Conte: "La pace fiscale si farà, ma non è un condono. Ci sarà reddito di cittadinanza"

Il presidente del Consiglio assicura che il governo vuole fare le riforme promesse. E che saranno tutti "punti qualificanti" della manovra

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, assicura che "la pace fiscale si farà, è imprescindibile". In un'intervista a "La Verità" il premier sottolinea che "il fisco è iniquo", e assicura: "La flat tax ci sarà ma non potrà andare subito a regime. Con gradualità, attueremo flat tax, reddito di cittadinanza e riforma della legge Fornero". Insomma, faranno tutto, assicura il premier. Con molta calma, ma faranno... "Sono tutti punti qualificanti" della manovra. "Non ho mai avuto retropensieri. Mai pensato di fare una riforma e non un’altra". Il messaggio che il premier vuol lanciare è questo: facciamo quello che abbiamo promesso. Staremo a vedere se sarà davvero così e in che misura.

"Al momento non mi sento di fare anticipazioni - prosegue Conte -. Mi limito a osservare che l’impatto di questa riforma sarà subito significativo... perché il reddito di cittadinanza funzioni davvero bisogna prima riformare i centri per l’impiego". E sulla pace fiscale (che assicura non sarà un condono) precisa: "Noi proponiamo un meccanismo totalmente diverso dove l’azzeramento delle pendenze è funzionale per partire con un nuovo rapporto con il fisco".

Sulle tensioni in seno alla maggioranza nel dibattito sulla Legge di bilancio Conte precisadi "non aver mai visto vacillare" il ministro Tria. Conte dunque fa il pompiere, gettando molta acqua sul fuoco delle polemiche. E sul ruolo strabordante dei due vicepremier, Matteo Salvini e Luigi Di Maio, puntualizza: "Sono molto presenti perché è una condizione che ho posto io".

Il premier parla anche del crollo del ponte Morandi a Genova, ribadendo che Autostrade dovrà anticipare i soldi ma che "poi la ricostruzione avverrà a prescindere dal loro intervento". Per quanto riguarda la possibilità di ridiscutere le concessioni autostradali il presidente del Consiglio sottolinea che "le due cose debbono procedere separatamente: un conto è la ricostruzione del "ponte, un conto è il rapporto tra concedente è concessionario per quanto riguarda le autostrade". La procedura è avviata? "Sì - risponde - e non si interrompe con questo decreto". Ma a che punto siamo? "Autostrade per l’Italia ha fatto pervenire le repliche alla nostra contestazione, come è giusto che sia. Le valuteremo nel merito".

Commenti
Ritratto di adl

adl

Mer, 19/09/2018 - 13:00

"il fisco è iniquo" .......ecco perchè il governo rosso verde e giallo in 3 lunghi mesi tutto quello che ha prodotto è un esilarante " meno 1 Spesometro-Puttanometro" forse ma non è sicuro e porta avanti la devastante fatturazione elettronica delle scoregge con codice biunivoco previa trasmissione al sistema di interscambio, a carico anche delle partite iva che vendono 3 € di lupini. FATE QUALCOSA DI IMPORTANTE, altrimenti partiranno milioni di pernacchie sonore e non elettroniche.

Duka

Mer, 19/09/2018 - 13:19

Non era così dalle promesse della campagna elettorale- SIETE DEI BUFFONI!!!!

Popi46

Mer, 19/09/2018 - 13:35

Io sono vecchia ed un po’ dura di comprendonio, ma c’è qualche misericordioso con un po’ di pazienza che riesca a spiegarmi la differenza tra condono e pace fiscale?

Mr Blonde

Mer, 19/09/2018 - 14:07

intanto LA LEGA RESTITUIRA' IL MALTOLTO IN 76 ANNI! più pace fiscale di così...

vinvince

Mer, 19/09/2018 - 15:15

Ma secondo voi, in un’Italia in crisi da più di dieci anni, per rilanciare l’economia, c’era bisogno del reddito di cittadinanza o della Flat tax ? Di “ graduale “ in tutti questi mesi, non se ne era mai parlato !!!

mzee3

Mer, 19/09/2018 - 15:39

In un'intervista a "La Verità" il premier sottolinea che "il fisco è iniquo", e assicura: "La flat tax ci sarà ma non potrà andare subito a regime. Con gradualità, attueremo flat tax… MA CON GRADUALITA'… sottotitolo : Evasori(del nord!) non preoccupatevi non sarà quest'anno ma piano piano vi aiuteremo a non pagare..nel frattempo pagherete il 10/15% di quello che avreste dovuto pagare….ma poiiii basta!

mzee3

Mer, 19/09/2018 - 15:46

Popi46 @@ se avrò la fortuna che mi postano cerco di spiegarglielo: Se lei ha un debito con il fisco di un milione e il governo decide che lei non lo pagherà questo è CONDONO ma se le dicono che lei potrà chiudere il contenzioso con 100000€ è PACE FISCALE… Capisce che furboni i leghisti? Tanti soldi risparmiati e tanti foti acquisiti… Ma c'è di più… lei ha soldi all'estero? Glieli fanno rientrare senza alcuna penalizzazione e senza che nessuno conosca il suo riverito nome e cognome… Altri voti certi.

mzee3

Mer, 19/09/2018 - 15:51

Popi46@@@ dimenticavo : se lei ha una cartella esattoriale di duecentomila euro da pagare le potrebbero dire beh… dammene trentamila e no se ne parla più (pace fiscale)!. Ma provi a dire al fisco : ti do dieci euro all'anno vediamo se glielo concedono come hanno concesso alla Lega di pagare il maltolto in 80 anni!

mzee3

Mer, 19/09/2018 - 15:53

Mr Blonde….ERRORE ! non 76 ma appena 80... cosa vuole che siano qualche anno in più! Tanto Salvini e amici di merende non ci saranno più e chi verrà cambierà nome al partito ...ammesso che esisterà ancora..e loro avranno vissuto alla grande a spese anche sue e mie che non li ho ma votati e non li voterò mai.

Atlantico

Mer, 19/09/2018 - 16:52

@popi Diciamo che si ha condono quando c'è uno sconto sulle imposte dovute, mentre c'è una pace fiscale ( o come la chiameranno questi cialtroni che abbiamo al governo ) quando lo sconto si riferisce solo ad interessi di mora e sanzioni, come fatto con la rottamazione delle cartelle esattoriali. Si può star sicuri che questo dei gialloverdi sarà un vero e proprio condono fiscale con forte sconto sul dovuto delle imposte non pagate e con la beffa ulteriore che, si vocifera almeno, che varrà per debiti tributari SINO AD UN MILIONE DI EURO, quindi chiaramente per favorire i grandi evasori e non certo la gente che non paga la bolletta o il bollo auto.

titina

Mer, 19/09/2018 - 19:11

x Popi46 tranquilla, è la stessa cosa, solo che se lo fanno gli altri partiti si chiama condono se lo fa il m5 stelle si chiama pace fiscale. Cambiano i nomi, non la sostanza.