Così la politica ha abbassato la guardia

A Milano i 5 anni di retorica buonista di Pisapia hanno sradicato sicurezza e controlli

Il sindaco Giuliano Pisapia accorso al tribunale di Milano

Il 26 marzo del 2007 cinquantamila persone scesero in piazza a Milano per chiedere più sicurezza al governo Prodi. Una fiaccolata organizzata da Letizia Moratti, sindaco da meno di un anno, a cui parteciparono in massa commercianti, comitati, amministratori di altri Comuni lombardi e italiani. A fianco della giunta di centrodestra c'era anche il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi, che dichiarò «illegittimo uno Stato che non protegge». La Moratti chiedeva 500 agenti in più per Milano, e tra l'annuncio e il corteo Prodi si affrettò a inviare almeno i 60 che servivano ad aprire due nuovi commissariati. Il 3o maggio del 2011, cambiano i protagonisti. Sul palco di piazza Duomo, il leader di Sel Nichi Vendola festeggia la vittoria al ballottaggio di Giuliano Pisapia e invita la folla della sinistra che sventola bandiere arcobaleno e arancioni ad «abbracciare i nostri fratelli rom e musulmani». É l'inizio della retorica buonista a Milano. Nel primo mese a Palazzo Marino, Pisapia «congeda» 450 militari (prontamente arruolati dai sindaci di centrodestra) inviati dall'ex ministro alla Difesa La Russa nell'ambito del progetto «Strade sicure». «Milano non è Beirut» sostengono i colonnelli locali di Sel. E le camionette spariscono da un giorno all'altro da 34 zone sensibili come via Padova, viale Monza, l'area della stazione Centrale. Non cambia linea neanche quando il ghanese Adam Kabobo, nel 2013, uccide a colpi di piccone tre persone per strada al Niguarda, quartiere prima presidiato dai soldati.

Pisapia organizza laboratori e feste multiculturali per «favorire l'integrazione in via Padova», ma sulla strada che porta dritto a Sesto San Giovanni le gang latine si ammazzano anche in pieno giorno. Quasi a fine mandato si vanta di aver lanciato «un segnale forte» accogliendo oltre 84mila profughi in due anni. Ma le maglie larghe nei controlli hanno fatto sì che il terrorismo islamico a Milano e in Lombardia si estendesse e radicasse. Nel clima di paura (e di fronte alle firme raccolte dai cittadini), almeno il sindaco Beppe Sala appena insediato non ha avuto il coraggio di portare a termine il bando con cui Pisapia aveva offerto agli islamici due aree pubbliche per costruire le prime moschee a Milano. Un bando che la Regione Lombardia aveva osteggiato anche approvando dei vincoli urbanistici più serrati. Una legge contestata dalla sinistra, e d'altra parte proprio nella «roccaforte rossa» di Sesto è in costruzione una moschea da 2.400 metri quadrati, una «Mecca» alle porte di Milano, vicino al punto in cui ieri notte è stato ucciso il terrorista tunisino Anis Amri.

Sala nei primi 6 mesi di mandato ha raccolto parecchi degli spunti offerti dallo sfidante del centrodestra Stefano Parisi in campagna elettorale. Intanto ha richiamato a Milano i soldati dopo la sparatoria del 12 novembre, un sudamericano ucciso in piazzale Loreto all'ora dell'aperitivo. Ieri ha firmato in prefettura un Patto per la sicurezza sul «modello Moratti», 650mila euro alle forze dell'ordine per rafforzare la presenza sul territorio. E ha arruolato l'ex pm antiterrorismo Stefano Dambruoso per fare corsi contro il radicalismo islamico ai vigili. É una corsa contro il tempo (perso). Pierfrancesco Majorino, assessore Pd al Welfare con Pisapia e ora con Sala, di recente ha ammesso che in un giorno Milano «accoglie 3.600 profughi, e la metà sno una zona grigia», clandestini o respinti altrove. Ce n'è voluto.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Sab, 24/12/2016 - 09:43

E' sempre stata bassa la guardia. Fin dalle prime apparizioni di Pisapia, già prima ancora che fosse eletto sindaco, andava in giro a fare comizi dicendo di volere il maggior numero di migranti a Milano. I risultati eccezionali si stanno ora vedendo. Nel lungo termine può dire di aver raggiunto lo scopo. E i danni provocati? No, niente, li chiamano volgarmente collaterali, ma non fateci caso, per loro sono cose solo da film.

Gaetano44

Sab, 24/12/2016 - 09:47

Grazie Pisapia!!!!!!!!!!!

Ritratto di nando49

nando49

Sab, 24/12/2016 - 09:53

Veramente la guardia non è stata mai alzata. La politica delle amministrazioni è stata sempre di favorire gli extracomunitari con il "tutto gratis"

paolonardi

Sab, 24/12/2016 - 10:10

E' innegabile che i comunisti non ne hanno mai fanno una giusta e continuano imperterriti senza ripensamenti ne' analisi critiche dei loro fallimenti. Incomprensibile.

Cheyenne

Sab, 24/12/2016 - 10:46

pisciapia e i sinistri sono un cancro mortale

guardiano

Sab, 24/12/2016 - 11:01

Caro paolonardi, loro autocritica non la faranno mai loro si ritengono unti dal Signore, al massimo cambieranno di nuovo nome al partito per camuffare, ma l'ideologia rimarrà sempre quella, il fatto è che l'ideologia per i papaveri al comando paga e paga molto bene, la cosa che mi infastidisce è la massa del popolino indottrinato e masochista che li sostiene caparbiamente.

giovanni PERINCIOLO

Sab, 24/12/2016 - 11:11

"Così la politica ha abbassato la guardia" e non solo, anche i pantaloni ha abbassato..... grazie pisapippa!

MaxHeiliger

Sab, 24/12/2016 - 11:18

Fate entrare questi straccioni. Avanti che c'è posto per migliaia di loro. Sono dei pezzenti con una mentalità medievale cristallizzata nel VII secolo. Ci disprezzano ma allo stesso tempo ci invidiano perché abbiamo un tenore di vita superiore al loro. Vorrebbero portarci via quello che abbiamo a cominciare dalla libertà senza però avere un'idea di cosa fare poi. Osservateli bene. Si atteggiano a umili nel parlare e con un fare untuoso ma non appena si trovano in un gruppo di loro diventano aggressivi. Li disprezzo, così come disprezzo la loro ' cultura barbarica ' e il criminale del loro profeta. Dovremmo dargli pagare la jizya per il privilegio di vivere vicino a noi.

Giorgio1952

Sab, 24/12/2016 - 11:22

"in un giorno Milano accoglie 3.600 profughi, e la metà sono una zona grigia, clandestini o respinti altrove", ma scrivete la verità! Majorino ha spiegato che la città in questo momento sta ospitando 3.680 presunti profughi: un numero giudicato "sostenibile" dal Comune, non che arrivano 3.600 profughi al giorno, Majorino ha anche dichiarato che ci sarebbero ben 1.700 migranti che "rappresentano una zona grigia" rispetto cui il Comune ha "chiesto intervento al Viminale e alla Questura per verificare effettivamente loro status e origine".

lawless

Sab, 24/12/2016 - 11:38

un'altra parla di politicante "fumoso" e fuori dal tempo è un certo fratoianni, non so se lo avete mai sentito parlare sulla immigrazione, lui nei suoi bla bla bla non smette mai di santificare tutta la schiuma che ci ha invaso.

antonio54

Sab, 24/12/2016 - 11:42

Chi li ha votati questi signori. ""Chi pecora si fa, il lupo se la mangia"", i proverbi non sbagliano mai. Con questa gente non si tratta, si agisce con determinazione, se si vuole vincere, se no, sono veramente guai. Difatti, ne stiamo pagando le conseguenze. Il buonismo è un vocabolo da depennare su tutti i dizionari dell'universo... crea solo danni. Le prove sono sotto gli occhi di tutti...

Ritratto di LANZI MAURIZIO BENITO

LANZI MAURIZIO ...

Sab, 24/12/2016 - 11:44

QUESTO GRAZIE AI COMUNISTI DI MxxxA CHE CI GOVERNANO. ORMAI VIVIAMO IN UNA PATTUMIERA. IL DEGRADO REGNA SOVRANO GRAZIE A ISLAMICI, ROM, NEGRI E COMUNISTI.

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 24/12/2016 - 11:48

Buffoni! Ma se il Comune di Milano era nelle mani di Lega E FI quando la Jihad si e` insediata venti e piu` anni fa!! Buffoni! (Ah questo lo avevo gia` deto? Repetita iuvant, specialmente per i disonesti intellettuali).

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 24/12/2016 - 11:51

Gaetano44 - Grazie Formentini, Albertini, Moratti...E` allora che i Jihadisti si sono radicati, e hanno radicalizzato i delinquenti. Lei e` troppo abbrutito dall'alcol e dalla coca per ricordarselo. Poveretto!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Sab, 24/12/2016 - 12:17

Le pecore o, se Volete, i buoi, sono usciti dal recinto e risulta del tutto inutile e retorico chidere gli ovili e le stalle; piuttosto lavatevi la testa o levatevi dalla testa tutta quest'ideologia deleteria dell'integrazione. Ha fallito l'America credendo di esportare la "Democrazia" in Iraq e Afgahnistan e Voi non avete imparato che due più due non fanno quattro come si suol dire ma l'indeterminatezza. Viva Forza Italia e Shalòm a tutti gli uomini amati dal Signore.

agosvac

Sab, 24/12/2016 - 12:36

Egregio pravda99 lei sostiene che i jihadisti si sono radicati a Milano 20 e "più" anni fa ovvero nei primi anni '90, quando ancora FI neanche esisteva. In effetti in quel periodo non esisteva neanche la jihad essendosi sviluppata solo dopo. Non è che la sua stessa disonestà intellettuale le fa prendere grossi abbagli???

Aegnor

Sab, 24/12/2016 - 13:36

Come al solito i kkkompagni arrivano a capire sempre quando è troppo tardi e se per disgrazia dovessero arrivare a qualche effetto positivo,li si fermano,fino alla prossima emergenza.

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Sab, 24/12/2016 - 14:13

pravda 99 - infatti in quei tempi la gente si lamentava dei clandestini!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di trebisonda

trebisonda

Sab, 24/12/2016 - 16:01

pravda99 menti vergognosamente,non sono milanese e sono venuta a vivere a Milano negli anni 2000 e ti assicuro che la citta'era splendida ,pulita ordinata e con tutti gli attributi,ora e'un porcile,una cloaca!

Ritratto di pravda99

pravda99

Sab, 24/12/2016 - 16:57

agosvac - gianniverde - trebisonda, perche' non fate come faccio io e vi informate sulle giunte milanesi negli anni, e poi confrontate cio vi racconta il Giornale-Pravda sulla moschea di viale Jenner, e sulle date degli influssi musulmani? Vedrete che giungerete alle mie stesse conclusioni di causa-effetto, e che dare la colpa a Pisapia, e persino a Sala che e` appena arrivato non avrebbe senso neanche con un bambino di 5 anni. E non sto a difendere Piasapia o Sala, pero` quando sono scappato da Milano perche' dava gia' segni di "cloaca/porcile", aveva appena finito di governare il sindaco Leghista, guarda un po'...

Bruno Pamfili

Sab, 24/12/2016 - 16:58

Veramente piu` che la guardia mi sembra che hanno abbassato le braghe.

claudioarmc

Dom, 25/12/2016 - 06:20

Questi si sono calati letteralmente le braghe