Il Pd dà lezioni pure su Etruria

Banche, surreale convegno dei dem che hanno causato il disastro

Il Pd toscano mette in scena il solito teatrino in chiave elettorale per cercare di infinocchiare nuovamente i risparmiatori truffati da Banca Etruria.

Venerdì scorso hanno organizzato alla Borsa Merci di Arezzo un incontro pubblico su Banca Etruria e Ubi. Tra i partecipanti anche il presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e il sindaco di Siena, Bruno Valentini. Titolo poetico: «Da Banca Etruria a Ubi: un futuro da scrivere insieme». Mentre i rimborsi forfettari continuano ad essere ostacolati da mille cavilli, il Pd ha il coraggio di parlare di futuro «da scrivere insieme». Una cosa che ha fatto ferocemente imbufalire i risparmiatori presenti.

Dopo i saluti del segretario provinciale del Pd Massimiliano Dindalini (quello che si scagliò contro i risparmiatori truffati definendoli «aggressori» e «vandali» per aver attaccato cinque volantini e acceso due fumogeni), ha preso la parola Rossi: «È importante comprendere non solo le responsabilità di questa vicenda ma anche riuscire a garantire parità di trattamento tra gli obbligazionisti delle quattro banche e quelli di Mps. La Regione ha fatto quanto era in suo potere per aiutare gli azzerati a richiedere i ristori automatici». Prima bugia, visto che i membri dell'Associazione Vittime del Salvabanche, guidati da Letizia Giorgianni, non ne sono affatto convinti.

Per quanto riguarda i rimborsi, invece, il Pd racconta di valutare la possibilità di riaprire i termini per accedere al rimborso forfettario, scaduti a inizio gennaio. Un emendamento che elimina del tutto il requisito reddituale ai fini del rimborso sarebbe già pronto, ampliando così la platea dei rimborsabili. Seconda bugia, visto che è impossibile farlo.

«Il presidente della commissione Finanze del Senato Mauro Marino del Pd - dice Giorgianni - mercoledì a Roma ci ha spiegato chiaramente che ampliare la platea di rimborsabili, visto che con gli arbitrati il futuro è incerto, è impossibile. Il rimborso forfettario è ormai legge, quindi non è modificabile attraverso un emendamento. Per farlo, e allargare così le maglie di chi potrebbe accedervi, ci vorrebbe un'altra legge, cosa che è altrettanto impossibile. Quelli del Pd mi hanno detto che devo aver capito male. Una presa di giro totale per i cittadini al solo fine di fare campagna elettorale. Questo è inaccettabile».

Commenti

maurizio50

Dom, 29/01/2017 - 09:10

Come sempre dal cosiddetto P.D. solo balle, fandonie, menzogne, fantasie. Normale. Finchè milioni di super i.di.oti continueranno a votarli,questi soggetti, sedicenti democratici, proseguiranno ad oltranza. E il Paese sempre più alla malora!!!!

elio2

Dom, 29/01/2017 - 09:26

Se dopo oltre 70 anni che li pigliano per il lato B, trovano ancora un quarto dell'elettorato intenzionato a votarli, si ha la certezza matematica che bisogna essere totalmente incapaci di intendere e volere per votare a sinistra. Vogliono fregarli ancora? fanno bene, anzi benissimo.

Giulio42

Dom, 29/01/2017 - 09:40

Se gli elettori PD hanno buona memoria il PD con le votazioni alle porte fa una brutta fine. Dai terremotati, ai truffati dalle banche salvate dal PD, all' immigrazione gestita come fonte di guadagno e alla stangata delle tasse in arrivo si sono scavati la fossa.

Ritratto di gian td5

gian td5

Dom, 29/01/2017 - 10:09

Purtroppo li voteranno ancora, sono antropologicamente diversi (nel senso che la terza narice funziona sempre secondo le modalità descritte dall'indimenticato Giovannino Guareschi).

Ritratto di CaptainHaddock

CaptainHaddock

Dom, 29/01/2017 - 10:11

Nessun dubbio, alle prossime elezioni il PD sfonderà. Poiché una stragrande maggioranza di italioti vuole continuare a farsi del male.

VittorioMar

Dom, 29/01/2017 - 10:28

..danno sempre il peggio di loro:LA COLPA E' DEGLI ALTRI!!....si "SCANNANO" fra loro peggio di"ALICHINO E CALCABRINA"...!!

MOSTARDELLIS

Dom, 29/01/2017 - 11:46

Delinquenti.

unosolo

Dom, 29/01/2017 - 12:32

ladri e delinquenti ? se non indagano sulle fondazioni dei politici non si ferma il mal costume delle mazzette che oggi chiamano donazioni , si le chiamano donazioni non più mazzette per ungere ingranaggi politici e della mala giustizia , forse per questo che assistiamo a tanti attacchi su personaggi ottantenni con molti problemi ancora ad essere nello spreco di indagini che fino ad oggi sono finite nel nulla di fatto , lo speco infinito su processi ventennali , come dire ci vanno in pensione con un solo processo o solo indagato , accuse e cavilli messi li solo per non giudicare pericolosi criminali ? viene proprio da pensare male , sveglia ,

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 29/01/2017 - 13:17

C'è da ridere o da piangere? Non votateli più, avete ancora fiducia in loro, dopo quanto successo? Se si, fatevi rapinare sempre.

bruno baly

Dom, 29/01/2017 - 13:37

tranquilli piddini e italioti, il piddi resterà al 30%, perché e basato su un elettorato di dipendenti statali e coop varie. D'altronde non si spiegherebbe perché pur avendo suoi amministratori e politici vari arrestati tutte le settimane , questo partito resti stabile. Partito di collusi e mafie varie.

Marcello.508

Dom, 29/01/2017 - 14:50

Che facceda ..

Ritratto di mbferno

mbferno

Dom, 29/01/2017 - 15:42

Orario delle lezioni:8,30-9,30 Diritto del furto. 9,30-10,30 Deontologia dell'appropriazione indebita. 10,30-11,30 Il furto con destrezza in 10 mosse 11,30-12,30 L'ABC del Monte Titoli&Spazzatura 12,30-13,30 Nozioni su Codice Procedura Penale Parte Prima:come farla franca. Dalle 13,30 alle 14,30 Pausa Pranzo gentilmente offerta dai correntisti truffati. AMEN.