Così i giochetti della sinistra danneggiano i terremotati

Dietro l'addio di Errani c'è la mano di Bersani che vuole rompere col governo. E a pagare sono le vittime del sisma

L'addio verrà ufficializzato oggi alle 15 a Palazzo Chigi, quando Vasco Errani sarà seduto a fianco di Paolo Gentiloni insieme al capo della Protezione civile Borrelli - che ha recentemente sostituito Curcio nella cabina di regia - e ai presidenti delle Regioni terremotate.

Lui, Errani, ci tiene a sottolineare che la sua scelta di lasciare alla scadenza del mandato (9 settembre) il ruolo di commissario straordinario era nota «già da tempo» al governo, per la precisione fin da maggio. Cosa che confermano anche i governatori delle regioni coinvolte, a conoscenza da mesi delle intenzioni di Errani, e che confermano a Palazzo Chigi, dove l'addio sarà del tutto amichevole.

Soprattutto, Errani ci tiene a precisare che «la politica non c'entra, e chi la evoca sbaglia». Ma la politica c'entra eccome, dicono i ben informati, e in particolare c'entra quella infinita saga che divide il Pd di Renzi dalla sinistra che odia Renzi. Secondo questa interpretazione, a convincere Errani a mollare il governo sarebbe stato Pier Luigi Bersani, di cui l'ex governatore dell'Emilia Romagna è stato a lungo il braccio destro e la mente organizzativa. Qualità di cui ora l'ex segretario Pd ha bisogno per la sua nuova, gracile creatura Mdp, il partitino degli scissionisti che vorrebbe costruire un soggetto di sinistra alternativo al Pd, alleandosi con il movimento di Giuliano Pisapia. Errani ha l'identikit perfetto per affiancare l'ex sindaco di Milano e diventare il capo effettivo del futuro partito, col vantaggio che risponderebbe direttamente agli ex Ds bersaniani e non a Pisapia. Ovviamente, per lui sarebbe pronto un posto da capolista, probabilmente in Emilia. Questo il progetto, ma bisogna vedere se si realizzerà viste le tensioni tra Pisapia e gli ex Ds, divisi anche tra loro: Massimo D'Alema predica da tempo la necessità di rompere con il governo sulla Finanziaria. Magari utilizzando come grimaldello l'innalzamento dell'età della pensione. Pisapia è contrario (ed è contrario anche alla ricandidatura di D'Alema, che vuole tornare a tutti i costi in Parlamento, come del resto Bersani). E, soprattutto, è contrario Errani. Il quale, in questi mesi, è stato il più affidabile trait d'union tra il premier Gentiloni e il partitino di Mdp, occupandosi di tenere a bada Bersani e i suoi e di assicurarne la lealtà al governo. Lo farà anche in vista della Finanziaria, contano a Palazzo Chigi. Dove intanto stanno lavorando già da un po' alla successione del commissario per il terremoto. I presidenti di Regione avranno «alcuni poteri in più», ma in realtà nessuno di loro vuole prendersi la patata bollente della ricostruzione. Dunque un commissario ci sarà, ma sarà «una figura operativa e non politica». Si sta lavorando su una «rosa di nomi», e nell'incontro di oggi a Palazzo Chigi si aprirà ufficialmente la pratica. Intanto si autocandida a «subcommissario» il sindaco di Amatrice Pirozzi: «Solo chi vive il territorio sa come affrontare questa emergenza». E nel Pd viene letta come una mossa tutta politica, studiata con Francesco Storace, vicino al sindaco: farsi dire di no, per poi lanciare la propria candidatura alle prossime elezioni Regionali, sfidando Nicola Zingaretti.

Commenti

leopard73

Lun, 21/08/2017 - 09:18

Dimettiti vecchio rimbambito inconcludente come sempre!! Vergognati.

umberto nordio

Lun, 21/08/2017 - 09:19

Amica di Bersani e designato da Renzi; il massimo della referenze!

umberto nordio

Lun, 21/08/2017 - 09:19

Amico di Bersani e designato da Renzi; il massimo della referenze!

Duka

Lun, 21/08/2017 - 09:55

Ma da quando al PCI si è interessato del popolo se non per la TESSERA, la FESTA dell'UNITA', le COOP, e una settimana prima del VOTO ? Purtroppo ci sono tanti italiani idioti che votano PD alias PCI perchè così votava il nonno e lo zio o il padre ecc.

il sorpasso

Lun, 21/08/2017 - 10:04

Ma chi ascolta questo individuo?

Ritratto di gangelini

gangelini

Lun, 21/08/2017 - 10:05

La solita melina della sinistra, protetta dalla stampa cattocomunista; prima gli interessi personali e di partito, solo alla fine il popolo bue.

Iacobellig

Lun, 21/08/2017 - 10:45

BUFFONATE DI SINISTRA! RINCORRONO LE POLTRONE INVECE DEGLI INTERESSI DEL PAESE. DELINQUENTI!

jaguar

Lun, 21/08/2017 - 10:51

Anche lo smacchiatore di giaguari vuole continuare a fare danni.

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 21/08/2017 - 11:02

Perché al pd frega qualcosa degli italiani o dei terremotati? A loro interessano solo le lotte per arraffare il potere.

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 21/08/2017 - 11:22

pdioti,what else!!

Vigar

Lun, 21/08/2017 - 11:34

Ancora lo smacchiatore di giaguari! Ma non lo capisce che ormai è diventato patetico?

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Lun, 21/08/2017 - 11:46

e io che dicevo? sono anni che dico sempre che la sinistra ama truffare, imbrogliare, manipolare, uccidere, trafficare (come in questo caso!) , sottomettere, imporre, fregarsene delle regole e delle leggi, ecc.... ma poi, guarda caso, criticate solo Berlusconi? ma guarda caso eh! :-) idioti, cre.tini!!!!!

curatola

Lun, 21/08/2017 - 13:02

bersa...chi?

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Lun, 21/08/2017 - 15:49

In un anno cosa ha fatto? Comodo lasciare ora a riflettori spenti. Il fatto che si giustifichi lo dimostra. Gestione complessiva pessima, non abbiamo uomini all'altezza.