Elezioni comunali, ora Renzi non sta più sereno

Il Pd romano perde 70mila voti. La renziana Valente fuori dai giochi, Mister Expo in affanno. Pure Torino e Bologna in difficoltà

"Non sono soddisfatto, il Pd ha problemi". È questa la fotografia "a caldo" che, in tarda mattinata, il premier Matteo Renzi ha fatto di un voto che ha visto il Pd patire oltre le attese e subire, a Torino ma soprattutto a Roma, l'exploit dei Cinque Stelle. A Milano, poi, Giuseppe Sala la spunta di un soffio sul candidato unitario del centrodestra Stefano Parisi. I due, il 19 giugno, partiranno di fatto alla pari.

Sulla frenata del Pd festeggiano i grillini nel day after del voto: volano Virginia Raggi nella Capitale (al 35,3%) e sono il primo partito nel capoluogo piemontese, dove la candidata Chiara Appendino (al 30,9%) tenterà un difficile recupero sul sindaco uscente Piero Fassino (41,8%). Anche se non bisogna dimenticare che il M5S ha presentato propri candidati solo in 252 comuni sui 1.340 andati al voto, che ha vinto solo 3 comuni e andrà al ballottaggio in appena 3 città capoluogo. Un buon risultato, ma non certo una affermazione "storica".

Di certo, a pochi mesi dal referendum sulle riforme costituzionali, è Renzi a non poter star sereno. Sebbene il risultato di tutte le grandi città sia rimandato di due settimane (fa eccezione solo Cagliari dove si impone l'ex arancione Massimo Zedda), il risultato di questa tornata elettorale non può non mettere in allarme il premier. La convinzione di potersela giocare al ballottaggio in molte città non è abbastanza. Per Roberto Giachetti i dieci punti di distanza dalla Raggi sono un po' troppi da riuscire a colmare in appena due settimane. In appena tre anni i Cinque Stelle hanno triplicato i voti, mentre il Pd ne ha persi 70mila. Certo, il candidato dem ci proverà. "Il 17% del Pd è comunque un risultato importate rispetto a come stavamo qualche mese fa - dice Giachetti- sarebbe ingiusto attribuirlo a Renzi". Ma è stato lo stesso premier a incentrare su di sé il voto. E ora la partita è diventata un test per il governo.

"Gli italiani hanno votato su una proposta amministrativa, non ci sarà un'influenza sul referendum costituzionale, sono due partite diverse", si fionda Renzi ad assicurare, dicendosi certo che il voto di protesta emerso alle Comunali a ottobre "non potrà che votare sì" alla riforme. In realtà, i candidati marcatamente renziani hanno fatto molto peggio degli altri. Lo dimostra Sala a Milano che, nonostante il volano di Expo e di Palazzo Chigi, non è riuscito a sfondare. Anzi. In soli quattro mesi Parisi ha consolidato il proprio elettorato, anche grazie al 20% di Forza Italia. Tanto che la coalizione si aggiudica cinque municipi cittadini su nove. Fino ad oggi erano tutti governati dalla sinistra. Per Renzi è la prova tangibile che quando il centrodestra marcia compatto vince.

Oltre al capoluogo lombardo, infatti, il centrodestra va a segno con Gianni Lettieri in una Napoli che vede Luigi De Magistris confermarsi su percentuali alte e il Pd inciampare in una vera e propria débâcle. Per Renzi è "il risultato peggiore". Tanto da avanzare la proposta di una "soluzione commissariale molto forte". Perché a Napoli, come a Milano, a perdere è un candidato renziano: Valeria Valente non va oltre il 21%. A Bologna, invece, il centrodestra proverà a giocarsela con la leghista Lucia Borgonzoni (al 22,3%). Toccherà a lei scalzare il sindaco uscente piddì Virginio Merola (al 39,5%). A Trieste, infine, il candidato di centrodestra Roberto Dipiazza (al 40,8%) ha già consegnato l'avviso di sfratto al sindaco uscente Roberto Cosolini (29,2%).

Al Nazareno tutti questi ballottaggi hanno fatto venire ben altri incubi. "Per mesi ci è stato spiegato che l'Italicum era ed è una legge elettorale perfetta, tagliata su misura per il nostro sistema e per garantire la governabilità - commenta Gianni Cuperlo della minoranza - forse, anche alla luce di una realtà dell'offerta politica costruita su tre poli, qualcuno si porrà la domanda sull'ipotesi concreta che a un ballottaggio eventuale possano approdare il M5S e una destra ricompattata come a Milano?". Anche perché Renzi non può più essere così certo che le politiche si terranno nel 2018. A ottobre il referendum sul ddl Boschi può, infatti, accelerare la pratica.

Commenti
Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 06/06/2016 - 19:10

Ma come? Giorni fa,euforico, sostenevi che avresti vinto e governato fino al 2023.EEHHHHH caro Renzi, chi pecca di vanagloria come te,ed è troppo sicuro di se, spesso prende sonore musate. Chissa' se basteranno a farti scendere coi piedi per terra o continuerai imperterrito a fare la mongolfiera. PS Sui quotidiani di Firenze cercano personale per attivita' di vendita a domicilio di pentolame, ti puo' interessare?

moranma

Lun, 06/06/2016 - 19:18

ma vogliamo parlare di FI !!??

manente

Lun, 06/06/2016 - 19:25

Per l'agente monomandatario della JP-Morgan in Italia, il piddiota Renzie, il conto alla rovescia è iniziato.

Marcks

Lun, 06/06/2016 - 19:29

Finalmente via renzi

Ritratto di mbferno

mbferno

Lun, 06/06/2016 - 19:40

E' partito l'avviso di sfratto per Renzi...dovrebbe arrivare a giorni...ha tempo fino ad ottobre per trovare una nuova sistemazione.

Ritratto di franco-a-trier_DE

franco-a-trier_DE

Lun, 06/06/2016 - 20:19

Giullare vai da un dermatologo che è meglio e lascia la politica a chi sa governare.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Lun, 06/06/2016 - 20:21

Non sta tanto sereno,anzi non lo è per niente, ormai questi dati politici dimostrano che l'italiani sono stufi delle sue false promese è un avviso di sfratto per OTTOBRE

Frusta1

Lun, 06/06/2016 - 20:23

"Renzie stai sereno" . Affrettati a lottizzare tutti gli organi di informazione mancanti al tuo bieco Monopoli , ma anche se li occuperai tutti, ormai gli italiani di buon senso hanno capito dei tuoi bluff . E "stai sereno"per il tuo personale referendum...abbiamo già capito cosa votare...NO? Anche se mandi in giro Maria Etruria Boschi nuda sapremo cosa votare. O NO?

unosolo

Lun, 06/06/2016 - 20:32

alle precedenti urlava di aver vinto oggi ? se parlassero quelli che sono scappati dal PD ,,,,,,,,,, parleranno sicuramente tra due settimane e sarà pesante il conto della sviscerata politica del solo incasare senza pagare le sentenze , i pensionati e i lavoratori dipendenti non sono scemi e vivono la reale situazione economica Nazionale , si salvano solo politici , sindacati e dipendenti dello Stato , per loro aumenti anche senza contratto e durante la SPENDING REVIEW , per comprare il loro silenzio verso la stampa è arcinoto che se li compra.

cicciofagnetta

Lun, 06/06/2016 - 20:35

E Forza Italia invece vola !

edo1969

Lun, 06/06/2016 - 20:44

Forza Italia ne esce trionfante

Ritratto di falso96

falso96

Lun, 06/06/2016 - 20:55

Il Vostro capo si guarda ben bene dal far cadere Renzi!! Anzi gli ha mandato e gli manda i rinforzi come la corazzata tg5 e amici per proteggerlo dal VERO PD , impaurito dal dover perdere il cadreghino e i benefit che ne derivano . Il resto ?... fumo negli occhi agli ignari cittadini.

An_simo

Lun, 06/06/2016 - 21:21

Non una parola sulla disfatta del cdx che quando va meglio lo fa a discapito della lega che dovrebbe essere il suo alleato. Si fanno concorrenza da soli senza drenare voti dagli altri schieramenti. Il solito metodo per non prendersi le responsabilità e sviare sugli altri per non spaventare i pochi elettori rimasti

Ritratto di ..hope...

..hope...

Lun, 06/06/2016 - 21:41

tic tac tic tac tic tac tic tac, si avvicina ottobre... tic tac tic tac tic tac tic tac, si avvicina ottobre per FROTTOLO... tic tac tic tac tic tac tic tac, si avvicina un ottobre COL BOTTO

Ritratto di andrea626390

andrea626390

Lun, 06/06/2016 - 22:18

Ah ecco, sta sereno il pregiudicato che ha poco più del terzo dei voti di Renzi!!!!!!!!!!!!!!!!

Ritratto di Ratiosemper

Ratiosemper

Lun, 06/06/2016 - 23:13

Renzi "non indossa il sorriso d'ordinanza", e sorride - non è come gli altri ma parla come loro (e sorride sempre). Fa grandi ilari affermazioni come se fosse effettivamente uno che mastica di "alta" politica: un perfetto figurante piombato lì per dire l'ovvio e, col solito sorriso (ma cmq perfettamente "fuori ordinanza") stampato sul faccione, per svincolarsi "sorridendo" dalle sue responsabilità di segretario del Pd. Lo spettacolo non provoca un sottile senso di disgusto?

joecivitanova

Mar, 07/06/2016 - 01:58

..di sicuro a Roma il sole ha spostato i suoi Raggi in altri colli, lontano da oscuri Boschi, confidando in un cielo stellato..!! g. (questa era facile)

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 07/06/2016 - 06:02

Che fra diavolo non stia più sereno lo si è visto dalla conferenza stampa indetta subito dopo i risultati elettorali,in cui ostentava sicurezza e la solita boria,mentre la paffutella deborah il muso,accompagnato dagli occhi bassi,ce lo aveva parecchio lungo.Tra una risata è l'altra hanno cercato di esorcizzare la paura.Tangibile e concreta.Vedremo ai ballottaggi quello che succederà.Se i cittadini di Torino,Milano,Bologna sono rincoglioniti,avranno il modo di dimostrarlo ampiamente ai seggi.

Ritratto di pensionesoavis

pensionesoavis

Mar, 07/06/2016 - 06:07

A proposito...Si parla di grandi città.Andare a vedere nelle terre rosse di Mariaetruria?...No?Dicono che il Pd da quelle parti sia sublimato.

edo1969

Mar, 07/06/2016 - 06:59

..hope... il tuo nick la dice lunga

cicero08

Mar, 07/06/2016 - 08:04

eppure, per non fare la fine di Marchini, si è ben svincolato per tempo dall'abbraccio mortale di Berlusconi...

diesonne

Mar, 07/06/2016 - 08:17

diesonne non è renzi cge non sta sereno.tanto è sempre in giro a carico dei contribuenti e va vendendo chiacchiere e lancia coriandoli per ingannare,ma sono gli italiani che stanno con l'ombrello per ripararsi dai suoi sbruffi-sii serio,fai lo statista e non in non ciarlatano che vende stracci riciclati

Keplero17

Mar, 07/06/2016 - 08:32

Sì ho visto la sua faccia quando diceva : Non sono contento, ma ce la possiamo fare perchè abbiamo tenuto. Questa mezza verità uscita dalla sua bocca serve solo pr far vedere che non è quello che è. tutto studiato.

Duka

Mer, 15/06/2016 - 10:00

Un antico adagio recita: CHI LA FA L'ASPETTI ora tocca a lui e speriamo sia devastante