direttamente dal sindacato, a spese degli iscritti cretini che ancora rimangono con la Cgil!!! Uno sciopero generale in questo periodo dovrebbe essere sottoposto ad un'inchiesta, ma non della magistratura che è loro convivente, ad un'inchiesta parlamentare. Ancora meglio ad un'inchiesta della magistratura militare visto che si tratta di attentato contro lo Stato!!!

Ritratto di Riky65

Riky65

Sab, 27/09/2014 - 13:23

la signora, se prorpio vuole ,lo faccia lei lo sciopero ,lei e i suoi scagnozzi pagati profumatamente. la gente è stufa di fare sciopero generale ,perdere soldi tanti soldi , per poi vedere che il giorno dopo non è cambiato nulla!!

vince50

Sab, 27/09/2014 - 13:32

Basta dire che difende il lavoro chi non ha mai lavorato veramente,di conseguenza non dovrebbe occuparsi di questioni di cui non è a conoscenza.Ma i dementi ci credono,e grazie a loro basta e avanza.

nonnoaldo

Sab, 27/09/2014 - 13:35

Il dizionario della lingua italiana in dotazione alla cgil è, in pratica, un pizzino... due soli lemmi "sciopero" e "generale". Quindi, povera Camusso, vorrebbe avanzare proposte, ma non trova le parole.

albertzanna

Sab, 27/09/2014 - 13:46

Tanto che vuoi che gliene freghi dell'Italia e del lavoro alla Camusso e a Landini. Loro i soldoni in tasca ce li hanno sempre (leggere, quì sul Giornale, le rivelazioni di una impiegata della Cgil in Sicilia) e non si pongono pensieri. Ormai la Cgil è diventato il sindacato dei pensionati, ma credo che siano tutti pensionati delle coop rosse o dello stato, di quelli che sono andati in pensione ben prima del tempo, con fior di liquidazioni e fior di vitalizio mensile. E allora via, facciamo sciopero ad oltranza, per urlare a Renzi che senza il placet della Cgil lui non deve fare nulla, non può fare nulla, e se l'Italia va in rovina definitiva, alla Camusso e Landini non gliene può fregare di meno, l'importante è che il tesoro (leggi milioni di euro a sacchi) della Cgil, segreto, non pagano tasse e non hanno obblighi di bilanci veritieri, resti nelle mani dei gerarchi rossi, e che continuino ad esserci coglioni che pagano la tessera ogni anno, sempre disponibili a fare scioperi, avendo ciascuno il sacchetto premio, il panino e il quartino di vino fatto con le polverine. Grazie Togliatti per avere studiato la Costituzione italiana copiandola da quella sovietica, dove tutto il potere, di vita e morte, era in mano al partito comunista. Spero che te la stia godendo, dove sei all'inferno. Albertzanna

gyxo

Sab, 27/09/2014 - 13:54

Camusso fai schifo in tutto.. vergognati!Bonjour Tristesse.

odifrep

Sab, 27/09/2014 - 14:26

Il fiorentino ha l'opportunità di annientare del tutto ed una volta per sempre, la cgil. Se dimostrerà di avere i zebedei, il popolo gliene sarà grado per sempre, rimanendo così nella Storia come il nuovo Davide contro Golia.

makeng

Sab, 27/09/2014 - 14:28

Voi tutti che state commentando , lo sapete chi parteciperà a questo s(i)opero ? Esattamente le stesse persone SOPRATUTTO PENSIONATI ULTRASETTANTENNI, che hanno raggiunto il massimo dei privilegi . Questi ultimi ottenuti con l'impoverimento e il fallimento del sistema Italia. SCIOPERERANNO I PRIVILEGIATI, MICA I DISOCCUPATI O I PADRI DI FAMIGLIA CHE NON HANNO DI CHE SFAMARE LA LORO FAMIGLIA! Camusso HAI ROTTO I COG...ONI con questo TEATRINO DEGLI SCIOPERI GENERALI!!!! Dovremmo indire lo SCIOPERO DAL SINDACATO , per poterci accordare liberamente con l'imprenditore che rischia ed è onesto, non farlo scappare per disperazione!!!!

makeng

Sab, 27/09/2014 - 14:30

MI DIMENTICAVO...... ma è già successo in passato che hanno marciato CONTRO il sindacato!! RIPETIAMO LA MARCIA DEI QUARANTAMILA, CHE OGGI POTRA' ESSERE DEI 4 MILIONI!!!!!!!!

pansave

Sab, 27/09/2014 - 14:32

Dracula alla banca del sangue: molti morti molto sangue per i pochi eletti !

max.cerri.79

Sab, 27/09/2014 - 14:36

Scioperate pure... Meglio... Così prenderò più soldi con gli straoedinari x coprire i turni dei colleghi

Ritratto di Scassa

Scassa

Sab, 27/09/2014 - 14:51

scassa Sabato 27 settembre 2014 Chissà che paura fa la Camusso con il suo sciopero generale,al massimo si otterranno altri 2000 o 3000 licenziamenti,che con la sfilza di assunzioni,diventano ininfluenti!!! Con i chiari di luna che attraversa l'occupazione ,i sindacati pensano solo al proprio potere e sene fottono di chi,al contrario di loro,deve vivere nel mondo reale !!!!!!!! Hanno dimenticato un fondamento che è alla base di ogni tipo di contrattazione :" richiesta alta ,prezzi alle stelle,basse o nulla richieste ,prezzi stracciati !" Tradotto in "umano" per ora ci si adatta,quando le cose vanno vene ,allora si puntano i piedi! Al mio Paese si dice " piuttosto che niente è meglio ...piuttosto !!!!!!!!!! scassa.

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 27/09/2014 - 14:57

brrrr, che paura...

Ritratto di komkill

komkill

Sab, 27/09/2014 - 14:58

Per mobilitare le piazze faranno scendere i cassintegrati pagati con i soldi pubblici?

lamde28

Sab, 27/09/2014 - 15:04

CAMUSSO , MA FACCIA QUEL CAVOLO CHE VUOLE . NOI SAPPIAMO BENE CHE L'ART. 18 SERVE SOLO PER LE POLTRONE DEI SINDACATI E NON ALTRO !!!!!!!. UN CAPO SINDACATO SE NE VA E PRESTO SEGUIRANNO GLI ALTRI.

Ritratto di ALESSANDRO DI PROSPERO

ALESSANDRO DI P...

Sab, 27/09/2014 - 15:05

Questa Camusso, a mio parere, è l'amante dei "lavoratori" col mal di testa, della cassa Integrazione, dei ponti festivi, dei cartellini orari fatti stampare dal "compare", dei riposi per malattia e via di seguito a non finire (Più il secondo e anche terzo lavoro in nero ed in più ancora il footing per smaltire il "grasso" con costose biciclette da corsa e accessori altrettanto costosi). Per il bene futuro di tutti i VERI lavoratori sarebbe necessario CANCELLARE tutti i SINDACATI ITALIANI e confiscare loro tutti i beni accumulati da decenni a spese degli stessi lavoratori veri e non. In un attimo, come una manna al cielo, i veri lavoratori verrebbero riassorbiti TUTTI dalle nuove e vecchie Fabbriche Estere o Italiane. Basta con le continue IPOCRISIE per difendere soltanto i loro "mafiosi" interessi.

Ritratto di pasquale.esposito

pasquale.esposito

Sab, 27/09/2014 - 15:10

POVERA ITALIA! CON QUESTI SINDACATI COME LA CGIL-FIOM IL NOSTRO PAESE SARÁ SEMPRE NELLA MERDA!.

linoalo1

Sab, 27/09/2014 - 15:26

Camusso,cosa vuol dire?Che i lavoratori che faranno sciopero,saranno contenti a fine mese?Oltre a Napolitano ed al suo Triumvirato Usurpatore,ci si mettono anche i Sindacati,non contenti dei danni già fatti, ad affondare l'Italia?Uno dei loro Capi,ha capito l'antifona e se n'è andato!Speriamo che non sia il solo!Il Rododentro!

mbotawy'

Sab, 27/09/2014 - 15:28

Questo solo e' quello che sanno organizzare i sindacati social-comunisti.

forbot

Sab, 27/09/2014 - 15:31

Si, si fà fare pure gli scioperi, così vengono a casa tua gli operai a mangiare. Non hai ancora capito che se non cambiate musica sarete rottamati quanto prima. Saranno gli stessi operai che lo faranno. Non Renzi.-

forbot

Sab, 27/09/2014 - 15:32

Si, si fà fare pure gli scioperi, così vengono a casa tua gli operai a mangiare. Non hai ancora capito che se non cambiate musica sarete rottamati quanto prima. Saranno gli stessi operai che lo faranno. Non Renzi.-

Ernestinho

Sab, 27/09/2014 - 15:55

Ho deciso di non scrivere più commenti sui Vs. “forum”. Purtroppo siamo arrivati ad un punto tale che, anche se si afferma “Oggi è una bella giornata”, c’è sempre qualche stupido che ti definisce, come minimo, “sinistronzo”, destronzo” ecc. Non si può avere una qualsiasi forma di dialogo con gente sempre con il dente avvelenato, fanatica, di matrici estreme, che vomita commenti fanatici, diabolici e paranoici senza, mi dispiace dirlo, alcun filtro da parte della Redazione. Esseri malati, come il famigerato “soldato di ventura” che dice che il poliziotto a Napoli ha sbagliato ad ammazzare quel povero ragazzo perché doveva mirare meglio, che invoca il Vesuvio a distruggere la Campania, che definisce con disprezzo gli onesti agricoltori “zappaterra” ed è malvagiamente contro i bidelli (credendo erroneamente io sia uno di loro ma, in questo caso, non mi sarei vergognato, anzi. Lo stesso, con la sua immane ignoranza, non sa che oggi si chiamano “collaboratori scolastici”). Che inserisce commenti come il seguente, verso un altro: “Lun, 24/03/2014 - 17:51 @ mizzegawarrior non ti preoccupare. È solo un errore di battitura....non mi piaci per altri motivi...P.S. Anche tu cecchino cecato mi fai abbastanza schifo ;-) sniper.... Cos'è? Riesci a farla in centro anche con l'asse abbassato?ha ha ! Cazzoni comunisti Oppure come il “pasquale.esposito”, (una delle pochissime volte in cui usa il punto) che, con il suo orrendo modo di scrivere, sgrammaticato e sempre in MAIUSCOLO, dice tante porcherie,arrivando addirittura ad affermare che ha violentato madri di altri commentatori. Proprio lui che è stato senz’altro generato dall’accoppiamento di un padre di discendenze unne e da una napoletana grassocciona dei quartieri spagnoli di Napoli. Oppure come il “Berseker2” , che usa le stesse espressioni volgari Ed “ersola” che dice sempre scempiaggini, che non usa mai, proprio mai, il tasto della maiuscole, per lui inutile, forse perché l’ha ceduto all’esposito, il quale ne fa largo uso, e difende lo stesso, da novello avvocato d’ufficio, a cui è grammaticalmente legato. O di quell’altro che, citando il mio “nickname” che identifica semplicemente e scherzosamente il mio nome in “brasileiro”, si chiede se sono un calciatore o un gay, scaricando su di me l’ultima sua caratteristica. O “claudio63” , (anche per lui le maiuscole, dopo i punti ed i punti interrogativi non esistono) un altro “avvocato della cause perse” che, dall’alto della sua presunta supponenza, mi attacca ma che, probabilmente, non ha letto i commenti precedenti degli “innominati” di cui sopra, da cui ho cercato solo di difendermi, e dice che probabilmente non esistono quei termini in latino: neanche io lo so. Il latino non l’ho mai studiato: sono soltanto termini volgarizzati, adatti per certi individui. Ma possibile che non capisca, ignorante anche lui. E’ frustrato molto più di me! E’ andato a vedere sul vocabolario se esistono. Ah! Ah! Ma si può? E non sa che “l’esposito” non saprà scrivere, ma sa offendere molto bene! E tanti altri ancora, compreso “mortimermouse”, “igiuap”! Questa gentaglia non merita di essere ospitata su un Giornale, anche se dell’estrema come il Vs. All’inizio ho cercato di essere sempre pacato ed equilibrato nei miei commenti. Ma sono stato spesso attaccato: mi hanno tacciato chi di destra chi di manca (significa “sinistra” Pascà, ignoranten), sempre con turpiloqui e male parole. Dal che si vede che sono stato sempre apolitico, al di sopra delle parti, se interessa a qualcuno. Per me tutti i politici tutti uguali sono! Stupidi quelli che si scannano per loro. “Molti nemici, molto onore” come disse Giulio Cesare. Ho spesso commentato ironicamente e maliziosamente, ma all’inizio con moderazione. Poi, immancabilmente sono dovuto scendere allo stesso livello degli altri! Questi “cavernicoli”, che si sono trovati in un’epoca sbagliata, usano la tastiera a mò di clava e si esprimono con la stessa come con il loro culo, non meritano di essere ospitati in un “forum” serio ma solo, come detto altre volte, in un “vomitorium”, in un “cessum”, un “latrinum”. C’è qualcuno, più moderato, che tenta di scrivere commenti pacifici ma viene subissato dalla plebaglia di cui sopra! Ed allora, tanto vale rinunziare per sempre. Dopo aver subito letto il presente commento non ne leggerò più e farò una strada diversa. ADIOS, dunque, “indegni” frequentatori di qualunque “Forum” ma degnissimi di qualunque “latrinum vomitorum”. Molti dei precedenti diranno. L’esposito: vaffankulen, finalmenten, nun ce fotten un cazzen, anzen. Qualche altro, di lontane origini romanesche: “ma che ce frega, ma che ce mporta”. Qualche altro, napoletano: “e chi s’ n’ fott’”. E via discorreggiando. Ma a me non interessa. Come ho già detto altre volte, temo soltanto le persone intelligenti. Quindi con loro sto completamente al sicuro! “Non ragioniam di lor, ma guarda e passa”: come disse Dante. Saluti. CALA IL SIPARIO

angelomaria

Sab, 27/09/2014 - 16:06

PERCHE NON TIMETTI A DIETA PRIMA NON FARE MANGIARE GLIALRI SEI IL MEGLIO DELPEGGIO !!!!E AGGIUNGO BRRRRRRRR CHE PAURA!!!!

angelomaria

Sab, 27/09/2014 - 16:07

ANCHE I SINDACALISTI POSSONO ESSERE CACCIATI A CALCI NEL DI DIETRO CONTINUA A TIRARE LA CORDA E VEDRAI!!!

rossono

Sab, 27/09/2014 - 16:11

ma una volta un certo Cofferati porto`un sacco di vecchi e pensionati in piazza tra cui sventolavano tante bandiere rosse!! Purtroppo gli italiani hanno una memoria corta a non capire chi ha portato la nazione di tanti anni indietro cioe`sventolatori di bandiere rosse e sindacati.Altro che Berlusconi......

Ritratto di lorenzo74

lorenzo74

Sab, 27/09/2014 - 16:11

Certo, quando il lavoro non c'è, lo sciopero è l'unica soluzione: SCEMAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!

Ritratto di Anna 17

Anna 17

Sab, 27/09/2014 - 16:16

Siamo alla fine. Dopo tutti i guai combinati ora la Camusso prepara il mesto funerale per i sindacati. Speriamo sia veloce ed indolore.

Ritratto di bergat

bergat

Sab, 27/09/2014 - 16:36

Mi sa tanto che di sciopero generale ce ne sarà ben poco. Con la crisi e la mancanza di lavoro ognuno cercherà di salvaguardare i propri interessi, lavorando e non scioperando.

nonnoaldo

Sab, 27/09/2014 - 16:40

La Camusso spieghi una cosa, se ne è capace (intendo di fare un ragionamento): com'è che paesi che non hanno l'art. 18 vantano PIL e indici di disoccupazione migliori dei nostri? Forse solo gli imprenditori italiani, secondo il pensiero sindacale, fremono per il folle desiderio di licenziare a man bassa? Anzi, sempre secondo il sindacto comunista, potrebbero arrivare ad assumere per poter poi licenziare. Bertinotti non lo disse apertamente, ma certi suoi ragionamenti (eufemismo) sembravano suonare in cotal guisa. A tutt'oggi Camusso non dà segni di miglior stato mentale.

Ettore41

Sab, 27/09/2014 - 16:49

Certo fate pure lo sciopero generale cosi' il PIL continera' ad essere negativo.

Ritratto di Baliano

Baliano

Sab, 27/09/2014 - 16:58

Che roba è "sciopero generale"!? Questa è rimasta agli anni 70, si scioperava per aumentare due lirette e tanti tesserati. Ovvero il budget per stipendi a tanti burocrati fankazzisti, sulla pelle e il sudore dei lavoratori. - Fallo pure generale e continentale, se ti riesce, ma stavolta a disertare questo rimasuglio di stampo filo-comunista sono gli stessi lavoratori rimasti, sindacalizzati solo per tradizione e consuetudine.

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Sab, 27/09/2014 - 17:09

I sindacalisti di una volta erano EROI che aiutavano e difendevano i lavoratori che non avevano nulla (gli ultimi) che morivano nei luoghi di lavoro nella piena indifferenza di tutti, EROI che difendevano i diritti di chi non aveva niente da dare in cambio. EROI che per portare i nostri antenati dallo stato di semi-schiavo a lavoratore hanno dato la vita( nel vero senso della parola). Oggi i sindacati degli ultimi se ne FOTTONO se non hai una tessera della CCGL e non sei uno STATALE oppure un lavoratore di una grande azienda non ti cagano proprio sei un lavoratore di serie B ebbene ARRANGIATI questa è la cruda realtà, non meritano il clamore che hanno ne tantomeno il rispetto che chiedono, sono delle Lobby politicamente attive che nulla hanno a che fare con l'essenza nobile del sindacato.

Sonia51

Sab, 27/09/2014 - 17:19

Ma che cosa minaccia questa impresentabile donna? Sciopero generale di chi, di che cosa, degli iscritti CGL che poi vengono rimborsati della giornata trattenuta? Ma si spari, o almeno sparisca, finisca di dire cazzate.

Ritratto di stenos

stenos

Sab, 27/09/2014 - 17:20

Comunicazione arrivata direttamente dai frondisti DS. Attaccare!!!!

Sonia51

Sab, 27/09/2014 - 17:24

Cercasi psichiatra per Ernestinho - un nome, una garanzia. Io non ce l' ho fatta a leggere fino in fondo il suo delirio. Forse qualcuno a Cuba?

flip

Sab, 27/09/2014 - 17:34

camusso e quell' altro sfaticato di landini, andate avanti così. non ci sarà più nessuno che offre lavoro. a meno che non siate voi a far andare avanti le fabbriche. La storia si ripete, già ai primi del '900 avete adottato la stessa politica e tutti abbiamo visto e vissuto il famoso "ventennio". come naturale conseguenza della vostra prepotenza.ottusità e incapacità nel gestite la difficile situazione. aveva ragione il buon Guareschi...

Ritratto di hernando45

hernando45

Sab, 27/09/2014 - 17:34

CARISSIMO ERNESTIÑHO Non mi ha neanche NOMINATO nella sua lettera di addio!!! Io che sono il Leghista,razzista,ubriacone,ruttatore, che non so fare la O con il bicchiere capovolto, (ma che so fare la X sulla scheda elettorale)!!! HAHAHA. Non se la prenda,sapesse quante ne hanno scritte a me in quasi 10 anni di presenza su questo FORUM!!!! Ma i FORTI non si arrendono!!! Ci ripensi perchè il contributo di tutti e le idee di tutti sono necessariamente uguali per acculturarsi a vicenda. Saludos dal Leghista Monzese

flip

Sab, 27/09/2014 - 17:42

lavoratori e pensionati. sono tantissimi anni che il "sindacato" balbetta sempre le stesse cretinate e siamo sempre dei poveri disgraziati col culo per terra. O il "sindacato" cambia tattica e tecnica e usa il cervello (dubito che sappiano cosa è) o vadano al diavolo.

Tuareg33

Sab, 27/09/2014 - 17:42

'Madame Sciopero' ha parlato: cosa poteva dire?

Anonimo (non verificato)

Ottorino

Sab, 27/09/2014 - 17:59

Forza Susanna!

flip

Sab, 27/09/2014 - 18:18

fateci caso. quei macachi che sventolano le bandiere rosse, sono sempre gli stessi in tutti e in qualsiasi tipo di sciopero. quanto sono pagati? Vi racconto una barzelletta. Un giorno in una città c'è stato uno sciopero generale e ovviamente si parlava di lavoro, mancanza di lavoro ecc. Ad un certo punto sul palco sale un industriale che spiega che lui il lavoro ce l' ha e rivolgendosi ad uno con la bandiera che sbraitava più di tutti, gli dice: tu domani vieni a lavorare da me! Questo si guarda intorno e dice: come, con tanta gente che c'è qui proprio a me devi chiamare. (sic)

Joe Larius

Sab, 27/09/2014 - 18:27

Gli scioperi costano caro e vengono in un modo o in un altro pagati da coloro che li fanno. È solo che i sindacati, oltre che procurarsi con ogni mezzo iscritti paganti, non sanno fare altro.

Ritratto di tomari

tomari

Sab, 27/09/2014 - 18:30

Sciopero? Si...dei pensionati. Camusso, non siamo più nell' ottocento, svegliati!

maubol@libero.it

Sab, 27/09/2014 - 18:33

che paura, mi tremano le muntane. mi raccomando convinci gli extra comunitari se no le tessere sfumano. ideona lo sciopero, così in busta paga entrano meno soldi. cambia mestiere sei obsoleta

Ritratto di caster

caster

Sab, 27/09/2014 - 19:08

parassiti che hanno rovinato l'italia produttiva.zecche attaccate agli imprenditori sani ai quali hanno creato problemi a non finire.OBSOLETI E ANACRONISTICI APPARATI CHE HANNO FINITO DI INGRASSARE ALLE SPALLE DI CHI FA IMPRESA E DEI LAVORATORI.

Ritratto di RaddrizzoLeBanane

RaddrizzoLeBanane

Sab, 27/09/2014 - 19:14

L'unica cosa che ancora funziona in italia è la "cinghia di trasmissione" tra CGIL e fronda Kommmunista del PD..una gioiosa makkina da guerra che ha procurati danni al paese..ma ke presto verra definitivamente rottamata..

albertzanna

Sab, 27/09/2014 - 19:25

ERNESTINHO - Sab, 27/09/2014 - 15:55 - cos'è, l'ha punto la tarantola. A fasullo che scappa, ponti d'oro!!

ted

Sab, 27/09/2014 - 19:37

Una delle condizioni necessarie ma non sufficienti per una ripresa del Paese è l'ANNICHILIMENTO TOTALE del Sindacato ideologico.L'Italia non sarà mai sufficientemente grata a chi lo farà!!

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 27/09/2014 - 20:17

PERO' CHE IDEA BRILLANTE HA AVUTO L'INUTILE DONNA DELLA CGIL, E' UNA PRIMA ASSOLUTA LOSCIOPERO INDETTO DA QUEI CERVELLONI DELLA CGIL. SERVE SOLO PER TRATTENERE ANCORA UN PO' DI SOLDI DALLE BUSTE PAGA, SICCOME NAVIGHIAMO NELL'ORO...POVERI IDIOTI PENSANO DI RISOLVERE IL PROBLEMA CON UN MISERO SCIOPERO. ENNESIMA DIMOSTRAZIONE DELL'INUTILITA' DEL SINDACATO. SPERO CHE RENZI TIRI DRITTO E NON GUARDI IN FACCIA A NESSUNO, PERCHE' L'ARTICOLO 18 E' SOLAMENTE UN ALIBI PER FARE CASINO E NON RISOLVERE I PROBLEMI DEL LAVORO. MA LA CAMUSSO LO SA CHE L'UNICO SOGGETTO CHE PUO' ASSUMERE E' L'AZIENDA, SE QUESTA VIENE AGEVOLATA CON DELLE LEGGI ASSUME, SE NON NON ESISTE GOVERNO E NON ESISTE SINDACATO CHE DIANO LAVORO...NON BISOGNA ESSERE DEI CERVELLONI COME LA CAMUSSO PER SAPERE QUESTE COSE. LA SIGNORA IN ROSSO CREDO CHE SIA TROPPO IGNORANTE PER COMPRENDERE TUTTO CIO'. FACCIA UN BEL GESTO, SI DIMETTA PER MANIFESTA IGNORANZA E INUTILITA' ACUTA.

pinosan

Sab, 27/09/2014 - 22:00

In piazza ci andranno tutti quei pensionati iscritti da secoli alla CGIL e che non si sono ancora accorti che i tempi sono cambiati e che il comunismo è morto e defunto. Purtroppo per questi nostalgici,che sono gli unici pilastri del sindacato, non vedono l'ora di salire su un pulman,ricevere la bandiera rossa con falce e martello, la razione pasto e cantare bandiera rossa trionferà.Cosi faranno contenta la Camusso certa che anche l'anno prossimo daranno l'obolo al sindacato.

sergio_mig

Sab, 27/09/2014 - 22:14

Di solito quando i politici si accaniscono sulle cose "inutili" e' perché devono distrarre l'attenzione della gente per nascondere beghe molto gravi o far approvare qualche emendamento o tasse nascoste, ma vadano tutti a quel paese a cominciare dai sindacati che sono i primi ad fare i giochi delle tre carte e a spremere i lavoratori.

odifrep

Sab, 27/09/2014 - 22:16

Ma, questo nuovo PD, è ancora quello che criticava il Cavaliere? A proposito, ma domani alle Primarie, ci saranno anche i vescovi e sacrestani a votare? Speriamo che la Camusso non indice uno sciopero, altrimenti non battete neanche cassa!!!!!!

sergio_mig

Sab, 27/09/2014 - 22:23

MESSAGGIO A TUTTI I LAVORATORI: restituite tutti le tessere ai sindacati, che vadano a lavorare per guadagnare il pane e non arricchirsi alle spalle di chi suda, tanto, questi fanno solo i loro interessi, SVEGLIA GENTE!

atlantide23

Sab, 27/09/2014 - 22:55

e' solo una lotta politica, dei lavoratori non gliene frega una mazza a nessuno!!!

Ritratto di Markos

Markos

Sab, 27/09/2014 - 23:22

La CGIL porterà' in piazza il letame spacca vetrine dei centri sociali , i pensionati statali , ma anche molti statali attivi che la abolizione della art.18 gli fa una sega , Dipendenti della Suola Vigli del Fuoco , Ministeriali , Sanità', la Forestale insomma lo zoccolo duro della sinistra ...

jeanlage

Sab, 27/09/2014 - 23:23

E' la solita democrazia della sinistra. Quando hanno la maggioranza, tutti devono seguirli acriticamente e bovinamente. Quando sono in minoranza, protestano contro la dittatura della maggioranza, fanno casino e si scindono. Il problema è che i Re Giorgi di turno affermano di aver lottato tutta la vota per la democrazia e, a forza di ripeterselo, ci credono pure!

jeanlage

Sab, 27/09/2014 - 23:25

I sindacati ormai raccolgono sopratutto statali e pensionati. Se scioperano i primi, lo Stato risparmia. I secondi, risparmiano non ritirando le pensioni? Facciano pure!

forbot

Sab, 27/09/2014 - 23:44

# X Ernestinho # Ho letto il tuo commento, permettimi il tu, e sinceramente mi sono commosso. Sembra come se mi avessi letto qualche mese fà e dicevo più o meno le stesse cose. In effetti avevo deciso di smettere proprio per gli stessi motivi che tu hai enunciato. Ma dopo qualche giorno, per mia vergogna, confesso di essermi rimangiato il proposito e sono ritornato. Il motivo? Se tutti quelli come noi che usiamo, di massima, un linguaggio moderato si ritirano, chi rimane? Solo quelli menzionati e che ti hanno disgustato? Che mondo verrebbe fuori? No! Bisogna continuare per la nostra strada, liberi di dire la nostra; liberi gli altri di offendere, se non conoscono altro modo per esprimersi.- Con il piacere di rileggerti. Cordiali saluti. forbot

capitanuncino

Sab, 27/09/2014 - 23:59

C'è da chiedersi perché tutti si affannano a dire che l'articolo 18 non è importante, che riguarda pochissimi casi, che è "soltanto" una questione ideologica e poi nessuno vuol cedere in merito? Forse proprio perché le questioni ideologiche sono fondamentali. Si tratta di far passare l'idea che non è l'imprenditore che prende le decisioni, ma la sua azione deve essere vagliata dai sindacati, è uno scontro di potere (tra l'altro il sindacato intende decidere anche sulla eventuale riconversione dell'azienda), è uno scontro tra socialismo e iniziativa privata, tra comunisti e liberali. Praticamente si tratta di definire se davvero l'impresa è proprietà dell'imprenditore che l'ha creata oppure se una volta creata diventa un'entità di utilità sociale gestita da organizzazioni di tutela. Premesso che nessun imprenditore si diverte a licenziare i propri dipendenti, visto che li ha assunti, è evidente che se non può pretendere di gestirli e non ha autorevolezza nei loro confronti preferisce non impegnarsi a tempo indeterminato. Certo teoricamente un dipendente che lavora poco o male può essere licenziato, ma come si fa a provarlo in modo efficace? Se ogni azione dell'imprenditore deve essere vagliata e giudicata dal sindacato, non solo gli imprenditori assumeranno con paralizzante prudenza ed a tempo determinato, ma magari "imprenderanno" da un'altra parte.

pancito

Dom, 28/09/2014 - 00:36

Chissà se il merito l'ha l'articolo 18 se sono andato in pensione con quarant'anni, forse di lavoro mentre quelli che vogliono abolirlo la pensione non la vedranno, saranno licenziati prima.

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Dom, 28/09/2014 - 00:37

Se c'è qualcosa da fare per aiutare la scissione dei trinariciuti mi offro volontario. Come si chiameranno i nuovi comunisti? La maschera da democratici la usano già tutti gli ex PCI. COSA SI INVENTERÀ IL NOSTRO CIARLONE FIORENTINO? DEMOCRAZIA RACCONTATA?

Ritratto di aldolibero

aldolibero

Dom, 28/09/2014 - 01:08

caspita(tutto in minuscolo) ci siamo liberati del fuso Ernestino.Avra' tempo adesso per rompere le palle di tutti noi su altre testate, se lo ospiteranno. altrimenti gli rimane il bar sport.ora dormo piu' sereno.grazie mille e fuori per sempre dai c......che gia' girano per come hanno ridotto questo paese gli italiani.

Tipperary

Dom, 28/09/2014 - 03:51

Ah beh se lo dice Bagnasco! Daniel Cohn Bendit diceva : in Italia comanda il Papa, i governi chiedono prima a lui cosa possono fare.

volo_basso

Dom, 28/09/2014 - 05:31

Sindacati, vescovi e minoranza del Pd sono pronti alle barricate. Lavoro o non lavoro, tanto loro non lavorano lo stesso. Non sanno neppure cosa vuol dire una semplice azione . Per loro lavoro è fatica e come tale deve essere evitato, abolito , prendendo solo lo stipendio alla fine del mese. I parassiti non creano lavoro per i loro simili, ma si accingono a spolpare chi li circonda , credendo che tanto lo scemo del villaggio è sempre a disposizione pronto ad essere denudato dai suoi averi . L' art. 18 non deve essere tolto, ma semplicemente svuotato dalle cretinerie sindacali lasciandolo lì come un guscio d'uovo vuoto per simboleggiare una sconfitta d'idee .

angelomaria

Dom, 28/09/2014 - 10:31

QUAND IL POTERE DA' ALLA TESTA!!!

odifrep

Dom, 28/09/2014 - 11:15

@ forbot (23:44) - sono dello stesso avviso. Saluti.