Due milioni di pensionati per nascondere l'Expo flop

Visita gratuita e treno a metà prezzo per anziani e lavoratori a basso reddito. L'operazione costa 88 milioni, ma l'Inps smentisce l'esborso: "Offre l'esposizione"

«Ad agosto non restate da soli». Non c'è che dire: il claim scelto dall'Inps per offrire un biglietto gratis a Expo questo mese a pensionati e dipendenti con reddito lordo inferiore a 10mila euro annui è accattivante. E, soprattutto, c'è un'ulteriore agevolazione offerta da Trenitalia: il biglietto per andare a Milano o alla stazione di Rho costa il 50% in meno. Basta registrarsi sul sito dell'istituto di previdenza richiedendo il codice Pin per accedere ai servizi online e poi cliccare sulla sezione dell'offerta. Stampando il biglietto omaggio, le Ferrovie dello Stato offrono la tariffa scontata.

La domanda d'obbligo, però, è un'altra: chi paga per scorrazzare gli «arzilli vecchietti» (direbbe Diego Della Valle) in quel di Pero? La risposta più immediata è: noi tutti. Sono tutte e tre società pubbliche: quindi sia il biglietto gratis che il treno a metà prezzo lo offriamo noi contribuenti. Se poi andiamo nel dettaglio dei costi, la vicenda si tinge di un alone di mistero. Per quanto riguarda Trenitalia, è difficile fare una stima dei minori ricavi perché è molto probabile che l'iniziativa abbia successo in Lombardia e Piemonte con passeggeri che, quindi, non pagherebbero biglietti esosi, mentre è già più difficile pensare che da Roma o da Canicattì un anziano salga sul treno per visitare Expo sotto il solleone.

Secondo l'istituto di previdenza guidato dal professor Tito Boeri, gli aventi diritto sono circa 2,2 milioni di pensionati e dipendenti iscritti alle gestioni Inps. Considerato che il biglietto intero per Expo costa 40 euro, l'adesione integrale comporterebbe una spesa di 88 milioni. Secondo fonti ufficiali dell'Esposizione, l'iniziativa sarebbe cofinanziata in parti uguali, dunque 44 milioni massimi per Expo e altrettanti per l'Inps. Ma quest'ultima nega, sostenendo che sia Expo ad accollarsi gli oneri dell'offerta. Se questa fosse la verità (preannunciate smentite ufficiali in caso si scrivesse il contrario), sarebbe inutile polemizzare su una spesa, seppur minima, per un ente che prevede di chiudere il 2015 con un rosso di 6,7 miliardi. Strano, però, che non sia stata smentita l'agenzia Mf-Dow Jones quando il 24 giugno diede notizia dell'iniziativa titolando «Expo 2015: Inps regala ingresso a pensionati e lavoratori».

A rigor di logica, però, appare quantomeno singolare che Expo regali biglietti gratis quando proprio di recente è stata purtroppo costretta a rivedere al ribasso le previsioni sul flusso totale di visitatori. Secondo Il Fatto (nemico giurato della manifestazione), lo sbilancio previsto tra costi e ricavi attesi è di 1,5 miliardi. Di qui l'idea di mettere l'asta gli arredi dopo l'uso per ricavarne circa 450 milioni. In questa situazione sarebbe impensabile qualsiasi regalia.

Per cercare di far luce su questo giallo estivo, usiamo un paradosso. Se l'Inps avesse speso dei soldi, forse non li avrebbe buttati a mare «deportando» simpaticamente pensionati e lavoratori a reddito basso. Lo scopo di questo progetto è far sì che più gente possibile si registri online. Con l'accesso internet tutto diventa leggibile: i contributi versati, le prestazioni ricevute (maternità, invalidità, eccetera) e i rapporti di lavoro non solo come dipendente ma anche da datore se assume colf, badanti o lavoratori agricoli. A quel punto, è più facile la verifica di eventuali incongruenze nelle dichiarazioni da parte dell'Agenzia delle entrate. Ma il fisco non lo può già fare? Certo! Solo che la registrazione internet dimostra immediatamente l'esistenza di quello che prima poteva essere solo un numero di matricola. Insomma, gira e rigira, spunta sempre il Grande fratello manovrato dal Tesoro.

Commenti

unosolo

Gio, 06/08/2015 - 11:07

a me sta INPS puzza , gestione leggera , poca chiarezza , pensionati che non sanno il motivo per il quale la quota pensionistica è scesa da maggio di 35 euro , nessuna comunicazione , arretrati del furto ai pensionati nessuno dico nessuno ha fatto un esempio sulla cifra netta al quale si ha diritto o meno al rimborso del furto subito , nessuno , possibile che una pensione al netto di 1.172 euro non abbia diritto al rimborso o ad adeguamento e come mai la INPS non manda più circolare o lettera di accompagno se cala la pensione ? praticamente sui rimborsi chi li ha presi ? siamo sicuri che i soldi siano andati veramente ai pensionati o dirottati come le 80 euro ? chi prende questi soldi e dove vanno a finire, sindacati , politici , tutti zitti e pieni di soldi che si sono spartiti, soldi dei pensionati come sempre.

roseg

Gio, 06/08/2015 - 11:32

Hanno fatto la scoperta dell'acqua calda!!!

gianfran41

Gio, 06/08/2015 - 11:56

Insomma, secondo voi non c'è niente che funzioni, e, sempre secondo voi, prima di Renzi tutto andava a meraviglia. Vi ricordo che per i ritardi nei lavori e per gli scandali appalti di Expo 2015, si incolpavano, tra loro, Formigoni e Moratti. Allora, come la mettiamo? Per me Renzi è stato eccezionale. Diciamole le cose positive, una buona volta, anche se fatte da un avversario politico. Forse, in questo modo, tutto funzionerebbe un po' meglio. Ma voi non sareste d'accordo.

vincenzo de vera

Gio, 06/08/2015 - 12:02

Un costo probabilmente solo figurativo: perché, a mio parere, oltre il 50% di chi approfitterà dei vantaggi offerti dall'INPS/EXPO per la visita, senza di essi non si sarebbe mosso da casa !

Lucaferro

Gio, 06/08/2015 - 13:20

Gianfran 41 non fare il buonista ed il moralmente corretto: guardati semplicemente attorno a te e, sinceramente, dimmi se il Tuo Renzi ne ha azzeccata una. anche il Berlusca puó aver floppato qualche cosa ma errare è unano: DIABOLICO continuare a fare nulla o solo cazzate. Rifletti e riflettiamo tutti.

kayak65

Gio, 06/08/2015 - 13:44

beh, il biglietto e' pagato dagli stessi pensionati grazie al mancato rimborso arretrato dei blocchi annuali. figurarsi che la societa' expo offre biglietti gratis a persone che del cibo ne consumano veramente poco (vuoi per I pochi soldi vuoi perche' quando si e' anziani si mangia meno) anziche' a giovani che hanno una vita davanti e sono i piu' indicati per la missione della fiera stessa. in pratica e' come se tutti ipensionati avessero acquistato obligatoriamente i biglietti in anticipo

Felice48

Gio, 06/08/2015 - 13:51

Ho letto di gente del Nord che si oppone ad aiutare il Sud anzi pretendono di gestire loro i flussi di denaro perchè forse si sentono migliori. Che debbano essere elargiti con cautela è pacifico. Ecco i migliori cosa hanno fatto una montagna di soldi per un expo che non funziona e tutte le magagne che ha comportato altro che cattedrali nel deserto (voluto). Quanti di quei soldi per le cattedrali sono invece confluiti poi al Nord? Per ora questo è l'esempio dell'expo mangiasoldi.

canaletto

Gio, 06/08/2015 - 13:55

non ha soldi per le pensioni piccole ma spreca denaro per l'expo anche se, dicono, non è vero. che l'expo sia un fallimento si vede anche che vengono i biglietti scontati persino nelle coop e supermercati, e poi con tutti quelli che scroccano tipo renzi e famiglia ecc ecc, solo i cretini pagano

giottin

Gio, 06/08/2015 - 14:01

Dovrebbero pagarmi, ma tanto tanto, per farmi mettere piede in quella fiera delle giornate passate in fila. Inventatevi qualcosa altro buffoni!

gianfran41

Gio, 06/08/2015 - 14:50

Lacaferro, non sono un buonista, moralmente corretto mi sforzo di esserlo. Vorrei giudicare le cose per quelle che sono non per il colore politico. Giustifichi il Berlusca perché errare è umano; penso che la stessa cosa dovrebbe valere per Renzi. Infine vorrei chiarire che non sono affatto di sinistra.

BUBUCCIONE

Gio, 06/08/2015 - 18:54

@ gianfran41……… a’ gianfrà, qui non si tratta di essere di dx o di sx, qui siamo arrivati quasi ad un punto di non ritorno, siamo alla frutta!! Affermare che il “parolaio magico” Renzi è stato eccezionale è da tafazzismo puro! Diciamole le cose positive???? …..praticamente zero. Comunque, nella vita l’importante è essere convinti…….e tu sembri proprio una brava personcina di facile convincimento.