Case svalutate dalle tasse: prezzi ancora giù del 4%

L'analisi di Idealista

Roma - Le tasse continuano a uccidere il settore immobiliare. Nel corso del 2017, infatti, i prezzi delle case in Italia hanno segnato un decremento del 4%, per un valore medio di 1.819 euro al metro quadro. In particolare, specifica una ricerca di Idealista, in 85 capoluoghi sui 103 monitorati si sono evidenziati i cali a due cifre di 11 centri compresi tra il -18,6% di Benevento e il -10,1% di Varese. I ribassi non hanno risparmiato le grandi città, come dimostrano le variazioni, tutte negative, di Roma (-4,3%), Milano e Napoli (entrambe giù al ritmo del 3,8%). La spiegazione risiede nel prelievo fiscale monstre: ai 21,2 miliardi di Imu e Tasi pagati dagli italiani nel 2016 si sono aggiunti anche i 5,6 miliardi di imponibile Irpef sul possesso degli immobili e i 2,1 miliardi di cedolare secca sugli affitti. Se a questi si aggiungono gli oltre 9 miliardi di imposte a vario titolo versate sui trasferimenti di proprietà si superano i 35 miliardi. È chiaro che una simile mole di tasse e balzelli non possa che contribuire al significativo deprezzamento del patrimonio immobiliare del Paese considerato che un immobile che non sia la prima casa e che non sia messo a reddito rappresenta un costo significativo per le famiglie. Anche sugli affitti lo Stato preleva una percentuale non indifferente degli introiti se non si tratta di locazioni abitative.

«Il settore immobiliare non si salva con il bonus giardini», ha twittato il presidente di Confedilizia, Giorgio Spaziani Testa, commentando la conferenza stampa di fine anno del premier Gentiloni in merito alla «mancata istituzione della cedolare secca per gli affitti commerciali, richiesta da maggioranza e opposizione di centrodestra». Secondo Vincenzo De Tommaso, responsabile dell'ufficio studi di Idealista, «la prosecuzione del trend negativo dei prezzi delle case iniziato nel 2007 dipende anche dall'eccesso di offerta». Nel 2018, aggiunge, «ci aspettiamo una ripresa via via più uniforme con una moderata crescita dei prezzi nelle città medie e in quelle metropolitane».

Tra le poche eccezioni positive del 2017 si segnalano le performance positive di alcune città «al top» per qualità della vita come Trieste (+6,2%) e Sondrio (+3,8%). Le città d'arte Venezia (4.362 euro al metro quadro) e Firenze (3.434 euro) restano le più care.

Commenti

oracolodidelfo

Ven, 29/12/2017 - 10:21

Grazie Mario Monti economista dei miei stivali, grazie Napolitano presidente traditore dell'Italia e del suo popolo che hai nominato senatore a vita e quest'economista da operetta nemmeno in grado di analizzare e calcolare i costi/benefici provocati della sua macelleria sociale. Macelleria sociale che si è tradotta in suicidi, angoscia, depressione e mal di vivere per gli italiani probi ed onesti! Sfuggirete alla giustizia umana ma non in quella Divina e non solo nell'aldilà. Il Signore ve ne farà assaggiare un'anticipo nell'aldiquà. Siatene certi.

Giorgio Colomba

Ven, 29/12/2017 - 10:38

I responsabili di questo criminale impoverimento del popolo italiano, da Monti in qua, andrebbero processati per alto tradimento e condannati alla rifusione del danno patrimoniale inferto.

Albius50

Ven, 29/12/2017 - 11:17

Condivido perché la casa comunque costa moltissima come MANUTENZIONE e quindi relativa IVA sui costi; l'unica eccezione è che lo stato pretenda solo in caso di vendita del bene una tassa.

Ritratto di Elvissso

Elvissso

Ven, 29/12/2017 - 11:59

Poi dicono che l'economia va bene,BUGIARDI.

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 29/12/2017 - 12:39

State sereni, lo sgoverno pdiota stava rivalutando di molto le rendite catastali per spillarvi altri euro!!!

Ritratto di bandog

bandog

Ven, 29/12/2017 - 12:42

Ma comeee??? Le pseudo casette per i terremotati,quando saranno finite e se lo saranno costano 6.800 euro a metro quadro !!!P.s. allo stesso prezzo potete comprare Saint Tropez e dintorni

Ritratto di stenos

stenos

Ven, 29/12/2017 - 14:12

Ovvio, la proprietà privata in un regime di socialismo reale è un delitto. Quindi va punita.

Ritratto di comunistialmuro

comunistialmuro

Ven, 29/12/2017 - 14:15

La maggioranza degli italiani,cioe' quell'80% di proprietari di immobili,non deve aver ben chiaro il concetto di "VALORE" perche',se lo avesse,avrebbe assaltato il parlamento italiano gia' nel lontano 2013;infatti,ai piu',deve essere sfuggito,come il fantomatico salvataggio dei conti pubblici operato dal governo MONTI,e' stato accompagnato da una costante SVALUTAZIONE di quei beni immobili,di almeno il 50% o piu',fino ad arrivare al paradosso che se oggi uno vendesse ai REALI prezzi di mercato,si ritroverebbe i conti bloccati dall'agenzia delle entrate,che considerebbe tale prezzo troppo basso,per non essere viziato da qualche forme di evasione fiscale. Dalle tasche degli italiani alle banche e ai beneficiari di mancette varie,passando per il PD=20% dei voti.

ggt

Ven, 29/12/2017 - 16:31

E' il caso di dire: "Governo ladro"! Ma anche incapace, disastroso, etc. etc.