Cavaliere, torniamo liberali Al Quirinale candidi Martino

Un consiglio (non richiesto) a Berlusconi: indichi così i principi a cui dovrebbe tendere il suo movimento

Per la quarta volta Silvio Berlusconi e il suo partito si troveranno a votare per il presidente della Repubblica, senza disporre di una maggioranza. Quindici anni fa Berlusconi fece un passo veloce verso la candidatura di Carlo Azeglio Ciampi. Nel 2006 decise di non votare Giorgio Napolitano, sette anni dopo si convinse che era necessario. I giochi parlamentari che si apriranno con le prossime dimissioni di Re Giorgio, sono imprevedibili, come sempre.

Ci permettiamo di dare un consiglio non richiesto al leader del principale partito di centrodestra. Scelga un liberale. Indichi così i principi a cui dovrebbe tendere il suo movimento. Una figura di questo tipo, Silvio Berlusconi, ce l'ha in casa: Antonio Martino. È un economista, ha sposato un'affascinante signora americana, ha fatto il ministro degli Esteri e quello della Difesa, è stato tra i primi ideologi di Forza Italia nel 1994, è sempre stato leale, mai un cameriere. Quando in Israele si chiedevano cosa fosse questo strano governo con i «neofascisti» di Fini, c'era Martino a spiegare il Dna liberale dell'esecutivo. Quando gli americani hanno avuto dubbi sulla nostra tenuta atlantica, ci fu Martino a spiegare dove eravamo. Euroscettico, veniva definito dai fenomeni della moneta unica. Solo perché ne vedeva le criticità che poi, puntualmente, si sono manifestate. Oggi sa che uscire dalla moneta unica potrebbe comportare più guai che benefici. Ha un senso istituzionale straordinario, speculare alla sua incapacità di ritenersi fino in fondo appartenente ad un partito. Ama l'Italia come pochi, ma si preoccupa del suo accento quando parla alle Nazioni Unite con un'inflessione che dà una pista anche ai canadesi. Martino è oggi l'unico vero erede di Luigi Einaudi con però un irrimediabile difetto: non farà nulla perché si creino le condizioni di una sua candidatura.

Berlusconi tra poco entrerà nel frullatore delle trattative. Come nel caso della rielezione di Napolitano, in molti gli faranno presente che un accordo con la sinistra gli potrà garantire chissà che cosa. Tutte balle. L'ex presidente del Consiglio si tiri fuori da quello che un tempo egli stesso definiva il teatrino della politica e provi a candidare Martino. Anche se l'operazione non dovesse riuscire, sarebbe comunque meglio che sentirsi tra qualche anno complice di aver eletto un nuovo presidente alla Napolitano. O no?

 

Annunci

Commenti

Maurizio Fiorelli

Mer, 24/12/2014 - 17:01

Evviva, finalmente una proposta veramente concreta,di valore,di gran buon senso,fuori da tutti i giochini politici,preparata, seria.Bravo signor Porro, cerchi di convincere il signor Berlusconi e grazie per averci pensato come,mi auguro,molte altre persone.Tanti auguri a lei e famiglia.

Armandoestebanquito

Mer, 24/12/2014 - 17:41

sono tutte balle. Se non ci sono elezioni dirette, allora verra' assegnato u'altro comunista. Questa e' il requisito fondamentale per proteggere il regime installato dal 48 in poi. Quindi un Presidente della Magistratura comunista che assicuri una maggioranza comunista nel Consiglio, in modo che possano perseguire a SB. just in case. Liberali in Italia? haha .. un sogno Una volta erano tutti fascisti e all'improvviso poi sono diventati tutti comunisti.

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 24/12/2014 - 18:00

CARO NICOLA noi abbiamo proposta Caprotti e Feltri, ma uno come Martino potrebbe andar bene anche a Noi!!! OTTIMA IDEA!!! Feliz Navidad dal Leghista Monzese

patrenius

Mer, 24/12/2014 - 18:21

Parole sante, carissimo Porro.Parole sante che Silvio non ascolterà purtroppo. Io che sono berlusconiano doc della primaora ho l'impressione che Silvio abbia perso la spinta e che a forza di poitica moderata ci si stia avvitando addosso. Il fenomeno Salvini: poche idee ma penetranti. Purtroppo un Matteo vale l'altro: tutti e due non hanno prodotto mai niente ma sono solo saltati da una poltrona all'altra.

Howl

Mer, 24/12/2014 - 18:22

..........e gli ( a B. ) garantisce la grazia Porro sia corretto fino in fondo e dica che a Berlusconi il fattore che gli interessa di più è che il nuovo PdR gli garantisca l'agibilità politica o meglio l'elettività !

Ritratto di mausuria

mausuria

Mer, 24/12/2014 - 18:25

benissimo un ottima idea un liberale come lui ci vorrebbe

Ritratto di uomochiunque

uomochiunque

Mer, 24/12/2014 - 18:29

Antonio Martino presidente, questo è un mega stellare regalo di Natale. Grazie Signor Porro, solo quest’idea accende speranze a tantissimi italiani.

zeuss

Mer, 24/12/2014 - 18:40

Nicola, buona sera, e buone feste. Secondo il mio modesto parere, oramai Berlusconi non ha + voce in capitolo. Ha perso la credibilita', facendo troppo il magnanimo. Doveva sbattere fuori Fini e Casini subito, visto che mettevano il bastone fra le ruote, quando non volevano il suo programma. Troppo tempo e' passato, sarebbe passato come lo statista italiano, adesso e' in declino. Il guaio e' per chi non vota comunista, cosa deve votare? Rimane Salvini, e speriamo che ce la faccia.

Ritratto di Farusman

Farusman

Mer, 24/12/2014 - 18:42

Nicolino, Nicolino, cosa c'hai nel testolino? Noi lettori, la Lega il Cav possiamo volere tutto ed il contrario di tutto: ma se non ci sono i voti, non si conta un benemerito tubo. Ghe n'è minga, rassegnati.

luigi1947

Mer, 24/12/2014 - 18:48

Ottimo Dott. Porro ! ritengo che sia un prezioso suggerimento, anche se farlo digerire ai catto-comunisti sarà impresa ardua, ma il tentativo deve essere assolutamente fatto! Auguri.

LANZI MAURIZIO ...

Mer, 24/12/2014 - 18:56

PORRO SI' CHE SE NE INTENDE. BRAVO

peter46

Mer, 24/12/2014 - 19:34

hernando45...auguroni,ma..."A Noi"?A Voi...cosa?Ci vuol proprio la faccia tosta del 'leghista'(non della persona,indubbiamente)o del berlusconista ad affermare "A Noi" va bene:con quella striminzita pattuglia,"A Noi" va bene...ma non vi 'c...onsidera' nessuno,figuriamoci se potete esprimere 'desideri':ognuno al suo posto,meglio...non può influire Silvio,figuriamoci...prossimo giro...forse,molto forse.

perSilvio46

Mer, 24/12/2014 - 19:35

E' stato l'ideologo della fulgida FI che nel '94 cambiò l'Italia, collaboratore di SILVIO, Suo grande ministro, fedele, fedelissimo, devoto, ma mai servo. Anticomunista sincero, grande economista, grande giurista, persona che tutto il centro destra, e molti grillini, voteranno compatti. E che avrà, da quel gran galantuomo che è, come primo e sacro impegno quello di riportare la GIUSTIZIA in Italia implorando SILVIO di accettare la grazia presidenziale, ridando così agibilità politica al più grande statista di tutti i tempi: il nostro paese ne ha bisogno!

voglioesserecom...

Mer, 24/12/2014 - 19:48

Siete l'unico giornale che insiste a chiamare cavaliere chi cavaliere unnè più? Forse in cuor vostro sperate che ritorni tutto come una volta, perfino il partito di forza italia al 30%. Ma il berlusca ha bruciato tutto quello che gli si è presentato nelle mani. Chi vive sperando muore c.....o

antonio54

Mer, 24/12/2014 - 19:49

Se Berlusconi accetterà per l'elezione al quirinale uno di sinistra, quei pochi voti che a Forza italia gli sono rimasti, saranno definitivamente persi... diventerà un partito da prefisso telefonico.

INGVDI

Mer, 24/12/2014 - 19:54

Ottima iniziativa di Porro. Lodevole anche perché mette con le spalle al muro il Cavaliere: vediamo se ha il coraggio di rendersi complice dei comunisti e cattocomunisti fino in fondo.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 24/12/2014 - 20:45

Porro sei un grande! Antonio Martino è il giusto uomo, degno di essere a capo della nostra nazione da Presidente della Repubblica e degno di sedere sull'alto scranno, ormai svalutato da tanti anni di occupazione comunista o sinistra in generale. Sarà capace Silvio Berlusconi di portare avanti con coraggio e per quella carica un nome degno come quello del prof. on. Antonio Martino? O è capace solo di fare nomi farlocchi e odiati come quello di Amato?

Giorgio Mandozzi

Mer, 24/12/2014 - 21:40

Finalmente un nome degno del ruolo! Ma Berlusconi preso dai giochi dei suoi interessi e, forse, non sempre lucido, non sarà in grado di proporre e sostenere questo splendido personaggio!.

Lino1234

Gio, 25/12/2014 - 00:03

Martino. siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii. Saluti. Lino. W Silvio e Martino.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Gio, 25/12/2014 - 00:18

Bene Martino come Caprotti e Feltri, ma i comunisti vogliono sempre tutto, senza averne alcun diritto, hanno rinnegato pure il loro appoggio al comunismo Europeo, Russo, Cinese e Cubano. Gente inaffidabile e poco nobile , vorranno Presidente della Repubblica un loro compagno di partito, per proteggersi dalla ignominia.

Gioioso_Ciddone

Gio, 25/12/2014 - 01:42

berlusconi è ormai un poveraccio, che non vale e non conta più niente… può candidare chi vuole, tanto non lo caga - e meno male - più nessuno…!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 25/12/2014 - 02:55

L'unica cosa richiesta a Berlusconi come impegno imprescindibile del centrodestra è la NON elezione di un'altro comunista a capo del nostro paese. STIAMO SUBENDO I GRAVI DANNI DI QUEST'ULTIMO E NON VORREMMO PEGGIORARE ULTERIORMENTE LA SITUAZIONE.

Ritratto di siredicorinto

siredicorinto

Gio, 25/12/2014 - 06:15

Ottima idea, peccato che non abbia il curriculum sporco e fetido che occorre per essere votato dalla sinistra.

Itbread

Gio, 25/12/2014 - 06:31

Il ragionamento, come si dice, non fa una piega. Sarebbe utile a Forza Italia se il Presidente Berlusconi rinunciasse, a votare e far votare, candidati che non siano strettamente indicati o di gradimento da FI o dal centrodestra. Itbread - Como

WMD06

Gio, 25/12/2014 - 08:21

in un commento avevo proposto l'on Martino quando si era cominciato a parlare delle dimissioni del faraone napolitano; vedo che un illustre giornalista la pensa come me e me ne compiaccio

Ritratto di giuseppe zanandrea

giuseppe zanandrea

Gio, 25/12/2014 - 08:39

RICCARDO MUTI FOR PRESIDENT l'ho sentito ieri sera e mi ha fatto un' ottima impressione

un_infiltrato

Gio, 25/12/2014 - 22:21

Ah Berlusco' ma sei de coccio! Non vogliamo elementi di estrazione politica. E poi sto Martino, me sa de moscio!

Ritratto di Runasimi

Runasimi

Gio, 25/12/2014 - 23:14

L'unica cosa richiesta a Berlusconi come impegno imprescindibile del centrodestra è la NON elezione di un'altro comunista a capo del nostro paese. STIAMO SUBENDO I GRAVI DANNI DI QUEST'ULTIMO E NON VORREMMO PEGGIORARE ULTERIORMENTE LA SITUAZIONE.

Valvo Vittorio

Ven, 26/12/2014 - 13:09

Nulla da eccepire sul nome proposto, trattasi di figura che ha titti i crismi per fare il capo dello stato. Tuttavia mi viene il dubbio: un comunista doc voterebbe un liberale doc?

Ritratto di hernando45

hernando45

Ven, 26/12/2014 - 16:21

TRANQUILLO PETER 46 che quando FINALMENTE ci faranno VOTARE la da te citata "pattuglia di striminziti" si rivelerà essere qualcos'altro!!! LOL LOL Stammi bene e Buon Santo stefano dal leghista Monzese.

gpl_srl@yahoo.it

Ven, 26/12/2014 - 18:06

ha ragione quel deputato tedesco che chiede l' uscita dell' italia dall europa: centomila ragioni: ci paghino i danni di guerra che han solo fatto finta di pagare e ci paghino i danni provocato dal tentato colpo di stato che la signora Merkel ha organizzato con il colle quattro anni fa: i danni sono evidenti e colossali dato che Monti, eseguendo il diktat tedesco ha causato perdite all' italia dell' ordine di oltre 350 miliardi di euro: e chi rompe paghi tenendosi i cocci della rovinosa politica da lei pretesa in europa ed in particolare in Italia: questa donna di economia non capisce assolutamente nulla e si attiene solo a quello che una banca mezzo in rovina come la DB le consiglia: uno scempio di cui è giusto che solo la germania paghi le conseguenze

Ritratto di giubra63

giubra63

Sab, 27/12/2014 - 01:02

Grazie al Dott.Porro, avevo ed ho in mente di scrivere proprio ai vertici di FI, Lega N. e Fratelli d'Italia per proporre 3 nomi: Antonio Martino, oppure Vittorio Sgarbi, Vittorio Feltri, Bernardo Caprotti. Antonio Martino é l'ideale di Capo dello Stato onesto e professionale che da Leone non abbiamo, e sarebbe uno Statista a livello di Einaudi.

Ritratto di Agrippina

Agrippina

Sab, 27/12/2014 - 08:55

Senza se e senza ma il miglior uomo in assoluto che FI abbia mai avuto.Purtroppo,e sottolineo purtroppo,il suo essere uno spirito libero,il suo essere un vero Liberale gli ha creato on pochi problemi anzitutto nel partito,dove gli ex dc/psi/msi/ e compagnia cinguettante non lo hanno mai sopportato.Morale della favola ha contato sempre poco in domo sua quando al contrario doveva essere una delle migliori risorse,uno dei pochi esempi e rappresentanti del Liberalismo.Dubito fortemente che il pd ed affini potranno mai avallare questa scelta in funzione del Colle,ma sarebbe meraviglioso potercelo vedere,sarebbe la degna conclusione di un ciclo,l'ultimo presidente Liberale dopo il primo(Einaudi),perchè tanto la prossima volta non lo elegge più il parlamento...nevvero?

peter46

Sab, 27/12/2014 - 10:29

Agrippina...bentornata,innanzitutto.Poi,certamente che Martino è il miglior uomo in assoluto in FI...ma in FI,e per quello che può significare FI che non è il cdx le ricordo.Ha sentito Martino in tutti questi anni di 'trombamento' quasi totale di FI?Non l'ha sentito nessuno:escludendo la lagna dell'essere stato ignorato nella richiesta di 'videochiamarsi' col cav.Serve al cdx uno che negli ultimi 6 anni(generosi)ha solo da lagnarsi che non gli è stato permesso di parlare al tel.col cav?Se si va alla guerra con forse 'ridotte' c'è bisogno di un condottiero con le palle,non di un lagnoso...muto,non crede.Poi..e più importante:i voti determinanti sono degli altri:e non avendo i voti non si può 'elemosinare',anche.

pietro.barabaschi

Gio, 15/01/2015 - 12:27

Carissimo Nicola, Ho conosciuto personalmente il professor Martino, di cui ho letto praticamente tutti i suoi eccellenenti saggi. La mia stima per cotanto Uomo, a prescindere da infantili mitizzazioni, e' totale. Bonta' sua mi ha inserito in un gruppo di lavoro riservato e, se segui il suo blog, potrai constatare gli ottimi rapporti che intercorrono fra me e Lui. Se fosse per me lo nominerei un novello Cincinnato, ma secondo Lui occorrerebbe un periodo di "sana anarchia". Comunque ove io possa fare qualche cosa per supportare la sua elezione a Presidente della Repubbblica sono a disposixzione. Per qualunque notizia hai gia' il mio indirizzo di posta elettronica, che per tua comodita' ripeto: pietrobarabaschi@libero.it